Archivio Articoli

Debacle!
Il Gran Premio del Giappone sembra porre in atto quella che si potrebbe rivelare come una sentenza definitiva, senza appello.

Una stagione combattuta, appassionante, con due protagonisti (Sebastian Vettel e Lewis Hamilton) che mettono in campo tutte le loro capacità e riserve mentali per prevalere, potrebbe essere arrivata praticamente all'epilogo.

 

Intendiamoci, la matematica ancora tiene aperti i giochi. E il motorsport ci ha insegnato che nulla è certo fino alla fine. Ma la vittoria di Hamilton e soprattutto il grave passo falso subito da Vettel per problemi tecnici, potrebbe essere la "chiosa" definitiva alla stagione di F1 2017.

A Suzuka la lotta mondiale scrive la sua sentenza ancora prima dell'inizio della gara. La Ferrari di Vettel palesa problemi al motore. I meccanici non hanno il tempo materiale per intervenire e il ferrarista parte ugualmente, per poi terminare la sua corsa dopo pochi giri nei quali la sua SF70H manca di potenza e non riesce a difendersi adeguatamente dagli attacchi dei rivali.

Hamilton s'invola verso la vittoria, controllando la situazione senza particolri difficoltà. Alle sue spalle Max Verstappen prova a bissare il successo malese ma non riesce a trovare lo spunto necessario. L'altro pilota Red Bull, Daniel Ricciardo, completa il podio. Quarto è Bottas, autore di una buona rimonta dopo aver subito la penalizzazione in griglia, ma soprattutto autore di un proficuo gioco di squadra contro l'arrembante Verstappen.

Kimi Raikkonen è quinto. Ottima la sua rimonta dalla undicesima posizione in griglia e dopo una disgressione fuori pista nelle prime fasi del Gp. La sua gara dimostra ulteriormente che la "rossa" avrebbe potuto essere protagonista in Giappone. Ma questo, se vogliamo, aumenta il rammarico...

Ottime ancora una volta le due Force India. Il team indiano ancora una volta dimostra di meritare il quarto posto nella classifica Costruttori, ormai in cassaforte. Ocon e Perez sono ottimi sesto e settimo rispettivamente. Completano la zona punti Magnussen e Grosjean.

Tra gli sfortunati protagonisti del Gran Premio giapponese, oltre alla Ferrari, Nico Hulkenberg, autore di una ottima gara prima dei problemi tecnici che lo hanno portato al ritiro.

 

Ecco di seguito la classifica del Gran Premio del Giappone

 
POS PILOTA TEAM GIRI TEMPO
1 Lewis Hamilton Mercedes AMG Petronas F1 Team 53 1:27:31.194
2 Max Verstappen Red Bull Racing 53 1:27:32.405
3 Daniel Ricciardo Red Bull Racing 53 1:27:40.873
4 Valtteri Bottas Mercedes AMG Petronas F1 Team 53 1:27:41.774
5 Kimi Raikkonen Scuderia Ferrari 53 1:28:03.816
6 Esteban Ocon Sahara Force India 53 1:28:38.982
7 Sergio Perez Sahara Force India 53 1:28:42.618
8 Kevin Magnussen Haas F1 Team 53 1:29:00.147
9 Romain Grosjean Haas F1 Team 53 1:29:01.077
10 Felipe Massa Williams Martini Racing 52 1:27:34.905
11 Fernando Alonso McLaren Honda 52 1:27:35.765
12 Jolyon Palmer Renault Sport F1 Team 52 1:27:36.400
13 Pierre Gasly Scuderia Toro Rosso 52 1:27:38.999
14 Stoffel Vandoorne McLaren Honda 52 1:27:52.232
15 Pascal Wehrlein Sauber F1 Team 51 1:27:57.431
16 Lance Stroll Williams Martini Racing 45 1:15:29.838
17 Nico Hulkenberg Renault Sport F1 Team 40 1:07:12.728
18 Marcus Ericsson Sauber F1 Team 7 0:12:55.358
19 Sebastian Vettel Scuderia Ferrari 4 0:07:58.559
20 Carlos Sainz Jr. Scuderia Toro Rosso 0  

Login Panel