Archivio Articoli

Vince Daniel Ricciardo su Red Bull approfittando di una gara "sui generis" ma l'episodio che caratterizza il GP è il "litigio" tra Hamilton e Vettel nel momento in cui il plotone delle monoposto era in procinto di ripartire al termine del regime di SC.

 

Nel corso del 17 giro era infatti dovuta intervenire la SC per la seconda volta a causa dei numerosi detriti in pista; al momento del rientro il plotone si compatta in vista della ripartenza ma un rallentamento del capofila Hamilton induce all'errore Vettel che lo tampona da dietro. Il pilota tedesco della Ferrari ha un moto di reazione e, affincatosi al rivale, lo tampona lateralmente per evidenziare il suo malcontento.

Il contatto tra le due Force India riempie la pista di nuovi pezzi e pertanto, anche su richiesta dei piloti, la gara viene interrotta dai commissari con la bandiera rossa. La gara quindi al 21° giro si stoppa, consentendo ai teams di riparare le monoposto danneggiate.

Al secondo start Hamilton conduce davanti a Vettel e a Ricciardo che, partito in coda al gruppo, è riuscito in una rimonta più che ottima, culminata col doppio sorpasso a Stroll e Massa che risulterà poi decisivo per la sua vittoria.

Ma è in questa fase di gara che riprendono i colpi di scena. Hamilton soffre di un movimento anomalo della struttura di protezione dell'abitacolo che tende a sollevarsi pericolosamente nei rettilinei; è costretto ai box per la riparazione perdendo varie posizioni (sarà quindo al traguardo). Analogamente l'altro protagonista del GP, Sebastian Vettel, viene giudicato colpevole per comportamento scorretto (la toccata ad Hamilton) e penalizzato con uno stop & go di dieci secondi ai box. Anche il tedesco perde la testa della gara e giungerà quarto.

Daniel Ricciardo, che nelle fasi iniziali della gara si era trovato diciassettesimo, è ora primo, davanti a Lance Stroll, Kevin Magnussen, Esteban Ocon, Valtteri Bottas, Fernando Alonso, e il duo Vettel-Hamilton. L'australiano manterrà il comando della gara fino al traguardo.

Sarà invece il finlandese Bottas (che pure si era ritrovato in fondo al gruppo per un contatto al primo giro con Raikkonen e conseguente sosta ai box), a conquistare la piazza d'onore, beffando proprio sul rettilineo del traguardo il canadese Stroll che comunque conquista il suo primo podio della carriera.

Ecco di seguito la classifica completa del GP

 
POS PILOTA TEAM GIRI TEMPO
1 Daniel Ricciardo Red Bull Racing 51 2:03:55.573
2 Valtteri Bottas Mercedes AMG Petronas F1 Team 51 2:03:59.477
3 Lance Stroll Williams Martini Racing 51 2:03:59.582
4 Sebastian Vettel Scuderia Ferrari 51 2:04:01.549
5 Lewis Hamilton Mercedes AMG Petronas F1 Team 51 2:04:01.761
6 Esteban Ocon Force India 51 2:04:25.871
7 Kevin Magnussen Haas F1 Team 51 2:04:37.326
8 Carlos Sainz Jr. Scuderia Toro Rosso 51 2:04:44.973
9 Fernando Alonso McLaren Honda 51 2:04:55.124
10 Pascal Wehrlein Sauber F1 Team 51 2:05:24.666
11 Marcus Ericsson Sauber F1 Team 51 2:05:27.367
12 Stoffel Vandoorne McLaren Honda 51 2:05:27.733
13 Romain Grosjean Haas F1 Team 50 2:04:12.349
14 Kimi Raikkonen Scuderia Ferrari 46 1:57:52.975
15 Sergio Perez Force India 39 1:45:26.176
16 Felipe Massa Williams Martini Racing 25 1:18:29.913
17 Nico Hulkenberg Renault Sport F1 Team 24 1:16:20.820
18 Max Verstappen Red Bull Racing 12 0:22:16.902
19 Daniil Kvyat Scuderia Toro Rosso 9 0:16:38.490
20 Jolyon Palmer Renault Sport F1 Team 7 0:14:24.967

Login Panel