Archivio Articoli

Primo Gp stagionale e prime sorprese.

Sorprende gli uomini Ferrari la Mercedes che (forse) più lenta nei test pre stagionali, si mettere a sciorinare tempi fantascentifici in prova e in gara annicchilendoli.

Sorprende Bottas che, da scudiero preannunciato per questioni genetiche, evolve in un ossesso del volante simil Hamilton, sbaragliando tutti, Hamilton stesso compreso

Sorprende la Honda che spinge la Red Bull fino a velocità sconosciute agli stessi giapponesi fino allo scorso anno, sorprendendo pure (di nuovo) i ferraristi, spiazzandoli e scalzandoli dal podio.

Basta sorprese?

No. Sorprende Daniel Ricciardo, ma in senso negativo, che sbaglia al via distruggendosi alettone e gara nella foga di voler a tutti i costi restare tra "quelli che contano". Rimandato.

Sorprende Norris, sia pure solo in prova, con una prestazione che spiazza pure il suo compagno di team Sainz Jr.

Sorprende meno, ma di certo provoca uno sversamento di bile ad Helmut Marko, la difesa "maschia" di Kvyat su Gasly con gomme fresche appena cambiate ai box. Della serie certe (piccole) vendette sono un piatto che va servito freddo.

Non sorprende per nulla la difficoltà nei sorpassi tipica del tracciato di Melboune. Ma questo lo sapevano tutti.

insomma, in Australia vince Valtteri Bottas con una gara più che ottima, che lo stesso pilota definisce come la migliore della sua carriera. E ha ragione. Con una partenza perfetta si issa in testa e saluta la compagnia distaccandola. Pure Hamilton si rende conto molto presto che non c'è storia e, allora, guida giusto per star davanti a tutti gli altri risparmiando meccanica e motore che la stagione e lunga.

Sembra vicino Verstappen, quasi in grado di insidiarlo, ma probabilmente Hamilton aveva in tasca una manciata di decimi da togliersi all'occorrenza. E questo è forse la questione più preoccupante relativamente a quella che sarà la stagione 2019, ma anche da verificre e valutare già a partire dalla prossima gara.

Dal canto suo l'olandese della Red Bull è capace di "fregare" Vettel e le Ferrari che speravano di conquistare almeno in podio e la terza piazza in prova. Brutto risveglio pure quello. Verstappen completa il podio dopo il duo Mercedes. Precede al traguardo le due "rosse" di Vettel, in parte deludente ma soprattutto rallentato per non meglio specificati problemi di potenza e Leclerc. Il francese nel finale appare più veloce del caposquadra ma il muretto gli impone di congelare le posizioni.

Gli altri vedono protagonista la Haas. Se Grosjean è fermato da un problema di bloccaggio di un dado ruota (come lo scorso anno), Magnussen è autore di una ottima gara.

Alle sue spalle il consistente Hulkenberg (Renault) Raikkonen (Alfa-Sauber), Stroll (Racing Point) e Kvyat (Toro Rosso).

La resa dei conti della prima gara stagionale trova la Williams decisamente indietro ed impreparata. Come minimo in ritardo per quello che riguarda la preparazione e l'affinamento della monoposto.

Le sue prestazioni sono risultate decisamente inadeguate, ma speriamo che lo storico team possa in qualche modo recuperare parte del distacco cronometrico.

Di seguito la classifica completa del Gran Premio d'Australia 2019.

 
POS PILOTA TEAM GIRI TEMPO
1 Valtteri Bottas Mercedes AMG Petronas Motorsport 58 1:25:27.325
2 Lewis Hamilton Mercedes AMG Petronas Motorsport 58 1:25:48.211
3 Max Verstappen Aston Martin Red Bull Racing 58 1:25:49.845
4 Sebastian Vettel Scuderia Ferrari 58 1:26:24.434
5 Charles Leclerc Scuderia Ferrari 58 1:26:25.555
6 Kevin Magnussen Rich Energy Haas F1 Team 58 1:26:54.481
7 Nico Hulkenberg Renault F1 Team 57 1:25:32.524
8 Kimi Raikkonen Alfa Romeo Racing 57 1:25:33.709
9 Lance Stroll SportPesa Racing Point F1 Team 57 1:25:34.461
10 Daniil Kvyat Red Bull Toro Rosso Honda 57 1:25:35.160
11 Pierre Gasly Aston Martin Red Bull Racing 57 1:25:35.495
12 Lando Norris McLaren F1 Team 57 1:26:15.259
13 Sergio Perez SportPesa Racing Point F1 Team 57 1:26:15.789
14 Alexander Albon Red Bull Toro Rosso Honda 57 1:26:16.497
15 Antonio Giovinazzi Alfa Romeo Racing 57 1:26:37.862
16 George Russell ROKiT Williams Racing 56 1:26:17.005
17 Robert Kubica ROKiT Williams Racing 55 1:26:19.211
18 Romain Grosjean Rich Energy Haas F1 Team 29 0:44:19.902
19 Daniel Ricciardo Renault F1 Team 28 0:43:19.322
20 Carlos Sainz McLaren F1 Team 9 0:13:54.933