Archivio Articoli

Doppietta Audi alla 6 Ore di Austin, gara di riapertura del campionato Endurance dopo la pausa estiva successiva alla 24 Ore di Le Mans.

Vince l'equipaggio Fassler-Lotterer-Treluyer davanti all’altra R 18 e-tron di Kristensen-Duval-Di Grassi. Con questa vittoria, l’Audi sale al comando della classifica di campionato e ora precede la Toyota con 18 punti di vantaggio.

 

Gara atipica, tormentata dal maltempo che ha costretto la direzione di gara ad esporre anche la bandiera rossa per interromperla. E sconfitta bruciante per la Toyota, che nelle prime fasi di gara dimostrava una superiorità schiacciante, essendo capace di accumulare un vantaggio nell'ordine dei 18 secondi dopo soli 10 giri.

Errori ai box, come quello di tenere le gomme slick quando in pista le condizioni erano proibilite, sono stati determinanti a consegnare alla Audi il successo. E questo nonostante la configurazione della pista fosse particolarmente ostica alla casa tedesca.

Delude anche la Porsche, nonostante le tante modifiche introdotte sulle vetture alla ricerca di una maggiore downforce.

Nella classe GT-Pro, trionfo dell’Aston Martin di Turner-Mucke dopo un duello durato per tutte le 6 ore con la Porsche di Pilet-Makowiecki. In difficoltà le Ferrari, mai veramente competitive. Anche in classe GT-Am vince l'Aston Martin, con l'equipaggio Lamy-Nygaard-Dalla Lana mentre nella classe Lmp2 la vittoria va alla Oreca di Matsuda-Bradley-Howson davanti alla Oreca AF Corse di Minassian-Mediani-Zlobin.

 

Di seguito il link per visionare la classifica ufficiale:

http://www.fia.com/sites/default/files/championship/event_report/documents/05_ClassificationByClass_Race%285%29.PDF