Articoli

- Citroen omologa nuovi particolari meccanici all'assale anteriore (testati al Rally d'Estonia) per dare la possibilità ai piloti Ogier e Lappi di avere un più ampio ventaglio di regolazioni;

- Proprio Ogier conferma che a fine 2020 smetterà di correre. Si vuole dedicare alla famiglia, al figlio, riprendere gli studi di economia, all'ecologia;

- Gus Greensmith e Elliott Edmondson sostituiscono Elfyn Evans e Scott Martin sulla Ford ufficiale. Evans è infatti uscito malconcio da un salto durante il Rally d'Estonia ed ha bisogno di tempo per il recupero fisico.

Le vacanze estive sono finite ed i piloti tornano in macchina per affrontare i velocissimi sterrati compatti Finlandesi; strade ricche di dossi che corrono tra foreste di betulle e laghi che offrono fantastici scorci agli appassionati assiepati lungo le strade.

La gara inizia il giovedì sera con l'abituale prova spettacolo a fondo misto terra / asfalto di Jyvaskyla. Venerdì sono previste 10 prove speciali pari a 128,86 km; sabato 8 prove con 132,98 km cronometrati; domenica 4 prove con 45,74 km.

La SS1 Harju, con i suoi 2,31 km, vede primeggiare Neuville; ma data la brevità della prova, i principali contendenti al mondiale sono raccolti in meno di 3 secondi.

Per il primo giro di prove del venerdì, i piloti scelgono 5 Michelin a mescola media. I piloti Toyota vincono tutte le 5 prove del mattino: 3 Latvala (vittima di una foratura lenta alla posteriore sinistra durante la PS 4), 1 Tanak ed 1 Meeke (anche lui vittima di una foratura lenta alla posteriore sinistra durante la PS 4). I tre alfieri Toyota sono racchiusi in 5,8 secondi. Durante la PS 6 lo Junior Raul Badiu, a seguito di una violenta uscita di strada, si procura la frattura di due costole ed una commozione celebrale. Verrà trattenuto in ospedale per controlli ma non è in gravi condizioni. Latvala viene multato perchè durante la PS 2 ha il balaclava fuori dalla tuta da gara.

stewards decision no 1Anche per il giro pomeridiano di prove, vengono scelte 5 Michelin a mescola media.

Mikkelsen e Neuville provano a rompere l'egemonia Toyota e si aggiudicano rispettivamente la PS 8 e 11. Da segnalare che dopo la PS 8, l'assoluta vede 4 piloti racchiusi in 0,6 secondi. La prima giornata si chiude così: 1.Latvala 01:04:01.1, 2.Meeke +1.2s, 3.Lappi +2.4s, 4.Tanak +2.6s, 5.Breen +14.2s. Nonostante che le Toyota abbiano vinto quasi tutte le prove, la classifica è cortissima. Così il WRC2PRO: 1.Rovanpera 01:07:09.7 2.Camilli +02:15.1. WRC2: 1.Loubet 01:07:41.3 2.Gryazin +49.6s 3.Katsuta +49.7s 4.Huttunen +01:17.0 5.Kristoffersson +02:01.5. JWRC: 1.Kristensson 01:14:21.9 2.Solans +24.2s 3.Radstrom +28.0s 4.Poom +42.2s 5.Sesks +54.4s.

Anche per il primo giro di prove del sabato, i piloti scelgono 5 Michelin a mescola media. Le Toyota continuano a vincere le speciali (seppur con distacchi minimi tra loro): PS 12 a Tanak, PS 13 a Meeke (la Plus di Latvala lamenta una perdita d’olio a fine prova), PS 14 di nuovo a Tanak e PS 15 a Latvala. Solo Lappi riesce a rimanere in “scia” ai Giapponesi. La PS 14 crea qualche problema alla pattuglia Toyota: Meeke rompe la sospensione posteriore sinistra (ritiro e Rally2).

MEEKE PS 14

Mentre Latvala è vittima di una foratura lenta che gli fa perdere circa 14 secondi a seguito dell’urto contro una pietra (il pilota ammette di aver steso note troppo veloci).

LATVALA PS 14

Ironia della sorte: entrambi i piloti Toyota dovrebbero aver sbattuto contro la stessa pietra. Confermate le 5 Michelin a mescola media per le prove del pomeriggio. Lappi parte deciso e fa sue le PS 16 e 18. Tanak "controlla" vincendo PS 17. PS 19 vinta da Mikkelsen. La giornata di sabato si chiude con questa classifica: 1.Tanak 02:08:49 2.Lappi +16.4s 3.Latvala +28.8s 4.Mikkelsen +50.5s 5.Ogier +53.1s 6.Breen +59.1s. WRC2PRO: 1.Rovanpera 02:15:22.9 2.Camilli +04:14.2. WRC2: 1.Gryazin 02:17:50.8 2.Huttunen +12.1s 3.Kristoffersson +02:03.2 4.Loubet +06:20.0 5.Solberg +09:48.7. JWRC: 1.Kristensson 02:29:36.9 2.Radstrom +25.3s 3.Solans +01:11.3. Anche per le prove di domenica, confermata la scelta delle 5 Michelin a mescola media. Tanak si aggiudica la PS 20, Latvala la PS 21 e Mikkelsen la PS 22 (consolida la quarta posizione assoluta). Durante questa prova, Meeke sbatte di nuovo (dopo 3 km) e si deve ritirare.

MEEKE PS 22

Hyundai fa gioco di squadra: Breen arriva con 2 minuti di ritardo al controllo orario, paga 20" di penalità ed unitamente al tempo di prova, avviene lo scambio di posizione con Neuville al fine di limitare i danni da Tanak. "L'ingordo" Tanak vince anche la Power Stage e quindi fa bottino pieno con i punti. Il Rally di Finlandia finisce così: 1.Tanak 02:30:40.3 2.Lappi +25.6s 3.Latvala +33.2s 4.Mikkelsen +53.4s 5.Ogier +56.1s 6.Neuville +01:32.4. WRC2PRO: 1.Rovanpera 02:38:34.4 2.Camilli +04:47.0. WRC2: 1.Gryazin 02:41:09.0 2.Huttunen +14.0s 3.Kristensson +02:03.8 4.Loubet +06:44.5 5.Solberg +10:46.8. JWRC: 1.Kristensson 02:55:17.2 2.Solans +01:28.0 3.Poom +11:54.8 4.Royhkio +13:25.2 5.Johnston +13:42.3. Questa potrebbe essere la prima vera fuga mondiale di Tanak: adesso l'Estone di casa Toyota guida la classifica mondiale con 180 punti, Ogier -22, Neuville -25 punti.

Citroen: entrambi i piloti hanno promosso le novità portate all'assale anteriore. Lappi, arrivato secondo, è sempre stato nelle posizioni di vertice ed è stato l'unico a contenere il distacco da Tanak. Ogier, arrivato indisposto fisicamente, non è mai parso in grado di staccare tempi al livello dei ragazzi Toyota.

Hyundai: sono stati portati sviluppi aerodinamici all'anteriore che hanno avuto riscontri positivi sia dai piloti che dai tecnici.

Toyota: ha dominato su strade "amiche" (molti test di sviluppo sono stati fatti su percorsi con fondi analoghi a questi e la sede del team è a Puuppola), ma a questo punto del mondiale, la Yaris appare come la Plus di riferimento e mediamente più performante su tutti i tipi di strade. Tirata d'orecchie per le "seconde guide" del team: Toyota Gazoo Racing riduce un pò il gap con Hyundai Motorsport nel Mondiale Costruttori del WRC. Distacco che rimane ancora importante, ma se fosse arrivata la tripletta (e con una delle peggiori gare per la i20), il risultato sarebbe stato ottimizzato.

Ford: gara sotto tono. La miglior macchina al traguardo è quella di Suninen ottavo al traguardo. Greensmith ritirato dopo l'urto con una pianta. Proprio nel weekend nel quale si festeggiavano i 40 anni di attività per la M-Sport di Malcom Wilson. Greensmith sostituirà nuovamente Evans nel Rally di Germania.

Prossima gara, gli asfalti in mezzo ai vigneti della Mosella del Rally di Germania ADAC RALLYE DEUTSCHLAND 22/08 - 25/08/2019

 

Classifica piloti

WRC P FINLANDIA

 

Classifica costruttori

WRC C FINLANDIA

 

Classifica WRC 2 Pro

WRC2PRO FINLANDIA

 

Classifica WRC 2

WRC2 FINLANDIA

 

Classifica Junior

JWRC FINLANDIA