Il futuro pilota Ferrari

Discussioni di carattere generale sul sito, news, eventi etc.

da orfeo68 » 05/08/2018, 15:16

L'annuncio del passaggio di Ricciardo alla Renault ha chiarito che non sarà in Ferrari come da molti sperato, non si può dare torto a Daniel per non volersi legare per due anni alla PU Honda come voleva la RB, malgrado i progressi di questa stagione dove ha dimostrato una discreta affidabilità, la PU Honda e ancora molto distante dalle migliori e stando alla logica il prossimo anno, salvo miracoli tecnici, resterà ancora indietro.

Se Daniel non va in Ferrari significa che a Maranello si terranno Kimi seguendo la logica della stabilità e di puntare tutto su Vettel, ci sarebbe l'opzione LeClerc oppure Giovinazzi ma non credo che Arrrivabene voglia rischiare e che preferisca la strada vecchia piuttosto che la nuova.

La scelta di puntare tutto su un solo pilota era quella preferita ad esempio da Briatore che concentrava le risorse tecniche su una sola punta di lancia, solo che queste punte di lancia si chiamavano Schumaker ed Alonso, Vettel e una sicurezza da tutti i punti di vista ma avere tutta la Ferrari sulle sue spalle lo ha indotto in alcuni errori, si potrebbe dire chi non fa errori in carriera?

Certo se la responsabilità fosse divisa tra due piloti e sopratutto due piloti che a parità di auto cercano di superarsi sarebbe da stimolo per Vettel che invece questi stimoli non li ha.

E poi pensando al futuro, non si intravede nulla dal momento che si preferisce la stabilità al tentare il nuovo. vedremo Kimi in Ferrari fino all'età della pensione?

Eppoi alla quinta stagione in Ferrari ed un centinauio di GP disputati non ha ancora vinto, che dire?.

I giovani interessanti non mancano, dal citato Leclerk ad Ocon oppure Giovinazzi che però necessiterebbe di un supporto psicologico perchè al primo errore in Ferrari verrebbe crocifisso al cancello di Maranello.

E pensare che un buon pilota totalmente libero e disponibile ci sarebbe, basterebbe solo chiamarlo, il buon Pastor Maldonado.
orfeo68
Rookie Driver
Rookie Driver
 
Messaggi: 24
Iscritto il: 31/07/2018, 14:16

da 330tr » 05/08/2018, 15:38

Caro Nanni,
il prossimo pilota Ferrari NON sarà Ricciardo. :angry-cussingwhite:
Tutto il resto, personalmente, noli me tange.
Raikkonen o Maldonado per me è uguale.
Avatar utente
330tr
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 3980
Iscritto il: 22/02/2010, 18:27
Località: Brescia

da orfeo68 » 05/08/2018, 16:19

330, sono orfeo, alias Salvo, forse confondi qualche nome, ciao
orfeo68
Rookie Driver
Rookie Driver
 
Messaggi: 24
Iscritto il: 31/07/2018, 14:16

da groovestar » 06/08/2018, 7:27

Penso che ormai tutti i top team siano allineati con i loro piloti di punta e, salvo il passaggio clamoroso (ma nemmeno tanto)
di Ricciardo in Renault, tutto resterà uguale.

Gli unici che avevano necessità di cambiare erano in Redbull, ove Ricciardo diventava un lusso, avendo scelto il loro capitano già dallo scorso anno.

Per il resto Leclerc ha mostrato grandissime qualità, ma non appena arrivate certe voci di un sicuro approdo in Ferrari, ha commesso un po’ di errori, pur confermando doti di velocità non comune.

La Ferrari vuole formare il sostituto di Vettel e Leclerc potrebbe averne i numeri, tuttavia non è il momento opportuno, perché verrebbe bruciato.

La Ferrari non è la Redbull, che può dilapidare talenti e uomini a piacimento.

Del resto meglio tenere chi ha spalle larghe e piede pesante, pur anche un po’ meno grintoso, che bruciare un futuro top driver.

Perché così sarebbe e nemmeno si può pretendere che un giovane pilota non sbagli (si veda Max, che ha impiegato 3 anni buoni a maturare).

Per cui penso resterà Kimi, anche se sarebbe opportuno iniziare a seguirlo con più attenzione nelle strategie.

Non ci fosse Leclerc, prenderei al volo lo scaricato Sainz che, vista la situazione, potrebbe accettare un ruolo da seconda guida. Ma significherebbe gettare al macero certe scelte della FDA
Avatar utente
groovestar
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 7110
Iscritto il: 09/03/2004, 0:00

da destroyer » 06/08/2018, 8:05

Io tenterei Leclark a questo punto con il rischio anche di bruciarlo. Il massimo per come si sono messe le cose sarebbe soffiare Sainz alla RB che vedo molto veloce già navigato rispetto i giovani Ferrari e che potrebbe levarsi qualche soddisfazione personale e portare punti pesanti se non troppo penalizzato dalle strategie
DESTROYER-------DESTROYER-------DESTROYER-------DESTROYER
Avatar utente
destroyer
Go-Kart
Go-Kart
 
Messaggi: 128
Iscritto il: 27/07/2018, 17:36
Località: Palermo

da orfeo68 » 06/08/2018, 12:31

Si i ragionamneti di Groovestar non fanno una piega. forse meglio la stabilità che l'avventura, oltre tutto si citano giovani interessanti ma di certo non mi sembrano dei potenziali Senna,

La stabilità pagherà? la responsabilità tutta sulle spalle di Vettel non creerà eccessivo stress al pilota?, difficle rispondere ma mi preoccupa quanto visto recentemente in alcuni GP, e cioè la capacità di Hamilton di inventarsi qualcosa in più quando serve, in Ungheria ha preso la pole in exstremis e con quella la vittoria in gara, sembra che all'occorrenza ha qualche decimo in più rispetto ai rivali e questo come detto mi preoccupa, Vettel non sembra aver questo boster nel suo piede destro in ottica mondiale e preoccupante, L'ungheria era un GP Ferrari eppure hanno perso una gara cruciale a mio avviso.

Quindi Vettel e in grado di opporsi ad Hamilton fino in fondo al mondiale? saprà rimediare a suon di vittorie gli errori commessi?
orfeo68
Rookie Driver
Rookie Driver
 
Messaggi: 24
Iscritto il: 31/07/2018, 14:16

da Baldi » 06/08/2018, 15:13

Dipenderà dalle monoposto e dallo sviluppo che saranno in grado di portare i teams.

Al momento la Ferrari sembra superiore, nel complesso.
In questa situazione Vettel potrà vincere, pure con gli errori che ha commesso.

E si celebrerà l'eventuale Mondiale con "gioia, gaudio et tripudio tutto".

E quegli errori spariranno, come neve al sole.
Avatar utente
Baldi
Administrator
Administrator
 
Messaggi: 10349
Iscritto il: 10/01/2004, 0:00

da 330tr » 06/08/2018, 15:19

Mi permetto di essere pessimista.
Lasciare ad Hamilton un'unghia è come regalargli un braccio.
Vettel ha gentilmente lasciato per strada mezzo mondiale.
Se riuscirà a vincerlo ugualmente, sarò il primo a gioirne e ricredermi.
Ora come ora son quasi certo che il mondiale rimarrà in Germania.
Avatar utente
330tr
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 3980
Iscritto il: 22/02/2010, 18:27
Località: Brescia

da bschenker » 06/08/2018, 17:45

La qualifica in Ungheria era una pura lotteria nel quale Hamilton ha tirato lo Jolly.

In quelli condizioni i MB è al minimo pari forse un pelo migliore. Criticare Vettel per il suo posto di partenza e pure pazzia, da prendere atto che una minuta prima cera un doppio pole Ferrari.

Qualche minuto in più e la situazione potevano di nuovo essere cambiato, esattamente come ancora qualche minuto in più di nuovo la situazione con le due MB.

Se a Vettel e da criticare qualcosa e se ha qualcosa in testa, non cambia idea. Un esempio e BAKU 2017, si volevano i dati a farla (sembrava) rinunciare alla su impressione. Tanto vero quest’anno ha provato una trappola a Hamilton. Lui in quello e molto simile a Schumacher.

Credo che a lui l’idea che Kimi caccia davanti a lui i MB non e neanche passato di testa.

E pure non credo che ci siano molti altri piloti che possano dare alla Ferrari quello che da Vettel!

-

Sona la germanica pero di fatto ce molto più del altro nelle sede (vettura e motori) inglesi della MB. Addirittura un inno arabico non sarebbe fuori luogo, vista chi e di maggioranza fra i proprietari MB.
Avatar utente
bschenker
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 1930
Iscritto il: 06/11/2008, 22:11
Località: Lugano

da orfeo68 » 06/08/2018, 18:07

Vettel non si discute come pilota, e veloce, sa gestire l'auto e le gomme e costante e redditizio, forse gli manca quella scintille che ogni tanto Hamilton trova.

Ma Vettel guida per la Ferrari, la pressione che questo comporta non e facile da geastire, io attualmente mi troVo a Colonia-Koln per i tedeschi, e non esiste il clamore mediatico che c'è Italia, se Mercedes vince i telegiornali ne danno notizia senza enfasi e poi non ne parlano più fino al prossimo GP, in italia la linea che divide la pestazione del pilota dalla critica feroce ed urticante e molto sottile, processi sulle riviste specializzate e condanne sui social, siamo latini, passionali in questo molto diversi dai tedeschi.

Baldi dice che portare a casa il mondiale sarà possibile se Ferrari mantiene il punto sullo sviluppo e su questo concordo, quello che volevo mettere sul piatto della discussione e se Vettel reggerà alla pressione dovuta alla responsabilità tutta sulle sue spalle.
orfeo68
Rookie Driver
Rookie Driver
 
Messaggi: 24
Iscritto il: 31/07/2018, 14:16

da 330tr » 06/08/2018, 18:16

Tutto quel che si vuole, Vettel campionissimo eccetera.
Fatto sta che con la macchina migliore è dietro, per demerito suo.
Più che la macchina migliore che gli si può dare?
Poi ognuno resta libero di credere che Vettel sia il migliore in pista.
Io penso tre almeno siano più forti.
Sbaglierò.
Vettel, dimostrami che sbaglio. Solo questo, il resto son parole.

Ps. Beat, fammi chiamare tedesche le Mercedes..sennò davvero si perde il senso identitario delle cose! Ok la globalizzazione, ma mi piace avere delle (piccole) certezze..
Avatar utente
330tr
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 3980
Iscritto il: 22/02/2010, 18:27
Località: Brescia

da bschenker » 07/08/2018, 0:45

Si puo fare!

Pero il team e locato in Inghilterra, i PU (motori) prodotto in Inghilterra!
Il chef e Austriaco (abitante in Svizzera, abbastanza vicina da Vettel), come anche il suo vice?

E un puo come oggi il gruppo Chrysler Fiat. Dove e a casa?

Scherzi a parte naturalmente la MB e Tedesco, la Ferrari Italiano e la Red Bull Austriaca!
Avatar utente
bschenker
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 1930
Iscritto il: 06/11/2008, 22:11
Località: Lugano

da Connacht » 07/08/2018, 2:34

Fun fact: i motori Mercedes in F1 dal 1994 sono sempre stati assemblati (ma non progettati per quanto ne so) dalla Ilmor di Mario Ilien in Inghilterra.

Comunque anche la Ferrari dei grandi successi era pilotata da un tedesco, organizzata da un francese, diretta da un inglese, progettata da un anglosudafricano, e con molti tecnici sempre inglesi compreso il capomeccanico che gestì quelli che divennero i migliori pit stop nel mondiale prima della spy story. Il budget per far girare il tutto veniva anche da americani e arabi.

La Mercedes invece ha Aldo Costa e la struttura è passata di mano tra Tyrrell, BAR, Honda e Brawn. Alla Toyota quando gareggiava, con struttura in Germania, c'erano anche diversi italiani, tipo Marmorini al reparto motori.

Non esiste nessun ambito tecnologico di un certo livello in cui non vi siano elementi internazionali, la formazione stessa non può prescindere dal contributo di vari paesi a qualcosa e le esperienze all'estero sono fondamentali.

Alla fine gran parte dei marchi sono soprattutto... marchi, con dietro una struttura e una proprietà.
Avatar utente
Connacht
Formula 2
Formula 2
 
Messaggi: 429
Iscritto il: 21/03/2006, 0:00
Località: Where I end and you begin

da destroyer » 07/08/2018, 8:27

Se i valori in campo non cambiano delle monoposto, e sarà tutta da vedere se Mercedes non porti qualche aggiornamento importante. Il mondiale lo Decide Vettel perché ha la macchina migliori in condizioni ottimali o comunque da podio quindi se reggerà la pressione può solo vincerlo questo mondiale, non ha neanche bisogno di spingere più di tanto perché con 2-3 vittorie potrebbe già andare in testa. Hamilton a sfruttato al massimo molte occasioni lasciate dal Tedesco ma la vettura resta qualche decimo dietro.

Qui entra in gioco il discorso del secondo pilota. Raikkonen per quanto faccia buone gare ultimamente anche se è solo salito sul podio, difficilmente riesce ha levare punti pesanti a Hamilton, anche per le strategie Ferrari, quindi a questo punto tanto vale puntare su un giovane e lo fai crescere. Raikkonen Sottolineo di nuovo che dal ritorno in Ferrari non ha vinto un GP, l'unico dei top.
DESTROYER-------DESTROYER-------DESTROYER-------DESTROYER
Avatar utente
destroyer
Go-Kart
Go-Kart
 
Messaggi: 128
Iscritto il: 27/07/2018, 17:36
Località: Palermo

da groovestar » 07/08/2018, 11:25

Fare processi a metà stagione è quanto di più ridicolo si possa fare
Lo scorso anno sembrava fatta, e poi la Ferrari subì sonore bastonate, soprattutto in termini di affidabilità.
Ed Hamilton dopo il gp in Ungheria era dietro.

Oggi ci si ritrova in una situazione diversa e lo stesso Hamilton dice che la strada è lunga, che alcuni anni si è davanti, altri si è dietro, ma i conti si fanno alla fine.

Le chiacchiere stanno a zero: Hamilton sta in Mercedes e, nonostante l'aura da santone, anche lui ha i suoi momenti no (e li abbiamo visti).
Alonso, il miglior pilota dell'universo in pectore, è bello che andato. Un ricordo.
Ricciardo, bravissimo ed aggressivo, ha vinto 1/10 di Vettel e, quasi sempre, in circostanze davvero molto particolari.

Mai come oggi ricordo un vecchio adagio del buon Niki Lauda:
Quando vinci hai 100 amici, quando arrivi secondo ne hai 50, quando arrivi terzo ne hai 10, ma solo perchè sperano che tu prima o poi tornerai a vincere.

Io ci rifletterei su...
Avatar utente
groovestar
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 7110
Iscritto il: 09/03/2004, 0:00

Prossimo

Torna a Generale

  • Messaggi recenti
  • Messaggi senza risposta
  • Chi c’è in linea
  • In totale ci sono 4 utenti connessi :: 0 iscritti, 0 nascosti e 4 ospiti (basato sugli utenti attivi negli ultimi 5 minuti)
  • Record di utenti connessi: 85 registrato il 09/05/2018, 20:04
  • Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti