Ten years of Motor Racing, by Charles Jarrott

Dagli albori del 1900 fino alla F1 nel 1950

da 330tr » 11/06/2018, 19:52

In questo periodo sto leggendo un libro, scaricabile gratuitamente QUI.
Scritto da Charles Jarrott, anno del Signore (mi pare) millenovecentosei.
Chi fu costui?
Uomo d'affari, uno dei primi ad interessarsi di ciclomotori, tricicli, auto da corsa. Corridore anch'egli, un pioniere assoluto.
Dalla sua meravigliosa penna emerge il mondo dimenticato dei padri del motor racing. Nel libro racconta con infiniti aneddoti e splendide e gustose immagini le corse di quelle epoce lontane, dai divieti di circolazione a motore in Francia, alla corsa all'affermazione degli Stati Nazionali per le Gordon-Bennet, alle corse in linea, a quelle in circuito.
Nel libro egli rivive con noi quei "massacri" terrificanti, divisi in giorni, in cui era un miracolo arrivare alla fine. Ci racconta in prima persona gli infiniti problemi per far muovere quei pochi cavalli, le sveglie alle 3 del mattino, la ricerca di un riparo per la notte, le strade polverose e pericolose, i mezzi instabili; e poi la crescita delle potenze, gli incidenti via via più spettacolari per arrivare alla famigerata "corsa della morte", una Imola 1994 antelitteram, raccontata con parole che m'han fatto accapponare la pelle, per averle risentite esattamente identiche quasi un secolo dopo..quella Parigi-Madrid che si fermò a Bordeaux causa catastrofi.
Ci racconta della sua unica vittoria in un (pre..) Gran Premio, e del suo unico serio incidente, in cui venne dato per morto, coperto con un lenzuolo..lui e il suo meccanico, solo svenuti!!
Ci racconta poi dei grandi campioni dell'epoca, delle grandi macchine, di quell'inizio novecento così progressista e veloce, così straordinario, in cui il futuro si doveva raggiungere a bordo di una palla di cannone, alla massima velocità possibile, quel presente futurista così ben sublimato dal movimento italiano che ne portava il nome.
Un libro straordinario, ricchissimo di humor inglese, scritto benissimo e in un inglese moderno e comprensibilissimo.
Spesso sorprendente, come quando si scopre che la voglia del protagonista vien meno a causa della "commercializzazione dello sport." E siamo nel 1905 o giù di lì... :shock: :D

Su questo sito uno stralcio del libro, in cui si parla della "corsa della morte".
http://www.grandprixhistory.org/paris1903.htm
Avatar utente
330tr
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 3914
Iscritto il: 22/02/2010, 18:27
Località: Brescia

da sundance76 » 12/06/2018, 7:58

330tr ha scritto:Un libro straordinario, ricchissimo di humor inglese, scritto benissimo e in un inglese moderno e comprensibilissimo.
Spesso sorprendente, come quando si scopre che la voglia del protagonista vien meno a causa della "commercializzazione dello sport." E siamo nel 1905 o giù di lì... :shock: :D


Ecco:
Allegati
jarrot.jpg
jarrot.jpg (448.33 KiB) Osservato 899 volte
"Chi cerca di conoscere il passato capirà sempre meglio degli altri il presente e il futuro, e non soltanto nel nostro piccolo mondo di effimere quanto amate frenesie corsaiole." G. C.

https://www.youtube.com/watch?v=ygd67cDAmDI
Avatar utente
sundance76
Global Moderator
Global Moderator
 
Messaggi: 8077
Iscritto il: 21/05/2006, 23:00
Località: Isola d'Ischia

da Jackie_83 » 12/06/2018, 10:16

sundance76 ha scritto:
330tr ha scritto:Un libro straordinario, ricchissimo di humor inglese, scritto benissimo e in un inglese moderno e comprensibilissimo.
Spesso sorprendente, come quando si scopre che la voglia del protagonista vien meno a causa della "commercializzazione dello sport." E siamo nel 1905 o giù di lì... :shock: :D


Ecco:


“Bisogna che tutto cambi perché tutto rimanga come prima”


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
Immagine
Avatar utente
Jackie_83
Global Moderator
Global Moderator
 
Messaggi: 6871
Iscritto il: 04/07/2005, 23:00
Località: Terra di mezzo

da 330tr » 12/06/2018, 16:22

sundance76 ha scritto:
330tr ha scritto:Un libro straordinario, ricchissimo di humor inglese, scritto benissimo e in un inglese moderno e comprensibilissimo.
Spesso sorprendente, come quando si scopre che la voglia del protagonista vien meno a causa della "commercializzazione dello sport." E siamo nel 1905 o giù di lì... :shock: :D


Ecco:Immagine


Bravissimo, Sun! Citazione perfetta.
L'hai letto? È uscito anche tradotto? Io lo trovo semplicemente..sublime!
Avatar utente
330tr
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 3914
Iscritto il: 22/02/2010, 18:27
Località: Brescia

da sundance76 » 12/06/2018, 17:35

330tr ha scritto:Bravissimo, Sun! Citazione perfetta.
L'hai letto? È uscito anche tradotto? Io lo trovo semplicemente..sublime!


Non l'ho letto e non credo sia stato tradotto, la citazione in italiano è tratta da un articolo di Jacky Ickx su AutoSprint.
"Chi cerca di conoscere il passato capirà sempre meglio degli altri il presente e il futuro, e non soltanto nel nostro piccolo mondo di effimere quanto amate frenesie corsaiole." G. C.

https://www.youtube.com/watch?v=ygd67cDAmDI
Avatar utente
sundance76
Global Moderator
Global Moderator
 
Messaggi: 8077
Iscritto il: 21/05/2006, 23:00
Località: Isola d'Ischia

da 330tr » 12/06/2018, 18:52

Mi piacerebbe molto riportarlo tradotto, le avventure narrate sono fantastiche, stesso spirito della Mille Miglia narrata da Jenkinson, ma scritte mooooolto meglio (Jenkinson odiava la punteggiatura..).
Il brutto è che sono 300 e passa pagine... :cry: operazione impossibile.
Quel che trovo straordinario è il racconto della nascita stessa delle automobili, con i loro difetti, e i correttivi applicati, raccontati in prima persona, da qualcuno che visse quei momenti primordiali, e rimase stregato da quei marchingegni semoventi.
Ad esempio le prime macchine avevano lo sterzo "a leva", che si impugnava con una mano. Spesso però questo sfuggiva, causa terreni accidentati, e ci si spatasciava..così venne applicato un volante, da tenere saldo con entrambe le mani..
Avatar utente
330tr
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 3914
Iscritto il: 22/02/2010, 18:27
Località: Brescia

da sundance76 » 13/06/2018, 11:37

Anche a me piacerebbe vederlo tradotto (la mia traduzione dall'originale tedesco di Neubauer, più completo di quelle inglesi, francesi e tedesche, si è fermata dopo una trentina di pagine).

Ma è scaricabile solo pagina per pagina?

Pensa che io ho in pdf tutto il famoso libro di Gerald Rose "A record of motor racing 1894-1908", ma non l'ho ancora letto...
"Chi cerca di conoscere il passato capirà sempre meglio degli altri il presente e il futuro, e non soltanto nel nostro piccolo mondo di effimere quanto amate frenesie corsaiole." G. C.

https://www.youtube.com/watch?v=ygd67cDAmDI
Avatar utente
sundance76
Global Moderator
Global Moderator
 
Messaggi: 8077
Iscritto il: 21/05/2006, 23:00
Località: Isola d'Ischia

da 330tr » 13/06/2018, 14:30

Io l'ho scaricato così, ricomposto e salvato in pdf..se interessa lo..compartecipo volentieri!
Avatar utente
330tr
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 3914
Iscritto il: 22/02/2010, 18:27
Località: Brescia

da Elio11 » 13/06/2018, 16:10

Ottima segnalazione!
Tra l'altro, in quel sito c'è il Santo Graal che cercavo da tempo. I numeri di 'Motor Age' del 1905 da Gennaio a Settembre.

Grazie diecimila milioni di volte '330tr'!!! :!:
Avatar utente
Elio11
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 2022
Iscritto il: 31/01/2006, 0:00

da leon_90 » 15/06/2018, 21:18

330, Sun, questo vi piacerà :D :D

https://www.ibs.it/meta-del-mondo-vista ... 8836537921

Una sfida lanciata dal giornale francese "Le Matin", un'impresa che pare impossibile: in auto per oltre 15.000 chilometri, da Pechino a Parigi. Luigi Barzini, inviato del Corriere della Sera, partecipò a questo evento sull'Itala condotta dal principe Scipione Borghese: narra così nel libro di questa avventura, con la penna del cronista che realizzò il primo reportage dei tempi, pubblicato nel 1908 in 11 lingue: un raid editoriale.
Immagine
Avatar utente
leon_90
Formula 2
Formula 2
 
Messaggi: 483
Iscritto il: 23/02/2015, 20:21
Località: Puglia

da sundance76 » 15/06/2018, 23:32

leon_90 ha scritto:330, Sun, questo vi piacerà :D :D

https://www.ibs.it/meta-del-mondo-vista ... 8836537921

Una sfida lanciata dal giornale francese "Le Matin", un'impresa che pare impossibile: in auto per oltre 15.000 chilometri, da Pechino a Parigi. Luigi Barzini, inviato del Corriere della Sera, partecipò a questo evento sull'Itala condotta dal principe Scipione Borghese: narra così nel libro di questa avventura, con la penna del cronista che realizzò il primo reportage dei tempi, pubblicato nel 1908 in 11 lingue: un raid editoriale.


Sì, l'ho terminato l'anno scorso. Me lo avevano regalato nel 2007 ma lessi solo poche pagine, l'ho ripreso dieci anni dopo e l'ho finito. Bellissimo. Meglio tardi che mai..
"Chi cerca di conoscere il passato capirà sempre meglio degli altri il presente e il futuro, e non soltanto nel nostro piccolo mondo di effimere quanto amate frenesie corsaiole." G. C.

https://www.youtube.com/watch?v=ygd67cDAmDI
Avatar utente
sundance76
Global Moderator
Global Moderator
 
Messaggi: 8077
Iscritto il: 21/05/2006, 23:00
Località: Isola d'Ischia


Torna a Epoca Pre-Mondiale F1

cron
  • Messaggi recenti
  • Messaggi senza risposta
  • Chi c’è in linea
  • In totale ci sono 0 utenti connessi :: 0 iscritti, 0 nascosti e 0 ospiti (basato sugli utenti attivi negli ultimi 5 minuti)
  • Record di utenti connessi: 85 registrato il 09/05/2018, 20:04
  • Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti