Vettel

Discussioni sulla stagione 2008

da Jackie_83 » 12/09/2019, 10:28

Sono d'accordo ma...

Com'è possibile che dopo 5 anni in un team un pilota (anzi IL pilota) non sia ancora riuscito a dare gli input necessari agli ingegneri per costruire un'auto che si adatti alle sue caratteristiche?



Inviato dal mio Redmi 5 Plus utilizzando Tapatalk
Immagine
Avatar utente
Jackie_83
Global Moderator
Global Moderator
 
Messaggi: 7218
Iscritto il: 04/07/2005, 23:00
Località: Terra di mezzo

da Pedro59 » 12/09/2019, 10:50

Ho letto tutta la discussione e mi sono confermato nell'opinione che "sic transit gloria mundi" sia la frase che meglio descrive, almeno da quando la seguo io, la Formula 1.
Gli ultimi anni di Vettel mi hanno anche convito che approdare da Campione del Mondo (peggio ancora se da pluri-Campione) a Maranello sia la condizione più gravosa per un pilota. Solo Prost ho visto subito sfiorare il titolo, gli altri (Alonso, persino Schumacher mica pizza e fichi, ed ora Vettel...) hanno trovato "lungo".
Credo che per Vettel ci sia un problema di personalità, credo che subisca molto la concorrenza in famiglia, in fondo il tuo compagno di squadra è sempre il primo avversario da battere.
Su Vettel ricordo una cosa che mi disse Nanni Galli quando lo intervistavo per il libro. In quei giorni Vettel aveva vinto il suo quarto Mondiale e chiesi a Nanni un giudizio sul campione tedesco.
"Te lo dico il prossimo anno quando correrà con Ricciardo che è un pilota emergente che morderà il freno molto più di Webber". Se non ricordo male lo score delle vittorie finì 0-3 in favore di Daniel.
Quest'anno siamo 0-2 in favore di un altro rampante come Leclerc, compagno assai meno "comodo" di Raikkonen.
Non sono all'altezza di giudicare se Vettel si stia avvitando in una crisi involutiva, certo però che quest'anno il vero Vettel l'ho visto praticamente solo in Canada.
La considerazione che ho letto sul fatto che Vettel fosse un "protegé" di Marchionne e che ora, dopo la scomparsa del manager, sia diventato un "sopportato" nell'ambiente di Maranello spiegherebbe molte cose.
Anche perché da dodici anni vincono gli altri.
Se avesse accettato la corte di Toto ? Secondo me dipende sempre da chi avrebbe avuto a fianco.
Stiamo comunque parlando di un quattro volte Campione del Mondo dal quale mi aspetto un colpo di coda, una reazione d'orgoglio dopo la valanga critica che lo ha travolto nel dopo Monza. Speriamo a Singapore di rivedere il Vettel di Spa, sarebbe già abbastanza.
Grazie degli spunti di riflessione, al solito fra i più interessanti e competenti.
Avatar utente
Pedro59
Formula 1
Formula 1
 
Messaggi: 1463
Iscritto il: 30/08/2008, 14:34
Località: S.Piero a Sieve (FI) - Mugello

da groovestar » 12/09/2019, 11:31

Ho appena letto l'ennesimo articolo ove si da Vettel per finito, si ridimensiono i 4 titoli vinti e si riesumano i piagnistei e le rosicature di Alonso.

Ma come si fa a trovare la giusta tranquillità quando si è costantemente sotto attacco e quando - se i rumors sono veri - parte del team rimpiange il tuo predecessore?

Sentirsi costantemente in discussione mina certamente la fiducia e una certa parte del circus non aspettava altro che la prima occasione buona per delegittimare i risultati di una intera carriera.
Non solo il tuo lavoro odierno, ma TUTTO il tuo lavoro viene rivisto e messo in discussione.

E ciò in un periodo tecnico in cui Vettel è chiamato a vincere una battaglia persa in partenza.

Come non capire una eventuale voglia di dire basta?

In ultimo: penso che la più grande sciagura capitata alla Ferrari post Ferrari sia rappresentata dall'arrivo di Alonso di cui, personalmente, non sento la mancanza.
Avatar utente
groovestar
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 7676
Iscritto il: 09/03/2004, 0:00

da 330tr » 12/09/2019, 13:31

Grandi aspettative, altrettanto grandi delusioni.

Vettel è stato chiamato per controbattere ad Hamilton. Hamilton ha giocato con lui come il gatto col topo, indicandolo come avversario ma battendolo psicologicamente sempre.
Un po' mi ha ricordato la sfida Valentino Rossi/ Gibernau.
Vettel ha dimostrato grande velocità, pari ad Hamilton, ma una fragilità incompatibile con questo sport.
Ora la frattura con i tifosi Ferrari è definitiva, visto che è emerso un nuovo idolo tutto rosso.
La F1 può essere spietata, ma sono anni che Seb non corre come dovrebbe.
Ho sentito del terzo figlio avuto.
Ferrari parlava di parabola del campione..che Seb stia deviando dalla devozione completa allo sport necessaria per primeggiare?
Avatar utente
330tr
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 4350
Iscritto il: 22/02/2010, 18:27
Località: Brescia

da groovestar » 12/09/2019, 15:00

In ogni caso si parla tanto di Vettel, ma sempre molto poco del mezzo.

Anche Hamilton venne tacciato di essere un incompiuto in McLaren e, pure nel 2013, in molti si interrogavano sul suo effettivo valore, dato che forniva prestazioni paragonabili a quelle di Rosberg.

Dal 2014 guida una vettura totalmente inattaccabile ed, improvvisamente, torna ad essere un campione implacabile, unico vero erede di Senna.
Ma abbiamo mai davvero visto Hamilton correre andando oltre il limite della propria monoposto?
No.

E' l'unico pretendente al titolo che può permettersi di correre in piena libertà, sapendo di avere un mezzo che può assecondarlo alla perfezione e che, in quasi tutte le stagioni, possiede un margine prestazionale ulteriore.

Sinceramente mi chiedo di che cosa si stia parlando e, come sempre quando la Ferrari non è competitiva, partono gli interrogativi sui piloti.

Vettel ha buttato 2 titoli mondiali alla portata? Ma siamo davvero seri?
Basta guardare i numeri della classifica costruttori:

2015 703 contro 428
2016 765 contro 468
2017 668 contro 522
2018 655 contro 571
2019 505 contro 351 (con ben 7 gare ancora da disputare!)

Il gap del punteggio dei costruttori è forse dovuto agli errori di Vettel?
Negli ultimi 2 anni il titolo è sfuggito per gli errori di Vettel?
Come si spiegano in tale ottica i propulsori bruciati nel 2017 o gli sviluppi estivi che hanno portato ad una involuzione della vettura che, sul finale di stagione, è tornata minimamente competitiva solo tornando alla configurazione primaverile?

Si stanno facendo mille congetture, si sta massacrando un pilota, si tira costantemente fuori il refrain di Alonso che avrebbe vinto il titolo con la Ferrari attuale (eppure quando aveva una Ferrari competitiva ha fallito l'obiettivo del titolo con demeriti suoi, ivi compresi incidenti pesanti che sono costati punti pesanti), ma non si considera il mezzo con cui corre.

Lo stesso Leclerc, oggi sugli allori, ha compiuto gravi errori, ha avuto parecchi problemi di ritmo in alcuni gran premi, ed è anche stato battuto dall'attuale compagno di Box.
Ci dimentichiamo del GP d'Austria, ove Vettel era più in palla di Leclerc, ove ha dovuto patire problemi in qualifica. Dimentichiamo la gara gettata da Leclerc in Germania e l'improbabile rimonta di Vettel?

Io sono convinto di una cosa: in tanti non aspettavano altro di poter dire che Vettel è un mezzo pilota, che i suoi successi erano i successi di Newey e che altri avrebbero meritato ben più di lui tali risultati.

Ci si ferma davanti a questo concetto, potendo finalmente dare ragione al vate Alonso, ma si omette sempre di considerare che Vettel (ed oggi anche Leclerc) si stanno impegnando a combattere una battaglia persa in partenza.

Questa Mercedes non può essere battuta, o almeno non dalla Ferrari ed, a conti fatti, bisogna rallegrarsi del fatto che il pilota da pensionare (ieri era Raikkonen, oggi Vettel) sia stato quello a vincere più GP senza poter contare su una Mercedes.
Avatar utente
groovestar
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 7676
Iscritto il: 09/03/2004, 0:00

da Pedro59 » 12/09/2019, 15:32

groovestar ha scritto:In ogni caso si parla tanto di Vettel, ma sempre molto poco del mezzo.

(...)
Vettel ha buttato 2 titoli mondiali alla portata? Ma siamo davvero seri?
Basta guardare i numeri della classifica costruttori:

2015 703 contro 428
2016 765 contro 468
2017 668 contro 522
2018 655 contro 571
2019 505 contro 351 (con ben 7 gare ancora da disputare!)

(...)


Cifre impietose... :crying-yellow: :crying-yellow: :crying-yellow:
Avatar utente
Pedro59
Formula 1
Formula 1
 
Messaggi: 1463
Iscritto il: 30/08/2008, 14:34
Località: S.Piero a Sieve (FI) - Mugello

da 330tr » 12/09/2019, 16:50

groovestar ha scritto:
Vettel ha buttato 2 titoli mondiali alla portata? Ma siamo davvero seri?
..


No, ne ha buttato nel cesso solo uno, lo scorso anno, con vettura eccellente.
Ci voleva uno Schumacher perfetto, per vincerlo. Nessun errore. Un mastino inarrestabile.
Ma Vettel non è Schumacher.
Avatar utente
330tr
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 4350
Iscritto il: 22/02/2010, 18:27
Località: Brescia

da Jackie_83 » 12/09/2019, 18:47

330tr ha scritto:
groovestar ha scritto:
Vettel ha buttato 2 titoli mondiali alla portata? Ma siamo davvero seri?
..


No, ne ha buttato nel cesso solo uno, lo scorso anno, con vettura eccellente.
Ci voleva uno Schumacher perfetto, per vincerlo. Nessun errore. Un mastino inarrestabile.
Ma Vettel non è Schumacher.
In realtà anche nel 2018 ha buttato nel cesso solo i fegati di noi tifosi...perché la Mercedes dopo Spa é tornata ad essere uno schiacciasassi inarrestabile mentre la Ferrari ha cannato gli sviluppi mostrando competitività saltuariamente

Ergo anche un pilota infallibile avrebbe portato a casa un pugno di mosche..."Sebestemmio" ha solo avuto il (de)merito di farci buttare litri di bile in più mentre accadeva l'inevitabile



Inviato dal mio Redmi 5 Plus utilizzando Tapatalk
Immagine
Avatar utente
Jackie_83
Global Moderator
Global Moderator
 
Messaggi: 7218
Iscritto il: 04/07/2005, 23:00
Località: Terra di mezzo

da 330tr » 13/09/2019, 6:18

Sicuro?
Ham 408
Vet. 320

ma..Quanti punti gettati? Secondo questo 59 punti.
Sarebbe arrivato a 379. Quanti ne avrebbe tolti ad Hamilton? Ipotizziamo una trentina..et voilà, ecco che siam pari. :evil:
Avatar utente
330tr
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 4350
Iscritto il: 22/02/2010, 18:27
Località: Brescia

da groovestar » 13/09/2019, 7:24

Si dà per scontato che in Germania avrebbe vinto, quando prima dell'uscita Hamilton, con le giuste coperture, viaggiava circa un secondo più veloce.
Così come le valutazioni in Austria sono ipotetiche (peraltro una gara molto positiva ove ha sopravanzato Hamilton in pista).
Idem a Monza, ove la Mercedes ha dimostrato di potersi mangiare la Ferrari sul passo gara.

La cosa divertente di tali statistiche è che, salvo Baku ove l'errore è avvenuto nelle battute finali, si ipotizzano risultati tutt'altro che scontati.

Anche a togliere una 15na di punti ad Hamilton, i conti non tornano.
Avatar utente
groovestar
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 7676
Iscritto il: 09/03/2004, 0:00

Precedente

Torna a 2008

cron
  • Messaggi recenti
  • Messaggi senza risposta
  • Chi c’è in linea
  • In totale ci sono 0 utenti connessi :: 0 iscritti, 0 nascosti e 0 ospiti (basato sugli utenti attivi negli ultimi 5 minuti)
  • Record di utenti connessi: 370 registrato il 06/12/2019, 16:38
  • Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti