News 2020

Forun dedicato alla stagione 2020 di F1

da groovestar » 17/07/2020, 9:45

Leggevo in tema Ferrari che vi sarebbe una effettiva conferma di quanto avevo paventato giorni fa.
La SF1000 nasce seguendo la filosofia della Mercedes dello scorso anno, verso un aumento di carico piuttosto che sulla ricerca della velocità di punta.
Tuttavia le direttive tecniche hanno imposto una diversa Power Unit, realizzata in fretta e furia, che non compensa in alcun modo quanto perso a livello aerodinamico.
Ergo il problema non è assolutamente di drag (un termine che ultimamente viene utilizzato quando le power unit sono sfiatate, vedasi in McLaren) ma di mancanza di potenza, unita ad una filosofia aerodinamica vecchia di un anno (tutti i top team sono andati verso la riduzione delle sezioni frontali delle loro monoposto...).

Inoltre pare che il famoso step evolutivo per l'Ungheria semplicemente non esista.
Le modifiche sono rappresentate da un'ala ad alto carico ed una diverso sviluppo della sospensione posteriore.

Niente revisione della fluidodinamica delle pance.
Niente aerodinamica rivista all'anteriore.
Niente sviluppi a livello di motore.

Sostanzialmente si spera solo che il gap sia ridotto in virtù di un rettilineo più breve (possiamo chiamarlo "aggiornamento ambientale").

Riassumento, in Austria 1 si sono presentati senza alcun aggiornamento, mentre in Austria 2 hanno introdotto alcuni aggiornamenti specifici per la pista, che non era stato possibile realizzare in tempo utile.

Viene da chiedersi su cosa stia lavorando Simone Resta, dato che tutti i top team, nel doppio WE, hanno introdotto modifiche anche abbastanza rilevanti nel corso di due settimane (la Mercedes addirittura è riuscita a studiare e risolvere il problema delle vibrazioni della sospensione posteriore).

L'idea, guardando da fuori, è che manchi una pianificazione definita, e non si disponga dei mezzi e delle capacità per reagire in tempi brevi e di produrre correttivi adeguati.

Si parla di sciocchezze come mancanza di correlazione, ma probabilmente i problemi in Ferrari sono solo 2:

1. Hanno impostato il lavoro del 2019 utilizzando delle soluzioni irregolari, creando così un problema non superabile per la vettura attuale (non si cavano cavalli dalla aerodinamica).

2. Vi è una errata metodologia di lavoro ed una organizzazione farraginosa.

Non so se la Ferrari possa permetterselo, ma farei come la Honda nel 2007 che, compresa la situazione estremamente compromessa, decise di realizzare la monoposto definitiva in ottica 2009.
Sinceramente è abbastanza inutile compiere sforzi immani (sempre che ciò sia in agenda Ferrari) per correggere una vettura senza speranza. Di questi tempi, nelle passate stagioni, si pensava già nell'ottica della stagione succesiva, quindi perchè continuare a sprecare risorse, quando - ragionevolmente - questa sarà una vettura che nei prossimi due anni potrà ambire al quinto posto come miglior risultato?
Avatar utente
groovestar
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 8063
Iscritto il: 09/03/2004, 0:00

da Pennywise » 22/07/2020, 21:24

Potrebbero entrare in calendario Imola, Nurburgring e Portimao.
" Ferrea Mole, Ferreo Cuore "

" Unguibus et rostro "

" Chi osa vince "

" Mai discutere con un idiota (coglione), ti trascina al suo livello e ti batte con l'esperienza. " :clap: :bow-blue: ... 8-)
Avatar utente
Pennywise
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 7226
Iscritto il: 26/07/2010, 16:01
Località: Al Mare

da Jackie_83 » 23/07/2020, 15:09

Bernie risponde per le rime all'acchiappalike...e niente, vittoria su tutta la linea

https://autosprint.corrieredellosport.i ... ortunato_/
Avatar utente
Jackie_83
Global Moderator
Global Moderator
 
Messaggi: 7347
Iscritto il: 04/07/2005, 23:00
Località: Terra di mezzo

da groovestar » 23/07/2020, 16:02

Lewis sta combattendo una battaglia meramente mediatica, trasformando una presa di posizione meritoria in una farsa.

Attacchi a leggende come Ecclestone, Andretti, Stewart sono semplicemente ridicole.

Uomini che spesso hanno agito dietro le quinte con gesti forti, e non con gesti politicamente corretti a favor di telecamera.

Molto semplicemente Lewis non ha nulla da insegnare a chi ha creato e modellato il mondo in cui è riuscito ad esprimersi al meglio.

E' facile essere dimentichi del recente passato, ed Ecclestone ha fatto molto per lui, come uomo e come nero (che è una cosa orribile a dirsi, dato che il valore del motorsport prescinde dal sesso e dal colore della pelle).

La Formula 1 non è la Nascar.
L'Europa non è l'America.

Certamente avrà subito inaccettabili episodi di razzismo, ma suppongo che dalla GP2 in avanti, sia stato giudicato unicamente dal piede e dai risultati.

Oggi va di moda riscrivere la storia, ma per fortuna esistono ancora persone che sanno come rispondere e non hanno necessità di dover essere politicamente corrette.

Questo è l'ovvio limite di una compagnia americana che adotta logiche americane.

Da che seguo la formula 1 ho visto uomini e donne di ogni estrazione, paese e colore impegnarsi, giudicati unicamente in base alle capacità professionali.
Oggi invece, improvvisamente, non si fa abbastanza.

Eppure non ricordo un episodio che sia uno di discriminazione di natura razziale, religiosa o di genere, negli ultimi 30 anni di storia di questo sport.
Avatar utente
groovestar
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 8063
Iscritto il: 09/03/2004, 0:00

da gilles70 » 23/07/2020, 20:09

:clap: :clap: :clap:

"Lewis sta combattendo una battaglia meramente mediatica, trasformando una presa di posizione meritoria in una farsa".

Niente da aggiungere.

:clap: :clap: :clap:

Se va avanti così ottiene l'effetto contrario.
Avatar utente
gilles70
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 2722
Iscritto il: 03/07/2010, 17:42
Località: Olgiate Olona

da Jackie_83 » 24/07/2020, 7:51

gilles70 ha scritto::clap: :clap: :clap:

"Lewis sta combattendo una battaglia meramente mediatica, trasformando una presa di posizione meritoria in una farsa".

Niente da aggiungere.

:clap: :clap: :clap:

Se va avanti così ottiene l'effetto contrario.


E lo sta già ottenendo...

Il buon Bernie è di origine ebrea (quindi "in quel periodo lì" sicuramente non se la passó troppo bene), la storia di Andretti la conosciamo tutti e Stewart subì in gioventù a causa dislessia...quindi gli "ignoranti" sull'argomento non sono certo loro

Per quel che mi riguarda Hamilton si dimostra quello che è...un grande campione in pista e una scatola vuota che cerca di darsi un tono fuori, allo stato attuale rischia di essere controproducente a una causa cui a parte la sua immagine non ha nulla da dare
Avatar utente
Jackie_83
Global Moderator
Global Moderator
 
Messaggi: 7347
Iscritto il: 04/07/2005, 23:00
Località: Terra di mezzo

da groovestar » 24/07/2020, 8:48

A guardar le cose penso che Lewis stia gettando le fondamenta per la sua futura carriera post formula 1 (e non solo da quest'anno) spostando le proprie attività dall'Europa agli Stati Uniti.

E' giustissimo prendere una posizione contro il razzismo, ma la Formula 1 sta riproponendo il gesto di inginocchiarsi che ha poco senso in Europa.
Un gesto che ha un significato specifico e rappresenta una forte critica di un atleta americano che, rompendo il "religioso" cerimoniere dell'inno nazionale, si inginocchia a sottolineare il sopruso e le incongruenze della società made in USA.

Che senso ha riproporre tutto ciò in un contesto diverso?
Che senso ha riproporlo ad ogni Gran Premio?

E' un appropriarsi di un gesto per una vuota riproposizione mediatica, voluta dalla proprietà americana per accattivarsi il proprio pubblico.

Ed a riprova di ciò mi permetto di aggiungere una cosa: dov'era Lewis prima dell'omicidio di Floyd?
Lui, che ha accusato la Formula 1 di non fare nulla per sensibilizzare le masse (come se il ruolo del motorsport fosse questo...) per primo non si è esposto, ed ha aspettato di seguire l'onda mediatica (e devo ammetterlo, anche io sono colpevole di questo) per prendere questa posizione.
Che, per quanto possa essergli solidale per certi episodi da lui denunciati, mi sa di posticcia, artefatta e priva di profondità.

Mi spiace per lui, ma non è Alì.
Non ha quel carisma, non ha quell'intelligenza e, soprattutto, non ha il suo coraggio.

Alì non ha mai seguito l'onda, lui creava le onde.
Lewis si è accodato, ha alzato la voce ed ha trovato terreno fertile in una società di telecomunicazioni che si adegua all'andazzo generale.

Si preoccupa oggi dell'inclusività nella Formula 1?
E perchè ieri ha taciuto, se per lui è un problema così forte è sentito?
Paura? Allora non sei il Leader carismatico come credi...
Scarso interesse? Allora dimostri di esserti unicamente accodato...

Sinceramente non lo prenderei come esempio di trascinatore di folle, anche perchè già in passato ha mostrato una certa poca profondità e convinzione verso l'attivismo politico (ricordate l'affair relativo ad una storia di instagram contro Trump? con che rapidità ha rimosso tutto e sgonfiato il caso?).

Poi per carità...va benissimo.
E' la sua vita e fa bene ad inventarsi un futuro.
Però dovrebbe restare connesso con la realtà in cui vive.

L'Europa non sono gli Stati Uniti.
La Formula 1 (e le altre categorie del motorsport) ha sempre dimostrato con i fatti di non fare distinzioni (se hai talento e, soprattutto soldi, corri...che tu sia bianco, nero, inglese, malese, cinese o russo).

Non è la Formula 1 che deve essere motore di cambiamento, e non ha senso che chi non è razzista, chi giudica il prossimo sulla base dei talenti individuali, debba fornire una dimostrazione in tal senso attraverso gesti vuoti a favor di telecamere e di sponsor.

Capisco infatti Leclerc, Verstappe.
E capisco Andretti ed Ecclesone, che vengono additati quale problema (soprattutto Bernie ha detto una grandissima verità: il razzismo non conosce distinzione di colore della pelle) senza che nessuno si sia posto il quesito di cosa possano aver fatto, negli anni e nel concreto, per favorire l'integrazione.

L'antirazzismo non è una medaglia da appuntarsi al petto.
E' quello che deve essere la normale forma di comportamento umano.
Per questo mi sembra che si stia perdendo la prospettiva delle cose.
Avatar utente
groovestar
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 8063
Iscritto il: 09/03/2004, 0:00

da Pennywise » 24/07/2020, 15:14

Nuove date

Immagine

Esperimento Imola su due giorni
" Ferrea Mole, Ferreo Cuore "

" Unguibus et rostro "

" Chi osa vince "

" Mai discutere con un idiota (coglione), ti trascina al suo livello e ti batte con l'esperienza. " :clap: :bow-blue: ... 8-)
Avatar utente
Pennywise
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 7226
Iscritto il: 26/07/2010, 16:01
Località: Al Mare

da Powerslide » 24/07/2020, 15:28

Pennywise ha scritto:Esperimento Imola su due giorni


In che senso? GP piccolino al sabato per fare la griglia? :doh:
Avatar utente
Powerslide
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 6521
Iscritto il: 16/01/2007, 0:00

da Pennywise » 24/07/2020, 16:31

Il format non è ancora stato concordato. Almeno così scrive la F1. Forse faranno una sola sessione di libere prima delle qualifiche.

Prova di weekend per il futuro. :think:
" Ferrea Mole, Ferreo Cuore "

" Unguibus et rostro "

" Chi osa vince "

" Mai discutere con un idiota (coglione), ti trascina al suo livello e ti batte con l'esperienza. " :clap: :bow-blue: ... 8-)
Avatar utente
Pennywise
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 7226
Iscritto il: 26/07/2010, 16:01
Località: Al Mare

da groovestar » 24/07/2020, 18:12

Suppongo una sessione di libere e qualifica.
Avatar utente
groovestar
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 8063
Iscritto il: 09/03/2004, 0:00

da gilles70 » 25/07/2020, 6:09

Sembrerebbe sabato libero + qualifiche, domenica libere + gara. Dovrebbe essere ammesso il pubblico. Con la legge attuale sono ammessi al massimo 1000 spettatori, per questo Bonaccini sta cercando di ottenere una deroga.
Avatar utente
gilles70
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 2722
Iscritto il: 03/07/2010, 17:42
Località: Olgiate Olona

da Jackie_83 » 25/07/2020, 10:56

È giunta l'ora di riesumare il kit del tifoso-fai-da-te e revisionarlo per l'autunno :mrgreen:

Peccato solo che l'unica volta che abbiamo 3 gp in Italia la Ferrari faccia ca*are ai livelli più alti dal 1980
Avatar utente
Jackie_83
Global Moderator
Global Moderator
 
Messaggi: 7347
Iscritto il: 04/07/2005, 23:00
Località: Terra di mezzo

da groovestar » 28/07/2020, 8:29

"Le direttive tecniche ... un'altra brutta storia. C'è un chiaro regolamento sulla potenza dei motori". Sul quotidiano sportivo spagnolo 'Marca', il team principal della Mercedes Toto Wolff torna a parlare del motore della Ferrari 2019 finito nel mirino della Fia. "Ad Austin (2019, ndr) hanno chiarito cosa era permesso e cosa no. - ricorda Wolff - Il che era importante. Penso che l'ironia della sorte sia che alcuni dei nostri concorrenti ci hanno lasciato quasi esausti spingendoci al limite l'anno scorso, ci hanno spinto a sviluppare e innovare per essere competitivi. Ed eccoci qui".
Wolff ha anche fatto riferimento alle squadre che hanno discusso in Ungheria della firma del nuovo "Patto di concordia". Il regolamento che regola il campionato di Formula 1. Questo - ricorda Marca - è un accordo che stabilisce la distribuzione del reddito tra i team partecipanti, la International Automobile Federation e Liberty Media. Ogni squadra che lo firma accetta, in linea di principio, di essere nella categoria per tutto il tempo che dura. L'attuale contratto è stato firmato nel 2013 e scadrà entro la fine dell'anno. "Non so perché alcune squadre abbiano fatto quei commenti ridicoli che sono pronti a firmare e che sembra che altri non lo siano - ha detto Wolff - Fanno ridere quei commenti in pubblico. I negoziati dovrebbero svolgersi a porte chiuse, senza alcun commento da parte di nessuno. Per quanto riguarda il Patto, stiamo parlando con Liberty, non vediamo l'ora di rimanere in F1. Ci sono alcune clausole che ci danno un po 'fastidio, ma niente che non possa essere risolto ", ha aggiunto il direttore della Mercedes "

Penso che, in buona approssimazione - al netto delle problematiche tecnico organizzative - la situazione della Ferrari sia esplicata in questo modo.
O mollate i soldi, o sparite a livello sportivo.

Che poi la situazione è molto banale: Wolff vuole prendere il posto che era di Ecclestone e la Mercedes, se non la proprietà, la fetta più grossa della torta.

Mi chiedo con che arroganza un team/costruttore, che si è impegnato in formula 1 attivamente in poco più di 1/3 delle stagioni, possa avanzare pretese di questa levatura, solo sulla scorta di un ciclo tecnico pensato per favorirli dall'inizio alla fine...

Lo ripeto da ormai un paio d'anni.
La Ferrari dovrebbe abbandonare la Formula 1 ed impegnarsi in terreni ove certamente la sua presenza sarebbe gradita.

Indycar, Formula E e WEC.

Categorie che certamente verrebbero incontro alle prerogative di un costruttore storicamente impegnato nella realizzazione di prototipi a tutto tondo.

Lascino la denominazione commerciale di Formula 1 a Mercedes, che continuerà a correre con "Aston Martin" e Williams e si guardi altrove.

La Formula 1 dovrebbe essere uno stato mentale della competizione, non un contenitore vuoto per uno spettacolo sempre meno accattivante.

L'esempio McLaren dovrebbe segnare la strada.
Se hanno capito in anticipo che il loro DNA li portava a competere in America e nelle corse di durata, che cosa aspetta la Ferrari a seguire questo sentiero?
Avatar utente
groovestar
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 8063
Iscritto il: 09/03/2004, 0:00

da Jackie_83 » 28/07/2020, 8:46

Siamo sempre lì...la tonnara al ponte di comando manco sa cosa sia il WEC o l'indycar e del peso politico, una volta ottenuto il gruzzolo di presenza, gli frega il giusto

A questo punto Wolff fa bene a farsi beffe di tutto e di tutti
Avatar utente
Jackie_83
Global Moderator
Global Moderator
 
Messaggi: 7347
Iscritto il: 04/07/2005, 23:00
Località: Terra di mezzo

PrecedenteProssimo

Torna a Formula 1 2020

cron
  • Messaggi recenti
  • Messaggi senza risposta
  • Chi c’è in linea
  • In totale c’è 1 utente connesso :: 0 iscritti, 0 nascosti e 1 ospite (basato sugli utenti attivi negli ultimi 5 minuti)
  • Record di utenti connessi: 589 registrato il 17/01/2020, 0:54
  • Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite