[15] GP Giappone - Suzuka

Forum dedicato alla stagione 2014

da Baldi » 19/07/2015, 19:46

Mi pare che tra le proposte proposte per il futuro, quella di azzerare le comunicazioni tra muretto e pilota sia nella lista.
Escluse naturalmente quelle per motivi di sicurezza.
Avatar utente
Baldi
Administrator
Administrator
 
Messaggi: 10516
Iscritto il: 10/01/2004, 0:00

da Niki » 19/07/2015, 19:57

Todt è un infame nano e amico per convenienza, solo perchè il topo junior era il manager.
Tu credi ancora che avrebbe aperto una inchiesta anche stile barzelletta? Ma per carità.
Immagine
il riportatore seriale di notizie, l'orgoglione (cit.)
Avatar utente
Niki
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 14661
Iscritto il: 03/02/2004, 0:00

da Niki » 19/07/2015, 19:58

Baldi ha scritto:Mi pare che tra le proposte proposte per il futuro, quella di azzerare le comunicazioni tra muretto e pilota sia nella lista.
Escluse naturalmente quelle per motivi di sicurezza.


Guarda, alle buffonate che dicono non c'è mai fine. Prima le termocoperte, poi le comunicazioni radio vietate uscite dalla porta e rientrate dalla finestra.
Immagine
il riportatore seriale di notizie, l'orgoglione (cit.)
Avatar utente
Niki
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 14661
Iscritto il: 03/02/2004, 0:00

da Jackie_83 » 19/07/2015, 22:55

Alcune riflessioni fatte leggendo e guardando i vari servizi giornalistici e Tv....

La prima è che è già partita la mistificazione, ora tutti a dire che era il più promettente tra i giovani e sicuramente avrebbe vinto gare e mondiali a bizzeffe ecc..ecc.. :roll:

E' una cosa che non sopporto (come con Senna, elevato al rango di Dio dopo la morte) era senz'altro un buon pilota, senz'altro molto migliorato dai tempi della Force India dove non riusciva a fare 3 giri di fila senza finire a muro, però, con tutto il rispetto, aveva ancora molto da dimostrare e sarebbe stato onesto dare un pane al pane e un vino al vino :roll:

La seconda è che dovrebbero smetterla di dare monoposto da oltre 200Cv in mano a dei ragazzini che non hanno ancora l'età per avere la patente...pare che se ne siano accorti solo ora con Verstappen Jr. in F1, ma è da oltre 10 anni che va avanti così, ed è stucchevole che la federazione sia completamente cieca di fronte ai casini che combinano questi marmocchi in tutte le categorie post-kart in cui si cimentano

Che schifo di sistema...
Avatar utente
Jackie_83
Global Moderator
Global Moderator
 
Messaggi: 7173
Iscritto il: 04/07/2005, 23:00
Località: Terra di mezzo

da avvocato » 20/07/2015, 7:17

Qualche giorno fa seguivo su youtube il G.P. Inghilterra del 1973. Se voi digitate le parole

"F1 1973 British Gp Highlights" potete vedere le splendide immagini delle parti più salienti della gara.

Al minuto 8.20, nonostante al termine del I° giro ci sia stato il terribile incidente innestato dalla girata di Scheckter, si vede nitidamente a quale folle ed incredibile velocità arrivano sul luogo dell'incidente i primi due della gara, tali Jackie Stewart e Ronnie Peterson. A quale incosciente velocità arrivino su un luogo segnalato da bandiere gialle su un tratto della pista dove la pista è piena di detriti, persone, olio, soccorritori.
Ho scritto Stewart e Peterson, mica mia nonna in cariola, e arrivano tanto veloci che il commentatore stesso quasi urla al loro arrivo "terribly fast".
E in Sudafrica nello stesso anno, quando, con un Regazzoni bruciante, lo stesso Stewart nei giri incriminati stampò giri record in piene bandiere gialle, superando, mi pare, in due giri 4 concorrenti?
E delle immagini di Williamson a Zandvoort 1973, con i piloti che sfrecciavano come nulla fosse, non ne vogliamo parlare?
E delle immagini di Montecarlo 1967 con piloti come Pedro Rodriguez che arrivavano in chicane tirando come degli ossessi tra fuoco, stiscioni, gomme posteriori divelte, fumo, pompieri, poliziotti e quant'altro, perchè dimenticarsi?
Potrei citare un altro centinaio di casi del genere nella storia della F.1 e non solo.

Quello che voglio dire è che, a mio parere, non c'entrano nulla la F.1 di oggi, le nuove tecnologie, i muretti. I piloti hanno da sempre una naturale indole competitiva che sfocia nell'andare veloci, in qualunque condizione, più veloci degli altri. A ciò va aggiunta purtroppo la cattiva educazione che sfocia nell'altrettanto naturale tendenza a fare i furbetti, a cercare di ottenere il massimo risultato (superare) con minimo sforzo (mentre gli altri rallentano per le bandiere gialle).

Ma questo è da quando esistono le competizioni, perchè addebitare ora questo problema alla F.1 odierna? Non giustifica nulla questo, ma guardatevi Stewart e Peterson a quale criminale velocità arrivano (e si fermano soltanto per la presenza di gente in mezzo alla pista, frenando all'ultimo metro!), e poi capirete che questo non è un problema di oggi, ma di sempre.
Avatar utente
avvocato
GP2
GP2
 
Messaggi: 905
Iscritto il: 10/12/2014, 16:02

da Baldi » 20/07/2015, 7:49

Jackie_83 ha scritto:
La seconda è che dovrebbero smetterla di dare monoposto da oltre 200Cv in mano a dei ragazzini che non hanno ancora l'età per avere la patente...pare che se ne siano accorti solo ora con Verstappen Jr. in F1, ma è da oltre 10 anni che va avanti così, ed è stucchevole che la federazione sia completamente cieca di fronte ai casini che combinano questi marmocchi in tutte le categorie post-kart in cui si cimentano

Che schifo di sistema...



Non sono del tutto convinto.

Vero, in F3 si sono viste cose terribili, da incoscienti... ma come avete detto voi negli interventi precedenti, se solo la Federazione avesse la mano giustamente pesante in caso di !bambinate" (è proprio il caso di dirlo), ecco che se ne vedrebbero molto poche.

Aggiungo tuttavia che un Verstappen di adesso, con gli standard di sicurezza attuali e la normale stabilità delle monoposto attuali, è ben poca cosa rispetto ai vari Rodriguez o thackwell che, ancora giocanissimi anche loro, esordivano in una F1 che decisamente era ben cosa diversa dall'attuale.
Come monoposto, come piste, come vie di fuga.

E credo che Verstappen alla fine abbia ben dimostrato di essere sufficientemente capace e maturo per correre.
Come i vari Button e Raikkonen che hanno debuttato in F1 con una manciata appena di gare disputate in precedenza.
Avatar utente
Baldi
Administrator
Administrator
 
Messaggi: 10516
Iscritto il: 10/01/2004, 0:00

da Niki » 20/07/2015, 8:10

Jackie_83 ha scritto:Alcune riflessioni fatte leggendo e guardando i vari servizi giornalistici e Tv....

La prima è che è già partita la mistificazione, ora tutti a dire che era il più promettente tra i giovani e sicuramente avrebbe vinto gare e mondiali a bizzeffe ecc..ecc.. :roll:

E' una cosa che non sopporto (come con Senna, elevato al rango di Dio dopo la morte) era senz'altro un buon pilota, senz'altro molto migliorato dai tempi della Force India dove non riusciva a fare 3 giri di fila senza finire a muro, però, con tutto il rispetto, aveva ancora molto da dimostrare e sarebbe stato onesto dare un pane al pane e un vino al vino :roll:

La seconda è che dovrebbero smetterla di dare monoposto da oltre 200Cv in mano a dei ragazzini che non hanno ancora l'età per avere la patente...pare che se ne siano accorti solo ora con Verstappen Jr. in F1, ma è da oltre 10 anni che va avanti così, ed è stucchevole che la federazione sia completamente cieca di fronte ai casini che combinano questi marmocchi in tutte le categorie post-kart in cui si cimentano

Che schifo di sistema...


Ti quoto in toto. La cosa più oscena è la santificazione dopo la morte. Ma se pensi che volevano dedicare una strada a craxi ed in toscana gli hanno fatto addirittura una statua...
Immagine
il riportatore seriale di notizie, l'orgoglione (cit.)
Avatar utente
Niki
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 14661
Iscritto il: 03/02/2004, 0:00

da Jackie_83 » 20/07/2015, 9:01

Baldi ha scritto:
Jackie_83 ha scritto:
La seconda è che dovrebbero smetterla di dare monoposto da oltre 200Cv in mano a dei ragazzini che non hanno ancora l'età per avere la patente...pare che se ne siano accorti solo ora con Verstappen Jr. in F1, ma è da oltre 10 anni che va avanti così, ed è stucchevole che la federazione sia completamente cieca di fronte ai casini che combinano questi marmocchi in tutte le categorie post-kart in cui si cimentano

Che schifo di sistema...



Non sono del tutto convinto.

Vero, in F3 si sono viste cose terribili, da incoscienti... ma come avete detto voi negli interventi precedenti, se solo la Federazione avesse la mano giustamente pesante in caso di !bambinate" (è proprio il caso di dirlo), ecco che se ne vedrebbero molto poche.

Aggiungo tuttavia che un Verstappen di adesso, con gli standard di sicurezza attuali e la normale stabilità delle monoposto attuali, è ben poca cosa rispetto ai vari Rodriguez o thackwell che, ancora giocanissimi anche loro, esordivano in una F1 che decisamente era ben cosa diversa dall'attuale.
Come monoposto, come piste, come vie di fuga.

E credo che Verstappen alla fine abbia ben dimostrato di essere sufficientemente capace e maturo per correre.
Come i vari Button e Raikkonen che hanno debuttato in F1 con una manciata appena di gare disputate in precedenza.

Capisco quello che vuoi dire, ma i rodriguez, i thackwell e i raikkonen x i tempi erano mosche bianche, mentre ora è la prassi

Sostanzialmente, se al giorno d'oggi a 18 anni non sei almeno in F.3 con prospettiva Gp2 entro i 20 puoi già dire addio ai sogni di F1...assurdo!

Ragionando così, personaggi come Hakkinen, Regazzoni e Mansell (solo x fare un pò di nomi) non sarebbero mai esistiti :shock:

Inviato dal mio LT22i utilizzando Tapatalk
Immagine
Avatar utente
Jackie_83
Global Moderator
Global Moderator
 
Messaggi: 7173
Iscritto il: 04/07/2005, 23:00
Località: Terra di mezzo

da bschenker » 20/07/2015, 9:05

Adesso ricominciato quello che in questi casi succede sempre, ogni uno lo sa meglio e cosa si doveva fare.

Suzuka come ogni circuito con il tempo diventa sempre più pericoloso, principalmente per i sempre più alti velocita in curva possibile.

Non so guanto tempo fa a Suzuka hanno introdotto quelli gru (non solo a quel punto) che hanno sempre lavorato molto veloce e bene. Tanto vero nel tempo di un giro si volevano pochi secondi in più e non erano più ostacoli. Se si va a cercare sono sicuro che si trovino molti di quelli interventi sull’asciutto o bagnato, credo che tutti sapessero di quella situazione.

Guanti volti si reclama che lo SC vieni introdotto troppo facilmente, e adesa si doveva mandarla fuori. Avrebbe veramente cambiato qualcosa? Secondo quanto veloce sarebbe stato mandato fuori, in quel momento si sarebbe dato l’ok per la gru. Con altri parole, difficile che non era li. Che cosa sarebbe cambiato per Bianchi, io penso niente, perché lo SC sarebbe già passato a quel posto o Bianchi era segnata a passarla.

So che e dura pero di fatto l’abitudine di tutti a non rispettare le bandiere e la vera causa di quello che e successo. Speriamo che il sistema con il GPS eviti in futuro cosa del genere.

Sono d’accordo che già negli anni di Stewart non sempre era rispettata la bandiera al 100%. Pero la situazione era completamente diversa, da sempre il giallo viene segalato soltanto nella zona degli eventi, e perché in quel non cerano gli schermi o radio, fino in quella zona non potevano saperla cosa che. Certamente si può discutere se hanno reagito subito o no, allora si può anche dire che la direzione corsa era piazzata direttamente davanti ai fatti e poteva dare subito rosso (che poi era dato) perché quello era segnalato lungo tutto il circuito e questo per il tratto finale sicuramente in tempo.

Quello dell’età, mi va anche bene una certa minima, non credo pero che questo sia il problema, e più un problema di carattere. Voglio ricordare che gente come Chris Amon o Bruce McLaren avevano già successo con vetture simili ai F1 prima che sono venuta in Europa, non parliamo neanche dei fratelli Rodríguez che prima avevano già da anni giocato con cosa anche più potente.

Mi dispiace l’unico era alzare il piede, il pericolo si conosceva.

.
Avatar utente
bschenker
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 2032
Iscritto il: 06/11/2008, 22:11
Località: Lugano

da Powerslide » 20/07/2015, 9:41

@ avvocato

Definire una velocità è cosa soggettiva e molto difficile soprattutto in un momento di stress.
Nel caso di Silverstone 73 è però sufficiente confrontare la traiettoria di Stewart nel giro precedente con quella in cui viene esposta la bandiera rossa.
La Tyrrell dello scozzese esce dalla Woodcote sfiorando il limite esterno della pista fin quasi all'erba mentre Scheckter si gira alle sue spalle innescando la carambola. Il giro successivo, viceversa, controlla tranquillamente la traiettoria a metà pista. E questo è il segno incontrovertibile che la velocità d'ingresso è stata molto minore.
Tutte le vetture poi si fermano "tranquillamente" e nessuno è costretto a bloccare le ruote in un panic-stop.
Credo che una pista bloccata al primo giro dopo un curvone velocissimo e cieco sia quanto di peggio ci si possa aspettare, eppure non ci sono stati ulteriori momenti di criticità.
Attenzione però, questo non significa che allora i piloti fossero angioletti rispettosi, erano anzi un bel branco di figli di buona donna che, come ci avevano insegnato alla prima lezione da commissari, tentavano di approfittarsi di una gialla sollevando il braccio e schiacciando il piede sull'acceleratore. C'era però rispetto reciproco: non tutte le gialle erano sventolate allo steso modo (altro che gli sterili pannelli di oggi) e ci s'intendeva.
Il numero incredibile di persone (molte manco autorizzate) che si riversano in pista a portare soccorso dimostrano una cosa: che a quel tempo dei piloti ci si fidava.

Prima dell'avvento della SC e di radio box non ricordo un solo incidente accaduto sotto bandiera gialla.
Questo non significa che non ci siano stai, ma solo che non ne ricordo.
Avatar utente
Powerslide
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 6394
Iscritto il: 16/01/2007, 0:00

da groovestar » 20/07/2015, 12:45

Santificare i morti serve a scaricare le coscienze dei vivi.

Jules aveva talento, ma al pari dell'amico Vergne e dell'amico Valsecchi, che spesso lo battevano in pista.

Tanti hanno dimenticato che fino a Monaco 2014 non aveva combinato Nulla di eccezionale! Certo dopo tale gara la sua performance migliorò molto, ma Nessuno di quelli che lo osannano come futuro campione da morto, da vivo lo avrebbvisto in Ferrari al posto di Alonso...questa è una ipocrisia imperdonabile come non ricordare che, in ogni caso, Jules ebbe ad infrangere una importante regola sportiva. E mi spiace scriverlo perché nessuno meriterebbe la morte per questo...però la formula 1 è questa. Non ammette superficialità!

Ed in ultimo trovo ipocrita tacciarlo quale futuro divo della F1 quando, fino a poco prima, altro non era che il ragazzo gestito da todt e nipote di Lucien. Gente come Valsecchi e Filippi ebbe meno chances. Nulla toglie alle grandi doti umane di un ragazzo umile, ma accidenti...ricordiamoci che c'era un motivo se il ragazzo correva in marussia e non in sauber.
Avatar utente
groovestar
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 7577
Iscritto il: 09/03/2004, 0:00

da bschenker » 20/07/2015, 13:09

Credo che questo e un giudizio che più presto e tardi si possa dare a qualsiasi pilota (anche ad Alonso), per il semplice fatto che il risultato dipende in tutte le categorie del mezzo a disposizione.

Non voglio andare a cercare, pero ho in mente che lui dominava le corse (credo F3) primo che divenuto membro dei giovani Ferrari, e vinceva il campionato.

L’altro, d’accordo correva con Marussia pero quest’anno (2015) avrebbe corso con Sauber (grazia a Ferrari). Questo non volle dire che lui era meglio degli altri, pero se alla Lotus si va spendere soldi quando si ha un pilota in casa, deve essere qualcosa che ha causato questa scelta. (vedi anche Sutil - Wolff che certamente non e giustificato)

.
Avatar utente
bschenker
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 2032
Iscritto il: 06/11/2008, 22:11
Località: Lugano

da Niki » 20/07/2015, 16:36

Beat, le corse nelle formule minori le hanno dominate anche i vari Kovalainen, Pantano, Valsecchi, ed altri se ricordo bene gli ultimi due. Ma è sotto gli occhi di tutti che fine hanno fatto.
Immagine
il riportatore seriale di notizie, l'orgoglione (cit.)
Avatar utente
Niki
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 14661
Iscritto il: 03/02/2004, 0:00

da groovestar » 20/07/2015, 16:54

Jules era un talento, ma secondo me al pari di altri suoi colleghi ora dimenticati o a piedi. Il cognome in questo lo aiuto e gli diede appoggi, cosa che ad altri non è riuscita.

In gp2 performó al livello di pic e van der garde, vantando già una discreta esperienza e nessuno rimase impressionato dalla sua stagione. Poi ovvio che col tempo e crescendo sarebbe sicuramente diventato un ottimo driver, ma da qui a sicuro e futuro campione...nella generazione di Vettel, Ricciardo, Perez, Hulkenberg, Magnussen, Bottas (seguito dalla Ferrari anche quando Jules era in vita)...beh ne passa.

Questo non toglie nulla al ragazzo, al talento che ha mostrato, alla sua impresa di Monaco e al fatto che aveva i numeri del vincente. Tuttavia i fenomeni erano e sono altri
Avatar utente
groovestar
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 7577
Iscritto il: 09/03/2004, 0:00

da Jackie_83 » 20/07/2015, 18:09

Senza poi andare troppo in là, basta vedere cosa si diceva all'inizio di questo topic su Bianchi, quando si ipotizzava potesse essere lui il sostituto di Alonso quest'anno...
Avatar utente
Jackie_83
Global Moderator
Global Moderator
 
Messaggi: 7173
Iscritto il: 04/07/2005, 23:00
Località: Terra di mezzo

PrecedenteProssimo

Torna a 2014

cron
  • Messaggi recenti
  • Messaggi senza risposta
  • Chi c’è in linea
  • In totale ci sono 3 utenti connessi :: 0 iscritti, 0 nascosti e 3 ospiti (basato sugli utenti attivi negli ultimi 5 minuti)
  • Record di utenti connessi: 142 registrato il 22/08/2019, 13:04
  • Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti