Ponte sul Polcevera

Tutto quello di cui volete parlare e che non trova categoria, hardware, manifestazioni etc.

da groovestar » 18/08/2018, 9:56

No, per carità, ormai non me la prendo più.

Penso solo due cose:
Non si confondano i legali con le malefatte degli assistiti.
E soprattutto certe garanzie non devono venir meno di fronte alla tragedia: un paese è civile se non abdica ai suoi principi anche avanti alle peggiori nefandezze.

Si diano ampi mezzi alla procura, e si avrà la verità.
Avatar utente
groovestar
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 7321
Iscritto il: 09/03/2004, 0:00

da 330tr » 18/08/2018, 10:13

Niki ha scritto:Una sola cosa. Ho sentito che quando il ponte è stato costruito, hanno letteralmente tagliato alcuni angoli dei terrazzi dei palazzi sottostanti per tirare su i piloni inclinati. Per cui se è così significa che i palazzi sono antecedenti al ponte stesso.


Immagine
Avatar utente
330tr
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 4107
Iscritto il: 22/02/2010, 18:27
Località: Brescia

da 330tr » 18/08/2018, 10:18

Disegno d'epoca
q29mSUJ.jpg
q29mSUJ.jpg (101.89 KiB) Osservato 4086 volte
Avatar utente
330tr
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 4107
Iscritto il: 22/02/2010, 18:27
Località: Brescia

da 330tr » 18/08/2018, 10:51

Avatar utente
330tr
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 4107
Iscritto il: 22/02/2010, 18:27
Località: Brescia

da 330tr » 18/08/2018, 13:12

Esiste uno strumento giuridico interessante, il sequestro preventivo penale, come viene qui ipotizzato

...Si deve immediatamente congelare i beni di Benetton, che sono gli imprenditori di fatto concessionari del servizio Autostradale, analogamente a come avviene con le imprese in odore di mafia, con misure di prevenzione che colpiscono duramente non solo le aziende, ma anche i soggetti presuntivamente coinvolti come imprenditori occulti. Una misura quindi ancora più estesa di quanto possibile attraverso il sequestro preventivo penale ex art. 321 del codice di procedura penale e le misure per responsabilità amministrativa delle società e degli enti prevista dal D.Lgsl. 231/2001, che invece si rivolgono solo ed esclusivamente al patrimonio delle società ma non anche a quelli dei soci.
Il ragionamento è abbastanza semplice: se i Benetton, secondo lo schema societario di cui parla il Governo, sono gli imprenditori di fatto che si sono arricchiti (anche) risparmiando per decenni sugli investimenti per manutenzioni, esponendo oggi ad un grave rischio le infrastrutture autostradali e gli utenti, la misura preventiva di un congelamento immediato dei beni necessaria a garantire i costi dei risarcimenti alle vittime e della messa in sicurezza di tutte le autostrade, è del tutto giustificata e deve estendersi anche ai beni personali della famiglia Benetton e di tutti i dirigenti della società, perché in caso di revoca della concessione pubblica, il fallimento di “Autostrade per l’Italia” lascerebbe tutti a bocca asciutta e costringerebbe lo Stato (con i nostri soldi), proprio come avvenuto con Alitalia, ad intervenire per tappare i buchi, e garantire un servizio pubblico essenziale e tutelare la sicurezza dei trasporti.
...

https://www.ilfattoquotidiano.it/2018/08/17/ponte-morandi-il-legale-delle-vittime-nei-processi-per-i-disastri-stop-concessioni-no-congeliamo-i-beni-dei-benetton/4565171/
Avatar utente
330tr
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 4107
Iscritto il: 22/02/2010, 18:27
Località: Brescia

da 330tr » 18/08/2018, 16:22

In esclusiva per il sito di ingegneria "gpx.it" eccovi le immagini stabilizzate della costruzione del ponte.
Notare i cavi degli stralli che verranno via via affogati nelle casseformi per i getti.

Avatar utente
330tr
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 4107
Iscritto il: 22/02/2010, 18:27
Località: Brescia

da 330tr » 18/08/2018, 18:23

Continuo in questo doloroso soliloquio.
Mi scuserete ma sono ancora sotto shock, non riesco a pensare ad altro.
Ho parlato orora con un collega, che m'ha informato che il progetto esecutivo di intervento era pronto e già visionato da un ing, con cui ho collaborato, con cattedra in politecnico, che:
1) confermava la difficoltà delle analisi su una tale struttura ma
2) che l'intervento sugli stralli da lui visionato era previsto per il 2019.
Avatar utente
330tr
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 4107
Iscritto il: 22/02/2010, 18:27
Località: Brescia

da avvocato » 18/08/2018, 20:42

Intanto bentrovato Niki e grazie per quanto scritto che ricambio di cuore.

Amico Groovestar, scrivi sempre in maniera pertinente ed intelligente, non ne facciamo sempre una questione personale, non è che le opinioni debbano sempre collimare: quanto scrivi è importante e il tuo contributo anche di più.

Magistrale come sempre e per sempre il Maestro 330tr, ingegnere sublime, tecnico superlativo per documentazioni ed argomentazioni. Toccanti le immagini della costruzione del ponte Morandi, che con il loro bianco e nero mi richiamano le immagini di altra tragedia simile, il Vajont, altra sfida impossibile dell'uomo contro la natura condita dalla solita brama di danaro, di caccia al profitto e di utili a tutti i costi e ad ogni costo che causò la morte di 2000 innocenti, tragedia che se non si può paragonare a questa per numero di morti, di certo è paragonabile al Ponte Morandi per tutto il resto.

Leggo su Repubblica di oggi che la manutenzione degli stralli in cemento armato veniva eseguita con un martello impugnato da un operaio specializzato assiso su una gabbietta d'acciaio sino ai punti da monitorare. Questo è quanto accaduto negli ultimi venti anni.

Ecco ora confrontiamo i bilanci di Autostrade per l'Italia, i super fatturati-super utili-magaintroiti di Benetton e compagnia cantante da un lato, con un banale martello che avrebbe dovuto rappresentare la NOSTRA sicurezza dall'altro.
Non c'è già qui una risposta a tutti i nostri quesiti? Come scriveva Pasolini, noi non sappiamo già tutto anche senza prove e tribunali?

Da domani non mi posso collegare fino al 28 agosto. Lo scrivo perchè ci terrei a farlo, ma Cesenatico e la famiglia mi richiamano.

Vi amo e baci ed abbracci a tutti, belli e brutti (e il brutto sono io).
Avatar utente
avvocato
GP2
GP2
 
Messaggi: 893
Iscritto il: 10/12/2014, 16:02

da bschenker » 18/08/2018, 21:45

avvocato ha scritto: Leggo su Repubblica di oggi che la manutenzione degli stralli in cemento armato veniva eseguita con un martello impugnato da un operaio specializzato assiso su una gabbietta d'acciaio sino ai punti da monitorare. Questo è quanto accaduto negli ultimi venti anni.


Non mi voglio intromettere in questa discussione e dare giudizio sul lavoro fatto in Italia.

Credo di poter dire che il controllo sui manufatti e specialmente sui ponti nel nostro paese la Svizzera e ottimo.

In quelli controlli uno degli strumenti più importante usato un martello, vieni registrato il suono/ecco e un sensore registra le vibrazioni create. Permette a capire se qualcosa non va come dovrebbe.
.
Avatar utente
bschenker
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 2003
Iscritto il: 06/11/2008, 22:11
Località: Lugano

da Rovert » 19/08/2018, 10:59

:D Niki in gamba tesa come sempre... È un piacere rileggerti, spero solo non siano sempre e solo interventi così infiammati... Mi chiedevo come mai non fossi intervenuto nel tread di Lauda, impegnato a sgranare rosari?

Per tutto il resto... Difficile non essere d'accordo sia con groove sia con 330 e avvocato... Il fatto è che se questa giustizia non fosse una barzelletta, potresti anche essere garantista, ma quando sai che i soldi ti porteranno ad avere un processo che non finirà mai e che soprattutto renderà le vittime colpevoli... Beh allora propendo per una giustizia più "sommaria"
Avatar utente
Rovert
Formula 1
Formula 1
 
Messaggi: 1030
Iscritto il: 30/11/2010, 13:29

da Powerslide » 19/08/2018, 11:18

Nel 1963 uscì in Italia un film di Andrè Cayatte intitolato "Uno dei tre".
Era interpretato dagli allora quasi trentenni Anthony Perkins, Jean-Claude Brialy e Renato Salvatori.
La critica non gli diede molto credito e si limitò a salvare l'interpretazione dei tre attori. Tra i giovani dell'epoca ebbe invece molto seguito e molti giudizi positivi perché poneva un tema di coscienza.
Vengono processati tre giovani di cui due sono certamente colpevoli di aver ucciso un ragazzo mentre il terzo è sicuramente innocente.
Il problema, se così si può chiamare, è che non si sa e non si può sapere chi è l'innocente.
La giuria nel dubbio li lascia tutti liberi, ma all'uscita dal tribunale la folla decide di linciarli perché è meglio uccidere un innocente che lasciare liberi due assassini.

Ovviamente siamo lontani anni luce da quanto sta accadendo, ma io credo che la giustizia sommaria sia solo la resa della democrazia che si dichiara impotente ad amministrare la giustizia.
La frase: "Non possiamo attendere i tempi della giustizia ordinaria" è terribile se detta da un privato cittadino, inammissibile se pronunciata da un Primo Ministro.
Avatar utente
Powerslide
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 6303
Iscritto il: 16/01/2007, 0:00

da 330tr » 19/08/2018, 11:29

Power, invece sono pienamente d'accordo con la pronuncia "politica" della frase.
Non si possono aspettare i tempi della giustizia per pronunciare una condanna politica dell'operato della concessionaria.
Rendiamoci conto.

Io affitto una casa a un tizio, e me la trovo distrutta e con un morto dentro.
La giustizia verificherà cause e colpevoli.
Ma io intanto la casa TE LA TOLGO, per gravissima inadempienza. Il contratto è da considerarsi SCIOLTO.
Perché di questo si parla. Al resto penserà la giustizia coi suoi tempi.

Tornando sulla tipologia costruttiva, ecco cosa si diceva sulla Stampa del 01/08/1967.


«Il grande viadotto progettato da Riccardo Morandi — dicono i tecnici — resterà, come un ponte romano »: le sue strutture in cemento, infatti, non richiedono manutenzione alcuna, come pure i tiranti d'acciaio, il cui rivestimento è garanzia di protezione contro gli agenti atmosferici.


Passano 25 anni (14/09/1993) ed ecco quel che si dice.

...il ponte dalle linee arditissime, tutto acciaio e cemento armato (è lungo un chilometro, alto 45 metri e largo 18 metri, tale da consentire quattro corsie, due in ciascun senso di marcia), è destinato - pare per sempre - a essere sottoposto a una ferrea manutenzione. La presenza del mare, l'inquinamento, l'usura, le intemperie e la vibrazioni lo hanno leso irrimediabilmente. Il suo destino è di essere sostituito, pezzo a pezzo, in un continuo «tourbillon», ora intervenendo sulle funi di acciaio, ora sui rivestimenti, ora sulle carreggiate. .... Difficile trovare una soluzione: non potendo abbattere il ponte e trovare un'altra soluzione tecnologica, si continuerà con la costosa manutenzione. Anche perchè, dopo le note polemiche, è tramontato il progetto della bretella Voltri-Rivarolo. ... In realtà le soluzioni avveniristiche degli Anni Sessanta (Sopraelevata compresa) hanno fatto il loro tempo: ma da trent'anni Genova sui progetti di pubblica utilità è ferma, avendo preferito la politica-spettacolo.

Ancora, il 20/07/1994
..sarà comunque un «illustre» monumento destinato a un continuo controllo e a in ininterrotto monitoraggio. Ideato, in maniera geniale, alla fine degli Anni Sessanta dal prof. ing. Giorgio Morandi, e inaugurato il 4 settembre 1967, doveva sostenere il passaggio di 20 mila automezzi al giorno. Oggi, la media è di 60 mila. Delle scosse, dell'usura, dell'assestamento e della tensione imprevista hanno sofferto soprattutto gli «stralli», ovvero quelle strutture in cemento armato, salde ed elastiche, che sostengono il viadotto. Proprio sugli «stralli» e sui piloni portanti, in particolare alla giunture, si è lavorato da oltre due anni, con non poche limitazioni al traffico e non pochi inconvenienti per chi viaggia
Avatar utente
330tr
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 4107
Iscritto il: 22/02/2010, 18:27
Località: Brescia

da Powerslide » 19/08/2018, 11:43

330tr ha scritto:Power, invece sono pienamente d'accordo con la pronuncia "politica" della frase.
Non si possono aspettare i tempi della giustizia per pronunciare una condanna politica dell'operato della concessionaria.
Rendiamoci conto.[/i]


No, una condanna politica è scagliarsi contro chi ha firmato un contratto che prevedeva:
1) La secretazione di buona parte dello stesso.
2) Il controllo demandato ai controllati.
3) Il pagamento delle penali anche in caso d'inadempienza.

Quelli che hanno stipulato questo obbrobrio (se le cose stanno come ce le raccontano) sono ancora vivi e vegeti e magari anche perseguibili. Tutti: chi lo ha scritto e chi non ha vigilato.
Poi magari rimettere in moto un'informatizzazione della Giustizia affinché non ci siano sempre tempi biblici. Magari anche bypassando i blocchi per errori di forma che troppo spesso consentono alle parti di allungare il brodo.
Avatar utente
Powerslide
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 6303
Iscritto il: 16/01/2007, 0:00

da 330tr » 19/08/2018, 12:08

Peggio ancora.
Quindi si prospetta come una condanna politica dell'intera generazione dirigente precedente (e siamo sull'orlo dell'alto tradimento verso la nazione=tutti noi), e della concessionaria per inadempienza verso gli obblighi di manutenzione e mantenimento in efficienza della rete autostradale; ora deve spettare a chi governa tutelare la salute dei cittadini, verificato che il concessionario non è stato in grado. E questa è politica vera, che si muove su binari paralleli a quelli del potere giudiziario.

Gli applausi al governo dopo una strage non s'erano mai visti prima.
Credo che pur significhi qualcosa.
Avatar utente
330tr
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 4107
Iscritto il: 22/02/2010, 18:27
Località: Brescia

da Powerslide » 19/08/2018, 12:19

330tr ha scritto:Peggio ancora.
Quindi si prospetta come una condanna politica dell'intera generazione dirigente precedente (e siamo sull'orlo dell'alto tradimento verso la nazione=tutti noi), e della concessionaria per inadempienza verso gli obblighi di manutenzione e mantenimento in efficienza della rete autostradale; ora deve spettare a chi governa tutelare la salute dei cittadini, verificato che il concessionario non è stato in grado. E questa è politica vera, che si muove su binari paralleli a quelli del potere giudiziario.

Gli applausi al governo dopo una strage non s'erano mai visti prima.
Credo che pur significhi qualcosa.


La precedente dirigenza va da Prodi a Gentiloni passando per Berlusconi 8-)
Fai un po' tu.
In quanto agli applausi al Governo in carica non vorrei fosse l'ennesima illusione di un cambiamento che non è mai arrivato :cry:
Preoccupante, per l'Italia intendo, che nessuno di coloro che applaudivano non sapessero o trascurassero il fatto che la metà dell'attuale Governo è composto da quelli che per anni si sono opposti alla Gronda e hanno scritto sul loro blog che il Morandi sarebbe stato in piedi per altri 100 anni.
Sbagliare una previsione è umano (anche se sarebbe più opportuno non farne solo per sostenere una propria posizione), ma il tentare di cancellarla in fretta e furia il 14 agosto sarebbe ridicolo non si trattasse di una tragedia.
Sperem ......
Avatar utente
Powerslide
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 6303
Iscritto il: 16/01/2007, 0:00

PrecedenteProssimo

Torna a Off-Topic

  • Messaggi recenti
  • Messaggi senza risposta
  • Chi c’è in linea
  • In totale ci sono 4 utenti connessi :: 1 iscritto, 0 nascosti e 3 ospiti (basato sugli utenti attivi negli ultimi 5 minuti)
  • Record di utenti connessi: 107 registrato il 24/10/2018, 16:41
  • Visitano il forum: Google [Bot] e 3 ospiti