Pagina 1 di 2

500 miglia di Indianapolis

MessaggioInviato: 17/06/2020, 14:42
da sundance76
Vecchio articolo di Mario Donnini (del '97) sui tre piloti più vincenti a Indy:

Immagine
Immagine

Re: 500 miglia di Indianapolis

MessaggioInviato: 12/08/2020, 17:03
da Pennywise

Re: 500 miglia di Indianapolis

MessaggioInviato: 20/08/2020, 8:02
da 330tr
Un Andretti (il più scarso della storia..) in pole, Alonso lontano e difficilmente competitivo.
Vedremo se la triple crown resterà solo un miraggio..

Re: 500 miglia di Indianapolis

MessaggioInviato: 20/08/2020, 9:56
da Jackie_83
330tr ha scritto:Un Andretti (il più scarso della storia..) in pole, Alonso lontano e difficilmente competitivo.
Vedremo se la triple crown resterà solo un miraggio..


Penso di sì, perchè la Indy (anche se umiliata e ridotta a monomarca) e le gare su ovali vanno studiate e preparate a fondo durante tutto l'arco dell'anno...non basta una sparata sola ad Indy e il chiamarsi Fernando Alonso per vincere

Re: 500 miglia di Indianapolis

MessaggioInviato: 20/08/2020, 12:52
da groovestar
Andretti è uno dei migliori interpreti del catino dell'Indiana.

Che poi si perda per il resto dell'anno non significa che non possa iscrivere il suo nome nella storia 500 miglia.

Ci sono tantissimi piloti che sono specializzati nel correre questa unica e sola gara.

Che vale una carriera.

Re: 500 miglia di Indianapolis

MessaggioInviato: 20/08/2020, 13:18
da sundance76
Jackie_83 ha scritto:
Penso di sì, perchè la Indy (anche se umiliata e ridotta a monomarca) e le gare su ovali vanno studiate e preparate a fondo durante tutto l'arco dell'anno...non basta una sparata sola ad Indy e il chiamarsi Fernando Alonso per vincere


Beh, però i vari Clark, Hill, Stewart, Hulme, Rindt con questa attitudine riuscivano comunque a svettare.

Re: 500 miglia di Indianapolis

MessaggioInviato: 20/08/2020, 17:52
da Jackie_83
sundance76 ha scritto:
Jackie_83 ha scritto:
Penso di sì, perchè la Indy (anche se umiliata e ridotta a monomarca) e le gare su ovali vanno studiate e preparate a fondo durante tutto l'arco dell'anno...non basta una sparata sola ad Indy e il chiamarsi Fernando Alonso per vincere


Beh, però i vari Clark, Hill, Stewart, Hulme, Rindt con questa attitudine riuscivano comunque a svettare.


Erano altri tempi (purtroppo)...nell'era dell'iper-specializzazione non funziona più

Re: 500 miglia di Indianapolis

MessaggioInviato: 20/08/2020, 19:34
da groovestar
Ora come allora, il mezzo e la preparazione facevano la differenza.

La Lotus arrivò come un tuono in America e fece cose grandiose...

Re: 500 miglia di Indianapolis

MessaggioInviato: 21/08/2020, 6:03
da 330tr
Jackie_83 ha scritto:...non basta una sparata sola ad Indy e il chiamarsi Fernando Alonso per vincere

...anche se pochi anni fa, nelle migliori condizioni, stava puntando decisamente alla vittoria.
Con i vari fanboy (piloti(ni) compresi) scatenati a deridere la categoria, il catino, gli avversari, visto che un campione formulauno era in grado di competere da subito.

Adesso non vedo più quelle smorfiette di derisione e presunta superiorità dei bimbiminkia e presunti supereroi f1 contro i poveretti di quella roba secondaria e facilissima che si corre negli USA.
Spariti.
Anzi, Alonso "normalizzato" appare oscurato, un po' mestamente nascosto come un fastidioso contrattempo che è meglio dimenticare.

Re: 500 miglia di Indianapolis

MessaggioInviato: 21/08/2020, 6:15
da 330tr

Re: 500 miglia di Indianapolis

MessaggioInviato: 21/08/2020, 6:33
da groovestar
Comunque ricordiamo con chi è che fece il debutto ad indy Alonso.
Comprensibile che con un team ed un mezzo diverso, diverse siano le difficoltà.

Ma quasi chiunque può ambire a vincere, se partecipa.

Re: 500 miglia di Indianapolis

MessaggioInviato: 23/08/2020, 16:44
da 330tr
Mario Andretti, 1966.
Alla guida di un missile monomarcia... :shock:


https://youtu.be/jyIcL5OGlhA

Re: 500 miglia di Indianapolis

MessaggioInviato: 23/08/2020, 18:29
da sundance76
Bellissimo!!

Re: 500 miglia di Indianapolis

MessaggioInviato: 24/08/2020, 4:29
da 330tr
Sato vince per la seconda volta, davanti a Dixon.
Alonso termina la corsa in ventunesima posizione.

Re: 500 miglia di Indianapolis

MessaggioInviato: 24/08/2020, 7:19
da groovestar
La Indy 500 è una gara eccezionale.
Quando pensi che i valori siano delineati, ecco che arriva la sorpresa, e gli equilibri possono saltare per una banale caution.

Dixon, che aveva spadroneggiato per 3/4 di gara, viene attaccato da Sato, che aveva corso sotto traccia, che ottiene la testa della gara e conduce (e recupera dopo il pit) con autorevolezza.

Forse un'edizione poco spettacolare, ma ricca di sorprese.

Davvero incolore la prestazione del team Andretti e di Marco, mentre Alonso è vittima di guai di bilanciamento e, infine, di frizione.

Il giapponese si conferma uno dei migliori interpreti del catino, mettendo un secondo sigillo che ridefinisce ancora una volta la sua carriera.
Perché due vittorie ad Indianapolis ti fanno entrare di diritto nella categoria dei migliori della storia.