[08] - GP Italia - Monza

Forun dedicato alla stagione 2020 di F1

da Powerslide » 06/09/2020, 21:47

La cosa che più mi ha stupito è stata la difficoltà delle MB a girare in gruppo. Lasciando perdere Bottas, che un problema son certo l'avesse, anche Hamilton ha faticato molto a sorpassare. Forse una mappa non azzeccata come punta massima di velocità: Ham plafonava ancora ben distante dal punto di staccata.
Avatar utente
Powerslide
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 6522
Iscritto il: 16/01/2007, 0:00

da groovestar » 06/09/2020, 23:07

Comunque a rivedere le classifiche iridate, vi è stato un bel rimescolamento.
Leclerc affonda sempre più in basso e l'Alpha Tauri rischia di diventare un cliente difficile.

In tutto questo la Red Bull scompare dimostrandosi davvero poco competitiva, con un Verstappen praticamente inesistente quest'oggi.

La questione mappature in gara potrà avere una certa incidenza e vedo i motorizzati Renault in ascesa da due gare consecutive.
Ed oggi, senza la bandiera rossa, avremmo potuto assistere ad un 1-2 McLaren.

Per Ferrari si arriva alla gara della verità.
Non si sa per quale motivo, ma si dicono sicuri di poter dire la loro al Mugello.
Io resto perplesso, dato che non sono previsti aggiornamenti.
Checché ne dicano, il trend è iniziato in Spagna, ove i punti sono arrivati grazie ad una sosta in meno, circuito non da velocità massime.
Sinceramente non capisco come questa vettura possa, d'incanto, scalzare dalle gerarchie vetture come Renault e McLaren, che si sono dimostrate parecchio solide...
Avatar utente
groovestar
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 8138
Iscritto il: 09/03/2004, 0:00

da Laffite26 » 07/09/2020, 1:56

E anche Alpha Tauri...

Al di là del solito sfacelo Ferrari è stato comunque bello vedere un gran premio diverso dal solito. Ero quasi certo che Sainz sarebbe riuscito ad andare a riprendere Gasly ma a quattro giri dal termine ho rivisto le mie impressioni. Ma entrambi l'avrebbero meritata questa vittoria contribuendo a scrivere una bella pagina di sport. Complimenti a questi giovani e anche a Stroll che però non ha saputo gestire la ripartenza ma tant'è.

Vorrei però fare un appunto all'autodromo di Monza. Non è possibile che uno dei circuiti più importanti al mondo non abbia un semaforo degno di tal nome all'ingresso della corsia box. Le penalità che sono scaturite derivano dall'accensione dei pannelli esterni alla pista. Le corsia in quel momento era chiusa e doveva essere chiaro a tutti, sia a chi era presente che al pubblico a casa. La vedo come una mancanza a cui si deve ovviare.

Due Rosse KO. Non aggiungo nulla se non che, per quel che riguarda lo stop di Vettel, vedendo la faccia di Binotto sembrava che non gli importasse nulla. Mentre il cancello inguidabile a disposizione di Leclerc sfortunatamente ha trovato le barriere abbastanza vicine al punto in cui il monegasco ha commesso l'errore. Impatto molto violento e vettura distutta e quasi quasi non la riparerei per risparmiare ancora figuracce... perchè senza l'incidente Leclerc non avrebbe fatto meglio del decimo o undicesimo posto.

Bottas? Non credo sia scarso, altrimenti non avrebbe ottenuto risultati comunque lusinghieri in questi anni di Mercedes, ma soltanto arrendevole il che non è certo una prerogativa per un campione. Oggi i grigi hanno toppato per avendo la gara in pugno. Sono d'accordo con Power secondo cui c'era qualcosa che oggi non girava a dovere. E' stata una defaillance della quale la Red Bull non ha saputo approfittarne. Tornano a casa con la coda tra le gambe anche loro.

Alla fine della fiera è stato un week end emozionante senza dimenticare la vittoria di Schumi Jr al sabato che ha riacceso ricordi ed emozioni. Il ragazzo è in crescita lenta ma costante e chissà se il prossimo anno non trovi un sedile nella massima serie, chissà magari al fianco di un Raikkonen anche oggi mai domo, meritandolo certamente di più del suo attuale compagno di squadra. Basti vedere chi è arrivato primo e ultimo oggi per smentire una volta di più chi quel titolo di GP2 del 2016 fu perso per sfortuna come alcuni ultras pugliesi ottusamente ancora sostengono.
"A special hello to our dear friend Alain, we all miss you Alain."
Laffite26
Formula 2
Formula 2
 
Messaggi: 433
Iscritto il: 04/10/2016, 23:23

da groovestar » 07/09/2020, 7:00

Beh mancava certamente il semaforo, ma in percorrenza della parabolica due pannelli rossi indicavano la pit lane chiusa.
Hamilton se ne è avvenuto, ma essendo il primo e temendo di restare fregato, ha chiesto numi ai box.
Per me è molto più grave che un pilota/team non sappia ove siano posizionati i pannelli di segnalazione e cosa indichino. Sicuramente nelle riunioni pre gara qualcosa deve essere stato detto.

Dalle immagini si vedeva la gialla sventolata ed il pannello rosso. Hamilton ha comunicato di aver visto la segnalazione ed ha avuto il dubbio che la pit lane fosse chiusa.
Ha sbagliato, ma ha tutte le attenuanti del caso, non potendo capire se fosse stata nel mentre esposta una bandiera rossa (effettivamente poteva, nella concitazione, essere contraddittoria).
Tuttavia dal muretto sapevano cosa stava accadendo, e sono stati molto poco reattivi.

Forse certe comunicazioni, in futuro, dovrebbero essere assegnate in ear dalla direzione gara.

Comunque ieri abbiamo avuto un flashback di 40 anni fa, dell'unico GP d'Italia ad Imola.
Corsi e ricorsi della storia.
Avatar utente
groovestar
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 8138
Iscritto il: 09/03/2004, 0:00

da Tangorfopper » 07/09/2020, 8:10

Hamilton ha fatto quanto poteva chiedendo conferma al box, in questo caso mi e' sembrato incolpevole.

Non mi pare che Ferrari dica che al Mugello andrano "molto meglio" ma piuttosto che andranno "meno peggio" per questioni di conformazione del tracciato.

Curiosamente la Renault ha iniziato a spingere dopo aver ritirato il reclamo contro Racing Paint. Diceva che avessero ricevuto qualche dritta sulle PU da Mercedes. Se fosse vero dimostrerebbe ancora di piu' come questa situazione sia ridicola con una sola casa che pone e dispone della concorrenza.

Qualcuno dice che quella Ferrari sia di fatto una squalifica mascherata. Boh, a questo punto ci potrebbe pure stare come ipotesi del complotto.
Avatar utente
Tangorfopper
Formula 1
Formula 1
 
Messaggi: 1384
Iscritto il: 09/02/2010, 14:53

da echoes » 07/09/2020, 9:17

In un mondo che prevede il parco chiuso dal sabato pomeriggio alla gara, mi ha stupito (in negativo) il fatto che i meccanici possono metter mano alle macchine durante l'interruzione della gara per bandiera rossa.

Mi sembra incoerente e distorsivo (chi ha problemi con le gomme non paga dazio per il cambio...ma la stessa cosa vale per chi magari ha qualche piccolo aggiustamento da fare).

Sulla gara: divertente e fortunatamente è andata bene ai 2 piloti ferrari. Nonostante i guai non si sono fatti male.
Interessante vedere la fatica di mercedes nei sorpassi: un missile quando viaggia da sola, un'auto "normale" in gruppo.

Attendo con tanta curiosità il GP al Mugello.
Avatar utente
echoes
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 2058
Iscritto il: 08/06/2005, 23:00
Località: Bologna

da Powerslide » 07/09/2020, 9:19

Il botto di Leclerc è stato veramente impressionante, non ne ricordo uno simile in Parabolica.
Il fatto è che una volta le macchine si perdevano in ingresso curva e la via di fuga lì è molto più profonda. Ora con le velocità assurde che si riescono a portare dentro, risulta molto più probabile perderle ben oltre il punto di corda.
Anche la traiettoria in curva è profondamente cambiata negli anni spostandosi sempre più verso l'esterno per il semplice fatto che la forza centrifuga che si crea impedisce di tenerne una più interna.
Per finire l'astuta asfaltatura dell'esterno della Parabolica ha fatto sì che la decelerazione sia praticamente nulla e l'impatto avvenga ad oltre 200 km/h
E non è un problema relativo solo alla F1, anche le formule minori, quelle che un tempo erano categorie a sé stanti ed oggi vengono chiamate propedeutiche, soffrono delle stesse problematiche essendo progettate con gli stessi concetti: primo fra tutti un passo sproporzionato.
Per ampliare la via di fuga nel punto dove ha impattato Leclerc bisognerebbe sacrificare la Sopraelevata, cosa che in parte è già stata fatta per chi non se n'è ancora accorto, ma io a questo gioco idiota di esaltare tipologie di vetture che man mano raddrizzano e fanno perdere significato alle più belle curve del mondiale non ci sto. Pouhon in pieno non mi esalta, mi schifa e lo stesso dicasi dell'Ascari affrontata in quinta marcia a 200.
50 anni fa moriva Rindt in una staccata tanto violenta da spezzare un componente della vettura, il giorno dopo Rega costruiva la sua vittoria anche con le profonde frenate in ingresso della Parabolica. Oggi quasi non si frena più, i sorpassi in quel punto, che era uno dei più spettacolari, sono solo un ricordo per noi anziani. Oggi ci basta esaltarci per quelli che avvengono in rettilineo grazie anche al DRS.
E poi ci chiediamo perché questo sport abbia perso fascino e seguito.
Avatar utente
Powerslide
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 6522
Iscritto il: 16/01/2007, 0:00

da Powerslide » 07/09/2020, 9:30

echoes ha scritto:In un mondo che prevede il parco chiuso dal sabato pomeriggio alla gara, mi ha stupito (in negativo) il fatto che i meccanici possono metter mano alle macchine durante l'interruzione della gara per bandiera rossa.

Mi sembra incoerente e distorsivo (chi ha problemi con le gomme non paga dazio per il cambio...ma la stessa cosa vale per chi magari ha qualche piccolo aggiustamento da fare).


Condivido al 200%

Anche questo è frutto della filosofia di rimescolare le carte per dare più possibilità di spettacolo. Idem dicasi per una SC causata da una vettura parcheggiata a 3 metri da uno dei posti indicati come adatti al ricovero, ma che si preferisce spostare di 300 metri chiudendo la pit-lane.
Per lo spettacolo, che infatti è stato gradito, tutto ok, basta che non si parli di sport che è un'altra cosa.
Avatar utente
Powerslide
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 6522
Iscritto il: 16/01/2007, 0:00

da groovestar » 07/09/2020, 9:33

Incolpevole no, perchè il pilota è il primo chiamato a conoscere le regole e le posizioni dei pannelli di segnalazione, a meno di omissioni da parte dell'organizzatore.

Se vedi rosso e pensi che qualcosa non vada, hai la possibilità di decidere in autonomia cosa fare.
E se si è posto il dubbio è perchè sapeva il significato di questa segnalazione.
Che poi abbia chiesto conferma è giustissimo, ed è anche comprensibile che sia entrato ai box, perchè qualora avesse avuto un dubbio, qualora avessero aperto la pit lane, si sarebbe potuto trovare in svantaggio ed in ritardo rispetto agli altri.

Del resto Hamilton è l'unico (assieme a Giovinazzi, ancor più colpevole in coabitazione col team Alfa) ad essersi fermato, mentre tutti gli altri sono rimasti fuori. Un motivo ci sarà pur stato.

Ovvio che il grosso della colpa sta nel team che avrebbe dovuto, doverosamente, ragguagliare e fugare ogni dubbio del suo pilota.
Però ripeto, se vedi rosso e ne conosci il significato, hai tutti i mezzi per decidere in autonomia. L'avessero chiamato ai box posso capire, ma se hai un dubbio, ti assumi il rischio di un errore.

Parafrasando Villeneuve, alla fine è il pilota che ha in mano il volante...

Sulla strana situazione delle power unit non si può che concordare.
Vediamo da un anno aumenti improvvisi di performance, anche in regime di congelamento, a seconda della contingenza o della alleanza politica.
Oggi Renault, ma ieri era Honda e l'altro ieri era Ferrari.
Tutto davvero ridicolo e paradossale, ma soprattutto poco pulito.

Soprattutto capisco la riduzione dei costi, ma che senso ha organizzare un campionato ove si preclude al costruttore la possibilità di migliorare il proprio prodotto o di modificare errori?
Che senso ha competere se, pur avendo i mezzi per risolvere i problemi, non ti è consentito farlo?

Capisco che non sia il massimo della sportività un campionato ove vince chi investe di più ed ha più risorse, ma che campionato è quello che preclude, nel corso della stagione, di modificare i propri progetti e di migliorare la propria performance?
Avatar utente
groovestar
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 8138
Iscritto il: 09/03/2004, 0:00

da groovestar » 07/09/2020, 9:50

Powerslide ha scritto:Il botto di Leclerc è stato veramente impressionante, non ne ricordo uno simile in Parabolica.
Il fatto è che una volta le macchine si perdevano in ingresso curva e la via di fuga lì è molto più profonda. Ora con le velocità assurde che si riescono a portare dentro, risulta molto più probabile perderle ben oltre il punto di corda.
Anche la traiettoria in curva è profondamente cambiata negli anni spostandosi sempre più verso l'esterno per il semplice fatto che la forza centrifuga che si crea impedisce di tenerne una più interna.
Per finire l'astuta asfaltatura dell'esterno della Parabolica ha fatto sì che la decelerazione sia praticamente nulla e l'impatto avvenga ad oltre 200 km/h
E non è un problema relativo solo alla F1, anche le formule minori, quelle che un tempo erano categorie a sé stanti ed oggi vengono chiamate propedeutiche, soffrono delle stesse problematiche essendo progettate con gli stessi concetti: primo fra tutti un passo sproporzionato.
Per ampliare la via di fuga nel punto dove ha impattato Leclerc bisognerebbe sacrificare la Sopraelevata, cosa che in parte è già stata fatta per chi non se n'è ancora accorto, ma io a questo gioco idiota di esaltare tipologie di vetture che man mano raddrizzano e fanno perdere significato alle più belle curve del mondiale non ci sto. Pouhon in pieno non mi esalta, mi schifa e lo stesso dicasi dell'Ascari affrontata in quinta marcia a 200.
50 anni fa moriva Rindt in una staccata tanto violenta da spezzare un componente della vettura, il giorno dopo Rega costruiva la sua vittoria anche con le profonde frenate in ingresso della Parabolica. Oggi quasi non si frena più, i sorpassi in quel punto, che era uno dei più spettacolari, sono solo un ricordo per noi anziani. Oggi ci basta esaltarci per quelli che avvengono in rettilineo grazie anche al DRS.
E poi ci chiediamo perché questo sport abbia perso fascino e seguito.


Analisi esemplare, che dimostra come negli anni non abbiano voluto comprendere le reali problematiche relative ai sorpassi ed alla progettazione delle vetture.
Con la reintroduzione (o meglio, l'estremizzazione) dell'effetto suolo, le cose non potranno che peggiorare e, temo, le vie di fuga non saranno più di colpo adatte alle velocità di percorrenza.
E si torneranno a prediligere tornantini e curve a 90 gradi, piuttosto che la curva profonda e veloce che, una volta, faceva la differenza fra il pilota ed il ragazzino.

Aggiungerei inoltre, ma questo è un annoso problema, che si sta dando troppa importanza al fattore gomme.
Oramai se hai una buona gestione della finestra di utilizzo, puoi scaricare la tua vettura quanto vuoi e, se hai la capacità di gestire il degrado, ricavi da esse ciò che perdi in carico verticale.
Il che è assurdo e ci porta all'estremo opposto visto ieri: quando la gomma non entra in temperatura di esercizio, finisci rovinosamente fuori alla prima curva un po' probante.

Ultima postilla: un guasto ai freni a Monza dopo una manciata di giri è qualcosa di inaccettabile.
Pare che sia addirittura volato via il brake duct.
Vettel ci scherza su, ma è consapevole che se la rottura fosse intervenuta un paio di curve prima, sarebbero stati guai molto seri.
Non vorrei che qualcuno curasse con un po' di superficialità la preparazione della vettura del tedesco...
Avatar utente
groovestar
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 8138
Iscritto il: 09/03/2004, 0:00

da Jackie_83 » 07/09/2020, 10:05

Riflessioni del lunedì: dopo le dichiarazioni recenti di Wolff mi è venuto un "leggero" dubbio su chi sapesse cosa sui motori Ferrari...

E vedendo le prestazioni improvvisamente buone dei motorizzati Renault anche un ulteriore dubbio che dietro certi mondiali un pelo combattuti ci fosse un pó di cinema per allungare un brodo che sarebbe risultato stantio dopo 5/6 gare...

Sugli errori di ieri c'è poco da dire, un insieme di situazioni poco chiare che ha portato in confusione il muretto degli ex-grigi unito a un assetto probabilmente pensato per gara di testa con aria pulita...errori che capitano anche a loro ogni tanto

In tutto questo c'è un Kimi che dichiara di divertirsi ancora e che a sto punto penso rivedremo in griglia anche nel '21

Altro pensiero sul trio Gasly/Sainz/Ricciardo...fossi in loro cercherei di mantenere il sedile attuale
Avatar utente
Jackie_83
Global Moderator
Global Moderator
 
Messaggi: 7391
Iscritto il: 04/07/2005, 23:00
Località: Terra di mezzo

da groovestar » 07/09/2020, 10:27

Devo dire che l'inizio di carriera di Gasly non mi aveva affatto esaltato, tanto da farmi pensare che fosse l'ennesimo giovane bruciato in casa Redbull, con una parabola fin troppo simile a quella di Kvyat.
Il mettere in preallarme Ticktum già dal 2017 mi aveva fatto addirittura pensare che credessero poco in lui.

Tuttavia, dopo la retrocessione e - purtroppo - la morte del suo amico Hubert, ha inanellato una serie di prestazioni sempre più convincenti, arrivando a demolire un compagno di squadra che sembrava essersi ripreso dopo un anno da spettatore.
Questa vittoria non è casuale e corona una crescita caratteriale e tecnica spiccata.
Ha mostrato di avere le palle e merita molta considerazione.

Forse il secondo sedile Redbull crea molte difficoltà, ma oggi come oggi non credo che Pierre possa essere considerato un mezzo pilota.
Uno che nelle categorie minori stava con Leclerc e che ha sempre vinto, non disimpara a correre e, certamente, era anomalo vedere un discreto Albon, che mai aveva mostrato molti exploit, ottenere risultati migliori del francese.

Forse è vero...meglio che si tenga stretto il sedile in Alpha tauri...
Avatar utente
groovestar
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 8138
Iscritto il: 09/03/2004, 0:00

da Jackie_83 » 07/09/2020, 11:15

Ho Idea che il livello della seconda RB sia inferiore a quello delle alpha...e questo già dalla seconda metà del 2018 quando decisero di passare alla gerarchia classica con un primo e un secondo pilota

Ricciardo riusciva talvolta a metterci una pezza, ma i due "torelli" di fatto hanno ottenuto le medesime prestazioni (e nè Albon nè Gasly erano dei fermi) con una macchina che pare solo una brutta copia di quella riservata a Verstappen
Avatar utente
Jackie_83
Global Moderator
Global Moderator
 
Messaggi: 7391
Iscritto il: 04/07/2005, 23:00
Località: Terra di mezzo

da groovestar » 07/09/2020, 12:13

È una cosa che penso anche io.
Albon forse ha delle difficoltà in qualifica, ma in gara aveva dimostrato di starci davvero dentro.
Uno che in Austria attacca Hamilton non è di certo un fermo, e non penso che sia un exploit una tantum.

Reputo inoltre che l'approccio sia totalmente sbagliato, con piloti messi inutilmente sotto pressione dopo la prima mezza gara sottotono.
Non è certo l'ambiente ideale per lavorare e crescere nel modo corretto.

Che poi la squadra incentri le sue attenzioni su Verstappen, è un dato di fatto e l'impressione è che il suo stesso entourage non voglia alcun tipo di fastidio potenziale al proprio campione.
Gasly ha potenzialmente il talento per poter sfidare Max, però perché andare a ricreare le medesime dinamiche che si erano innescate con Ricciardo?

Se la Redbull vu
Avatar utente
groovestar
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 8138
Iscritto il: 09/03/2004, 0:00

da Jackie_83 » 07/09/2020, 13:22

Penso che anche loro guardino in qualche modo al soldo come il dinamico duo alla guida della Ferrari...

A parità di Mercedes imprendibile hanno praticamente un posto tra i primi 3 assicurato (e relativi introiti) con le sole prestazioni di Verstappen e una manciata di punti del secondo pilota

Chi glielo fa fare di investire un patrimonio con due vetture competitive e relativi top driver quando possono ottenere lo stesso risultato spendendo meno?
Avatar utente
Jackie_83
Global Moderator
Global Moderator
 
Messaggi: 7391
Iscritto il: 04/07/2005, 23:00
Località: Terra di mezzo

PrecedenteProssimo

Torna a Formula 1 2020

  • Messaggi recenti
  • Messaggi senza risposta
  • Chi c’è in linea
  • In totale ci sono 2 utenti connessi :: 0 iscritti, 0 nascosti e 2 ospiti (basato sugli utenti attivi negli ultimi 5 minuti)
  • Record di utenti connessi: 589 registrato il 17/01/2020, 0:54
  • Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti