[09] Gp della Toscana - Mugello

Forun dedicato alla stagione 2020 di F1

da Laffite26 » 14/09/2020, 20:33

Hamilton nella storia della Formula 1 è il pilota che è stato messo nella condizione più favorevole per vincere tutto. Più della metà delle sue vittorie deriva da questo aspetto.

Prima del 2014 Vettel aveva ottenuto 17 vittorie più di lui. 39 a 22. Certo anche Seb è stato reduce da un lungo ciclo vincente, ma più breve rispetto a quello Mercedes, e bisogna ricordare come nel 2010 il titolo arrivò quasi a sorpresa (Alonso prima di Abu Dhabi temeva Webber e non lui),poi nel 2012 tutto si risolse in Brasile con una gara al cardiopalma,ed anche l'inizio stagione 2013 non fu brillante, gomme o non gomme.

L'unico momento di difficoltà di Hamilton invece, se così lo vogliamo chiamare, è stato quello di aver concesso qualche punto di troppo a Rosberg a inizio stagione 2016. Nico non rubò il titolo ma è stato bravo ad approfittare della partenza lenta del britannico.
Insomma la Mercedes ha ridimensionato le epopee Ferrari e Red Bull ma di molto.
"A special hello to our dear friend Alain, we all miss you Alain."
Laffite26
Formula 2
Formula 2
 
Messaggi: 417
Iscritto il: 04/10/2016, 23:23

da groovestar » 14/09/2020, 22:04

L'unica nota davvero stonata è come la FIA negli anni abbia colpito Williams, Ferrari e Redbull, mentre con Mercedes spesso sono stati colpiti gli avversari.

Comunque Hamilton batterà i record di Schumacher e poi mi auguro smetta, lasciando spazio ad altri.

Più della sua guida, mi annoia tutto il circo mediatico volto ad enfatizzare la sua grandezza.
Ieri poi...insomma, parlare di gara difficile e tirare, quando non appena Bottas si avvicinava, recuperava facilmente un secondo in un giro...
Credo che nella storia della F1 i titoli 2019 e 2020 siano i più semplici mai conquistati.

La cosa peggiore è che Mercedes ci ha tolto il piacere di vedere come andrebbero le cose con due piloti sullo stesso piano
Avatar utente
groovestar
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 8049
Iscritto il: 09/03/2004, 0:00

da Powerslide » 14/09/2020, 22:49

groovestar ha scritto:La cosa peggiore è che Mercedes ci ha tolto il piacere di vedere come andrebbero le cose con due piloti sullo stesso piano


La Ferrari invece con Schumi ha sempre schierato delle prime guide iper blasonate e libere di attaccare.

Austria 2002: una delle pagine più brutte della F1.

Capisco il tifo per la Rossa e l'antipatia per Lewis, però un filo di obiettività non guasterebbe.
Avatar utente
Powerslide
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 6519
Iscritto il: 16/01/2007, 0:00

da Baldi » 15/09/2020, 6:45

La "stucchevolezza" di certi giochetti gratuiti a stagione ormai vinta mi dava molto fastidio.
Vedere un titolo mondiale praticamente già vinto a metà stagione e vedere Barrichello zerbinato sempre e comunque era super irritante.


Ricordo anche...
In quel periodo prendevo il (bel) mensile F1 Racing.
Di "stampo" anglosassone, si sperticava a raccontare, spiegare, trattare, magnificare il lavoro di teams come McLaren, Banetton, Williams con articoli indubbiamente interessanti (finalmente si riusciva a leggere "anche" di altri team che non fossero solo la Ferrari), ma in tutto ciò mi veniva solo da pensare...

Si vabbe', stanno a raccontarci le loro "magnificenze" tecnihe, strategiche e di guida (i piloti), ma intanto c'è un abisso nei confronti di Schumacher, Brawn (strategie del muretto) e la Ferrari nel comparto più strettamente tecnico.
La cosa mi rasentava quasi il comico..
Avatar utente
Baldi
Administrator
Administrator
 
Messaggi: 10633
Iscritto il: 10/01/2004, 0:00

da Baldi » 15/09/2020, 6:55

Io non trovo che Hamilton sia "costruito", ma solo un gran signor pilota.

Che poi abbia avuto la fortuna, l'intuito (ricordiamoci cosa si diceva quando lasciò la McLaren) o la capacità di scegliersi il team destinato a diventare il migliore, ci sta tutto.

Ed è altrettanto chiaro che è il team il presupposto per vedere delle grandi epopee di dominio.
Si vince solo con grandi budget e investimenti che partono da molto lontano, il creare uno staff tecnico capace e coeso, di salire pian piano dal punto di vista politico, nell'avere strutture all'avanguardia dal punto di vista tecnologico, strateghi capaci supportati da gestione informatizzata di prim'ordine e due piloti più che validi. Uno con doti superiori destinato a primeggiare, l'altro veloce e solido.

E sarà sempre così e ormai capita da almeno una trentina di anni in maniera sempre più marcata.

C'era l'epoca McLaren, poi Williams (con parentesi Benetton), Ferrari, Red Bull E Ora Mercedes.

E sempre più in modo marcato. Perché salire al top richiede sforzi sempre più poderosi, ma che portano a periodi di dominio tendenzialmente più lunghi e solidi.
Avatar utente
Baldi
Administrator
Administrator
 
Messaggi: 10633
Iscritto il: 10/01/2004, 0:00

da Baldi » 15/09/2020, 7:05

Per la Ferrari...

Io ho tanta paura che errori di gestione di anni abbiano portato non solo ad un depauperamento di tecnici davvero capaci, ma soprattutto un progressivo invecchiamento tecnologico/industriale delle strutture per quanto riguarda la capacità di progettazione, realizzazione ed analisi.

Ho come l'impressione che lo sforzo da fare non è quello di trovare dei tecnici di "grido" o di prim'ordine (non solo almeno), ma di compiere un grosso ma lento lavoro come fece Montezemolo una volta arrivato in Ferrari.

Forse stavolta, nel campo produzione da strada non c'è n'è bisogno...
... ma nel settore F1...
Ho paura che ci sia da rimboccarsi le maniche mica da ridere...
Avatar utente
Baldi
Administrator
Administrator
 
Messaggi: 10633
Iscritto il: 10/01/2004, 0:00

da sundance76 » 15/09/2020, 7:41

Laffite26 ha scritto:Insomma la Mercedes ha ridimensionato le epopee Ferrari e Red Bull ma di molto.


Il fatto è che si tratta di formule diverse, non soltanto di periodi differenti.
Anzi, la Formula ibrida è un unicum, perché va ad unirsi al divieto di test, divieto di evoluzioni libere di motore, ecc. ecc. ecc.
Chi parte meglio, resta sostanzialmente con quel vantaggio tecnico fino alla fine della formula.
"Chi cerca di conoscere il passato capirà sempre meglio degli altri il presente e il futuro, e non soltanto nel nostro piccolo mondo di effimere quanto amate frenesie corsaiole." G. C.

https://www.youtube.com/watch?v=ygd67cDAmDI
Avatar utente
sundance76
Global Moderator
Global Moderator
 
Messaggi: 8710
Iscritto il: 21/05/2006, 23:00
Località: Isola d'Ischia

da Jackie_83 » 15/09/2020, 7:54

Baldi ha scritto:La "stucchevolezza" di certi giochetti gratuiti a stagione ormai vinta mi dava molto fastidio.
Vedere un titolo mondiale praticamente già vinto a metà stagione e vedere Barrichello zerbinato sempre e comunque era super irritante.


Ricordo anche...
In quel periodo prendevo il (bel) mensile F1 Racing.
Di "stampo" anglosassone, si sperticava a raccontare, spiegare, trattare, magnificare il lavoro di teams come McLaren, Banetton, Williams con articoli indubbiamente interessanti (finalmente si riusciva a leggere "anche" di altri team che non fossero solo la Ferrari), ma in tutto ciò mi veniva solo da pensare...

Si vabbe', stanno a raccontarci le loro "magnificenze" tecnihe, strategiche e di guida (i piloti), ma intanto c'è un abisso nei confronti di Schumacher, Brawn (strategie del muretto) e la Ferrari nel comparto più strettamente tecnico.
La cosa mi rasentava quasi il comico..


Anch'io li prendevo (e da qualche parte li dovrei avere ancora) ma erano praticamente la traduzione pari pari della controparte inglese, con l'aggiunta di qualche articolo scritto da Alboreto e dalla direttrice

Effettivamente alcuni articoli sulla "magnificenza" di piloti come Coulthard e Irvine apparivano comici già allora...

Per il resto c'è da considerare il contesto del dominio rosso rispetto a quello argentato

Robe ridicole come Zeltweg/indy 2002 (e relativa vergogna) le ricordo benissimo, ma c'era da considerare che Williams e McLaren ai tempi erano team che potevano benissimo tirare fuori dal cilindro una qualche magia durante la stagione (2001 e 2003) e andava quindi messo tutto in cassaforte il prima possibile...

Questi invece dietro di loro hanno il deserto dei tartari da anni...

Per quanto riguarda Hamilton nessuno si sogna di discutere il pilota (lì è inattaccabile) quanto il personaggio che appare finto e pure abbastanza ridicolo in certi frangenti, basti pensare agli attacchi ad Ecclestone e Andretti (che poi l'hanno sonoramente sverniciato) e alle sue battaglie (?) fuori contesto (cosa sarebbe successo se la famosa maglietta se la fosse messa ad Austin? E immagino non sia nemmeno al corrente che qui in fatto di Polizia abbiamo il problema opposto...)

Sembra fatto tutto ad uso e consumo dei media americani...ma a debita distanza
Avatar utente
Jackie_83
Global Moderator
Global Moderator
 
Messaggi: 7334
Iscritto il: 04/07/2005, 23:00
Località: Terra di mezzo

da Baldi » 15/09/2020, 10:11

GP Toscana
2020 GP Toscana2.jpg
2020 GP Toscana2.jpg (347.64 KiB) Osservato 530 volte
Immagine
C'è un'unica differenza tra me e un pazzo: io non sono pazzo. (Salvador Dalì)
Avatar utente
Baldi
Administrator
Administrator
 
Messaggi: 10633
Iscritto il: 10/01/2004, 0:00

da Pennywise » 15/09/2020, 10:15

Tangorfopper ha scritto:
Pennywise ha scritto:

Mentre davanti vanno ancora piano, Latifi accelera e rallenta subito, ma ormai è tardi: alcuni dietro lui hanno già reagito e sono in piena accelerazione.


Il problema e' voler definire una regola in maniera fissa "si riparte dalla linea del traguardo" senza considerare che:
- la linea del traguardo e' disposta in posizioni diverse su piste diverse
- la conformazione diversa delle varie piste rende le ripartenze differenti

Per assurdo non darei la colpa ai piloti in questo caso.


La regola fissa c'è già: ogni circuito ha le proprie linee designate e definite. Team e piloti le devono conoscere ed adeguarsi.
" Ferrea Mole, Ferreo Cuore "

" Unguibus et rostro "

" Chi osa vince "

" Mai discutere con un idiota (coglione), ti trascina al suo livello e ti batte con l'esperienza. " :clap: :bow-blue: ... 8-)
Avatar utente
Pennywise
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 7223
Iscritto il: 26/07/2010, 16:01
Località: Al Mare

da Pennywise » 15/09/2020, 10:17

Baldi ha scritto:GP Toscana
2020 GP Toscana2.jpg


:lol: :lol: :clap: :dance:
" Ferrea Mole, Ferreo Cuore "

" Unguibus et rostro "

" Chi osa vince "

" Mai discutere con un idiota (coglione), ti trascina al suo livello e ti batte con l'esperienza. " :clap: :bow-blue: ... 8-)
Avatar utente
Pennywise
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 7223
Iscritto il: 26/07/2010, 16:01
Località: Al Mare

da Baldi » 15/09/2020, 14:13

Mi pare di ricordare che le regole sulla ripartenza dopo il regime di SC prevedano che i piloti non possono sorpassarsi prima della linea di partenza e che il capogruppo può decidere a piacimento il suo ritmo senza fare brusche frenate.
E che, naturalmente, non può fare finte di ripartenza.

Per il resto gli altri devono tenere una opportuna distanza da chi li precede. Ma ovviamente tutti cercano di stare il più vicino possibile da quelli davanti per non farsi "bruciare".

In Toscana Bottas non ha commesso scorrettezze, aqnche se questo ha creato una situazione "incasinata" dietro (come si è visto).

Tra l'altro pensavo che Hamilton avrebbe potuto "intuire" il momento di accelerazione definitiva di Bottas (ormai si era in prossimità della linea di partenza) e schiacciare un attimo prima.
Giusto in modo da NON passarlo prima della linea ma in modo di avere uno spunto decisamente migliore per superarlo poco dopo...

(Stile partenza da Americans Cup...)
Avatar utente
Baldi
Administrator
Administrator
 
Messaggi: 10633
Iscritto il: 10/01/2004, 0:00

da Tangorfopper » 15/09/2020, 14:20

In telecronaca dicevano che la regola e' cambiata quest'anno, prima il limite era la linea di rientro della SC mentre da quest'anno la gara riparte dalla linea del traguardo.
Il problema e' che in tracciati come Mugello (o Baku) il leader e' costretto a ripartire piu' tardi possibile per non dare la possibilita' a chi segue di sfruttare la scia sul lungo rettilineo.
Probabilmente sarebbe stato meglio essere un filo piu' elastici e stabilire una regola diversa a seconda del tracciato.
Hamilton aveva gioco facile a vedere quello che faceva Bottas, il problema erano le macchine a centro-coda gruppo che dovevano fidarsi delle macchine immediatamente davanti a loro.
Avatar utente
Tangorfopper
Formula 1
Formula 1
 
Messaggi: 1375
Iscritto il: 09/02/2010, 14:53

da groovestar » 15/09/2020, 16:06

Purtroppo il cellulare si è mangiato un po' di mie risposte.

Riassumendo: la Ferrari in passato con Todt ha adottato strategie decisamente ingiuste ed inutili, scrivendo pagine negative della storia della F1, tuttavia ho sempre avuto la percezione che Barrichello fosse un grande pilota, limitato da un carattere troppo passivo ed - a mio avviso - vittima delle troppe aspettative del post Senna.
Ricordo sue gare entusiasmanti ed i troppi guasti alla sua monoposto, che spesso gli hanno impedito di dimostrarsi il primo degli altri.

Penso che dopo il ritiro di Hakkinen, la Ferrari si fosse assicurata i due migliori piloti del gruppo.
Gli altri top team erano semplicemente privi di piloti di esperienza o di forza pari al duo ferrarista (il duo Williams era decisamente poco concreto, Raikkonen troppo giovane per indirizzare il post Hakkinen ed Alonso relegato a terzo pilota).

Ora in Mercedes non ho affatto la percezione che Bottas possa essere il migliore degli altri.
Anzi, ho la netta sensazione che verrebbe facilmente regolato anche da piloti come Vette, Leclerc, Verstappen, Ricciardo e Norris.

Poi la vera differenza fra la formula attuale e gli anni 1999-2008 è che la Ferrari batteva top team che potevano contare sulle stesse armi della Ferrari ed avevano la possibilità di sviluppare a piacimento (talvolta fallendo) le proprie idee progettuali.
Ferrari, Williams e McLaren giocavano a carte scoperte ed a fine stagione sapevi che avevano dato il massimo.
Se penso al 2003, ai punti che Montoya e Schumacher si sono vicendevolmente rubati od alla incredibile costanza di Raikkonen con una vettura vecchia di un anno, ho una nostalgia incredibile perchè, al netto di tante situazioni borderline, tutti potevano giocarsela.

Nel 2000 ci fu una bella lotta con Hakkinen.
Nel 2001 la McLaren mancò all'appello grazie anche a tanti problemi di software
Nel 2003 ci fu battaglia aperta e l'ago della bilancia fu Barrichello con la vittoria a Suzuka.
Fra il 2006 e 2008 assistemmo a scontri che sono nella memoria.

Solo nel 2002 e 2004 si ebbero vetture talmente al di sopra della media, da indurre la FIA a provvedimenti.

Ora, sarà pur vero che la Mercedes ha un grande team, ma ho la percezione che Ferrari e (soprattutto) Redbull abbiano un potenziale inespresso immenso, e che sia frustrante non poter cercare di alzare la propria asticella.

Non si potrà mai erodere un vantaggio se chi è davanti può avere un paracadute prestazionale in caso di strada errata, mentre chi è dietro dovrà sempre inseguire in affanno, con tempo limitatissimo per correggere e sviluppare i propri mezzi.
Avatar utente
groovestar
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 8049
Iscritto il: 09/03/2004, 0:00

da Baldi » 16/09/2020, 14:56

Nobili decadute...


2020 GP Toscana1.jpg
2020 GP Toscana1.jpg (292.6 KiB) Osservato 312 volte
Immagine
C'è un'unica differenza tra me e un pazzo: io non sono pazzo. (Salvador Dalì)
Avatar utente
Baldi
Administrator
Administrator
 
Messaggi: 10633
Iscritto il: 10/01/2004, 0:00

PrecedenteProssimo

Torna a Formula 1 2020

  • Messaggi recenti
  • Messaggi senza risposta
  • Chi c’è in linea
  • In totale ci sono 2 utenti connessi :: 0 iscritti, 0 nascosti e 2 ospiti (basato sugli utenti attivi negli ultimi 5 minuti)
  • Record di utenti connessi: 589 registrato il 17/01/2020, 0:54
  • Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti