[07] Gp di Belgio - Spa

Forun dedicato alla stagione 2020 di F1

da Laffite26 » 31/08/2020, 0:36

Sembra ormai palese che questa 1000 sia stata progettata, dal telaio alle sospensioni, e in ogni singolo centimetro fino all'ultimo bullone per ospitare sotto il cofano motore qualcosa che non gli hanno permesso di montare. Perciò, se mi passate il francesismo, l'hanno presa in quel posto ritrovandosi una vettura pressochè inutile.

Mi ha fatto impressione che questa volta sono stati messi alle corde anche da chi era più in difficoltà di loro come Haas e Alfa Romeo, le quali in teoria montano lo stesso propulsore. In merito a questo però si segnala l'ottima gara di Raikkonen che a Spa si esalta sempre con qualsiasi mezzo a disposizione. Quando hai una pista nel tuo sangue il feeling non si spegne mai.

Ma sul lato strettamente sportivo non si può assistere su una pista come questa,da tutti ritenuta la più bella e tecnica in circolazione, ad una eterna processione, con i primi tre che fanno gara a sè stante e gli altri in lotta per un piazzamento.

La Renault ha disputato la loro miglior gara da quando sono rientrati come costruttori anche se sono ancora discontinui nei risultati ma a quanto pare la loro PU sta crescendo. Molto bene la ex Toro Rosso con un Gasly rigenerato. Racing Point invece un pò in ombra e a ragion veduta sarebbe meglio non chiamarle più Mercedes rosa.
Senza la Safety Car la Ferrari sarebbe stata doppiata e magari avrebbe finito anche dietro Russell senza quell'incidente. Non voglio indugiare oltre perchè ormai non c'è più niente da dire ma sarei curioso di sapere cos'è il significato della parola crisi per Binotto.
"A special hello to our dear friend Alain, we all miss you Alain."
Laffite26
Formula 2
Formula 2
 
Messaggi: 433
Iscritto il: 04/10/2016, 23:23

da groovestar » 31/08/2020, 6:49

Ma alla fine, rileggendo le dichiarazioni di sabato, mi viene anche il dubbio.che abbiano azzardato l'assetto da bagnato.
Avatar utente
groovestar
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 8138
Iscritto il: 09/03/2004, 0:00

da groovestar » 31/08/2020, 7:52

"A Monza è inutile illudersi"

Spero che una brutta figura sulla pista di casa possa motivare qualcuno a tagliare Binotto.
Sinceramente c'è poco da dire, perchè la responsabilità di questo disastro è sua, e non vedo come l'insistere con soggetti che hanno dimostrato di non essere adatti al ruolo che rivestono, possa portare a risultati migliori.
Avatar utente
groovestar
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 8138
Iscritto il: 09/03/2004, 0:00

da Jackie_83 » 31/08/2020, 8:28

Il problema è che a furia di tagliare teste a casaccio negli anni non c'è rimasto più nulla...se vogliono continuare sulla politica delle strade interne

In questo momento chiunque vada al posto di Binotto è carne da macello mediatico e basta
Avatar utente
Jackie_83
Global Moderator
Global Moderator
 
Messaggi: 7391
Iscritto il: 04/07/2005, 23:00
Località: Terra di mezzo

da groovestar » 31/08/2020, 9:30

Beh non ha comunque senso continuare con chi è il responsabile di questa situazione.
Perchè è certamente vero che dall'alto non sono pervenuti, ma non è Elkann che progetta la vettura o determina l'allontanamento di determinati elementi.
E soprattutto non è lui che gestisce i rapporti all'interno del Circus, ove la Ferrari è meno che sopportata.

Salta all'occhio quanto affermato da Horner:

Christian Horner ha commentato piuttosto duramente questa particolare situazione che coinvolge Ferrari: ha essenzialmente rivendicato alcune vittorie che ritiene “rubate” da Maranello, in quanto conquistate con un motore con tutta probabilità illegale.

“L’intera questione ha lasciato un sapore piuttosto amaro. Ovviamente puoi trarre le tue conclusioni sulle prestazione attuali della Ferrari. Ma in quelle gare avremmo dovuto vincere noi l’anno scorso, probabilmente, se avessero girato con questo motore, che sembra essere molto diverso dal 2019 in quanto a prestazioni.”

Anche a livello mediatico la Ferrari riceve solo schiaffi in faccia, anche da soggetti che dovrebbero avere quantomeno il buongusto ed il buonsenso di tacere.

Horner avrà anche dimenticato che a Monza e Spa hanno ottenuto come miglior risultato un quinto posto (non si capisce quali altre gare la Ferrari avrebbe "rubato" alla Redbull...) eppure l'opinione collettiva è che in Ferrari siano dei bari che, messi alle strette del rispetto del regolamento, siano incapaci di produrre un mezzo minimamente competitivo, addirittura surclassato dai team B di Mercedes e Redbull (ed a malapena avanti all'ultimo Team Clienti Ferrari).

E nessuna parola viene spesa, mutismo anche avanti agli insulti di tutti.

Binotto nel paddock viene trattato come un ladro che cerca di estorcere più denaro in virtù dei diritti acquisiti dalla Ferrari nel corso della storia.
Va in tv da mesi a parlare di forma e di team in salute, quando sono l'unica squadra a non aver proposto una novità degna di nota, proponendo soluzioni tecniche vecchie di 2 o 3 anni.

Non so davvero perchè la stampa nostrana lo difenda a tutti i costi quando è il massimo responsabile di questo disastro.

Del resto è lui che ha siglato l'accordo con la FIA, è lui che ha deciso di puntare sul 2021 e di soprassedere sul 2020 in attesa del cambio regolamentare ed è lui che ha accettato tutte le misure post covid, ivi compreso il blocco degli sviluppi per 2 anni.

Evidentemente, firmato l'accordo, pensavano di poter disporre, dopo le prime 4/5 gare, di un motore diverso e più performante, che avrebbe raddrizzato la stagione, mentre oggi si ritrova nell'impossibilità di montare una nuova unità e, soprattutto, di poter correggere i gravi difetti del progetto.

E poi si difende che certe misure erano necessarie per garantire il futuro della F1.

Bravo!
Per garantire la sopravvivenza dei team clienti ha affossato il team che dirige.

E nessuno gli fa un applauso per questo...chissà come mai.

Pensare che, col diritto di veto, avrebbe potuto mandare gambe all'aria il tutto, lasciando la Williams, la Sauber e la Racing Point al proprio destino, pensando solo all'interesse della Ferrari.
Eppure dovrebbe essersi accorto che nessuno corre in soccorso della sua Ferrari, quando serve.

Poi per carità...se da Torino l'input è non spendere e raccattare quanto più soldi possibile, allora ha fatto un buon lavoro...ma in termini di risultati sportivi, siamo al livello di Paddy Lowe in Williams.

Ma qui si paga l'ottusità della Ferrari che, a lustri alterni, decide a tavolino che "anche quest'anno si vince l'anno prossimo".

L'unica cosa da fare, dato che nessuno di noi (credo) acquista vetture da loro, è evitare di guardare i gp (quantomeno da Sky) e di comprare la paccottiglia marchiata Ferrari, così che magari le alte sfere si rendano conto che non esiste appeal alcuno verso chi arriva dodicesimo.
Avatar utente
groovestar
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 8138
Iscritto il: 09/03/2004, 0:00

da Jackie_83 » 31/08/2020, 10:58

Ma io sono d'accordissimo col concetto...chi dice di prendersi la responsabilità dell'Apocalisse attuale dovrebbe almeno avere la decenza di rassegnare le proprie dimissioni (come fece Todt nell'estate 1996...e per molto meno rispetto ad oggi) se non per rispetto del marchio, come minimo per conservare un briciolo di dignità

Il problema è che cambiare per cambiare non porta mai a niente e dietro Binotto oggi c'è il vuoto

P.S.
Curiosando sul web ho notato che gli articoli "inside of Ferrari" di quel Fulvio Conti (di cui abbiamo spesso chiacchierato qui sopra) che sponsorizzava sempre e comunque Binotto sono scomparsi dal web...sarà un caso?
Avatar utente
Jackie_83
Global Moderator
Global Moderator
 
Messaggi: 7391
Iscritto il: 04/07/2005, 23:00
Località: Terra di mezzo

da groovestar » 31/08/2020, 12:52

Secondo me i problemi sono iniziati in quel momento e va a capire perché la squadra si sia sgretolata così brutalmente dal 2018 ad oggi.

Oggi leggevo che l'unico aggiornamento introdotto, quello austriaco, si è rivelato un fallimento, al pari delle ali per Spa e Monza.

E questo è il problema irrisolto peggiore del team: l'incapacità di reagire in fase di sviluppo.

Altro rumor letto è che la Renault, che ha avallato la clausola di uscita al momento della firma del patto della concordia, abbia beneficiato di un aiuto da parte Mercedes per lo sviluppo del party mode e delle mappature in vista del congelamento.

Da qui l'abbandono del ricorso verso la Racing Point e l'improvviso balzo in avanti del motore e della monoposto Francese.
Avatar utente
groovestar
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 8138
Iscritto il: 09/03/2004, 0:00

da Powerslide » 31/08/2020, 13:41

C'è un problema, anzi più di uno, nella sostituzione di Binotto.

Il primo è che da fuori non sappiamo come si svolgano i fatti e da chi vengano gli input. Binotto potrebbe essere solo una figura di facciata, non sarebbe la prima volta che ciò accade, o potrebbe anche essere il deus ex machina di tutto il disastro. O forse l'imperativo di barare è venuto da chi oggi non c'è più pur di togliere il sorriso dalle labbra di Toto. Di certo Domenicali si dimise nel momento in cui la sua opposizione all'allontanamento di Costa non venne ascoltata da Montezemolo.
Il grave è che i vertici, Piero compreso col suo 10% che non sono bazzecole, taccia.

La seconda è che un cambio adesso, ammesso si trovi la figura adatta, non porterebbe a nulla essendo il progetto 2021 già scritto e quello 2022 a buon punto. La progettazione richiede mediamente un anno e anche più del doppio in presenza di un cambiamento profondo dei regolamenti.
Questo non significa però che la Ferrari deve stare immobile, un rafforzamento di organico è essenziale, magari per i primi tempi scegliendo l'affiancamento alla sostituzione.

Di certo quello di cui oggi c'è bisogno è una compattezza d'intenti a tutti i livelli, tifosi compresi perché una pioggia di critiche non migliora le prestazioni né della vettura né di coloro che dovrebbero svilupparla.

Ultima osservazione. Senza voler sparare sulla croce rossa vorrei non dover più leggere che una delle tante soluzioni sarebbe la sostituzione di Vettel con Gioninazzi.
Lui e Kimi hanno prestazioni sostanzialmente uguali con la differenza, non trascurabile, che il vecchio le ottiene con la pipa in bocca, il giovane sempre al limite se non oltre. E non è poco.
Avatar utente
Powerslide
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 6522
Iscritto il: 16/01/2007, 0:00

da echoes » 31/08/2020, 14:53

Domanda: ma al posto di Binotto chi mettiamo?
A questo punto serve un Todt 2.0, qualcuno con una forza, un carisma, cv e delle pelotas cubiche che riesca ad ottenere carta bianca per rifare la GES come il francese fece ormai quasi 30 anni fa.

A me cosi su due piedi viene in mente il buon Ullrich ex-audi, ma il "ragazzo" ha 70 anni...

C'era Siedl (che con Porsche qualcosa ha dimostrato e portato a casa) ma se lo sono preso in McLaren.

Altri?

Postilla: il ragionamento si basa sull'assunto di una proprietà pronta a sostenere chi entra in carica in quanto senza questo ci possiamo mettere anche lo Spirito Santo che tanto non si cava un ragno dal buco.
Avatar utente
echoes
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 2058
Iscritto il: 08/06/2005, 23:00
Località: Bologna

da Jackie_83 » 31/08/2020, 15:19

A me viene in mente così su due piedi, Todt jr.

Questo bazzica in quel di Maranello da un decennio buono e mette becco ovunque...tanto vale metterlo a libri e dargli investitura ufficiale
Avatar utente
Jackie_83
Global Moderator
Global Moderator
 
Messaggi: 7391
Iscritto il: 04/07/2005, 23:00
Località: Terra di mezzo

da groovestar » 31/08/2020, 16:25

Non so chi ci sia dietro l'allontanamento di Sassi e Resta, tuttavia è abbastanza evidente come la Ferrari abbia patito il colpo dopo aver perso questi due tecnici.
Resta soprattutto è stato ripreso in fretta e furia e, dicono, abbia trovato soluzioni che, costi/benefici alla mano, non sposterebbero la bilancia.

Sinceramente il mercato non offre nulla e non ci si improvvisa geni, il che rende quasi impossibile la risalita del Cavallino.
Se ci si aggiunge il clima che si respira a Maranello, penso che in pochi siano invogliati a rischiare la carriera, il che aggiunge ancora più sconforto.

Todt jr. penso possa essere una buona prospettiva, anche perchè ha una certa esperienza ed una certa conoscenza dei percorsi politici della Formula 1, avendone viste e fatte tantissime, tuttavia non è lui che progetta l'auto...
Certamente non accetterebbe di buon grado questo chiacchiericcio che sta portando la Ferrari ad essere sopportata, guardata con sospetto e vittima di derisione da parte di tutti i team con base inglese.

La cosa che fa davvero molta rabbia è che la Mercedes stia macinando record con un motore che sfrutta una intuizione Ferrari che, già dal 2017, era stata indicata come fuorilegge (è qui ci sarebbe un capitolo da aprire) mentre il motorone dello scorso anno non è stato minimamente difeso...hanno barato per 3 anni e nessuno se ne è accorto? Mi lascia parecchio perplesso...

Nel mentre, a livello politico, qualcuno vocifera che la Ferrari stia subendo la vendetta del doppio veto all'acquisto del Circus da parte di Mercedes e della veto alla scalata di Wolff.
Ed il fatto che tutti i team principal, invece di puntare il dito contro la Ferrari, lo puntino contro Binotto, è davvero curioso.
Avatar utente
groovestar
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 8138
Iscritto il: 09/03/2004, 0:00

da Jackie_83 » 31/08/2020, 17:55

Ai tempi di Sassi e Resta c'era ancora Marchionne vivo e vegeto, Resta in particolare era stato inviato in Sauber per "fare esperienza" se non ricordo male con previsione di ritorno alla base...

Non so cosa ci fosse dietro ma sta di fatto che la Sauber 2019 era un'ottima macchina mentre il gruppo che ha avuto in cura lo sviluppo delle rosse ha cannato tutto da un paio d'anni a questa parte imboccando un tracollo mostruoso

Non sono stati in grado di accontentare mezza richiesta di Vettel in quasi 3 anni e hanno progettato 2 macchine "concettualmente sbagliate" in altrettante stagioni...perchè Binotto diceva la stessa cosa della SF90 a inizio 2019 e ripete le stesse cose quest'anno

Il ritorno anticipato di Resta è sicuramente per il motivo di cui sopra, ma mettere mano a 'sto catafalco è impresa impossibile
Avatar utente
Jackie_83
Global Moderator
Global Moderator
 
Messaggi: 7391
Iscritto il: 04/07/2005, 23:00
Località: Terra di mezzo

da groovestar » 31/08/2020, 20:33

Per questo ritorno alla riflessione di prima.

Con l'accordo pensavano di aver tempo per riprogettare il motore e farlo esordire in gara a fine ciclo gara.
Poi si è messo il covid ed hai voglia a cambiare il carro se il cavallo non tira.

Sapendo che non possono agire sul problema principale (perché 20 km/h in meno non li genera il drag) qualsiasi modifica aerodinamica non farebbe guadagnare un km in più.

Non mi stupirei se, addirittura, avessero montato una Power unit del 2017 su questa macchina...
Avatar utente
groovestar
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 8138
Iscritto il: 09/03/2004, 0:00

da Laffite26 » 31/08/2020, 21:12

Sostituire Vettel con Giovinazzi lo pensano solo dalle parti di Ceglie Messapica ed hanno interesse a voler insistere con questa storia. Dopo il fallo di ieri mi sembra chiaro che l'italiano purtroppo non può essere un pilota su cui fare affidamento. Con Hulkenberg a piede libero è possibile che l'esperienza del pugliese nel circus sia agli sgoccioli.

Sono d'accordo con chi dice che sostituire Binotto in tempi brevi non può portare effetti nell'immediato. In Formula 1 esiste un regolamento tecnico che, al di là di ciò che è stato consentito o meno, in qualche modo ti lega in un ciclo da cui è difficile uscirne. Si potranno migliorare le prestazioni in futuro ma non si potrà lottare per qualcosa di importante.

Credo inoltre che possa esserci scarsa attrattiva tra manager e ingegneri nei confronti di Maranello. E' difficile crederlo, ma oltre a un lauto stipendio, è plausibile che pochi abbiano voglia di infilarsi in questo ginepraio.

Todt Jr. finora ha gestito le carriere e gli interessi di svariati piloti. Passare a gestire un team significa cambiare davvero mestiere. Anche Arrivabene era ben conosciuto nell'ambiente ma non era un uomo puramente di corse. Io credo che l'unico che possa dare una svolta decisa sia proprio il "lupo" perchè soltanto il miglior team principal potrebbe cambiare la mentalità di un team. In fondo credo che ingegneri e progettisti validi a Maranello ce ne siano ancora ma manca un visione di insieme che fu faticosamente raggiunta con la presidenza Marchionne e ora pare che ci siamo di di nuovo allontanati da qualsiasi obiettivo. Come mandar via Binotto, anche l'eventuale rientro di Aldo Costa e Marmorini possa risolvere ben poco. Passeranno molti mesi prima di salire sul gradino più alto con un progetto vincente.
"A special hello to our dear friend Alain, we all miss you Alain."
Laffite26
Formula 2
Formula 2
 
Messaggi: 433
Iscritto il: 04/10/2016, 23:23

da groovestar » 31/08/2020, 22:53

Io invece ritengo che il problema della Ferrari sia proprio quello che mancano elementi validi.

Basta guardare quanto sono conservative e datate le soluzioni all'avantreno, nelle sospensioni e nell'armonizzazione aerodinamica del progetto.
Avatar utente
groovestar
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 8138
Iscritto il: 09/03/2004, 0:00

PrecedenteProssimo

Torna a Formula 1 2020

  • Messaggi recenti
  • Messaggi senza risposta
  • Chi c’è in linea
  • In totale ci sono 2 utenti connessi :: 0 iscritti, 0 nascosti e 2 ospiti (basato sugli utenti attivi negli ultimi 5 minuti)
  • Record di utenti connessi: 589 registrato il 17/01/2020, 0:54
  • Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti