[18] GP Stati Uniti - Austin

Forum dedicato alla stagione 2018 di F1

da groovestar » 21/10/2018, 22:22

Su Vettel non comprendo come sia potuto andare in testacoda.
Un contatto non così pronunciato, spalla contro spalla come se ne vedono molti.

Tuttavia ho idea che anche senza errore, avrebbe terminato la gara dietro Hamilton.

Con una gara lineare e senza strane strategie, avrebbe dovuto sopravanzare 2 Mercedes.

Comunque oggi il gioco di squadra Mercedes è costato il podio ed una ulteriore posizione a Bottas
Avatar utente
groovestar
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 7684
Iscritto il: 09/03/2004, 0:00

da Laffite26 » 21/10/2018, 23:18

Complimenti Kimi :dance:

Ha corso il Gp come lo doveva correre Vettel. Un successo costruito sulla base dell'ottima qualifica di ieri e con una gran partenza. Se Hamilton a tre giri dal termine avesse passato Verstappen probabilmente lo avrebbe raggiunto a dimostrazione che anche con una sosta in più la Mercedes aveva un certo vantaggio prestazionale.
Sul contatto tra Vettel e Ricciardo è giusto classificarlo come un episodio di gara e senza colpevoli. Un pò sfortunato il tedesco a trovare un pò di sottosterzo in quella curva. Ma a questo punto della stagione, francamente, anche se dovesse fare un errore a gara non cambia nulla.

Ancora una volta c'è da sottolineare la grande gara di Verstappen. Se la Red Bull dovesse rivelarsi il prossimo anno una contendente al titolo, Hamilton e la Mercedes non dormiranno sonni tranquilli con un Max così.
"A special hello to our dear friend Alain, we all miss you Alain."
Laffite26
Formula 2
Formula 2
 
Messaggi: 380
Iscritto il: 04/10/2016, 23:23

da sundance76 » 22/10/2018, 8:33

Una prestazione spettacolare, bravo Kimi!
La vittoria ha un sapore "risarcitorio", ma da un certo punto di vista alimenta qualche rimpianto: 10 vittorie con la Ferrari in 8 stagioni, per varie ragioni non sono state di più.
Almeno, questo trionfo rende meno amare le vicende dell'ultimo quinquennio in rosso del finlandese.
Nel 2007, ma anche nel 2009, non avrei mai immaginato che oggi sarebbe stato ancora in Ferrari, per giunta vittorioso in un Gran Premio. Nemmeno se avessi dovuto puntare un solo centesimo.
"Chi cerca di conoscere il passato capirà sempre meglio degli altri il presente e il futuro, e non soltanto nel nostro piccolo mondo di effimere quanto amate frenesie corsaiole." G. C.

https://www.youtube.com/watch?v=ygd67cDAmDI
Avatar utente
sundance76
Global Moderator
Global Moderator
 
Messaggi: 8521
Iscritto il: 21/05/2006, 23:00
Località: Isola d'Ischia

da Baldi » 22/10/2018, 8:40

Bravo Kimi, fa piacere averlo visto vincere. Finalmente.

Per quanto riguarda Hamilton (che ancora una volta ha dimostrato quanto sia in forma "mentale" nel momento in cui ha lottato in pisyta energicamente ma dimostrando molto giudizio ed assennatezza), trovo che nel team abbiano sbagliato fondamentalmente la strategia.
Dobbiamo dirlo.
La sosta durante la Vistual Safety Car, se pure cronometricamente parlando era vantaggiosa, si è rivelata sbagliata.
Ci hanno provato, probabilmente, in funzione di sopravanzare Kimi, ma tutto ciò si è verificato troppo presto (come giri) e gli ha costretti automaticamente a due soste.
Da quel momento Hamilton è stato "costretto" a tirare di più. E ha fatto sì che le sue seconde gomme si rovinassero troppo presto. In quel momento ha avuto un crollo nei tempi (poco prima della sua seconda sosta) che lo ha relegato a rientrare troppo indietro da chi lo precedeva.
Quando ha raggiunto Verstappen e Raikkonen il suo margine di gomma si era ridotto considerevolmente.
Avatar utente
Baldi
Administrator
Administrator
 
Messaggi: 10561
Iscritto il: 10/01/2004, 0:00

da Tangorfopper » 22/10/2018, 8:50

Baldi ha scritto:Bravo Kimi, fa piacere averlo visto vincere. Finalmente.

Per quanto riguarda Hamilton (che ancora una volta ha dimostrato quanto sia in forma "mentale" nel momento in cui ha lottato in pisyta energicamente ma dimostrando molto giudizio ed assennatezza), trovo che nel team abbiano sbagliato fondamentalmente la strategia.
Dobbiamo dirlo.
La sosta durante la Vistual Safety Car, se pure cronometricamente parlando era vantaggiosa, si è rivelata sbagliata.
Ci hanno provato, probabilmente, in funzione di sopravanzare Kimi, ma tutto ciò si è verificato troppo presto (come giri) e gli ha costretti automaticamente a due soste.
Da quel momento Hamilton è stato "costretto" a tirare di più. E ha fatto sì che le sue seconde gomme si rovinassero troppo presto. In quel momento ha avuto un crollo nei tempi (poco prima della sua seconda sosta) che lo ha relegato a rientrare troppo indietro da chi lo precedeva.
Quando ha raggiunto Verstappen e Raikkonen il suo margine di gomma si era ridotto considerevolmente.


In effetti l'errore della Mercedes e' stato abbastanza clamoroso ed ha rinviato la festa Mondiale di Hamilton.
Certo che quando hai un tale margine di punti in classifica l'errore viene pesato meno.
Non credo che si leggeranno robe tipo "team allo sbando" sulle testate giornalistiche e su internet. :D
Avatar utente
Tangorfopper
Formula 1
Formula 1
 
Messaggi: 1322
Iscritto il: 09/02/2010, 14:53

da groovestar » 22/10/2018, 9:49

Secondo me è stato un azzardo dovuto ad un maggior consumo delle coperture gialle: con una sosta sola molto probabilmente Hamilton avrebbe terminato la gara al secondo posto sensibilmente staccato da Raikkonen, la cui Ferrari gestiva in modo più lineare le coperture. Basti vedere i problemi in cui è incorso lo stesso Bottas.

Ci è mancato davvero poco che l'azzardo non pagasse e, senza Verstappen in seconda posizione, Hamilton si sarebbe trovato nelle condizioni ideali per attaccare Raikkonen. Se c'è stato errore, è stato nella tempistica: una volta notato il decadimento di prestazione, fai rientrare Hamilton ai box subito alle spalle di Kimi e fallo attaccare con gomma fresca. Hanno atteso quel paio di giri che hanno permesso a Verstappen di chiudere il gap. Poi la strenua e corretta difesa dell'olandese hanno imposto ad Hamilton di desistere, dimostrando parallelamente che per sopravanzare vetture parimenti performanti, occorre prendere dei seri rischi.

Sul punto Vettel è emblematico: deve correre dei rischi e ne esce sconfitto. Certo mai mi sarei immaginato che a fronte di una sbavatura simile potesse girarsi pur avendo subito un contatto minimale.

Certo è particolare vedere come l'aumento di 1.5 psi abbia messo di nuovo in crisi la Mercedes. Su Sky malignavano che potesse essere una sorta di cerchiobottismo per aver ritenuto i cerchi conformi al regolamento...Parimenti particolare vedere la Ferrari tornare competitiva dopo aver fatto un passo indietro sugli aggiornamenti.


In ultimo è una vittoria molto importante.
Per la squadra che si compatta e dimostra di saper reagire, il che è sempre importante. Si può perdere, ma se si deve perdere, meglio ai punti che per KO.
Importante perché dimostra che è possibile avere due piloti vincenti nello stesso team, dando la giusta fiducia al reparto tecnico: penso sia sempre importante che esista un equo bilanciamento fra i meriti del pilota ed i meriti del team.
Importante perché è un grosso schiaffo in faccia al chiacchiericcio dei media nostrani: la vittoria di Arrivabene a dispetto di tutto, la vittoria di un pilota dato per morto e che, libero da pressioni, vince gestendo la vettura da campione.

Senza voler togliere nulla a quel gran talento che è Leclerc, credo che il finlandese ci mancherà molto.
Perdiamo un pilota vincente che, salvo un paio di gare davvero incomprensibili da parte sua, con una vettura finalmente competitiva, dimostra di poter essere li con i migliori.
Al momento si trova terzo in classifica, ma ha tanto da recriminare perché in molte occasioni non è stato messo nelle condizioni ideali. Con un po' più di raziocinio nella gestione ai box, Kimi avrebbe vinto in Germania ed a Monza, ed adesso il team potrebbe lottare ancora per il titolo costruttori.

Ma consoliamoci: da oggi la stampa "specializzata" , che per anni ha mancato di rispetto a Kimi, si interrogherà sull'opportunità di ritenere il redivivo finlandese per licenziare l'incapace tedesco. :)

PS: era dai tempi del Kaiser che non mi emozionavo per una vittoria.
Avatar utente
groovestar
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 7684
Iscritto il: 09/03/2004, 0:00

da Pennywise » 22/10/2018, 11:16

Sarebbe interessante capire (almeno per me :mrgreen: ) se Mercedes ha corso con i soliti cerchi posteriori. :think: Ne sto leggendo di tutti i colori :think: :doh:
" Ferrea Mole, Ferreo Cuore "

" Unguibus et rostro "

" Chi osa vince "

" Mai discutere con un idiota (coglione), ti trascina al suo livello e ti batte con l'esperienza. " :clap: :bow-blue: ... 8-)
Avatar utente
Pennywise
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 7109
Iscritto il: 26/07/2010, 16:01
Località: Al Mare

da Jackie_83 » 22/10/2018, 12:07

Varie emozioni tutte per una gara sola...gioia per quello che presumibilmente sarà l'ultimo urrà di Raikkonen, rabbia per il fatto che si sia svegliato solo nell'ultimo anno dopo i precedenti 4 fatti di alti e bassi incomprensibili (al netto degli inevitabili ordini di scuderia) sconforto per l'ennesima boiata di un Vettel ormai suonato come un pugile e per cui é meglio che la stagione finisca il prima possibile

Aggiungo i dubbi che montano per quello che sarà in scuderia in futuro...vince un Raikkonen giubilato dalla dirigenza e sempre voluto dallo stesso Arrivabene ora sulla graticola per i progetti originari del Presidente...nel mentre la macchina ritrova competitività dopo lo step evolutivo sbagliato di cui inevitabilmente i demeriti finiranno a Binotto (storia già vista con Costa)

In pratica ci troviamo con due fazioni ancora più spaccate di prima e un Vettel in mezzo che parla di "situazione non facile" senza particolari riferimenti a chi o a cosa

Io spero sempre di sbagliarmi ed eccedere nel pessimismo...ma non vedo molto sereno all'orizzonte



Inviato dal mio Redmi 5 Plus utilizzando Tapatalk
Immagine
Avatar utente
Jackie_83
Global Moderator
Global Moderator
 
Messaggi: 7220
Iscritto il: 04/07/2005, 23:00
Località: Terra di mezzo

da Pennywise » 22/10/2018, 13:51

Ma chi è che "miagolava" durante la telecronaca Sky ? :lol: :lol:

edit

https://www.facebook.com/Formula1/video ... 129385274/

:laughing-rolling: :laughing-rolling:
" Ferrea Mole, Ferreo Cuore "

" Unguibus et rostro "

" Chi osa vince "

" Mai discutere con un idiota (coglione), ti trascina al suo livello e ti batte con l'esperienza. " :clap: :bow-blue: ... 8-)
Avatar utente
Pennywise
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 7109
Iscritto il: 26/07/2010, 16:01
Località: Al Mare

da groovestar » 22/10/2018, 15:35

La stagione non è ancora finita e l'unica vera cura a tanti problemi è, e resta, vincere ed essere competitivi.
Finire la stagione in crescendo è un buon modo per ricompattare una squadra che ha subito un durissimo colpo e che pareva essersi persa in maniera incomprensibile.
Anche per Vettel è importante tornare a vincere il prima possibile ed archiviare un bimestre nero per la scuderia tutta.
Allo stato non ci sono dati per non ritenere la Ferrari competitiva in Messico e sarà importante ottenere una partenza al palo.

Su cosa stia capitando, la nebbia è fitta.
E' vero che esiste da mesi una lotta fra Binotto ed Arrivabene che, la scorsa stagione, era stata archiviata. Probabilmente la scomparsa di Marchionne ha riportato allo scoperto una frattuta che, con un presidente carismatico, poteva essere nascosta (od archiviata).

Ora con una dirigenza totalmente assente i buoi sono scappati e nessuno è al sicuro.
Una prima testa è caduta più per partito preso che per effettiva necessita.
Poi è stato il momento di Arrivabene e, molto presto, arriverà il momento di Vettel.
Perchè parliamoci chiaro: una parte del mondo Ferrari vuole alla porta sia Arrivabene che Vettel, e non a caso su testate dell'area Gazzetta fioccano articoli in cui si chiede la testa di entrambi, responsabili di un mondiale buttato per manifesta incapacità.

Però poi capita di scoprire che il pilota giubilato, oltre a fare la pole a Monza, è capace di tenere a bada sia Hamilton che Verstappen, e che la vettura "ammazzacampionato", una volta privata degli aggiornamenti estivi, torna ad essere estremamente - ed inspiegabilmente - competitiva.

La mia opinione è che Vettel stia subendo, per la prima volta in carriera, un'ambiente ostile e che si senta messo in discussione.
Arrivabene ha sempre fatto scudo verso i suoi piloti ed ha sempre lavorato in sinergia con loro.
Non a caso entrambi avrebbero voluto Raikkonen.
A Monza capita qualcosa di inverosimile che squote l'ambiente: Camilleri da una parte investe Arrivabene del compito decisionale, mentre dall'altra Elkann in persona licenzia Raikkonen il giorno dopo, creando la scintilla che farà crollare il castello iridato.
Probabilmente questi fatti hanno fatto gonfiare il petto all'ala "binottiana" della Ferrari, che con tutta probabilità, si sentirà forte dell'eredità di Marchionne.
Peccato però che, in tutto questo, qualcuno abbia completamente cannato gli aggiornamenti, mentre il resto è cronaca di ordinaria follia made in FIAT, con una poco edificante gara interna a mettere in difficoltà l'una o l'altra fazione.

In questi caso i possibili scenari sono due: la dirigenza sceglie su che cavallo puntare, assumendosene le responsabilità, oppure resterà assente fintanto che, inevitabilmente, Vettel, Arrivabene e Binotto non verranno allontanati.

La mia opinione è che il 2019 sarà un 1991 bis che porterà all'allontanamento di Vettel ed Arrivabene, con investitura ufficiale di Leclerc (che per i media nazionali è già ritenuto un misto fra Senna e Schumacher). E molto presto vedremo Vettel con la casacca argentata al posto di Hamilton.
Avatar utente
groovestar
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 7684
Iscritto il: 09/03/2004, 0:00

da Laffite26 » 22/10/2018, 19:58

groovestar ha scritto:
La mia opinione è che il 2019 sarà un 1991 bis che porterà all'allontanamento di Vettel ed Arrivabene, con investitura ufficiale di Leclerc (che per i media nazionali è già ritenuto un misto fra Senna e Schumacher). E molto presto vedremo Vettel con la casacca argentata al posto di Hamilton.


Spero vivamente che non si verifichi questo scenario. Sarebbe una tragedia che porterebbe al crollo definitivo della Ferrari. L'ultima mossa che non devono fare è quella di allontanare il loro pilota di punta,che nonostante gli errori rimane l'unico in circolazione che può portare il titolo in Emilia. La sua perdita può venire solo compensata con l'arrivo di Hamilton nel caso questi fosse irretito dall'idea di vincere anche in rosso. Una Ferrari lasciata solo nelle mani di Leclerc e magari con affianco Giovinazzi in versione Morbidelli rischia di perdere tutto ciò che faticosamente è riuscita a costruire sotto la gestione Marchionne.

La vittoria di Kimi Raikkonen, salutata con simpatia da molti appassionati, fa sì che la Sauber trovi un pilota ancora estremamente competitivo ma non deve far crescere rimpianti per la sua mancata riconferma. Ho letto che questo successo ha fatto emergere in negativo il valore di Vettel ma questa è una palese assurdità. In questi quattro anni di secondo corso in Ferrari per Kimi è mancata la finalizzazione ma le opportunità ne ha avute diverse in passato e se la maggior parte delle volte il suo compagno di squadra gli è stato davanti secondo acuti osservatori è solo una casualità allora non so più cosa dire.

Sul fronte manageriale forse la non conferma di Arrivabene nel ruolo di team principal poteva avere effetti non nocivi se era vero che il suo posto era già stato assegnato a Binotto. Ecco, più di perdere i piloti la Ferrari deve stare attenta a non perdere i suoi tecnici migliori perchè non sarebbe così improbabile che lo stesso Binotto segua la via di Aldo Costa verso altri lidi.

In definitiva siamo ad un passo nello sfasciare ciò che Marchionne ha lasciato in eredità
"A special hello to our dear friend Alain, we all miss you Alain."
Laffite26
Formula 2
Formula 2
 
Messaggi: 380
Iscritto il: 04/10/2016, 23:23

da bschenker » 22/10/2018, 21:23

Marchione ha portato una certa stabilità, una cosa impensabile per un team che vuole il successo. E una cosa che non capita da oggi a domani.

I fatti dopo la sua morte mi fanno pensare che riapparso un vecchio difetto a Maranello, la guerra al potere. Magari Arrivabene ha qualche mancanza in confronti del pubblico, come al interno non so, dal mio punto di vista ha fatto un ottimo lavoro.

Anche Binotto fa per la sua parte un ottimo lavoro e non lo vedo perché lui dovrebbe prendere per qualche prestigio anche il lavoro di Arrivabene.

Se a Marchione il lavoro di Arrivabene non convincevo, non credo che lui fosse un tipo che abbia aspettato il tempo giusto, l’avrebbe spedito subito.

Per me per l’Interesse della Ferrari (in un certo senso dell’Italia) dovrebbe portare tutti a un tavolo, spiegarsi apertamente e insieme trovare l’unita, l’uno o l’altro dovrà fare anche concessioni. Cambiare le posizioni con gente nuova, porta tutto di nuovo all’inizio e molto negativo per il team. Una persona con una simile abilità di un Marchione sarebbe la persona a guidare la discussione.


A me è molto piaciuta la vittoria di Kimi. Era bella la sua sorpresa quando e stata strada libera per la corsa.

Penso che anche la Signora si divertito che per le interviste era al suo fianco. Quella con il Canel 4, Kimi la faccia senza emozioni, risposte che alla Signora faceva continuamente un sorriso, poi al fine addirittura anche un Kimi che sorride.

A proposito qualcuna si fatto seriamente la domanda perché la Ferrari andato a riprendere Raikkonen, il pilota mandato via per Alonso. Pilota che secondo molti mancava l’impegno.

Per me con Alonso mancava la persona per lo sviluppo della vettura (chiedete Trulli o Fisichella com’era da Renault) allora si andava riprendere chi si sapeva cosa si ha.

E quando con Alonso la cosa non funzionava, Marchione ha messo Alonso davanti alla scelta di andare da se o essere mandato via.

Risultato il lavoro fra Vettel e Raikkonen funzionava, anche se si deve dire Kimi spesso non e trattato proprio bene. Funzionava lo stesso perché a Kimi a poter correre in F1 interessava ancora di più che vincere.
Avatar utente
bschenker
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 2047
Iscritto il: 06/11/2008, 22:11
Località: Lugano

da 330tr » 23/10/2018, 4:17

Vettel il futuro SE LO DEVE MERITARE.
Come ha corso fin'ora, TUTTA la stagione, per la busta paga che prende, è da fucilazione sul posto.

Furia s'è dimostrato ancora una volta acutissimo, immaginando un Raikkonen ancora in Ferrari a far da chioccia a Leclerc.
Avatar utente
330tr
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 4425
Iscritto il: 22/02/2010, 18:27
Località: Brescia

da groovestar » 23/10/2018, 8:15

Magari assieme a Vettel fuciliamo anche chi, fra Monza ed Austin, ha preso una macchina vincente è l'ha fatta regredire fino dietro alle Redbull?

Ciò detto Forghieri, che non penso sia rimbanbito, è in cattiva fede. Del resto lui stesso voleva Raikkonen fuori dalla Ferrari già dal 2016.

Ma del resto abbiamo Leclerc che porterà mondiali a ripetizione in Ferrari.
Un po' come avrebbe fatto Ricciardo che, pur non mettendo le ruote davanti a Verstappen dal gp di Monaco, è considerato ben più meritevole di un posto in Ferrari.

Ah già, ma lui subisce il mobbing di Redbull :D
Avatar utente
groovestar
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 7684
Iscritto il: 09/03/2004, 0:00

da Jackie_83 » 23/10/2018, 9:09

Raikkonen farà da chioccia a Giovinazzi in Sauber lontano da eccessivi riflettori, mentre la prossima leva di tecnici Ferrari si fa le ossa in Svizzera (o almeno, penso che il viavai di tecnici tra Maranello e Hinwil sia finalizzato a questo...)

Speriamo solo che la casa madre riporti la barra a dritta e che Camilleri dia qualche segno di esistere...urge una voce forte che al momento non c'è



Inviato dal mio Redmi 5 Plus utilizzando Tapatalk
Immagine
Avatar utente
Jackie_83
Global Moderator
Global Moderator
 
Messaggi: 7220
Iscritto il: 04/07/2005, 23:00
Località: Terra di mezzo

PrecedenteProssimo

Torna a 2018

  • Messaggi recenti
  • Messaggi senza risposta
  • Chi c’è in linea
  • In totale ci sono 2 utenti connessi :: 0 iscritti, 0 nascosti e 2 ospiti (basato sugli utenti attivi negli ultimi 5 minuti)
  • Record di utenti connessi: 589 registrato il 17/01/2020, 0:54
  • Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti