[15] Gp Singapore: Marina Bay Street Circuit

Forum dedicato alla stagione 2018 di F1

da groovestar » 16/09/2018, 22:29

Penso che in Italia si debba iniziare seriamente a coltivare una più marcata mentalità sportiva ed accettare la sconfitta come una possibilità della competizione.

Non esiste una misura fra la vittoria (che diventa trionfo) e la sconfitta (che diventa disfatta) e questo non può che generare spirali negative nel lungo periodo.

Il Team Ferrari ha fatto un lavoro eccezionale, ma ha sbagliato tanto.
Ha vinto tanto e vincerà ancora, magari non arriverà il titolo, ma basta con l'adagio stantio che il secondo sia il primo dei perdenti e che le capacità di un pilota e dei suoi collaboratori vengano valutate solo ed unicamente in base a questo.

Quest'anno, più dello scorso, bisogna elogiare i ragazzi. Tenere botta dopo quanto capitato a livello societario, con assurde intromissioni nei momenti topici, stampa impazzita e similari, non deve essere facile. Soprattutto quando l'imperativo è vincere o morire.

Vettel deve lavorare sui suoi difetti (che sono suoi fin dall'incidente con Webber nel 2007) e la Ferrari deve garantire una costanza di rendimento sia nel mezzo, che nella gestione (evitando proclami, volando basso e non alternando scelte strategiche incredibili ad assurdità poco comprensibili).

Chi conosce questo sport sa che non si passa dal vincere la metà delle gare della Mercedes a doppiarla in 12 mesi.
Chi davvero conosce questo sporto non può non riconoscere il valore degli avversari.

Bisognerebbe sempre essere orgogliosi di questi ragazzi perchè sono gli unici che con costanza provano a contrastare un team abituato a vincere.

Ed invece ad ogni gran premio perso partono i processi: e se ci fosse Toto Wolff o Briatore al posto di Arrivabene. E se ci fosse Alonso o Ricciardo al posto di Vettel. Se ci fosse Giovinazzi al posto di Raikkonen, allora i titoli arriverebbero.

Mettiamoci in testa che certi personaggi sono fuori e che il team è questo, e non riscriviamo la storia solo per screditare l'uno o l'altro personaggio.

Vettel sbaglia? Va bene così, perchè un 4 volte campione del mondo può essere messo in discussione solo da chi di Motorsport non capisce nulla e che ha dimenticato le lotte del 2010 e 2012 (e pensa...il mago Newey pare improvvisamente essere diventato meno mago con Ricciardo e Verstappen nel loro team, che è decisamente calato dopo l'addio del tedesco. E non solo per colpa di Renault).

Il Team Ferrari sbaglia? Va bene così. Migliorerà e farà sempre meglio. Ogni anno un mattone in più ed un'idea in più.
Perchè la strada delle epurazioni ha portato a DILAPIDARE un patrimonio tecnico che ha fatto le fortune di Mercedes, mentre i salvatori della patria sono o a spasso, o in posizioni senza sbocco.

Vincerà Hamilton nel 2018?
Può essere, ma si ricorderà che soltanto la Ferrari di Vettel è riuscita a contrastare la sua ascesa, mentre gli altri 18 contendenti ed 8 team si sono accontentati di partecipare come comparse.

Se invece di cercare il colpevole a tutti i costi, si accetta la sconfitta, allora ci saranno buone possibilità di migliorare.
Se vuole la testa di qualcuno per un secondo posto, beh...auguri.
Avatar utente
groovestar
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 7487
Iscritto il: 09/03/2004, 0:00

da sundance76 » 16/09/2018, 22:44

gilles70 ha scritto:Altra storia dei giornalisti su Vettel è che nel 2014 fu massacrato da Ricciardo. In realtà subì lo stesso trattamento che sta ricevendo quest' anno dopo aver annunciato il passaggio in Renault il prossimo anno.


No, già dalla terza gara Ricciardo fu complessivamente superiore.

La ragione erano le nuove regole: con le vetture '14 Vettel non si raccapezzava più con la frenata. E sappiamo che proprio quello è il punto forte di Ricciardo.
"Chi cerca di conoscere il passato capirà sempre meglio degli altri il presente e il futuro, e non soltanto nel nostro piccolo mondo di effimere quanto amate frenesie corsaiole." G. C.

https://www.youtube.com/watch?v=ygd67cDAmDI
Avatar utente
sundance76
Global Moderator
Global Moderator
 
Messaggi: 8386
Iscritto il: 21/05/2006, 23:00
Località: Isola d'Ischia

da bschenker » 17/09/2018, 0:46

Secondo me Ferrari ha scelto la gomma spagliato, uscire dietro Perez ha influenzato minimamente Vettel, che aveva come minimo 1 ½ giri strada libera, il giro dove Verstappen andato in box aveva già superato Perez inizio giro 18. Per me questa gomma serviva più tempo per arrivare in temperatura che per il “soft”, dimostrato da tutti compreso Raikkonen.

E non dimenticare che Vettel diceva addirittura “abbiamo cambiato troppo tardi”, dopo che andato finire dietro Verstappen. In quel punto Vettel e sicuro in errore, sarebbe andato finire ancora uno o due posti più indietro.

I tempi per il “in box – out box” in confronto (potrebbe dipendere della posizione box):
Vettel 3:56:069 Verstappen 3:58.156 Lewis 3:58:701 Kimi 3:59:610

Il primo giro seguente:
Vettel 1:49:336 Verstappen 1:45:893 Lewis 1:45:355 Kimi 1:44:74

Soltanto a partire del giro che Verstappen andava in box Vettel, cominciava girare più o meno pari ai altri, pure che all’inizio di quel giro aveva passato Perez. Partire da qui il suo distacco dietro Max restava sempre fra 2 e 5 secondi, soltanto quando perdeva più tempo Bottas e compagnia, che restava bloccato dietro Hülkenberg, Vettel riduceva il suo passo. Non credo che prima guardasse soltanto a risparmiare le gomme.

La sequenza dai tempi:
Vettel giro 14 – 1:45:352 15 – 1:52:997 16 – 2:03:072 17 – 1:49:336 18 – 1:46:122 19 – 1:47.995 20 – 1:45:865
Lewis giro 14 – 1:44:929 15 – 1:44:403 16 – 1:51:650 17 – 2:07:051 18 – 1:45:355 19 – 1:45:802 20 – 1:45:934
Max giro 14 – 1:45:962 15 – 1:45:767 16 – 1:45:283 17 – 1:45:216 18 – 1:52:508 19 – 2:05:658 20 – 1:45:893

Interessante che Vettel in Q2 voleva provare un altro giro con il “ultra soft” lui era convinto di riuscire a passare il turno. Questo scrive la stampa Germanica, risulterebbe sulle comunicazioni radio fra Vettel e box Ferrari, che non era d’accordo. Vedendo lo sviluppo dei tempi al giro con questo “ultra soft” in corsa poteva anche avere ragione.

Del resto non posso dire se e stato una decisione soltanto del team, o che influenza aveva Vettel. In memoria delle comunicazioni fra Vettel e box Ferrari nelle corse in passato, ce da pensare che nella decisione centri anche Vettel.
.
Avatar utente
bschenker
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 2026
Iscritto il: 06/11/2008, 22:11
Località: Lugano

da 330tr » 17/09/2018, 6:09

sundance76 ha scritto:
gilles70 ha scritto:Altra storia dei giornalisti su Vettel è che nel 2014 fu massacrato da Ricciardo. In realtà subì lo stesso trattamento che sta ricevendo quest' anno dopo aver annunciato il passaggio in Renault il prossimo anno.


No, già dalla terza gara Ricciardo fu complessivamente superiore.

La ragione erano le nuove regole: con le vetture '14 Vettel non si raccapezzava più con la frenata. E sappiamo che proprio quello è il punto forte di Ricciardo.


Un po' come successe a Raikkonen. Pareva aver dimenticato come si guida. Alonso lo massacrava, Rai non stava fisicamente in pista..
In quanto a Riccio non credo affatto la squadra lo stia volontariamente penalizzando. Andrebbe contro i suoi stessi interessi. È un insieme di fattori: esclusione da sviluppi, test virtuali, aggiornamenti per concentrarsi e dare il meglio a chi rimane; il rendimento del pilota è però (comprensibilmente, ma non giustificatamente) scarso perché si vede già fuori e ha messo da parte qualsiasi velleità velocistica e battagliera. Umanamente comprensibile, ma deludente, in sincerità.
Avatar utente
330tr
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 4238
Iscritto il: 22/02/2010, 18:27
Località: Brescia

da Powerslide » 17/09/2018, 8:16

bschenker ha scritto:Per me questa gomma serviva più tempo per arrivare in temperatura che per il “soft”


Per adesso non c'è altra spiegazione, ma è veramente strano quando dovrebbe essere l'esatto contrario :think: :think:
Avatar utente
Powerslide
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 6363
Iscritto il: 16/01/2007, 0:00

da groovestar » 17/09/2018, 8:20

C'è qualcosa che in ogni caso non torna, sia per quanto attiene alle qualifiche (lamentele di entrambi i piloti relative al giro di preparazione) sia per quanto riguarda la gara.

Ieri è stato fatto notare che anche Ricciardo, montate le ultra soft, ha avuto bisogno di un paio di giri per portarle in esercizio, girando anche lui su tempi decisamente alti.

C'è da dire che Vettel ha ottenuto buoni riscontri cronometrici il sabato pomeriggio. Sarebbe interessante conoscere i dati sulla temperatura.
Avatar utente
groovestar
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 7487
Iscritto il: 09/03/2004, 0:00

da Rovert » 17/09/2018, 9:03

groovestar ha scritto:Penso che in Italia si debba iniziare seriamente a coltivare una più marcata mentalità sportiva ed accettare la sconfitta come una possibilità della competizione.

Non esiste una misura fra la vittoria (che diventa trionfo) e la sconfitta (che diventa disfatta) e questo non può che generare spirali negative nel lungo periodo.

Il Team Ferrari ha fatto un lavoro eccezionale, ma ha sbagliato tanto.
Ha vinto tanto e vincerà ancora, magari non arriverà il titolo, ma basta con l'adagio stantio che il secondo sia il primo dei perdenti e che le capacità di un pilota e dei suoi collaboratori vengano valutate solo ed unicamente in base a questo.

Quest'anno, più dello scorso, bisogna elogiare i ragazzi. Tenere botta dopo quanto capitato a livello societario, con assurde intromissioni nei momenti topici, stampa impazzita e similari, non deve essere facile. Soprattutto quando l'imperativo è vincere o morire.

Vettel deve lavorare sui suoi difetti (che sono suoi fin dall'incidente con Webber nel 2007) e la Ferrari deve garantire una costanza di rendimento sia nel mezzo, che nella gestione (evitando proclami, volando basso e non alternando scelte strategiche incredibili ad assurdità poco comprensibili).

Chi conosce questo sport sa che non si passa dal vincere la metà delle gare della Mercedes a doppiarla in 12 mesi.
Chi davvero conosce questo sporto non può non riconoscere il valore degli avversari.

Bisognerebbe sempre essere orgogliosi di questi ragazzi perchè sono gli unici che con costanza provano a contrastare un team abituato a vincere.

Ed invece ad ogni gran premio perso partono i processi: e se ci fosse Toto Wolff o Briatore al posto di Arrivabene. E se ci fosse Alonso o Ricciardo al posto di Vettel. Se ci fosse Giovinazzi al posto di Raikkonen, allora i titoli arriverebbero.

Mettiamoci in testa che certi personaggi sono fuori e che il team è questo, e non riscriviamo la storia solo per screditare l'uno o l'altro personaggio.

Vettel sbaglia? Va bene così, perchè un 4 volte campione del mondo può essere messo in discussione solo da chi di Motorsport non capisce nulla e che ha dimenticato le lotte del 2010 e 2012 (e pensa...il mago Newey pare improvvisamente essere diventato meno mago con Ricciardo e Verstappen nel loro team, che è decisamente calato dopo l'addio del tedesco. E non solo per colpa di Renault).

Il Team Ferrari sbaglia? Va bene così. Migliorerà e farà sempre meglio. Ogni anno un mattone in più ed un'idea in più.
Perchè la strada delle epurazioni ha portato a DILAPIDARE un patrimonio tecnico che ha fatto le fortune di Mercedes, mentre i salvatori della patria sono o a spasso, o in posizioni senza sbocco.

Vincerà Hamilton nel 2018?
Può essere, ma si ricorderà che soltanto la Ferrari di Vettel è riuscita a contrastare la sua ascesa, mentre gli altri 18 contendenti ed 8 team si sono accontentati di partecipare come comparse.

Se invece di cercare il colpevole a tutti i costi, si accetta la sconfitta, allora ci saranno buone possibilità di migliorare.
Se vuole la testa di qualcuno per un secondo posto, beh...auguri.

20 minuti di applausi.
Avatar utente
Rovert
Formula 1
Formula 1
 
Messaggi: 1032
Iscritto il: 30/11/2010, 13:29

da bschenker » 17/09/2018, 9:19

Powerslide ha scritto: Per adesso non c'è altra spiegazione, ma è veramente strano quando dovrebbe essere l'esatto contrario :think: :think:


Il primo giro intero dopo il box, Kimi con le "soft" ha fatto un 1:44:746!

Anche in considerazione della vettura piu leggero, per il carburante consumato, secondo me quel giro equivale come minimo quelli 1:45:355 di Hamilton.
E visto che era soltanto uno a disposizione che nessun Ferrari ha usato in prova, ce da dire le statistiche del passato non sono sempre d'aiuto, secondo quelli dati, il "soft" ha mai portato al successo (ce poi da vedere se le mescole 2017 siano stessi del 2018).
Avatar utente
bschenker
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 2026
Iscritto il: 06/11/2008, 22:11
Località: Lugano

da Powerslide » 17/09/2018, 9:27

bschenker ha scritto:
Powerslide ha scritto: Per adesso non c'è altra spiegazione, ma è veramente strano quando dovrebbe essere l'esatto contrario :think: :think:


Il primo giro intero dopo il box, Kimi con le "soft" ha fatto un 1:44:746!

Anche in considerazione della vettura piu leggero, per il carburante consumato, secondo me quel giro equivale come minimo quelli 1:45:355 di Hamilton.
E visto che era soltanto uno a disposizione che nessun Ferrari ha usato in prova, ce da dire le statistiche del passato non sono sempre d'aiuto, secondo quelli dati, il "soft" ha mai portato al successo (ce poi da vedere se le mescole 2017 siano stessi del 2018).


Non ho detto che la tua ipotesi sia sbagliata, anzi per adesso è l'unica possibile, dico che è strano che una mescola più tenera impieghi più tempo ad andare in temperatura di un'altra più dura.

Se non ricordo male le mescole 2018 sono di un gradino in meno delle 2017, quindi una soft 2018 dovrebbe avere la mescola della supersoft 2017
Avatar utente
Powerslide
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 6363
Iscritto il: 16/01/2007, 0:00

da bschenker » 17/09/2018, 9:33

@ Powerslide, scusa non era pensata come critica, era soltanto il tempo che mancava nel mio scritto.

Ce un’altra domanda che mi chiede, perché all’inizio con i serbatoi pieni sembrava, nessuno avesse problemi stare per giri a meno di un secondo dietro il altro.

Al fine vedi Bottas e compagni non erano più possibili, in quel trenino dietro a Hülkenberg che riuscisse a restare con un distacco al quale non veniva la bandiera blu, nessuno era in grado avvicinarsi a poter superare.

Eloquente e Riccardo che diverse volte ha staccato, per poi con giri di anche tre secondi più veloce in un giro ricuperato tutto. Pero anche lui non era in grado di attaccare.
.
Avatar utente
bschenker
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 2026
Iscritto il: 06/11/2008, 22:11
Località: Lugano

da orfeo68 » 17/09/2018, 11:01

Ma cosa succede alla Ferrari?, perchè per il seocndo anno consecutivo passata la metà stagione sembra esaurire le energie mentali e non reggere più il confronto con la Mercedes?, perchè Vettel che guida una auto quanto meno pari alla Merceds non vince più?.

Dico subito che Hamilton sta facendo la differenza, e che differenza, la pole di Singapore dove rifila un secondo a parità di auto a Bottas e quanto mai eloquente, il povero Bottas sta pensando di ritirarsi in Finlandia e mettere su una azienda di ghiaccioli.

Quale è il male oscuro della Ferrari dunque? che Hamilton batta in pista il cavallino ci può stare ma che il team vada in confusione facendo errori anche banali non si riesce a capire, una sindrome sembra affliggere gli uomini in rosso, errori in Ungheria dove si doveva vincere agevolmente, errori a Spa dove Kimi resta senza benzina ma sopratutto Monza che sembra aver traumatizzato la Ferrari, nel momento in cui si e in testa guidando la gara con la auto più veloce e quindi con la possibilità di dettare il ritmo ci si fa prendere in giro dai tedeschi, abboccando ad un finto pitstop, mancanza di sicurezza nei propri mezzi?, paura di recitare il ruolo del vincente o mancanza di una mentalità vincente?.

Chi comanda realmente al muretto?, assunto che la parte tecnica e a posto grazie al lavoro di Binotto, la gestione al muretto fa acqua da tutte le parti, perchè non si fidano dei loro mezzi e cercano strategie strane come a Singapore, la maggioranza dei commentatori sia ex piloti, giornalisti e tecnici concordano nel non capire la scelta di montare le ultrasoft a Vettel che hanno costretto Vettel a finire al piccolo trottto.
r
Ma per onestà occore dire che Kimi con le soft non e che abbia fato esploedere il cronometro restando tutta la gara dietro a Bottas senza tentare nulla, qindi sembra una qialche scelta di setup non proprio idonea,

Ci sono pareri discordandi all'interno del team nel definire l'assetto gara delle monoposto? dall'esterno non si sa. non si può dire ma di sicuro qualcosa non funzona come dovrebbe e sarebbe possibile visto la competitività della monoposto.

Vettel, cosa possiamo dire?, ha vinto quattro mondiali, ha avuto compagni come Webber e Ricciardo non certo dei maggiordomi, sa gestire l'auto e la gara,come guida e a livello dei migliori, quando e necessario ha anche la grinta per qualche sopparsso garibaldino ma abbiamo anche visto qualche errore di troppo quando e sotto pressione ed e evidente che una certa tensione esiste all'interno del team, e quali sono i motivi di queste tenzioni? difficle dire ma di sicuro questo accade quando non si rema nella stessa direzione.

Da quanto scritto, e mia precisa convinzione che manca una guida autorevole, carismatica che riesca a far lavorare tutti nella stessa direzione e dia fiducia ai piloti nei loro mezzi, e qui il discorso arriva ad Arrivabene, quando fu designato a capo della gestione sportiva restai perplesso, e dissi agli amici, "Annamobene" esprimendo la mia diffidenza, Maurizio conosceva l'ambiente della F1 ma fare il team manager è un altro mestiere e non è per malanimo o sfiducia preventiva ma non ero convinto.

I fatti mi stanno dando ragione, per il secondo anno consecutivo si perde un mondiale che era possibile vincere, si perde non per inferiorità della monoposto ma per gli errori commessi e quindi quando ad un gioco non si vince,inutile continuare a perdere, bisogna cambiare gioco e questo senza nulla in contrario sulla figura Arrivabene, semplicemente non e il suo mestiere.

Qualcuno dirà che in definitiva sbaglia chi mette la benzina nel serbatoio o chi delibera una certa strategia e cioè fisicamente non Arrivabene, ma in quanto a capo del team, non se ne esce e lui il responsabile a meno chè non si voglia far pagare il cuoco del team per aver dato a Vettel i rigatoni scotti.

Spero che chi di dovere (ma chi?) in Ferrari prenda provvedimenti anzichè aspettare un altra stagione per ritrovarci poi a metà anno ad perdere un altro mondiale.

Due mondiali persi dovrebbero bastare.
orfeo68
Rookie Driver
Rookie Driver
 
Messaggi: 24
Iscritto il: 31/07/2018, 14:16

da groovestar » 17/09/2018, 12:09

Sembra la medesima situazione di Montecarlo
Avatar utente
groovestar
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 7487
Iscritto il: 09/03/2004, 0:00

da Jackie_83 » 17/09/2018, 12:24

L'unica é smetterla di inseguire il nuovo Briatore e cercare qualche navigato DS che proviene dal mondo del Motorsport, come a suo tempo lo fu Todt


Inviato dal mio Redmi 5 Plus utilizzando Tapatalk
Immagine
Avatar utente
Jackie_83
Global Moderator
Global Moderator
 
Messaggi: 7122
Iscritto il: 04/07/2005, 23:00
Località: Terra di mezzo

da Powerslide » 17/09/2018, 13:04

bschenker ha scritto: Ce un’altra domanda che mi chiede, perché all’inizio con i serbatoi pieni sembrava, nessuno avesse problemi stare per giri a meno di un secondo dietro il altro.

Al fine vedi Bottas e compagni non erano più possibili, in quel trenino dietro a Hülkenberg che riuscisse a restare con un distacco al quale non veniva la bandiera blu, nessuno era in grado avvicinarsi a poter superare.


All'inizio tutti giravano con tempi superiori al 110% a quello con cui si erano schierati: un tempo che se fatto in qualifica non avrebbe permesso loro la partenza. Una cosa inaccettabile in F1 e data, credo, dalla necessità di preservare le gomme iper.

Alla fine sembra avessero problemi di consumo, di surriscaldamento dei freni e della solita perdita di carico viaggiando in scia.
Altra cosa inaccettabile e di cui sarebbe opportuno discutere in un capitolo apposito.
Avatar utente
Powerslide
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 6363
Iscritto il: 16/01/2007, 0:00

da bschenker » 17/09/2018, 13:29

:clap: :clap: Sembra che con le regole 2019 abbiano risolto questo problema, risparmiare un può meno carburante, poi la lampadina di Archimede la soluzione per gli alettoni.

Davanti qualche elemento in meno, e perché già oggi non sano dove finisce farla ancora più larghe!

Dietro con la scusa della visibilità farla più alti? Se già oggi non la veda (o vogliano) un concorrente direttamente a fianco come vogliano vedere uno dietro quando già ai tempi senza alettone si vedeva in massimo che potrebbe essere qualcuno.

Si parla già che forse il DRS si dovrà tenerla anche oltre il 2022! :doh: :pray: :pray:
.
Avatar utente
bschenker
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 2026
Iscritto il: 06/11/2008, 22:11
Località: Lugano

PrecedenteProssimo

Torna a 2018

cron
  • Messaggi recenti
  • Messaggi senza risposta
  • Chi c’è in linea
  • In totale ci sono 3 utenti connessi :: 0 iscritti, 0 nascosti e 3 ospiti (basato sugli utenti attivi negli ultimi 5 minuti)
  • Record di utenti connessi: 107 registrato il 24/10/2018, 16:41
  • Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti