Il sito di Enrico Benzing

Forum dedicato alla stagione 2015 di F1

da Niki » 27/08/2015, 9:48

Benzing era quello che dava i tempi a Poltrona in epoca remota, e che intervistava ai box e sui podii.
Sono capitato casualmente nel suo sito dove scrive articoli tenici e analisi varie dopo ogni gara.
Ho letto velocemente quello che ha scritto dopo Spa, compresa la lista dei "problemi" della formula 1 secondo Cadringher, altro personaggio che gravita in formula 1 da secoli. Entrambi sono stati tecnici per la fia per cui mi chiedo se al tempo in cui lo erano hanno evidenziato o denunciato magagne che, anche allora, permeava la massima serie.
Benzing grida allo scandalo per il manettino della Mercedes che permetterebbe un surplus di potenza in qualifica, a gomme particolari ecc. ecc.
E' sempre la stessa pappa: conoscono tutti verità più o meno nascoste, però nessuno fà nulla per prendere provvedimenti.
Praticamente sono tutti chiacchieroni.
Qui il sito: http://www.formula1benzing.eu/index.html
Immagine
il riportatore seriale di notizie, l'orgoglione (cit.)
Avatar utente
Niki
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 14661
Iscritto il: 03/02/2004, 0:00

da 330tr » 27/08/2015, 10:12

L'ultima analisi è clamorosa.
La Mercedes sta stravincendo grazie al manettino (magico).
Cosa aspetta la Ferrari a metterlo? Cribbio, tanto ci vuole? Il DT è troppo lento!

Estrapolo un condensato del pensiero.
"..nuova ala posteriore, che gli ignoranti hanno chiamato stolidamente “a cucchiaio”, ma che tecnicamente è definita a diedro"
Vabbè. :roll: Com'era? (...), ma guarda e passa. Dante docet.
Avatar utente
330tr
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 4221
Iscritto il: 22/02/2010, 18:27
Località: Brescia

da Powerslide » 27/08/2015, 11:59

A me che son vecchio sembra starno che non si conoscano a fondo due personaggi come Enrico Benzing e Gabriele Cadringher, tra i più preparati che abbiano mai frequentato il mondo dell'automobilismo.

Benzing può non essere il massimo della simpatia e della semplicità per il suo modo puntiglioso ed arcaico in cui si esprime, ma, credetemi, dice solo cose vere e sacrosante.

A Niki che si chiede se questi personaggi si prestassero a qualche gioco di potere quando erano alla Fia rispondo con questo aneddoto.
Siamo a Monza e Ceccotto & Co. hanno appena fatto strage, come consueto, nell'Europeo Turismo con le imbattibili BMW M3 ufficiali Casa.
Al termine della gara stanno già facendo i bagagli, coppe comprese, quando il delegato tecnico della Fia, Cadringher, non le rilascia dal parco chiuso delle verifiche.
Chiede anzi che venfano segate. Sì, avete capito bene: segate :shock:
Ne vien fuori che gran parte della carrozzeria e tutto il tetto sono prodotti con una lastra di minor spessore di quella adoperata per le vetture di serie, cui invece debbono corrispondere. Squalifica inevitabile e figuraccia assurda per una Casa.

Altri uomini, altro spessore.
Avatar utente
Powerslide
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 6350
Iscritto il: 16/01/2007, 0:00

da sundance76 » 27/08/2015, 12:52

Cadringher è anche quello della famosa squalifica delle Audi ufficiali al rally dell'Acropolis 1981, quando la Casa tedesca trasformò due dei quattro fari anteriori in illegali prese d'aria.

So che è un grande collezionista di storiche vetture da rally rispondenti al regolamento del Gruppo 4 (cioè quelle da assoluto fino al 1982).
"Chi cerca di conoscere il passato capirà sempre meglio degli altri il presente e il futuro, e non soltanto nel nostro piccolo mondo di effimere quanto amate frenesie corsaiole." G. C.

https://www.youtube.com/watch?v=ygd67cDAmDI
Avatar utente
sundance76
Global Moderator
Global Moderator
 
Messaggi: 8361
Iscritto il: 21/05/2006, 23:00
Località: Isola d'Ischia

da Niki » 27/08/2015, 13:27

Power, conosco i due. Non personalmente ma nel '76 erano già sulla scena. Cadringher poi mi sembra che avesse anche un ruolo nella CSAI ma ora non ricordo bene.
Chiaro che preferisco i due personaggi alla marmaglia che c'è ora, in rosso compreso.
Però il mio punto nodale è sempre lo stesso: tu sai che io so, io so che tu sai, ma diciamo e non diciamo.
Chiacchierare è inutile, fare no. Non so se te ne sei reso conto, ma più passa il tempo più vedo sempre più persone, addette ai lavori e non, nell'ambiente e nei vari siti di appassionati e non, arrivare alle conclusione alle quali siamo arrivati noi già da anni. Però chi può, non fà nulla.
Quello che mi ha fatto sorridere della "lista Cadringher" è che i rossi siano rimasti fregati sullo scatto dalla Mercedes perchè erano intenti a litigare sull'avvicendamento dei torinesi con libera e bella.
Però Cadringher ha dimenticato, forse, gli tsunami di minchiate approvati e sottoscritti proprio da Montezemolo stesso, primo tra tutti l'abolizione dei test. A me sembra strano che a quel livello prendi una toppa del genere per colpa delle scaramucce interne. Sono molto più propenso a pensare ad una contropartita di qualsiasi genere.
Per cui va bene accusare le persone (pensa che tutte le nominate da Cadringher e da Banzing stesso le metterei al muro), ma meglio farlo in base a cose reali, tangibili e provabili.
Immagine
il riportatore seriale di notizie, l'orgoglione (cit.)
Avatar utente
Niki
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 14661
Iscritto il: 03/02/2004, 0:00

da 330tr » 27/08/2015, 14:12

I due sono vecchie conoscenze, per chi seguiva le telecronache fino ai '90.
Le cose che vengono dette in generale sono condivisibili.
In parte possono non esserlo (formula consumo, pensieri sulla Ferrari).
In parte sono poste fastidiosamente e a me incomprensibili.
Chi mi spiega che roba è il manettino e perché renderebbe vincente la Mercedes? Io ho sempre pensato si trattasse di un complesso migliore delle altre..
Avatar utente
330tr
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 4221
Iscritto il: 22/02/2010, 18:27
Località: Brescia

da Powerslide » 27/08/2015, 14:28

330tr ha scritto: Chi mi spiega che roba è il manettino e perché renderebbe vincente la Mercedes? Io ho sempre pensato si trattasse di un complesso migliore delle altre..


E' un comando che permette di cambiare la mappatura del motore endotermico, aumentandone la potenza in modo notevole.

Di per sè è perfettamente legale ma, come ipotizza Benzing, questo incremento è a scapito del consumo istantaneo che supererebbe i valori massimi permessi.

Ovvio che la certezza non c'è, la Fia non comunica queste letture, ma è altrettanto ovvio che se un motore in queste condizioni da più cavalli è perchè sta bruciando una quantità maggiore di carburante.

Semmai lo strano è che gli altri motoristi non protestino :geek:
Forse temono che crolli tutto il baraccone 8-) :cry:
Avatar utente
Powerslide
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 6350
Iscritto il: 16/01/2007, 0:00

da 330tr » 27/08/2015, 15:18

In pratica mi si sta dicendo che la Mercedes è dopata e tutto il sistema incancrenito? La F1 come il ciclismo, la Mercedes come Armstrong?
Tesi interessante..ma abbastanza debole, in realtà, mi pare. Può un boost essere determinante nell'ammazzare un campionato? Non dovrebbe il boost eventualmente dare solo piccoli aumenti di performance per brevi periodi, quando invece la mercedes stradomina in qualsiasi condizione? Perché mai non denunciare e verificare un presunto sistema illegale? Tutto il baraccone dipende da un boost? Mi pare un pò una tesi "complottista.."
Avatar utente
330tr
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 4221
Iscritto il: 22/02/2010, 18:27
Località: Brescia

da groovestar » 27/08/2015, 15:30

È una cosa notoria quella del manettino, tanto più che per il 2016 vogliono essere più stringenti sul punto.

Gli altri motoristi sono in debito di cavalli per adottare soluzioni simili.

Pare che la Ferrari tentò la strada prima delle modifiche sul flussometro.
Avatar utente
groovestar
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 7453
Iscritto il: 09/03/2004, 0:00

da Niki » 27/08/2015, 16:50

Che ci sia qualcosa è possibile, c'è sempre stata: minigonne, ventola, benzine speciali, pesi vari, serbatoi supplementari pieni d'acqua, sospensioni che si alzavano e abbassavano a comando, doppi fondi, controlli di trazione, pedali aggiunti, buchi che abbassano le ali, pesi che si spostano e una valanga di altre cose che sono sempre state i segreti di pulcinella.
Però quoto quanto detto da 330. Secondo Benzing il manettino aiuta la qualifica delle Mercedes. Mi può stare bene a Montecarlo. Ma in circuiti dove si supera la pole conta come il 2 di coppe a briscola quando regna bastoni. Un surplus di potenza non è applicabile per la lunghezza di un gran premio. Ancor più per il fatto che vengono mostrati i consumi di carburante di ognuno; a meno che questi siano una balla per riempire il video con informazioni false ed artificiali.
Da metà-fine dello scorso campionato quelli della Mercedes erano andati dicendo che il motore aggiornato di quest'anno, avrebbe avuto una cinquantina di cavalli in più. Per cui la concorrenza era avvertita. Se già sapevano che c'era qualcosa che non quadrava, perchè non alzare un can can già allora?
Nell'articolo di Benzing non ho ben capito anche la storia delle gomme "speciali". L'ho letto velocemente e non interamente per cui dovrei farlo.
Però da quello che scrive, sembra che la Pirelli favorisca la Mercedes fornendo gomme di un certo tipo rispetto a tutti gli altri.
Certo è che alla fine di tutti i discorsi che da qualche anno appaiono sempre più frequentemente, parlo di qui dentro, segno che le cose sono arrivate ad un livello quasi insopportabile, pensando a tutti i problemi apparsi con l'entrata delle case costruttrici nell'ex sport ora spettacolo, si rafforza sempre di più la convinzione che nell'automobilismo "moderno" i più "puri", se si vuole usare questo termine, sono gli inglesi che il vecchio shcerniva tanto: gente come Lotus, Tyrrell, Brabham (anche se non era inglese), Cooper, case come March, BRM, stesso Ligier, e tutta quella miriade di costruttori diretti o indiretti, clienti, singoli che correvano non per vendere auto di serie. L stessa Lotus non credo che abbia mai aumentato le vendite delle proprie auto neanche negli anni nei quali ha vinto i mondiali.
Immagine
il riportatore seriale di notizie, l'orgoglione (cit.)
Avatar utente
Niki
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 14661
Iscritto il: 03/02/2004, 0:00

da groovestar » 27/08/2015, 17:15

Il vantaggio potrebbe essere sfruttato in gara per alcuni giri.
Sul punto gomme la Ferrari sta iniziando a mostrare palese insofferenza a certi favoritismi pro Mercedes Che traggono origine già dal 2013. Per questo auspicano una scelta libera delle mescole e non una imposta che, molto spesso, avvantaggia poco a discapito di molti.

Ora anche i piloti Williams stanno lamentando scarso feeling con le Pirelli che, a SPA, non funzionavano.
Stesso discorso per la force India, veloce ma vittima di crollo immediato.

Ovvio che poi arrivabene si arrabbia con lauda, reo di impiccarsi delle strategie e palesemente a difesa del gommista.

Ulteriore stranezza quella relativa al fatto che in Mercedes avessero informazioni dirette dalla Pirelli opposte a quelle della Ferrari... Se di arrivabene si può dubitare, non lo si può fare di Vettel: se ha accettato il rischio è perché era sicuro della resistenza delle coperture. Comprensibile l'***** se ti scoppia una gomma così come puerile la difesa di una casa che in pubblico dice che era impossibile far durare le gomme, ma che si è guardata bene di avvisare i piloti...

E Vettel è uno storicamente molto legato a Pirelli
Avatar utente
groovestar
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 7453
Iscritto il: 09/03/2004, 0:00

da Niki » 27/08/2015, 17:23

A parte Spa dove un giro è quasi di 2', gli altri gran premi sono di 60.70 giri. Anche se un manettino potrebbe essere usato qualche giro, dovrebbero segnare tempi inferiori di una decina di secondi per poi usufruirne dei vantaggi senza alcun rischio.
Per le Pirelli... la colpa non è loro ma dell'avere un solo fornitore. Siccome è un ambiente fuorilegge in cui l'unica etica è quella del denaro (diciamo come per la normale società), avere un solo fornitore può causare rischi di favoritismi.
Anche con due fornitori potrebbero esserci favoritismi, ci si potrebbe dire. Ognuno potrebbe favorire la sua squadra preferite. Verissimo, ma almeno si avrebbero due case che lottano, non una sopra tutte le altre.
Immagine
il riportatore seriale di notizie, l'orgoglione (cit.)
Avatar utente
Niki
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 14661
Iscritto il: 03/02/2004, 0:00

da groovestar » 27/08/2015, 17:26

Infatti la monogomma è una porcata. Soprattutto se sono imposte le mescole.
Discorso vecchio e noto.
Avatar utente
groovestar
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 7453
Iscritto il: 09/03/2004, 0:00

da 330tr » 13/09/2015, 18:31

Devo essere sincero. Ho trovato la prosa di Benzing irritante e il contenuto discutibile. Ma sul contenuto probabilmente ero io in errore. Riporto qui un articolo per F1passion, che mi pare d'aver scritto io da quanto è aderente al mio pensiero.

No al GP d’Italia per il bene della F1
Enrico Benzing
13 settembre 2015 – E’ solo l’ennesimo segnale di come venga gestita la Formula 1: Bernie Ecclestone ha pensato bene di impartire precise direttive ai piloti dopo le polemiche e le crtiche seguite alle esplosioni degli pneumatici in Belgio.

I conduttori, secondo il patron della Fom, del problema pneumatici non possono parlarne in pubblico, devono cucirsi la lingua, devono tapparsi la bocca. Possono confrontarsi riservatamente nell’ambito del proprio team o direttamente con i tecnici della Pirelli, con nessun altro. Questo atteggiamento assume i connotati di un regime che ben si allinea con l’attività dei commissari della Federazione impegnati a Monza ad indagare – senza fortuna – sulla pressione degli pneumatici, consapevoli della mancanza di precise regole in materia. Dopo oltre 60 anni anni trascorsi nel mondo delle competzioni e in Formula 1, ne ho viste di tutti i colori, ma sono sbalordito dalla sconcertante deriva con cui vengono gestite le corse, i rapporti con le squadre, interpretate regole e “consigli”.

Nelle ultime gare del campionato, ho potuto constatare un graduale aumento delle prestazioni, nel Gran Premio del Belgio e in particolare in quello d’Italia. Immagino un finale di stagione scandito da un ulteriore crescendo: merito dei “gettoni” di aggiornamento delle power unit? Non penso, perchè i “gettoni” sono finiti, esauriti. Credo invece che questi potenti cavalli crescano vigorosi grazie a un maggiore nutrimento: si vede che mangiano bene, più di prima. In qualifica non ci sono limitazioni sulla pressione del turbocompressore che può essere variata a piacimento con l’intento di incrementare la potenza, orientamento questo che avrebbe trovato la condivisione delle squadre. Aumentare la potenza – nella condizione attuale – significa però aumentare l’energia disponibile che potrebbe cozzare con il limite imposto dal regolamento per quanto concerne i consumi.
Mancano sette gare alla conclusione del campionato. Gli sforzi maggiori di tutta la Formula 1 vogliono garantire un livello accettabile di spettacolo, cercando di mantenere aperta l’assegnazione del mondiale il più a lungo possibile, se non altro per non mortificare gli spettatori e i telespettatori degli ultimi appuntamenti in calendario. Ecco che la riduzione del distacco in qualifica tra Mercedes e Ferrari è il segnale che qualche cosa è cambiato, come ha confermato la griglia di partenza di Monza, evidenziando un considerevole quanto inaspettato avvicinamento tra le vetture della prima e della seconda fila. La potenza necessaria per diminuire il gap potrebbe derivare da un “particolare” utilizzo del turbocompressore: “le dosi” per l’alimentazione dei cavalli vengono ancora controllate nelle qualifiche? Se un giorno commissari e team volessero veramente decidere di innalzare le potenze – facendo contento anche Ecclestone – dovrebbero cancellare una precisa norma sui consumi di carburante: perchè non farlo subito?
Si potrebbe supporre l’esistenza di un accordo tacito tra tutti gli attori, nessuno escluso, per cui – per non sopire l’interesse al termine di una stagione dall’esito ampiamente previsto – il sabato la regola dei consumi verrebbe ignorata? La riflessione mi fa sorgere un nuovo quesito: perchè da tempo le squadre hanno dimenticato o ignorato lo strumento del reclamo? Nessuno protesta più, almeno pubblicamente o attraverso atti formali. Esisterebbe anche in questo caso un accordo per cui tutti si sarebbero impegnati a tapparsi sempre e comunque la bocca davanti a qualsiasi controversia, rinunciando a priori a un esposto da sottoporre al giudizio dei commissari? Probabilmente sono tutti soddisfatti e felici per un campionato che non evidenzia problemi di sorta o non necessita di chiarimenti, almeno per il pubblico che paga un biglietto o un abbonamento alla televisione.
La Francia che ha inventato il Grand Prix, da tempo non ospita più un Gran Premio. La Germania – patria di nomi e marchi leggendari nella storia delle competizioni – ha cancellato la gara di Formula 1 al Nurburgring, rimandando al mittente le pretese economiche avanzate dal signor Ecclestone. Monza invece è in cerca disperatamente dei fondi necessari – a parole, senza il sostegno dello Stato… – per soddisfare le richieste, sempre più elevate, della Fom. Per il bene della Formula 1, Monza, insieme ai maggiori circuiti europei, dovrebbe approfittare dell’opportunità, rinunciando ad ospitare il Gran Premio d’Italia – evitando di rimanere strangolata da budget sempre più insostenibili dalle sole finanze pubbliche – per iniziare a scardinare il disegno ordito tra Fom, televisioni e grandi costruttori che per cento anni hanno condannato questa formula confusa a una condizione sempre più asfittica.


90 minuti di applausi.
Fonte http://www.formulapassion.it/2015/09/no-al-gp-ditalia-per-il-bene-della-f1/
Avatar utente
330tr
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 4221
Iscritto il: 22/02/2010, 18:27
Località: Brescia

da Niki » 13/09/2015, 19:32

Condivido e sottoscrivo col sangue.
Com'è quel detto del dito e della luna, o un altro ora non ricordo, quello che si usa per dire "sposta l'attenzione dal problema vero".
Immagine
il riportatore seriale di notizie, l'orgoglione (cit.)
Avatar utente
Niki
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 14661
Iscritto il: 03/02/2004, 0:00


Torna a 2015

  • Messaggi recenti
  • Messaggi senza risposta
  • Chi c’è in linea
  • In totale c’è 1 utente connesso :: 0 iscritti, 0 nascosti e 1 ospite (basato sugli utenti attivi negli ultimi 5 minuti)
  • Record di utenti connessi: 107 registrato il 24/10/2018, 16:41
  • Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite