[16] GP Russia - Sochi

Forum dedicato alla stagione 2014

da bschenker » 13/10/2014, 14:05

Non sarano ancora dei comunisti?

Non puo essere visto che Putin e (quasi) amico di cuore di un noto proprietario di un club di calcio, che i comunisti proprio non suporta!

.
Avatar utente
bschenker
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 2030
Iscritto il: 06/11/2008, 22:11
Località: Lugano

da Niki » 13/10/2014, 15:30

Era un altro bast*rdo russo come lui, non ricordo se un ministro o qualche politico di Sochi. Era in sovraimpressione durante lo streaming.
Ha fatto bene Hamilton, non ci avevo fatto caso.
Hai ragione Beat, tra mafiosi ci si intende.
E dico per esperienza personale, saputo da una persona per cui abbiamo fatto dei lavori, che il mafioso russo ha comperato non so quanti acri intorno Mosca per fare Mosca 2.
Vi ricorda qualcuno?
Personalmente, se la Russia venisse cancellata dalle mappe geografiche, troverei modo di brindare a champagne.
Salvo le megapassere che ci vivono, ovviamente 8-)
Immagine
il riportatore seriale di notizie, l'orgoglione (cit.)
Avatar utente
Niki
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 14661
Iscritto il: 03/02/2004, 0:00

da Baldi » 13/10/2014, 16:35

Torniami al Gp e ai fatti sportivi.

Con calma rileggerò i post e taglierò se è il caso.
Avatar utente
Baldi
Administrator
Administrator
 
Messaggi: 10492
Iscritto il: 10/01/2004, 0:00

da jerry64 » 13/10/2014, 16:52

Non mi diverte affatto la diatriba Raikkonen "bollito" o "non bollito", con tutto il rispetto che ho dell'opinione di Power come di quella degli altri amici forumisti.

Ci sono piloti che anche se gli dai un catorcio, ci danno l'anima per stare incollati ai migliori, e sanno compensare alle carenze del mezzo anche a rischio di commettere errori clamorosi e a volte ridicoli: cosi' e' Alonso, come lo era Schumy, Senna, Mansell o Villeneuve. Dei grandissimi, ad opinione di tutti.

Ce ne sono altri - ugualmente veloci, coraggiosi e professionisti - che non hanno queste doti miracolose, o le perdono per strada tanto piu' la tecnologia rende complicato e innaturale il modo di guidare le auto, plafonandosi irrimediabilmente nelle prestazioni se la macchina "non va": vedi Raikkonen, certo, ma vedi anche Vettel, Button, Hakkinen, Prost, Piquet, Sheckter, Lauda...

E' solo una questione di DNA, o di "sangue", o carattere (chiamatelo come volete), ma la storia delle corse e' pervasa di questa dicotomia, che conta fuoriclasse dall'una e dall'altra parte.

Io ho fiducia nella professionalita' di Kimi, mi e' piaciuto un sacco come ha fatto grande la Lotus al suo rientro nel 2012, e non pretendero' mai che faccia l'iraddiddio al volante anche se guida per la Ferrari: solo che guidi sempre almeno con la testa, se proprio il cuore ce l'ha di ghiaccio.
Avatar utente
jerry64
Formula 1
Formula 1
 
Messaggi: 1491
Iscritto il: 26/08/2008, 12:37

da Niki » 13/10/2014, 17:06

Per me Raikkonen è e sempre rimarrà un punto interrogativo.
Credo che il momento in cui fosse più in palla e carico veramente, è stato nel... 2004? Quando era in ballo per il titolo mondiale anche se la Mc era inferiore. Quando scivolò sull'olio in Francia insomma.
Se dovessi usare una parola per definirlo, quella che per me calzerebbe a pennello è "inerte". Guadagna milioni, guida come guidano in tanti e stop.
E' satollo con un titolo vinto per meriti propri, ma sopratutto per lo scannamento tra i due in Mc, altrimenti Alonso o Hamilton conterebbero sicuramente un titolo in più in bacheca.
Immagine
il riportatore seriale di notizie, l'orgoglione (cit.)
Avatar utente
Niki
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 14661
Iscritto il: 03/02/2004, 0:00

da Niki » 13/10/2014, 17:11

Greyeyes 1989 ha scritto:Ti dico solo che in questo WE abbiamo corso con il Formula 4 ad Imola e ci siamo ***** a bestia perchè in prova e in qualifica davano la rossa anche solo se un'auto si insabbiava ******* i giri buoni degli altri che magari erano più avanti del punto dove sucedeva il fatto (e le F4 a fare un giro ad Imola ci mettono nel migliore dei casi 1 minuto e 46) lo stesso hanno fatto con la gara del F3 Europeo dopo di noi.

P.S. tutti parlano di Verstappen e ieri ha fatto 2 grandi gare ma nessuno dice che il campionato F.3 Europeo l'hanno vinto una squadra italiana (Prema) e un'altro ragazzo bello tosto (Ocon)


Grey, senza temere di passare per saputone ti dico che la gestione delle gare è in mano a perfetti inetti. Punto.
Non hanno tempo di inserire sulle "auto" un congegno che permetta alla direzione gara di limitare la velocità esternamente a pilota e squadra? Usino il limitatore per la corsia box in presenza di bandiere gialle.
Quello possono controllarlo se è attivo o no. Un pilota bara e non lo attiva, o lo attiva in ritardo e così via? Lo sbattono fuori dalla gara subito, senza aspettare soste, ridicole aggiunte al tempo finale eccetera.
Immagina una cosa del genere in un circuito come Monaco o altri in cui il rischio di uscite sia ad ogni giro. Un gran premio durerebbe una settimana.
Immagine
il riportatore seriale di notizie, l'orgoglione (cit.)
Avatar utente
Niki
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 14661
Iscritto il: 03/02/2004, 0:00

da Jackie_83 » 13/10/2014, 17:56

Non penso che Raikkonen sia da buttare, ma che piuttosto abbia la "sindrome di Button"...

Se ha una macchina veloce trova gli stimoli e va come una palla da cannone, se la macchina è un bidone si siede e buonanotte a tutti, ci si rivede l'anno prossimo

E quest'anno purtroppo la ferrari è un catorcio apocalittico :evil:
Avatar utente
Jackie_83
Global Moderator
Global Moderator
 
Messaggi: 7144
Iscritto il: 04/07/2005, 23:00
Località: Terra di mezzo

da bschenker » 13/10/2014, 20:20

Raikkonen ha perso in confronto a Alonso durante la partenza.

Non ho trovato tutti i dettaglio pero e chiaro che dopo la partenza dove si aspettava Raikkonen si trovava Alonso. Del mio punto di vista Alonso ha tagliato la strada a Raikkonen al qualle restava nient altro che passare al altro lato. Questi manovre e brutti partenza di Riccardo e Kyvat, hanno permessa ai vari Red Bull di mescolare di mezzo e condizionare la posizione di Raikkonen.

Poi, quardando i tempi al giro, condizionato se solo o in gruppo, ha fatto per tutta la corsa i tempi di Alonso. E come Alonso non e riuscito quadagnare posti anche Raikkonen si trovava nella stessa situazione.

Il Ferrari non aveva il potenziale a quadagnare terreno in confronto a Red Bull o Toro Rosso pero allmeno il potenziale a stare d'avanti.

.
Avatar utente
bschenker
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 2030
Iscritto il: 06/11/2008, 22:11
Località: Lugano

da Powerslide » 13/10/2014, 23:37

jerry64 ha scritto:Non mi diverte affatto la diatriba Raikkonen "bollito" o "non bollito", con tutto il rispetto che ho dell'opinione di Power come di quella degli altri amici forumisti.


Vedi jerry quello che preoccupa è il fatto che le due più grandi delusioni di questa stagione siano stati Seb e Kimi e penso che anche tu converrai su questo.

In pochi, compreso il sottoscritto, pensavano che Vettel sarebbe stato battuto da Ricciardo che, è bene ricordarsene, non è che avesse fatto cose particolari la stagione precedende rispetto al compagno di squadra.

Al contrario molti pensavano che per Alonso si prospettasse infine un confronto con un compagno più consistente di Massa. Disastro totale per Iceman anche al netto delle mille giustificazioni che gli si vogliono dare.

Quindi o i due hanno trovato sulla loro strada dei marziani o, più probabile, non stanno attraversando il loro miglior momento. Sperando che questo sia passeggero e che ambedue ritrovino l'antico smalto, un ferrarista dovrebbe esser preoccupato dall'averli contemporaneamente in squadra.

Se poi dovessero avere prestazioni equivalenti rimarrà sempre il dubbio di quanto, nel bene o nel male, valga la Rossa 2015

Almeno però a Maranello si respirerà una bella atmosfera visto che i due sono veramente amici. Speriamo sia sufficiente.
Avatar utente
Powerslide
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 6379
Iscritto il: 16/01/2007, 0:00

da sundance76 » 14/10/2014, 7:50

Però è anche strano che Raikkonen sembrasse già bollito nel 2009, cinque anni fa, mentre poi, dopo il biennio rallystico, nelle due stagioni in Renault-Lotus fu un dei piloti più costanti, rimanendo anche a lungo in lotta per il vertice della classifica. Tornato in Ferrari, sembra di nuovo abulico e "cotto". Abbastanza indecifrabile...
"Chi cerca di conoscere il passato capirà sempre meglio degli altri il presente e il futuro, e non soltanto nel nostro piccolo mondo di effimere quanto amate frenesie corsaiole." G. C.

https://www.youtube.com/watch?v=ygd67cDAmDI
Avatar utente
sundance76
Global Moderator
Global Moderator
 
Messaggi: 8408
Iscritto il: 21/05/2006, 23:00
Località: Isola d'Ischia

da groovestar » 14/10/2014, 8:31

Raikkonen non ha fatto nulla di diverso di quanto mostrò nel 2008/09.
Non penso abbia disimparato a guidare, quanto piuttosto abbia dei limiti di motivazione. Nella prima parte della stagione ci provava e spesso ha perso per la voglia di strafare. Probabilmente ha pensato che, forse, non vale la pena di rischiare per un quinto posto.

Su Vettel starei più cauto, visto che non sappiamo con certezza in che condizioni ha corso,dato che sembrava colpito dalla sindrome si Webber e, molto spesso, si trovava a fare i conti con strategie eccentriche. Eppure qualcuno a inizio anno ne esaltava la grandezza quando andava a podio dopo un inverno tribolato. Ricciardo è fenomenale secondo me, però andrei a rivedere le tattiche di gara dei gp di Canada e Ungheria e le confronterei con quelle di Vettel.
Avatar utente
groovestar
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 7519
Iscritto il: 09/03/2004, 0:00

da Aviatore » 14/10/2014, 10:30

Considero le annate di Vettel e Raikkonen molto diverse tra loro.
Seb ha perso il confronto con Ricciardo ma ha fatto delle gare di pura rabbia agonistica, Barcellona su tutte ma anche le "sportellate" con Alo ad Hockenheim (mi pare) furono da sbavo.
E non solo il confronto in qualifica con Daniel (pilota eccezionale ed ottima attitudine, non gli si può che volere bene) l'ha vinto, ma se l'è pure messo dietro più di una volta e spesso di recente (Singapore/Suzuka) in gara. Senza dimenticare che ad Abu Dhabi 2010 di presentò terzo in classifica essendo stato dietro a Webber nei punti per tutto l'anno. Poi arrivarono le Pirelli (e lui fu l'unico a farsi il mazzo come Dio comanda per capirle a dovere andando due volte in fabbrica prima della stagione 2011), gli scarichi soffianti, l'assetto picchiato e tutto il resto quindi Poker di titoli. Ma nonostante questo 2014 parliamo di un pilota agonisticamente rabbioso come si confà ad un combattente vero.
Diverso il discorso per Kimi: da manico "vecchia maniera" quale è mi pare palese che la sua finestra di utilizzo ottimale di una vettura è davvero minima e con questa F14T è stata davvero infinitesimale.
E che senza un anteriore preciso come una lama in inserimento fa la figura del dopolavorista anziché di un Campione del Mondo.
Ma vivaddio della rabbia agonistica vista addosso a Seb zero assoluto.
Penso che la prossima Ferrari sarà a tutti gli effetti quella che sarebbe stata la E22 di Allison fosse rimasto in Lotus. Quindi niente pull là davanti e tutto il resto.
Staremo a vedere, di sicuro Alo è il peggiore in giro con cui confrontarsi quando c'è a disposizione un cancello di auto perché riesce comunque a cavarne sangue seppure sia una rapa.
Avatar utente
Aviatore
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 6434
Iscritto il: 23/09/2005, 23:00
Località: Ferrara (residenza) Vicenza (sede lavoro) Estero (trasferte)

da Aviatore » 14/10/2014, 10:59

"A Sochi il pilota ferrarista sarebbe arrivato alla misura colma e per la prima volta avrebbe avuto un chiarimento piuttosto "duro" con Marco Mattiacci: Kimi per la prima volta avrebbe alzato i toni della voce per mettere in chiaro che si sta impegnando al 110% delle sue capacità,
che non è affatto un pilota bollito ma che da questa macchina non
riesce a trarre fuori il meglio perché c'è qualcosa che non funziona a
dovere. Ha vuotato il sacco con franchezza con il team principal e i
vertici del team. Con fermezza e senza le parole offensive usate da
Alonso in Giappone.

Il rimbrotto del finlandese è stato letto in modo... positivo all'interno della squadra del Cavallino e c'è da scommettere che ad Austin, nel Gp degli Usa, Raikkonen potrà contare su un telaio diverso da quello usato fino ad ora per fugare tutti i dubbi di Kimi. Forse il letargo è finito: inizia il nuovo corso ferrarista con la presidenza di Sergio Marchionne e sta per arrivare Sebastian Vettel"


FRANCO NUGNES
Avatar utente
Aviatore
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 6434
Iscritto il: 23/09/2005, 23:00
Località: Ferrara (residenza) Vicenza (sede lavoro) Estero (trasferte)

da Aviatore » 14/10/2014, 11:01

Aviatore ha scritto:"A Sochi il pilota ferrarista sarebbe arrivato alla misura colma e per la prima volta avrebbe avuto un chiarimento piuttosto "duro" con Marco Mattiacci: Kimi per la prima volta avrebbe alzato i toni della voce per mettere in chiaro che si sta impegnando al 110% delle sue capacità,
che non è affatto un pilota bollito ma che da questa macchina non
riesce a trarre fuori il meglio perché c'è qualcosa che non funziona a
dovere. Ha vuotato il sacco con franchezza con il team principal e i
vertici del team. Con fermezza e senza le parole offensive usate da
Alonso in Giappone.

Il rimbrotto del finlandese è stato letto in modo... positivo all'interno della squadra del Cavallino e c'è da scommettere che ad Austin, nel Gp degli Usa, Raikkonen potrà contare su un telaio diverso da quello usato fino ad ora per fugare tutti i dubbi di Kimi. Forse il letargo è finito: inizia il nuovo corso ferrarista con la presidenza di Sergio Marchionne e sta per arrivare Sebastian Vettel"


FRANCO NUGNES


p.s.
si vocifera che ad Austin sulla F14T di Kimi possa esserci la push rod all'anteriore
Avatar utente
Aviatore
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 6434
Iscritto il: 23/09/2005, 23:00
Località: Ferrara (residenza) Vicenza (sede lavoro) Estero (trasferte)

da jerry64 » 14/10/2014, 13:17

Aviatore ha scritto:"A Sochi il pilota ferrarista sarebbe arrivato alla misura colma e per la prima volta avrebbe avuto un chiarimento piuttosto "duro" con Marco Mattiacci: Kimi per la prima volta avrebbe alzato i toni della voce per mettere in chiaro che si sta impegnando al 110% delle sue capacità,
che non è affatto un pilota bollito ma che da questa macchina non
riesce a trarre fuori il meglio perché c'è qualcosa che non funziona a
dovere. Ha vuotato il sacco con franchezza con il team principal e i
vertici del team. Con fermezza e senza le parole offensive usate da
Alonso in Giappone
.

Il rimbrotto del finlandese è stato letto in modo... positivo all'interno della squadra del Cavallino e c'è da scommettere che ad Austin, nel Gp degli Usa, Raikkonen potrà contare su un telaio diverso da quello usato fino ad ora per fugare tutti i dubbi di Kimi. Forse il letargo è finito: inizia il nuovo corso ferrarista con la presidenza di Sergio Marchionne e sta per arrivare Sebastian Vettel"


FRANCO NUGNES


Della serie: saper "lavare i panni in famiglia" e' per uno sportivo una dote premiante quanto lo puo' essere la sua bravura, e non "un optional".
Ultima modifica di jerry64 il 14/10/2014, 14:54, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
jerry64
Formula 1
Formula 1
 
Messaggi: 1491
Iscritto il: 26/08/2008, 12:37

PrecedenteProssimo

Torna a 2014

cron
  • Messaggi recenti
  • Messaggi senza risposta
  • Chi c’è in linea
  • In totale ci sono 2 utenti connessi :: 1 iscritto, 0 nascosti e 1 ospite (basato sugli utenti attivi negli ultimi 5 minuti)
  • Record di utenti connessi: 107 registrato il 24/10/2018, 16:41
  • Visitano il forum: Google [Bot] e 1 ospite