Ferrari F14 T

Forum dedicato alla stagione 2014

da Aviatore » 15/04/2014, 20:18

330tr ha scritto:Carissimo Niki, su questo, sbaglierò, ma non sono d'accordo.
Se avesse campato di rendita a quest'ora avremmo la riedizione dell'agghiacciante 348, la Testarossa 2014 ecc. Mi sembra che come vetture GT abbia sfornato capolavori assoluti, e questo non è vivere di rendita...avesse continuato la china dei primi anni '90 a questo punto avrebbe chiuso battenti. Tutto il corollario di parchi gioco, orologi, cappellini e cianfrusaglie varie è puro marketing, e a quanto pare, funziona egregiamente visti i fatturati record.
L'orrore è la gestione della squadra dal 2008 ad oggi. Ribadisco, NON i progetti e le auto, molto spesso vincenti, ma l'organizzazione della squadra. Si sono viste cose pazzesche, fuori dal mondo..


Il punto, temo, e' che all'inizio dell'era Schumacher in Ferrari le vittorie nei mondiali in F1 erano funzionali alla riaffermazione del marchio nel mondo che arrivava da modelli stradali non propriamente di successo. Ora invece che siamo quasi a 20 anni di successi commerciali delle vetture stradali le vittorie nei mondiali in F1 non sono piu' funzionali alla cosa ma invece un po' fine a loro stessi al che gli investimenti in tal senso sono volutamente limitati
Avatar utente
Aviatore
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 6434
Iscritto il: 23/09/2005, 23:00
Località: Ferrara (residenza) Vicenza (sede lavoro) Estero (trasferte)

da Niki » 15/04/2014, 20:26

Beh 330, a me la Testarossa piaceva ed anche parecchio.
Il fatto è che quelle auto sono istantaneamente riconoscibili, a parte, forse, la Gto che è la diretta derivazione delle varie 208, 308, ecc. ecc.
Ora? Francamente io non le riconoscerei quasi l'una dall'altra. Sono tutte plafonate. Per quanto riguarda essere capolavori assoluti... boh.
Penso che l'ultima degna di nota sia la Enzo.
Ma sul resto stenderei un velo pietoso.
E comunque dovessero darmi dieci Enzo, le permuterei tutte e subito, a perdere, con la F40.
Immagine
il riportatore seriale di notizie, l'orgoglione (cit.)
Avatar utente
Niki
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 14661
Iscritto il: 03/02/2004, 0:00

da 330tr » 16/04/2014, 9:02

Niki ha scritto:Beh 330, a me la Testarossa piaceva ed anche parecchio.
Il fatto è che quelle auto sono istantaneamente riconoscibili, a parte, forse, la Gto che è la diretta derivazione delle varie 208, 308, ecc. ecc.
Ora? Francamente io non le riconoscerei quasi l'una dall'altra. Sono tutte plafonate. Per quanto riguarda essere capolavori assoluti... boh.
Penso che l'ultima degna di nota sia la Enzo.
Ma sul resto stenderei un velo pietoso.
E comunque dovessero darmi dieci Enzo, le permuterei tutte e subito, a perdere, con la F40.


Quoto tutto! Idem per me (a parte forse la California, la 458 e l'innominabile ma splendiderrima Laferrari..). Ma ho paura che il problema sia solo MIO (nostro? l'età...). I ragazzini di oggi si ricorderanno queste schifando l'arcaica e vetusta 308, temo..
Avatar utente
330tr
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 4262
Iscritto il: 22/02/2010, 18:27
Località: Brescia

da 330tr » 16/04/2014, 9:11

Aviatore ha scritto:Il punto, temo, e' che all'inizio dell'era Schumacher in Ferrari le vittorie nei mondiali in F1 erano funzionali alla riaffermazione del marchio nel mondo che arrivava da modelli stradali non propriamente di successo. Ora invece che siamo quasi a 20 anni di successi commerciali delle vetture stradali le vittorie nei mondiali in F1 non sono piu' funzionali alla cosa ma invece un po' fine a loro stessi al che gli investimenti in tal senso sono volutamente limitati


Verissimo, le corse erano ben più di oggi fondamentali per pubblicizzare il marchio, così come è sempre stato dalla nascita della Ferrari. Oggi il "brand" cammina con le sue gambe, e forse si sono diminuiti i fondi destinati alle corse (mi ricordo che L.C.d.M parlava di un -20% rispetto all'era Schumacher); tuttavia non credo che la cattiva gestione del reparto corse c'entri con l'abbassamento del budget, forse compensato dalle banche straniere..vetture vincenti ci sono state comunque!! Si è sfiorato il mondiale in più occasioni (e perso sempre MALE), ciò vuol dire che i mezzi sufficienti c'erano. E' mancato l'uomo di punta a istruire e far confluire i mezzi per sviluppi, a ordinare ai piloti di fare il loro mestiere, a irregimentare la truppa a lavorare compatta e ordinatamente ecc.. Credo in fin dei conti che sia mancato un vero leader.
Avatar utente
330tr
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 4262
Iscritto il: 22/02/2010, 18:27
Località: Brescia

da Aviatore » 16/04/2014, 10:37

330tr ha scritto:Credo in fin dei conti che sia mancato un vero leader.


BINGO
In ogni insuccesso l'errore sta sempre ed innanzitutto a monte.
A fine 2007 con tipo 14 presidenze da seguire contemporaneamente e Todt accompagnato alla porta da Marchionne (ando' cosi' e la cosa comincio' durante il GP di gara a Budapest dello stesso anno) LCDM decide di dar la baracca in mano a Domenicali, il quale mi perdonerete ma per 7 anni ha avuto l'aria di uno che doveva telefonargli pure per avere il permesso di andare in bagno.
La cosa e' un bel casino gia' di suo, mettici poi che quello che devi chiamare e' ormai un assenteista cronico e te lo ritrovi a maledire il ban dei test dopo averlo firmato allegramente avendo il potere di veto in tasca (sic) e due circuiti di proprieta' (sic parte seconda).
Non me ne vorrete se vi dico che Domenicali ha pure l'aria di uno che quando LCDM firmo' un suicidio del genere l'ha pure applaudito. Quando invece Todt si sarebbe messo di traverso pur di fare altrimenti.
Altro "mistero della fede" il perche' non abbiano dato il posto di Team Principal a Ross Brawn che lo chiese nel 2006 e per tutta risposta gli fu mostrata l'uscita tant'e' che si fece il 2007 in modalita' gardening leave.
Non che lo creda un Messia ma caxxo con Domenicali non c'era nemmeno da paragonarlo.
Avatar utente
Aviatore
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 6434
Iscritto il: 23/09/2005, 23:00
Località: Ferrara (residenza) Vicenza (sede lavoro) Estero (trasferte)

da Baldi » 16/04/2014, 11:37

Aviatore ha scritto:
330tr ha scritto:Credo in fin dei conti che sia mancato un vero leader.


BINGO
In ogni insuccesso l'errore sta sempre ed innanzitutto a monte.
A fine 2007 con tipo 14 presidenze da seguire contemporaneamente e Todt accompagnato alla porta da Marchionne (ando' cosi' e la cosa comincio' durante il GP di gara a Budapest dello stesso anno) LCDM decide di dar la baracca in mano a Domenicali, il quale mi perdonerete ma per 7 anni ha avuto l'aria di uno che doveva telefonargli pure per avere il permesso di andare in bagno.
La cosa e' un bel casino gia' di suo, mettici poi che quello che devi chiamare e' ormai un assenteista cronico e te lo ritrovi a maledire il ban dei test dopo averlo firmato allegramente avendo il potere di veto in tasca (sic) e due circuiti di proprieta' (sic parte seconda).
Non me ne vorrete se vi dico che Domenicali ha pure l'aria di uno che quando LCDM firmo' un suicidio del genere l'ha pure applaudito. Quando invece Todt si sarebbe messo di traverso pur di fare altrimenti.
Altro "mistero della fede" il perche' non abbiano dato il posto di Team Principal a Ross Brawn che lo chiese nel 2006 e per tutta risposta gli fu mostrata l'uscita tant'e' che si fece il 2007 in modalita' gardening leave.
Non che lo creda un Messia ma caxxo con Domenicali non c'era nemmeno da paragonarlo.


A me viene solo un motivo.

Si voleva un Yes Man e l'avevano in casa.

Brawn non lo sarebbe mai stato.
Avatar utente
Baldi
Administrator
Administrator
 
Messaggi: 10516
Iscritto il: 10/01/2004, 0:00

da Powerslide » 16/04/2014, 11:55

Non sono d'accordo che il prodotto Ferrari nel 1991 si vendesse da sè. In listino pochi modelli che, se visivamente potessero piacere o meno è una questione soggettiva, dal lato tecnico erano pessimi. Motore a parte ovviamente.
I telai erano concettualmente sbagliati e la tenuta ben sotto il minimo sindacale.
Montezemolo è riuscito ad invertire completamente l'andazzo ed oggi una Ferrari, possa piacere o meno la linea, è un vero concentrato di tecnologia.
Anche la fabbrica è stata meravigliosamente ristrutturata ed è diventato un modello mondiale come qualità di vita del posto di lavoro.
Non mi sembra assolutamente poco.

Non altrettanto bene si può dire della conduzione della Ges post Schumi, ma dopo una grande abbuffata un rallentamento è fisiologico.
Comunque vedo Luca come un elemento indispensabile di continuità post Drake e sarebbe sciocco auspicarne una fuoriuscita da Maranello.

Timeo Marchionne sed dona ferentes :mrgreen:
Avatar utente
Powerslide
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 6394
Iscritto il: 16/01/2007, 0:00

da Aviatore » 16/04/2014, 13:31

Powerslide ha scritto:Non sono d'accordo che il prodotto Ferrari nel 1991 si vendesse da sè. In listino pochi modelli che, se visivamente potessero piacere o meno è una questione soggettiva, dal lato tecnico erano pessimi. Motore a parte ovviamente.
I telai erano concettualmente sbagliati e la tenuta ben sotto il minimo sindacale.
Montezemolo è riuscito ad invertire completamente l'andazzo ed oggi una Ferrari, possa piacere o meno la linea, è un vero concentrato di tecnologia.
Anche la fabbrica è stata meravigliosamente ristrutturata ed è diventato un modello mondiale come qualità di vita del posto di lavoro.
Non mi sembra assolutamente poco.

Non altrettanto bene si può dire della conduzione della Ges post Schumi, ma dopo una grande abbuffata un rallentamento è fisiologico.
Comunque vedo Luca come un elemento indispensabile di continuità post Drake e sarebbe sciocco auspicarne una fuoriuscita da Maranello.

Timeo Marchionne sed dona ferentes :mrgreen:


LCDM o resta delegando come quando c'era Todt (quindi serve prima "pescare" uno cosi', Mattiacci e' stato presentato dal suddetto LCDM alla GES come "uno che sappia gestire 700 persone non un uomo muretto") o e' meglio che levi le tende perche' ad occhio e croce una squadra corse di F1 non si puo' gestire per corrispondenza. Preferirei restasse delegando massicciamente a qualcuno di meritevole. Ciao
Avatar utente
Aviatore
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 6434
Iscritto il: 23/09/2005, 23:00
Località: Ferrara (residenza) Vicenza (sede lavoro) Estero (trasferte)

da 330tr » 16/04/2014, 13:39

Aviatore ha scritto:
Powerslide ha scritto:Non sono d'accordo che il prodotto Ferrari nel 1991 si vendesse da sè. In listino pochi modelli che, se visivamente potessero piacere o meno è una questione soggettiva, dal lato tecnico erano pessimi. Motore a parte ovviamente.
I telai erano concettualmente sbagliati e la tenuta ben sotto il minimo sindacale.
Montezemolo è riuscito ad invertire completamente l'andazzo ed oggi una Ferrari, possa piacere o meno la linea, è un vero concentrato di tecnologia.
Anche la fabbrica è stata meravigliosamente ristrutturata ed è diventato un modello mondiale come qualità di vita del posto di lavoro.
Non mi sembra assolutamente poco.

Non altrettanto bene si può dire della conduzione della Ges post Schumi, ma dopo una grande abbuffata un rallentamento è fisiologico.
Comunque vedo Luca come un elemento indispensabile di continuità post Drake e sarebbe sciocco auspicarne una fuoriuscita da Maranello.

Timeo Marchionne sed dona ferentes :mrgreen:


LCDM o resta delegando come quando c'era Todt (quindi serve prima "pescare" uno cosi', Mattiacci e' stato presentato dal suddetto LCDM alla GES come "uno che sappia gestire 700 persone non un uomo muretto") o e' meglio che levi le tende perche' ad occhio e croce una squadra corse di F1 non si puo' gestire per corrispondenza. Preferirei restasse delegando massicciamente a qualcuno di meritevole. Ciao


Perchè mai LucaCorderodiMontezemolo dovrebbe andarsene? Non capisco il motivo. La Ferrari è in utile, in salute, il marchio più forte del mondo. Se si pensa al 1991 mi vengono i brividi...
In tutto ciò la gestione della parte sportiva deve essere profondamente rivista, tutto qui. Ma sparare su chi ha ha fatto rinascere Maranello sarebbe da scriteriati. Indipendentemente dalla simpatia o meno che l'uomo possa generare.
Avatar utente
330tr
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 4262
Iscritto il: 22/02/2010, 18:27
Località: Brescia

da Aviatore » 16/04/2014, 13:45

330tr ha scritto:
Aviatore ha scritto:
Powerslide ha scritto:Non sono d'accordo che il prodotto Ferrari nel 1991 si vendesse da sè. In listino pochi modelli che, se visivamente potessero piacere o meno è una questione soggettiva, dal lato tecnico erano pessimi. Motore a parte ovviamente.
I telai erano concettualmente sbagliati e la tenuta ben sotto il minimo sindacale.
Montezemolo è riuscito ad invertire completamente l'andazzo ed oggi una Ferrari, possa piacere o meno la linea, è un vero concentrato di tecnologia.
Anche la fabbrica è stata meravigliosamente ristrutturata ed è diventato un modello mondiale come qualità di vita del posto di lavoro.
Non mi sembra assolutamente poco.

Non altrettanto bene si può dire della conduzione della Ges post Schumi, ma dopo una grande abbuffata un rallentamento è fisiologico.
Comunque vedo Luca come un elemento indispensabile di continuità post Drake e sarebbe sciocco auspicarne una fuoriuscita da Maranello.

Timeo Marchionne sed dona ferentes :mrgreen:


LCDM o resta delegando come quando c'era Todt (quindi serve prima "pescare" uno cosi', Mattiacci e' stato presentato dal suddetto LCDM alla GES come "uno che sappia gestire 700 persone non un uomo muretto") o e' meglio che levi le tende perche' ad occhio e croce una squadra corse di F1 non si puo' gestire per corrispondenza. Preferirei restasse delegando massicciamente a qualcuno di meritevole. Ciao


Perchè mai LucaCorderodiMontezemolo dovrebbe andarsene? Non capisco il motivo. La Ferrari è in utile, in salute, il marchio più forte del mondo. Se si pensa al 1991 mi vengono i brividi...
In tutto ciò la gestione della parte sportiva deve essere profondamente rivista, tutto qui. Ma sparare su chi ha ha fatto rinascere Maranello sarebbe da scriteriati. Indipendentemente dalla simpatia o meno che l'uomo possa generare.


Gli ultimi 7 anni dimostrano che le corse non si vincono facendo l'assenteista, forse funziona con le vendite delle vetture stradali che dopo la spinta degli ultimi 20 anni gli investimenti e tutto il resto sono una valanga che va avanti da sola e basta gestirla. Le corse son roba da sudorelacrimesangue IMHO, l'ho detto e lo ripeto non le vinci gestendole per corrispondenza
;)
Avatar utente
Aviatore
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 6434
Iscritto il: 23/09/2005, 23:00
Località: Ferrara (residenza) Vicenza (sede lavoro) Estero (trasferte)

da 330tr » 16/04/2014, 14:02

Aviatore ha scritto:
330tr ha scritto:
Aviatore ha scritto:LCDM o resta delegando come quando c'era Todt (quindi serve prima "pescare" uno cosi', Mattiacci e' stato presentato dal suddetto LCDM alla GES come "uno che sappia gestire 700 persone non un uomo muretto") o e' meglio che levi le tende perche' ad occhio e croce una squadra corse di F1 non si puo' gestire per corrispondenza. Preferirei restasse delegando massicciamente a qualcuno di meritevole. Ciao


Perchè mai LucaCorderodiMontezemolo dovrebbe andarsene? Non capisco il motivo. La Ferrari è in utile, in salute, il marchio più forte del mondo. Se si pensa al 1991 mi vengono i brividi...
In tutto ciò la gestione della parte sportiva deve essere profondamente rivista, tutto qui. Ma sparare su chi ha ha fatto rinascere Maranello sarebbe da scriteriati. Indipendentemente dalla simpatia o meno che l'uomo possa generare.


Gli ultimi 7 anni dimostrano che le corse non si vincono facendo l'assenteista, forse funziona con le vendite delle vetture stradali che dopo la spinta degli ultimi 20 anni gli investimenti e tutto il resto sono una valanga che va avanti da sola e basta gestirla. Le corse son roba da sudorelacrimesangue IMHO, l'ho detto e lo ripeto non le vinci gestendole per corrispondenza
;)

D'accordo, ma non mi sembra che ai tempi di Schumi LCdM fosse l'uomo-tutto della squadra corse..mi ricordo che c'erano Todt, Brawn ecc.. che gestivano le cose.
Si può accusare Montezemolo di aver clamorosamente toppato nello scegliere le persone adatte ai compiti nella gestione della squadra corse, ma il tutto rimane confinato nell'area "tifo". La gestione del marchio, la salute della fabbrica di Maranello (scopo primario e assoluto) è eccellente mi pare, ed è per quello che va giudicato l'operato del "capo".
Quello di cui mi rammarico è stata l'assenza di continuità nei risultati tra la squadra pre e post Todt; teoricamente la continuità e la maturazione degli uomini avrebbe dovuto garantire continuità di risultati, invece da un anno all'altro si è vista scadere l'organizzazione..
Avatar utente
330tr
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 4262
Iscritto il: 22/02/2010, 18:27
Località: Brescia

da Powerslide » 16/04/2014, 14:29

Mi ripeto: per quanto riguarda la F1 le vittorie non l'hanno fatte in primis LCDM o Todt.
Il primo ha scelto bene, sotto suggerimento di Schumi che ha preteso e ottenuto tutto lo staff di Flavio & C., e il secondo è stato più realista del re imponendo gerarchie ferree anche quando non ce ne era bisogno e anche quando hanno reso inutilmente impopolare la Rossa.
Le vittorie le hanno fatte le prove libere e quasi quotidiane a Fiorano e al Mugello e il fatto che i motori, il pezzo forte da sempre, non fossero stati ancora congelati.
Oggi è un'altra F1 che nulla o quasi ha a che vedere con quella di 10 anni fà. Accettare di giocare in questo campo è stato il grosso errore di LCDM che solo ora se ne sta accorgendo.
Detto questo lunga vita a Maranello per LucaLuca, che dopo di lui temo la Ferrari diventerà una marca come le altre senza una figura di riferimento. A meno che non spunti qualche pronipote del Drake a dettare continuità.
Avatar utente
Powerslide
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 6394
Iscritto il: 16/01/2007, 0:00

da Baldi » 16/04/2014, 14:49

In effetti trovare le cause o il colpevole della situazione deficitaria del team Ferrari di F1 potrebbe essere molto più complesso di quanto possa apparire.

Ovvio che il "capo" o i "capi" in ultima analisi sono i colpevoli.

Bisogna dire che forse sarebbe opportuno scorporare quello che è il team di F1 dalla Ferrari intesa come marchio e come produzione delle vetture "di tutti i giorni" (che poi, detta così e pensando a quale genere di vetture è un eufemismo...).



Montezemolo ha l'enorme merito d'aver messo ordine ad una Ferrari che ancora prima della scomparsa del Drake era diventata un guazzabuglio di teste, politici, arrivisti e burocrati.

Ne aveva fatto le spese il reparto corse ma ancora di più l'attività produttiva delle auto stradali.

Il marchio aveva di buono solo il marchio...
I modelli erano inadeguati a reggere la concorrenza fortissima e soprattutto non rappresentavano più un'eccellenza. Le prestazioni non erano il solo problema; era la qualità e la raffinatezza a mancare del tutto. In un mercato sempre più esigente era un fattore depenalizzante in una maniera devastante.

Lo stesso Montezemolo, appena arrivato, prima di tutto mise mano alla produzione. Lavorando anche alla tecnologia produttiva.

Io ricordo benissimo che in seguito venne presentata la 456. In quel momento non potei che rallegrarmi di un'auto che finalmente cominciava ad essere all'altezza.
Ed era sopratutto elegante, anche se magari non aveva quella "faccia da corsa" che molti pretendevano.
Ma da lì la produzione è migliorata, curando l'eleganza e la qualità (doti che si erano perse per strada) ma anche , pian piano, curando anche la tecnologia e le prestazioni.

D'altra parte se andiamo a guardare "idoli" come la 330 America, 410 Superamerica, 365 GTC e via dicendo (la lista è lunga), non erano auto solo veloci ma soprattutto belle nel design ed eleganti nei materiali e finiture.

Montezemolo risanò la Ferrari... poi passò al team.

E fece solo una mossa: assunse Jean Todt. Supportandolo completamente.
Fu Todt pian piano a scegliere chi defenestrare, chi assumere, quali investimenti erano necessari...
E, a fare da parafulmine per qualsiasi altro componente del team anche quando le monoposto si rompevano a ripetizione.

E arrivò quel dominio spaventoso e, per certi versi stucchevole, di Schumacher e della rossa.
Perchè tutta la squadra lavorava e ne aveva i mezzi. Le risorse erano adeguate, riusciva a rendere in maniera oltremodo vantaggiosi i test (grazie anche ai piloti naturalmente), aveva la tecnologia per realizzare pezzi che non si rompevano.
..e gli avversari invece spesso facevano "cappe...e" presi dall'ansia di recuperare...

Poi il giocattolo pian piano s'è rotto, come capita sempre anche a chi sta vincendo a ripetizione. Gli uomini sono andati via, chi è rimasto o è subentrato evidentemente non era completamente all'altezza...
...sapete, a volte per prendere la china sbagliata basta poco, un alito di vento...


E certo Montezemolo non ha voluto o potuto seguire il team, preso da tutto il resto... e spesso compliendo anche errori Strategici non indifferenti, quelli che noi tutti sappiamo, in sede politica.
Avatar utente
Baldi
Administrator
Administrator
 
Messaggi: 10516
Iscritto il: 10/01/2004, 0:00

da gilles67 » 16/04/2014, 15:37

Un bel Kasinò a questo punto veramente.....le regole sono fatte e blindate, la Ferrari di una galleria del vento sbagliata (perchè non mi vengano a dire che funziona,con quel "tapiro di macchina" che ha partorito) e di 2 perle di circuiti di prova come Fiorano e soprattutto Mugello se ne può fare un impacco, LCDM sta invecchiando più in fretta e male del DRAKE dell'epoca e senz'altro non ha lo stesso amore paterno verso Maranello e salvo smentite dai fatti di nuovi Todt all'orizzonte neanche l'ombra, chi di Voi vede soluzioni a medio termine? Visto che di breve termine manco il caso di parlarne....
Avatar utente
gilles67
Formula 2
Formula 2
 
Messaggi: 329
Iscritto il: 28/01/2006, 0:00
Località: ventimiglia

da Powerslide » 16/04/2014, 16:19

gilles67 ha scritto:Un bel Kasinò a questo punto veramente.....le regole sono fatte e blindate, la Ferrari di una galleria del vento sbagliata (perchè non mi vengano a dire che funziona,con quel "tapiro di macchina" che ha partorito) e di 2 perle di circuiti di prova come Fiorano e soprattutto Mugello se ne può fare un impacco, LCDM sta invecchiando più in fretta e male del DRAKE dell'epoca e senz'altro non ha lo stesso amore paterno verso Maranello e salvo smentite dai fatti di nuovi Todt all'orizzonte neanche l'ombra, chi di Voi vede soluzioni a medio termine? Visto che di breve termine manco il caso di parlarne....


Proviamo ad essere un filo ottimisti che la Ferrari si è tirata fuori da situazioni molto peggiori di quelle odierne.

Non posso credere che il motore endotermico sforni 50/80 cv in meno della concorrenza. Sono geometrie e valori bloccati, non si riuscirebbe neppure volendo.
La potenza del motore elettrico è uguale per tutti, sembrerebbe quindi che sia l'accoppiare i due sistemi a non funzionare a dovere.
Un software è sempre migliorabile e quindi se sta qui il problema si potrebbe superarlo in un tempo molto breve.
Se invece è in qualche pezzo o in qualche accoppiamento hardware, l'importante è scoprirlo il più velocemente possibile. Fatto ciò è vero che lo sviluppo sarebbe bloccato, ma, e c'è sempre un ma, una modifica è ammessa se fatta a scopo di affidabilità.
Se non è per affidabiltà, sarà lo stesso per affidabilità 8-)
E questo la Renault lo ha imparato bene nelle scorse stagioni :mrgreen:
Avatar utente
Powerslide
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 6394
Iscritto il: 16/01/2007, 0:00

PrecedenteProssimo

Torna a 2014

cron
  • Messaggi recenti
  • Messaggi senza risposta
  • Chi c’è in linea
  • In totale ci sono 3 utenti connessi :: 0 iscritti, 0 nascosti e 3 ospiti (basato sugli utenti attivi negli ultimi 5 minuti)
  • Record di utenti connessi: 142 registrato il 22/08/2019, 13:04
  • Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti