[20] - GP Brasile - Interlagos

Discussioni inerenti la stagione di F1 2012

da groovestar » 07/12/2012, 20:06

Sull'articolo postato la penso come Zio Power.
Chiedere chiarimenti significa fare un processo alle intenzioni. Un po' effettivamente da "verginelli" la versione del giornalista. Tutti i team rimangono alla finestra a vedere se ci sono eventuali violazioni, e mi sembra ridicolo il contrario del resto, perchè a vederla così se una violazione non viene vista, allora è come se non ci fosse...

Per il resto direi che lo spettacolo così come è orchestrato ha funzionato quest'anno e senza troppe artificiosità. Basta riguardare le classifiche con il vecchio sistema dei punteggi per comprenderlo. Tuttavia cambierei alcune cose delle monoposto e non il formato delle gare. Sarò scemo, ma secondo me se si abbassano i musetti, vietano ali sul corpo vettura e si impone un massimo di 3 profili alari, allora la questione diventerebbe più interessante (ovvero un concetto di carico aerodinamico creato dal corpo vettura, un po' come in passato). Il culmine sarebbe con libertà costruttiva dei motori, ma sarebbe chiedere troppo
Avatar utente
groovestar
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 7453
Iscritto il: 09/03/2004, 0:00

da sundance76 » 07/12/2012, 20:27

[quote="groovestar"]

Per il resto direi che lo spettacolo così come è orchestrato ha funzionato quest'anno e senza troppe artificiosità. Basta riguardare le classifiche con il vecchio sistema dei punteggi per comprenderlo.
[/quote]

1 - Appunto, è solo spettacolo. Sport ne vedo sempre meno.

2 - "senza troppe artificiosità": Non solo cambi-gomme obbligatori almeno una volta a gara (si DEVONO usare 2 mescole), ma con gomme-pannolino che vanno cambiate più volte, fenomeno ancor più evidente a inizio stagione con 7 vincitori diversi in 7 gare, con piloti che poi dopo un'unica fiammata tornavano a remare per la centroclassifica.

3 - Non c'entrano le classifiche e i diversi punteggi. Se esci fuori e trovi erba, sabbia e ostacoli, paghi salato, zero punti. Oggi invece è virtual game: crash, reset, di nuovo in pista, riprova. Bello sì, ma se non c'è nemmeno il rischio di insabbiarsi, cosa azzo rischiano?

Io le artificiosità le vedo.

E poi sarò noioso, ma vorrei che, quando guardate questo "spettacolo funzionante senza troppe artificiosità", state guardando auto con motori tutti ugualissimi al 98%.

Motorsport? Ma fatemi il piacere.

Piuttosto GP1, come ha ben detto l'amico jackyickx.

Poi va da sè che se un Campionato si gioca fino all'ultimo GP è sempre emozionante, ma noi stiamo discutendo sul "come" si ottiene questo spettacolo, visto che anche in un'annata dominata, come ad esempio il 2011, il dover cambiare gomme più volte crea un obbligatorio e inevitabile rimescolamento (direi "artificioso") prima del traguardo pur scontato (12 vittorie Red Bull).

Non c'è niente da fare: Ecclestone ha avuto 40 anni a disposizione per provarci, e ora ha congegnato un giocattolo quasi perfetto per le torme di incompetenti che vogliono adrenalina, emozione a ogni giro.

Il tutto scientificamente studiato. Emozione "genuina"...
"Chi cerca di conoscere il passato capirà sempre meglio degli altri il presente e il futuro, e non soltanto nel nostro piccolo mondo di effimere quanto amate frenesie corsaiole." G. C.

https://www.youtube.com/watch?v=ygd67cDAmDI
Avatar utente
sundance76
Global Moderator
Global Moderator
 
Messaggi: 8361
Iscritto il: 21/05/2006, 23:00
Località: Isola d'Ischia

da duvel » 07/12/2012, 21:21

[quote="sundance76"]
[quote="groovestar"]

Per il resto direi che lo spettacolo così come è orchestrato ha funzionato quest'anno e senza troppe artificiosità. Basta riguardare le classifiche con il vecchio sistema dei punteggi per comprenderlo.
[/quote]

1 - Appunto, è solo spettacolo. Sport ne vedo sempre meno.

2 - "senza troppe artificiosità": Non solo cambi-gomme obbligatori almeno una volta a gara (si DEVONO usare 2 mescole), ma con gomme-pannolino che vanno cambiate più volte, fenomeno ancor più evidente a inizio stagione con 7 vincitori diversi in 7 gare, con piloti che poi dopo un'unica fiammata tornavano a remare per la centroclassifica.

3 - Non c'entrano le classifiche e i diversi punteggi. Se esci fuori e trovi erba, sabbia e ostacoli, paghi salato, zero punti. Oggi invece è virtual game: crash, reset, di nuovo in pista, riprova. Bello sì, ma se non c'è nemmeno il rischio di insabbiarsi, cosa azzo rischiano?

Io le artificiosità le vedo.

E poi sarò noioso, ma vorrei che, quando guardate questo "spettacolo funzionante senza troppe artificiosità", state guardando auto con motori tutti ugualissimi al 98%.

Motorsport? Ma fatemi il piacere.

Piuttosto GP1, come ha ben detto l'amico jackyickx.

Poi va da sè che se un Campionato si gioca fino all'ultimo GP è sempre emozionante, ma noi stiamo discutendo sul "come" si ottiene questo spettacolo, visto che anche in un'annata dominata, come ad esempio il 2011, il dover cambiare gomme più volte crea un obbligatorio e inevitabile rimescolamento (direi "artificioso") prima del traguardo pur scontato (12 vittorie Red Bull).

Non c'è niente da fare: Ecclestone ha avuto 40 anni a disposizione per provarci, e ora ha congegnato un giocattolo quasi perfetto per le torme di incompetenti che vogliono adrenalina, emozione a ogni giro.

Il tutto scientificamente studiato. Emozione "genuina"...
[/quote]

olè :thumbup1:

:( :(
Avatar utente
duvel
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 2080
Iscritto il: 04/11/2007, 0:00
Località: Bergamo

da Jackie_83 » 07/12/2012, 21:43

[quote="sundance76"]
[quote="groovestar"]

Per il resto direi che lo spettacolo così come è orchestrato ha funzionato quest'anno e senza troppe artificiosità. Basta riguardare le classifiche con il vecchio sistema dei punteggi per comprenderlo.
[/quote]

1 - Appunto, è solo spettacolo. Sport ne vedo sempre meno.

2 - "senza troppe artificiosità": Non solo cambi-gomme obbligatori almeno una volta a gara (si DEVONO usare 2 mescole), ma con gomme-pannolino che vanno cambiate più volte, fenomeno ancor più evidente a inizio stagione con 7 vincitori diversi in 7 gare, con piloti che poi dopo un'unica fiammata tornavano a remare per la centroclassifica.

3 - Non c'entrano le classifiche e i diversi punteggi. Se esci fuori e trovi erba, sabbia e ostacoli, paghi salato, zero punti. Oggi invece è virtual game: crash, reset, di nuovo in pista, riprova. Bello sì, ma se non c'è nemmeno il rischio di insabbiarsi, cosa azzo rischiano?

Io le artificiosità le vedo.

E poi sarò noioso, ma vorrei che, quando guardate questo "spettacolo funzionante senza troppe artificiosità", state guardando auto con motori tutti ugualissimi al 98%.

Motorsport? Ma fatemi il piacere.

Piuttosto GP1, come ha ben detto l'amico jackyickx.

Poi va da sè che se un Campionato si gioca fino all'ultimo GP è sempre emozionante, ma noi stiamo discutendo sul "come" si ottiene questo spettacolo, visto che anche in un'annata dominata, come ad esempio il 2011, il dover cambiare gomme più volte crea un obbligatorio e inevitabile rimescolamento (direi "artificioso") prima del traguardo pur scontato (12 vittorie Red Bull).

Non c'è niente da fare: Ecclestone ha avuto 40 anni a disposizione per provarci, e ora ha congegnato un giocattolo quasi perfetto per le torme di incompetenti che vogliono adrenalina, emozione a ogni giro.

Il tutto scientificamente studiato. Emozione "genuina"...
[/quote]

Hai ragione dalla prima all'ultima riga...purtroppo  :(

Via i soldi e le Tv dalla F1, solo così torneremo ad avere uno sport...drastico, ma è l'unica soluzione
Immagine
Avatar utente
Jackie_83
Global Moderator
Global Moderator
 
Messaggi: 7106
Iscritto il: 04/07/2005, 23:00
Località: Terra di mezzo

da sundance76 » 07/12/2012, 21:44

[quote="Jackie_83"]
Hai ragione dalla prima all'ultima riga...purtroppo  :(

Via i soldi e le Tv dalla F1, solo così torneremo ad avere uno sport...drastico, ma è l'unica soluzione
[/quote]

Temo che, senza soldi e senza TV, non esisterebbe più la F1.
"Chi cerca di conoscere il passato capirà sempre meglio degli altri il presente e il futuro, e non soltanto nel nostro piccolo mondo di effimere quanto amate frenesie corsaiole." G. C.

https://www.youtube.com/watch?v=ygd67cDAmDI
Avatar utente
sundance76
Global Moderator
Global Moderator
 
Messaggi: 8361
Iscritto il: 21/05/2006, 23:00
Località: Isola d'Ischia

da jackyickx » 07/12/2012, 22:03

Allagamenti di pista, SC obbligatoria ad ogni Gp, ecc. ecc.
Avatar utente
jackyickx
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 2070
Iscritto il: 06/10/2006, 23:00
Località: chieti

da AmanteMercedes » 07/12/2012, 22:37

Dico la mia un po' a freddo, ma in fondo sono sempre stato piuttosto distaccato sul punto. Direi che la Ferrari se l'è studiata bene: non ha fatto reclamo (con il rischio di versare la cauzione e il possibile danno d'immagine se avesse perso) e si è limitata saggiamente a "chiedere lumi".

Ho poco da aggiungere alla bella disamina regolamentare che avete fatto, se non per lanciare qualche dubbio circa l'opportunità di rivedere dopo una settimana l'ordine di arrivo per un fatto essenzialmente di pista. No, perdonatemi, non mi riferisco alle famose "vittorie sul campo" o "in pista" da contrapporre "alle vittorie a tavolino" .. quello che mi spinge a questa considerazione è essenzialmente per un fatto di "uguaglianza": non è corretto che un pilota giudicato in gara per un fatto accaduto in pista soggiaccia a penalità senza difendersi, ma anche avvantaggiandosi di una certa sommarietà di giudizio .. mentre al contrario un pilota che viene giudicato dopo la gara si vede contro replay, video di spagnoli inferociti, testimonianze, tabelle, gps .. avvocati .. le cose vanno trattate in modo uniforme. Il fatto si contesta in gara e al limite si decide nell'immediato dopo corsa ma poi basta.

Diverso quando si discute della regolarità tecnica.

Perdonate le fesserie serali ..  :asd:
Firma DiAmante.
Immagine
Avatar utente
AmanteMercedes
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 1643
Iscritto il: 24/10/2008, 17:32

da Powerslide » 08/12/2012, 11:10

Sono perfettamente d'accordo con Amante: una irregolarità sportiva e non tecnica deve essere giudicata e sanzionata al momento per essere equa. Una penalizzazione, che non sia quella d'un arretramento in griglia per la gara successiva (che inoltre non mi trova d'accordo e che sostituirei con una penalizazione in punti classifica, ma questo è un altro discorso), rischia inoltre di essere sproporzionata a quanto non volesse essere nell'intenzione del legislatore.
Anche ammettendo che il sorpasso di Vettel non fosse stato regolare, che non vi fosse stata alcuna bandiera verde sventolata, un conto era comminargli un DT quando aveva tutto il tempo per rimediare, altro una retrocessione in classifica a bocce ormai ferme.
Ho temuto veramente che il mondiale potesse essere regalato ad Alonso, cosa che avrebbe reso ancora più triste e ridicola questa F1.
Piuttosto bisognerebbe riflettere sulla lieve pena prevista per il mancato rispetto di una bandiera gialla. Ai miei tempi era un'immediata bandiera nera perchè era una delle più gravi infrazioni che un pilota potesse commettere, mettendo a rischio sè, i compagni e i commissari.
Va anche detto però che ai miei tempi la gialla era una cosa seria :001_rolleyes:
Io non accetto che per trovare l’effetto suolo si debba strisciare per terra. Secondo me è assurdo, è immorale da un punto di vista tecnico. (Mauro Forghieri)
Avatar utente
Powerslide
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 6350
Iscritto il: 16/01/2007, 0:00

da groovestar » 08/12/2012, 12:08

[quote="sundance76"]
[quote="groovestar"]

Per il resto direi che lo spettacolo così come è orchestrato ha funzionato quest'anno e senza troppe artificiosità. Basta riguardare le classifiche con il vecchio sistema dei punteggi per comprenderlo.
[/quote]

1 - Appunto, è solo spettacolo. Sport ne vedo sempre meno.

2 - "senza troppe artificiosità": Non solo cambi-gomme obbligatori almeno una volta a gara (si DEVONO usare 2 mescole), ma con gomme-pannolino che vanno cambiate più volte, fenomeno ancor più evidente a inizio stagione con 7 vincitori diversi in 7 gare, con piloti che poi dopo un'unica fiammata tornavano a remare per la centroclassifica.

3 - Non c'entrano le classifiche e i diversi punteggi. Se esci fuori e trovi erba, sabbia e ostacoli, paghi salato, zero punti. Oggi invece è virtual game: crash, reset, di nuovo in pista, riprova. Bello sì, ma se non c'è nemmeno il rischio di insabbiarsi, cosa azzo rischiano?

Io le artificiosità le vedo.

E poi sarò noioso, ma vorrei che, quando guardate questo "spettacolo funzionante senza troppe artificiosità", state guardando auto con motori tutti ugualissimi al 98%.

Motorsport? Ma fatemi il piacere.

Piuttosto GP1, come ha ben detto l'amico jackyickx.

Poi va da sè che se un Campionato si gioca fino all'ultimo GP è sempre emozionante, ma noi stiamo discutendo sul "come" si ottiene questo spettacolo, visto che anche in un'annata dominata, come ad esempio il 2011, il dover cambiare gomme più volte crea un obbligatorio e inevitabile rimescolamento (direi "artificioso") prima del traguardo pur scontato (12 vittorie Red Bull).

Non c'è niente da fare: Ecclestone ha avuto 40 anni a disposizione per provarci, e ora ha congegnato un giocattolo quasi perfetto per le torme di incompetenti che vogliono adrenalina, emozione a ogni giro.

Il tutto scientificamente studiato. Emozione "genuina"...
[/quote]

Comprendo quello che dici, però a parte le vie di fuga, la F1 ha sempre trovato negli ultimi 40 anni soluzioni abbastanza artificiose.
Il cambio gomme obbligato fa il paio con la Formula consumo che fregava spesso progetti vincenti come quelli della Lotus a discapito del passista di turno, oppure la reintroduzione del pit stop e la messa al bando dell'elettronica, fatta per evitare la fuga di uno solo.
Dicasi lo stesso per le vie di fuga: quest'anno finalmente hanno trovato la giusta soluzione di sanzionare chi utilizza la parte asfaltata oltre la pista, chiudendo una vecchia diatriba. L'alternativa è la ghiaia e può starci, ma in passato tante volte abbiamo visto insabbiarsi tanti per errori veniali, nonchè penso che sia un grosso vantaggio per la sicurezza.

La penso come te per i motori, ma questo sarà cmq l'ultimo anno e vedremo dal 2014 cosa capiterà e se, finalmente, sarà la meccanica a battere l'aerodinamica.

Però rimango della mia opinione: quest'anno stante anche il DRS i risultati hanno rispecchiato i valori in campo e, devo ammetterlo, si sono evitati certi assurdi di qualche anno fa dove una vettura che era 2/3 secondi a giro più veloce non riusciva a passarne una più lenta (situazione che nulla ha a che vedere con la gara storica dell'amato Gilles). Anche ad Austin, dove il DRS ha permesso ad Hamilton di vincere, si è rispettato il valore espresso dalla pista, permettendi in quel caso al migliore di vincere con la vettura migliore del momento
Avatar utente
groovestar
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 7453
Iscritto il: 09/03/2004, 0:00

da Jackie_83 » 08/12/2012, 14:11

[quote="sundance76"]
[quote="Jackie_83"]
Hai ragione dalla prima all'ultima riga...purtroppo  :(

Via i soldi e le Tv dalla F1, solo così torneremo ad avere uno sport...drastico, ma è l'unica soluzione
[/quote]

Temo che, senza soldi e senza TV, non esisterebbe più la F1.
[/quote]

Allora è giusto che scompaia, di sport non ha più niente...ormai è spudoratamente un giocattolo fine a se stesso atto solo a produrre introiti per i soliti noti

Se esistesse una giustizia dovrebbe morire assieme al Boss nano che l'ha resa così
Immagine
Avatar utente
Jackie_83
Global Moderator
Global Moderator
 
Messaggi: 7106
Iscritto il: 04/07/2005, 23:00
Località: Terra di mezzo

da Connacht » 08/12/2012, 20:06

"Sport" viene dal francese eporter (?) che significa intrattenere, quindi questa Formula 1 rimane lo stesso sport. Solo che è diversa. Se diventasse come vuole Naomo, sarebbe più corretto chiamarla gp1, oppure fare una scissione (anche se il pubblico vuole vedere i grandi nomi dei piloti migliori e delle squadre più blasonate, quindi ci sarebbe un travaso, probabilmente forzato da chi gestisce il carrozzone, che non so quanto farebbe bene alla F1 nell'immediato... A meno di ridurre il calendario per permettere di competere in entrambe le categorie come un tempo
).

Un po' come nel wrestling che si è diviso fra professional wrestling (o show) e amateur wrestling (o shoot), così chi voleva vedere i bestioni magari mascherati fare le giravolte sugli avversari magari dandosi lo slancio con le corde avrebbe visto la WWE, chi voleva vedere i match di libera avrebbe visto le Olimpiadi (o le MMA per avere mazzate a 359 gradi).
Entrambi mondi hanno un loro senso e una loro dignità, si tratta solo di fare in modo che si coesistano senza pestarsi i piedi.
Avatar utente
Connacht
Formula 2
Formula 2
 
Messaggi: 446
Iscritto il: 21/03/2006, 0:00
Località: Where I end and you begin

da Baldi » 10/12/2012, 12:34

Immagine
Immagine
C'è un'unica differenza tra me e un pazzo: io non sono pazzo. (Salvador Dalì)
Avatar utente
Baldi
Administrator
Administrator
 
Messaggi: 10473
Iscritto il: 10/01/2004, 0:00

Precedente

Torna a 2012

cron
  • Messaggi recenti
  • Messaggi senza risposta
  • Chi c’è in linea
  • In totale c’è 1 utente connesso :: 0 iscritti, 0 nascosti e 1 ospite (basato sugli utenti attivi negli ultimi 5 minuti)
  • Record di utenti connessi: 107 registrato il 24/10/2018, 16:41
  • Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite