via libera agli ordini di scuderia e ingresso Safety Car rivisto nel 2011

Discussioni inerenti la stagione 2011

da Die Mensch-Maschine » 11/12/2010, 12:32

Neanche il mio cuginetto di 16 anni ubriaco fatto sarebbe riuscito a scrivere una tale massa di ******.  :lol:
Fine esteta und kampionen di raffinatezzen.
Avatar utente
Die Mensch-Maschine
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 2627
Iscritto il: 17/09/2007, 23:00
Località: Avia Pervia

da groovestar » 11/12/2010, 13:06

Io gli consiglio di vedere Death Race...magari gli viene l'idea di montare armi,olio e fumogeni sulle macchine
Avatar utente
groovestar
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 7831
Iscritto il: 09/03/2004, 0:00

da AmanteMercedes » 12/12/2010, 0:07

La regola che c'era, ma non c'era e che ci sarà senza esserci
In pochi lo sanno, ma il divieto di team order non nacque a Zeltweg, ma a Melbourne. Siamo nel '98: Hakkinen fa un giretto in pitlane .. non è un pit stop, è solo un malinteso con muretto. Nulla di grave: le McLaren hanno un tale vantaggio che si possono permettere anche un passaggio a vuoto in pit lane senza perdere la posizione dal terzo. Se non che, giustamente, ai box decidono che Mika non può perdere la vittoria per un'incomprensione, e quindi chiedono a Coulthard di ridare al compagno la posizione. Nulla da dire. Non fosse che gli scommettitori (che, chissà per quale motivo, avevano puntato su David) si arrabbiano. Non par vero a Max Mosley di poter agire contro Ron Dennis. Per un momento, sembra che il risultato della McLaren verrà cancellato. Poi si soprassiede, ma Mosley è chiaro: non sarebbero state tollerati altri team order.
Si arriva quindi a Zeltweg 2002. Un pò come a Melbourne, non si decide nulla, salvo ribadire: non fatelo più.
Così, per il 2003, si interviene in modo più robusto sul regolamento scrivendo esplicitamente che i team order (non i giochi di squadra!) sono vietati. A questo punto, la norma giace come lettera morta. La regola c'è, ma i team si comportano tranquillamente come se non ci fosse e nessuno si preoccupa di applicarla .. finché però un pilota non decide di lamentarsi del trattamento subito dal suo team. Tal Lewis Hamilton. Siamo a Monaco 2007 e Hamilton piagnucola qualcosa su un congelamento di posizioni che gli avrebbe impedito di attaccare Alonso.
Non par vero a Mosley! Imbastisce un consiglio mondiale, fa sfilare tutta la McLaren alla berlina. Si torna tutti a casa, ovviamente, senza nessuna penalità per la squadra di Woking e con la vaga sensazione che la regola sia una buffonata.
Il divieto di team order se ne sta lì in un cassetto, sino a che, quest'anno, Smedley non si scusa in diretta con Massa, con tanto di broncio di Felipe a fine gara. Ferrari multata, solita sfilata a Parigi, solito ritorno a casa senza penalità, come giusto e sacrosanto. Solita sensazione che qualcosa nel regolamento non funzioni.
Al che, Jean Todt (sì, quello che decise una Dakar con una monetina ..), stabilisce che l'articolo 39.1 (quello sui team order) venga cancellato.
Naturalmente, in un trionfo di superficialità, si è gridato al miracolo, alla chiarezza regolamentare, all'innovazione positiva ecc..
Peccato che le cose stiano un pò diversamente, come gli amici di Grand Chelem, tra i pochissimi ad approfondire seriamente le cose, hanno fatto notare. Infatti, un team order potrebbe astrattamente integrare una fattispecie rientrante nell'art. 151.c., ossia quella norma che vieta la "slealtà sportiva". In pratica, se prima c'era una lettera chiara nel regolamento (che poi venisse disapplicato è altra questione), adesso c'è ancora più incertezza tra le fattispecie lecite e quelle illecite.
Che lo spirito della cancellazione sia questo, ossia lasciare all'art. 151.c (con i suoi confini molto più incerti) il compito di regolare i team order, è chiaro dalle stesse parole di Todt, il quale qualche settimana fa disse, più o meno, che le squadre potevano dare degli ordini ma dovevano farlo esplicitamente e senza esagerare.
In pratica, qualcuno potrebbe ritenere che una situazione come quella di Hockenheim 2010 sia lecita e qualcun'altro l'esatto opposto, in un trionfo di confusione e arbitrarietà.
Oppure, qualcuno potrebbe dire che l'ordine della Ferrari a Hockenheim sia lecito e che l'indicazione sulla benzina data della McLaren in Turchia non lo sia.
Insomma, va bene avere una norma di chiusura come l'art. 151.c., ma senza una solida cultura etica e sportiva da parte dei commissari e dei consiglieri FIA, una clausola generale di quel tipo si trasforma in un pericolo anziché in una soluzione.
Questo è il motivo per cui servono sempre più Pirro nella stanza dei bottoni.
Firma DiAmante.
Immagine
Avatar utente
AmanteMercedes
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 1643
Iscritto il: 24/10/2008, 17:32

da groovestar » 12/12/2010, 0:31

Si,ma bisogna capire per slealtà sportiva che cosa si intende,che come ben saprai,è una fattispecie volutamente aperta che potrebbe integrare qualsiasi cosa,come nessuna,ed è una norma abbastanza vecchia che dal mio punto di vista non può creare problemi interpretativi,quantomeno sul "team order".
Cioè se la "giurisprudenza consolidata" non è mai arrivata a trovare nel team order i presupposti per la slealtà sportiva è abbastanza semplice tirar fuori i vecchi orientamenti,in che creerebbe sicuramente una zona di certezza,in linea teorica,abbastanza solida.
Ci sono almeno 4 univoci giudizi sulla stessa questione,certamente si potrebbe cambiare orientamento,ma ciò comporterebbe più danno che altro,perchè porterebbe giocoforza a dover ridefinire il concetto di lealtà sportiva e non credo che nessuno si voglia impelagare o prendere una decisione tanto "innovativa" su un eventuale ordine di scuderia,a meno che,ad esempio,l'ordine di scuderia non sia quello di mettere fuori gioco un avversario diretto da parte di un compagno di squadra in caso di lotta mondiale,poichè vi sarebbe un chiaro nesso fra l'ordine,il comportamento ed il danno,nonchè non vi è dubbio che l'eliminazione di un concorrente in tal modo sia contrario allo spirito dello sport,ma ad esempio nei casi citati,i margini rimangono sfumati in quanto,oltre al sopra citato orientamento,possono entrare in gioco mille mila sofismi riguardanti appunto il "gioco di squadra",comportamenti consuetudinari e chissà quante altre cose bizzarre
Avatar utente
groovestar
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 7831
Iscritto il: 09/03/2004, 0:00

da jerry64 » 12/12/2010, 10:50

[quote="Baldi"]
[quote="l'Aviatore"]
[quote="gilles70"]
Vedremo cosa succede con l'alettone posteriore mobile, utilizzabile se si è in scia all'avversario a meno di 1 secondo.
[/quote]

Ci sarà da ammazzarsi dalle risate.
Come fa un pilota a giudicare se è distanziato da 0,9 decimi o da 1,1 secondi?
Se lo usa quando è dietro di 1,1 secondi si becca un DT?
:asd:

[/quote]

penso che si possa far in modo che il sistema agisca solo stando sotto ad un determinato distacco da chi precede.
Con le mille telemetrie che ci sono il distacco lo si ha in tempo reale e in maniera continuativa.
[/quote]

A me quello che lascia interdetto della trovata dell'ala posteriore mobile non e' tanto la storia del distacco minimo, ma la potenziale pericolosita' di questa soluzione: e se un pilota girasse la manovella dalla parte sbagliata, togliendosi carico in curva anziche' aumentarlo ?  Non rischia di schiantarsi fuori pista come quando si bloccavano le minigonne ad inizio anni '80 ?
Immagine
"Se vuoi battere Michael Schumacher, non devi correre con la sua stessa macchina."   (K.Raikkonen, before 2007)
Avatar utente
jerry64
Formula 1
Formula 1
 
Messaggi: 1491
Iscritto il: 26/08/2008, 12:37

da gilles70 » 12/12/2010, 10:58

Ho letto con attenzione la disanima di Amantemclaren.
Quella di Melborne '98 fu un pò ridicola ma passabile, in fondo Hakkinen era davanti e senza l'incomprensione
Coultard non sarebbe mai passato.
Quest'anno a Hockeneim se Massa non avesse fatto la sceneggiata sarebbe stato comprensibile come a Monaco 2007 per evitare di avere problemi due macchine che stavano dominando la gara.
Quella vergognosa rimane Zeltweg 2002 perchè Barrichello era in una delle sue rare giornate di grazia e stava meritando pienamente la vittoria. Per il campionato non cambiava nulla tale era il margine in classifica.
Totd iniziò a starmi sui marones dopo il lancio della monetina per scegliere il vincitore alla Dakar '88 tra Vatanen e Icks. E la mossa più arrogante ancora fu esporre la monetina usata al museo Peugetot con orgoglio.

Per l'alettone mobile non penso che ci siano problemi di pericolosità in quanto il pilota preme il pulsante per azionarlo ma sicuramente la centralina avrà un software di gestione che impedirà che si inserisca in frenata o in altri momenti in cui sarebbe potenzialmente pericoloso. O almeno lo spero.....
Avatar utente
gilles70
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 2684
Iscritto il: 03/07/2010, 17:42
Località: Olgiate Olona

da jerry64 » 12/12/2010, 11:18

[quote="jerry64"]

A me quello che lascia interdetto della trovata dell'ala posteriore mobile non e' tanto la storia del distacco minimo, ma la potenziale pericolosita' di questa soluzione: e se un pilota girasse la manovella dalla parte sbagliata, togliendosi carico in curva anziche' aumentarlo ?  Non rischia di schiantarsi fuori pista come quando si bloccavano le minigonne ad inizio anni '80 ?

[/quote]

[quote="gilles70"]

Per l'alettone mobile non penso che ci siano problemi di pericolosità in quanto il pilota preme il pulsante per azionarlo ma sicuramente la centralina avrà un software di gestione che impedirà che si inserisca in frenata o in altri momenti in cui sarebbe potenzialmente pericoloso. O almeno lo spero.....
[/quote]

Caro Gilles, tu hai pensato che esiste una centralina, un pulsante, un software di gestione che riconosce la frenata o altro, ma gli ingegneri ?  I software vanno testati perche' possono contenere errori: ve lo ricordate quello delle partenze assistite che all'inizio lasciava ferme in griglia un po' di macchine, quasi sempre le stesse ? Qui c'e' di mezzo la sicurezza, la vedo dura tra test in pista e simulatori (per quello che valgono questi ultimi) . .  :confused1:
Immagine
"Se vuoi battere Michael Schumacher, non devi correre con la sua stessa macchina."   (K.Raikkonen, before 2007)
Avatar utente
jerry64
Formula 1
Formula 1
 
Messaggi: 1491
Iscritto il: 26/08/2008, 12:37

da gilles70 » 12/12/2010, 11:37

Jerry tu hai ragione, però questo rispetto alla gestione delle partenze dove intervengono molti parametri come l'aderenza e il punto di stacco della frizione che a volte è difficle conoscere con precisione, riconoscere la frenata è molto più semplice. Ciò non toglie che il software possa impallarsi anche se bisogna riconoscere che ora sono molto più stabili rispetto a qualche anno fà.
Per disattivare il dispositivo in frenata è sufficiente un pulsante normalmente chiuso collegato al pedale del freno che quando viene premuto blocca il dispositivo che è un solenoide che quando è alimentato abbassa ol profilo. Senza tensione al solenoide l'ala ha la sua incidenza originale.
Comunque io al posto di questa pagliacciata dell'alettone avrei cercato di rendere le macchine più sorpassabili in maniera naturale. Chissà se un giorno succederà......
Ultima modifica di gilles70 il 12/12/2010, 11:53, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
gilles70
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 2684
Iscritto il: 03/07/2010, 17:42
Località: Olgiate Olona

da AmanteMercedes » 12/12/2010, 12:34

[quote="groovestar"]
Si,ma bisogna capire per slealtà sportiva che cosa si intende,che come ben saprai,è una fattispecie volutamente aperta che potrebbe integrare qualsiasi cosa,come nessuna,ed è una norma abbastanza vecchia che dal mio punto di vista non può creare problemi interpretativi,quantomeno sul "team order".
Cioè se la "giurisprudenza consolidata" non è mai arrivata a trovare nel team order i presupposti per la slealtà sportiva è abbastanza semplice tirar fuori i vecchi orientamenti,in che creerebbe sicuramente una zona di certezza,in linea teorica,abbastanza solida.
Ci sono almeno 4 univoci giudizi sulla stessa questione,certamente si potrebbe cambiare orientamento,ma ciò comporterebbe più danno che altro,perchè porterebbe giocoforza a dover ridefinire il concetto di lealtà sportiva e non credo che nessuno si voglia impelagare o prendere una decisione tanto "innovativa" su un eventuale ordine di scuderia,a meno che,ad esempio,l'ordine di scuderia non sia quello di mettere fuori gioco un avversario diretto da parte di un compagno di squadra in caso di lotta mondiale,poichè vi sarebbe un chiaro nesso fra l'ordine,il comportamento ed il danno,nonchè non vi è dubbio che l'eliminazione di un concorrente in tal modo sia contrario allo spirito dello sport,ma ad esempio nei casi citati,i margini rimangono sfumati in quanto,oltre al sopra citato orientamento,possono entrare in gioco mille mila sofismi riguardanti appunto il "gioco di squadra",comportamenti consuetudinari e chissà quante altre cose bizzarre
[/quote]

Tutto giusto se parlassimo di un ordinamento normale, ma parliamo della FIA.
Firma DiAmante.
Immagine
Avatar utente
AmanteMercedes
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 1643
Iscritto il: 24/10/2008, 17:32

da gelax » 12/12/2010, 17:35

ma se invece del motore unico proponessero le ali uguali per tutti???
due assi diritte, una davanti e una dietro, senza profili aggiuntivi......
un fondo VERAMENTE piatto
nessuna appendice che spunta dalla carrozzeria
gomme di cemento che durano tutta la gara
e chi ha piu cavalli e pelo sullo stomaco primo davanti a tutti al traguardo
Scrolla, scrolla pure fin che vuoi, tanto l'ultima goccia va a finire nella mutanda..............
Avatar utente
gelax
Formula 1
Formula 1
 
Messaggi: 1470
Iscritto il: 24/04/2005, 23:00
Località: Modena

da AmanteMercedes » 12/12/2010, 19:03

Vai a dirlo a quelli che hanno investito miliardi per le gallerie del vento (che sono gli stessi che fanno le regole).
Firma DiAmante.
Immagine
Avatar utente
AmanteMercedes
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 1643
Iscritto il: 24/10/2008, 17:32

da gilles70 » 14/12/2010, 21:02

Avevano studiato quel bruttissimo alettone posteriore che doveva favorire i sorpassi ma poi si sono tirati indietro, limitato i diffusori ma autorizzato il doppio fondo. Ci avevano detto che non avremmo più visto  tutte quelle appendici ma l'unica cosa che non vediamo sono i sorpassi.... Almeno in condizioni normali.
Avatar utente
gilles70
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 2684
Iscritto il: 03/07/2010, 17:42
Località: Olgiate Olona

da Prinz4L » 14/12/2010, 21:13

[quote="gelax"]
ma se invece del motore unico proponessero le ali uguali per tutti???
due assi diritte, una davanti e una dietro, senza profili aggiuntivi......
...[/quote]
Quoto Gelax,
come ho già detto, aerodinamica vincolata e imposta davanti all'asse anteriore e dietro al posteriore, sotto una bella linea dritta e (soprattutto) libertà ai motori. ;)
Amo pensare che la Ferrari può costruire piloti quanto macchine. Alcuni dicono che Gilles Villeneuve sia pazzo. Ma io dico: lasciate che provi.
Avatar utente
Prinz4L
Formula 3000
Formula 3000
 
Messaggi: 721
Iscritto il: 25/03/2009, 22:51
Località: Vicenza

da Aviatore » 15/12/2010, 10:34

[quote="Prinz4L"]
[quote="gelax"]
ma se invece del motore unico proponessero le ali uguali per tutti???
due assi diritte, una davanti e una dietro, senza profili aggiuntivi......
...[/quote]
Quoto Gelax,
come ho già detto, aerodinamica vincolata e imposta davanti all'asse anteriore e dietro al posteriore, sotto una bella linea dritta e (soprattutto) libertà ai motori. ;)
[/quote]

Quotone e, già che ci siamo, abolizione delle gallerie del vento, abolizione dei simualatori (statici e dinamici), macchine interamente ed esclusivamente progettate al computer.
E, ovviamente (con tutti i milioni di € che si risparmiano sopra), ritorno dei test: 12gg a dicembre, 12gg a gennaio, 12gg a febbraio
Immagine

"Sia anche lodata l'Austria, Patria di Colui che ha distribuito il Verbo e le lezioni di guida" - Niki (quello nostro)
Avatar utente
Aviatore
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 6434
Iscritto il: 23/09/2005, 23:00
Località: Ferrara (residenza) Vicenza (sede lavoro) Estero (trasferte)

da Jackie_83 » 15/12/2010, 22:06

Questi sono sempre discorsi che lasciano il tempo che trovano (e inoltre siamo OT) ma mi ci metto anch'io così per sport  :D

- Lunghezza massima 3 metri
- Carreggiata massima 1600mm (contro i 1400 attuali)
- Peso minimo imposto per i singoli componenti
- La vettura deve avere le ruote scoperte e non avere tettuccio
- Nessun driver aid di tipo elettronico o meccanico
- Divieto di sponsorizzazioni (solo fornitori tecnici e/o motori)

Poi facciano quello che vogliono...tanto ci sarà un limite che non riusciranno mai a valicare, quello della tenuta fisica del pilota quindi per forza di cose arriveranno a un punto di non ritorno
e da lì dovranno autolimitarsi
Ultima modifica di Jackie_83 il 16/12/2010, 22:47, modificato 1 volta in totale.
Immagine
Avatar utente
Jackie_83
Global Moderator
Global Moderator
 
Messaggi: 7253
Iscritto il: 04/07/2005, 23:00
Località: Terra di mezzo

PrecedenteProssimo

Torna a 2011

cron
  • Messaggi recenti
  • Messaggi senza risposta
  • Chi c’è in linea
  • In totale ci sono 2 utenti connessi :: 0 iscritti, 0 nascosti e 2 ospiti (basato sugli utenti attivi negli ultimi 5 minuti)
  • Record di utenti connessi: 589 registrato il 17/01/2020, 0:54
  • Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti