"MONDIALE" contro "EUROPEO"

Dagli albori del 1900 fino alla F1 nel 1950

da sundance76 » 06/07/2012, 21:32

Vi propongo una constatazione che a mio parere fa riflettere una volta di più sulla stupida, artificiosa ed inutile discriminazione che viene fatta verso la storia dei Gran Premi pre-1950.

Una "novità", emersa progressivamente da recenti ricerche, è che il Campionato Europeo Grand Prix del 1935 non era composto da 5 gare, come si credeva.

Sin da quando Chris Nixon negli anni '80 ebbe il merito di riportare alla luce i meccanismi di punteggio e le classifiche dei Campionati Europei degli anni '30, si era sempre creduto che le gare valide per l'Europeo 1935 fossero queste:

1) Belgio
2) Germania
3) Svizzera
4) Italia
5) Spagna

Si credeva che le altre due grandi prove importanti dell'annata, cioè i G.P. di Monaco e di Francia, fossero esclusi dal calendario per diversi motivi (si ipotizzò la tradizionale antipatia della Francia verso la Germania, e siccome l'idea del Campionato era stata suggerita alla Federazione Internazionale proprio dalla Germania che stava dominando le corse con Mercedes e Auto Union, si pensava che la Francia avesse rifiutato di entrare a far parte del calendario, così come Monaco, che non aveva un suo delegato autonomo e era rappresentato dalla Francia).

Ma in realtà, confrontando i dati di classifica riportati da alcuni giornali e riviste autorevoli dell'epoca, si evince che quei punteggi finali possono essere compatibili solo con un Campionato che comprendeva anche Monaco e Francia. E in effetti, calcolando i piazzamenti dei piloti e i relativi punteggi, si arriva alla conclusione che la Federazione aveva preso in considerazione anche le due gare transalpine. Cosa del resto confermata da alcuni periodici europei in articoli riscoperti di recente.

Quindi, il vero calendario delle prove valide per il Campionato Europeo 1935 era questo:

1) Monaco
2) Francia
3) Belgio
4) Germania
5) Svizzera
6) Italia
7) Spagna

Il dato si presta a considerazioni interessanti: tranne Monaco, pista piena di curve e che tradizionalmente aveva un chilometraggio di circa 320 km (oggi sono di meno....), tutte le altre prove del campionato dovevano misurare ben 500 km.

Quindi, abbiamo un "Europeo" 1935 di 7 corse di 500 km (tranne come detto una).

Ora, pensiamo al primo Campionato "Mondiale" del 1950: esso si componeva di sette corse, ma tra esse c'era Indianapolis, atipica, che veniva disertata da piloti e squadre europee, e poi prevedeva regolamenti tecnici del tutto diversi dalla F1.

In sostanza, il Mondiale '50 fu di 6 corse (tutte in Europa...), ma solo Francia e Italia misuravano 500 km, mentre Inghilterra, Svizzera e Monaco erano lunghe poco più di 300, e il Belgio meno di 400.

A me pare, quindi, che l' "Europeo" 1935 ( 7 corse, tutte di 500 km tranne una) sia stato in sostanza un campionato molto più probante per piloti e macchine rispetto al primo "Mondiale" di F1 disputato nel '50 ( 6 corse, la maggioranza di 300 km e solo due di 500 km, e tutte in Europa come negli anni '30) , a dispetto delle etichette e dele valore "nominale" (Mondiale o Europeo) dei due campionati.


Voi che ne pensate?
Ultima modifica di sundance76 il 07/07/2012, 9:01, modificato 1 volta in totale.
"Chi cerca di conoscere il passato capirà sempre meglio degli altri il presente e il futuro, e non soltanto nel nostro piccolo mondo di effimere quanto amate frenesie corsaiole." G. C.

https://www.youtube.com/watch?v=ygd67cDAmDI
Avatar utente
sundance76
Global Moderator
Global Moderator
 
Messaggi: 8675
Iscritto il: 21/05/2006, 23:00
Località: Isola d'Ischia

da sundance76 » 06/07/2012, 22:28

In alto, Caracciola, Campione Europeo 1935. In basso, Farina, Campione Mondiale 1950.

Immagine Immagine
Ultima modifica di sundance76 il 07/07/2012, 9:01, modificato 1 volta in totale.
"Chi cerca di conoscere il passato capirà sempre meglio degli altri il presente e il futuro, e non soltanto nel nostro piccolo mondo di effimere quanto amate frenesie corsaiole." G. C.

https://www.youtube.com/watch?v=ygd67cDAmDI
Avatar utente
sundance76
Global Moderator
Global Moderator
 
Messaggi: 8675
Iscritto il: 21/05/2006, 23:00
Località: Isola d'Ischia

da The King of Spa » 07/07/2012, 11:26

Magari c'entra la politica, bisognava ridurre l'importanza di tutto ciò che era stato creato negli anni 30, e le competizioni motoristiche non erano escluse.
Ultima modifica di The King of Spa il 07/07/2012, 11:39, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
The King of Spa
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 2696
Iscritto il: 04/09/2010, 19:09

da Niki » 07/07/2012, 13:01

Tieni conto che negli anni '30 non c'era in calendario Indianapolis, ma corsero la Coppa Vanderbilt in cui si affermarono l'immane Bernd e Tazio un di seguito all'altro, per cui c'era anche la prova oltreoceano.
Guarda, per la tecnologia dell'epoca e per i circuiti in cui correvano, quella epoca è superiore a tutte le altre. Tutti gli altri ragionamenti mi interessano poco o niente.
Immagine
il riportatore seriale di notizie, l'orgoglione (cit.)
Avatar utente
Niki
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 14661
Iscritto il: 03/02/2004, 0:00


Torna a Epoca Pre-Mondiale F1

cron
  • Messaggi recenti
  • Messaggi senza risposta
  • Chi c’è in linea
  • In totale c’è 1 utente connesso :: 0 iscritti, 0 nascosti e 1 ospite (basato sugli utenti attivi negli ultimi 5 minuti)
  • Record di utenti connessi: 589 registrato il 17/01/2020, 0:54
  • Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite