Bernd Rosemeyer

Dagli albori del 1900 fino alla F1 nel 1950

da 330tr » 04/04/2014, 17:08

Aggiungo solo questa immagine tratta da filmato, con inquadratura più ampia, da cui si capisce meglio l'entità del danno. I balaustrini caduti sono molti, e il parapetto è stato modificato nel corso degli anni (oggi ci sono meno balaustrini dell'epoca)

Immagine
Avatar utente
330tr
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 4262
Iscritto il: 22/02/2010, 18:27
Località: Brescia

da Niki » 24/02/2015, 17:26

E qui invece un video dello stesso che ha quello su Elly.

https://www.youtube.com/watch?v=zGZdu555rl4

Penso sia la vittoria di Bernd alla Coppa Acerbo. Guardate dove e come correvano... :mrgreen:
Che meraviglia
Immagine
il riportatore seriale di notizie, l'orgoglione (cit.)
Avatar utente
Niki
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 14661
Iscritto il: 03/02/2004, 0:00

da sundance76 » 24/02/2015, 17:46

Niki ha scritto:E qui invece un video dello stesso che ha quello su Elly.

https://www.youtube.com/watch?v=zGZdu555rl4

Penso sia la vittoria di Bernd alla Coppa Acerbo. Guardate dove e come correvano... :mrgreen:
Che meraviglia


Bellissimo! C'è anche la fermata ai box dell'Auto Union di Fagioli, con guai al radiatore... Stupendo!
"Chi cerca di conoscere il passato capirà sempre meglio degli altri il presente e il futuro, e non soltanto nel nostro piccolo mondo di effimere quanto amate frenesie corsaiole." G. C.

https://www.youtube.com/watch?v=ygd67cDAmDI
Avatar utente
sundance76
Global Moderator
Global Moderator
 
Messaggi: 8437
Iscritto il: 21/05/2006, 23:00
Località: Isola d'Ischia

da Niki » 23/10/2015, 16:15

E dopo la famosa foto di Bernd infilato nell'auto di Caracciola, eccolo all'interno di un'Alfa della Scuderia Ferrari:
Immagine
Immagine
il riportatore seriale di notizie, l'orgoglione (cit.)
Avatar utente
Niki
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 14661
Iscritto il: 03/02/2004, 0:00

da sundance76 » 11/03/2016, 22:56

Nurburgring, lo start della gara dell'Eifel '36.
Nella pioggia e soprattutto nella nebbia, duello di giganti tra Nuvolari (Alfa n.4) e Rosemeyer (Auto Union n.18). Dopo alcuni giri, l'italiano cederà il comando al tedesco che arriverà, si disse, a "staccare a memoria" nelle invisibili curve avvolte dalla foschia.
Dopo un difficile inizio di stagione, questa sarà la prima delle cinque vittorie stagionali di Bernd Rosemeyer, che a fine anno si consacrerà Campione d'Europa 1936.

Immagine
"Chi cerca di conoscere il passato capirà sempre meglio degli altri il presente e il futuro, e non soltanto nel nostro piccolo mondo di effimere quanto amate frenesie corsaiole." G. C.

https://www.youtube.com/watch?v=ygd67cDAmDI
Avatar utente
sundance76
Global Moderator
Global Moderator
 
Messaggi: 8437
Iscritto il: 21/05/2006, 23:00
Località: Isola d'Ischia

da Niki » 12/03/2016, 12:40

Invece riusciva a vedere bene nella nebbia, come raccontato da Elly nel suo libro.
Immagine
il riportatore seriale di notizie, l'orgoglione (cit.)
Avatar utente
Niki
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 14661
Iscritto il: 03/02/2004, 0:00

da 330tr » 12/03/2016, 13:59

Dubito che avesse superpoteri!
Probabilmente era tanta la sua confidenza che riusciva ad andare "alla cieca" solo intravvedendo e ricostruendo mentalmente la pista..niente vista da X-man. Solo due OO così..ciò che poi ha raccontato è leggenda, in tutti i sensi!
Avatar utente
330tr
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 4262
Iscritto il: 22/02/2010, 18:27
Località: Brescia

da Niki » 12/03/2016, 17:15

Da "Rosemeyer - L'asso invicibile" di Cesare de Agostini.

Sulla vista eccezionale del suo biondo fidanzato, Elly farà rivivere, parola per parola, un esempio scioccante: "Viaggiavamo per la Germania, quasi sempre nella grande auto di Bernd. Una notte accadde qualcosa di singolare. Fu da qualche parte, in Sauerland. Dopo la mia conferenza volevo arrivare il più presto possibile ad Hannover. La nebbia era così fitta che gli alberi della strada erano visibili solo a un paio di metri di distanza e Bernd guidava a sessanta all'ora.
- Senti un pò, sei ammattito? Non si vede niente, se adesso trovi un'auto o un ciclista fermi ai lati della strada, vai a sbatterci in pieno.
Come se niente fosse, Bernd manteneva la sua velocità. "E' ovvio che ci veda, sciocca ragazzina - mi tranquillizzò - altrimenti non guiderei di certo così veloce".
Diventai furente. La mia vista era impeccabile e controllata, ogni due anni venivo sottoposta a un esame per il rinnovo del brevetto di volo. E io, di certo, non vedevo oltre i dieci metri. Era una spudoratezza da parte del signor pilota. In fin dei conti una strada di campagna in una notte nebbiosa non era un circuito chiuso al traffico normale.

- Bernd, non essere così pazzescamente incosciente - lo implorai - se a te della vita non importa niente, io non ho nessuna voglia di finire contro un albero.
"Dì un pò - Bernd all'improvviso divenne tutto serio - credi veramente che con te guiderei così se non fossi in grado di frenare in tempo nel caso si presentasse un ostacolo?".
Questo era veramente troppo. Gli gridai che non venisse a farmi credere che lui era in grado di vedere oltre l'albero successivo.
"Ovvio, vedo i tre successivi - replicò sorridendo - non ci credi? Aspetta un pò che te lo dimostro".
Continuammo a correre a quella velocità inquietante nel banco lattiginoso che ci circondava. All'improvviso Bernd frenò.
"lo vedi il ciclista davanti a noi?" mi chiese.

- Non dire sciocchezza. Puoi vedere esattamente ciò che vedo io, solo un albero tra la nebbia, risposi sgarbatamente.
Imperturbabile, Bernd accelerò di nuovo.
"Lo vedi adesso?"-

- No.
Ero assolutamente al limite della pazienza.
Rosemeyer proseguì ed ecco il ciclista. Non so esattamente quale fosse la distanza da quando Bernd l'aveva avvistato a quando ero riuscita anche io a vederlo. E' certo che nella nebbia ci vedo come una qualsiasi persona con la vista normale, forse anche un pò meglio. Ma la dimostrazione che Bernd mi diede quella notte, era un miracolo. Non mi ero mai trovata in una situazione simile in vita mia. Abbiamo ripetuto prove del genere ancora un paio di volte. Sempre lo stesso. Non aveva importanza che la nebbia avvolgesse la strada di giorno o di notte. Ogni volta Bernd mi annunciava con largo anticipo qualunque ostacolo non illuminato, prima che io potessi scorgerne anche la sola ombra".
Immagine
il riportatore seriale di notizie, l'orgoglione (cit.)
Avatar utente
Niki
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 14661
Iscritto il: 03/02/2004, 0:00

da Niki » 12/03/2016, 17:16

A mente ricostruendo la pista? Neanche Pico della Mirandola :mrgreen:
Immagine
il riportatore seriale di notizie, l'orgoglione (cit.)
Avatar utente
Niki
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 14661
Iscritto il: 03/02/2004, 0:00

da 330tr » 12/03/2016, 18:10

:think:
Superpoteri? Vista agli infrarossi? Geni mutanti che hanno modificato la retina?
Mah..io preferisco pensare che siano leggende un pò ricamate e rese immortali.
Il Nurburgring si impara a correre "ad occhi chiusi", avendo pochi punti di riferimento.. (se si è dei campionissimi..chiedere anche a Stewart). Non stiamo parlando della Mille Miglia, era pur sempre un circuito da ripetere tot volte..
Avatar utente
330tr
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 4262
Iscritto il: 22/02/2010, 18:27
Località: Brescia

da Niki » 12/03/2016, 19:01

Niente di tutto ciò. Semplicemente uno che ci vedeva meglio degli altri in determinate circostanze. Non è nè il primo, nè l'ultimo.
D'altronde per prima cosa non ha mai parlato lui di questo, almeno da quello che si sa, seconda cosa non è che la moglie ha detto che vedeva un chilometro più lontano degli altri.
Vedeva ad una distanza di tre alberi anzichè uno? Di quattro? Di quanto potevano essere distanziati? Non certo di 500 metri l'uno dall'altro.
E poi il dialogo riportato è perfettamente plausibile per due persone Tedesche. Anche la moglie non credeva a quello che diceva fino a quando dovette ricredersi.
Immagine
il riportatore seriale di notizie, l'orgoglione (cit.)
Avatar utente
Niki
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 14661
Iscritto il: 03/02/2004, 0:00

da sundance76 » 12/03/2016, 23:50

Quando ho scritto "arrivò, si disse, a staccare a memoria", ovviamente non significa affatto che lo dicesse Rosemeyer, bensì che l'hanno detto coloro che assistettero alla corsa (giornalisti e addetti ai lavori), stupiti per la prestazione del pilota.
"Chi cerca di conoscere il passato capirà sempre meglio degli altri il presente e il futuro, e non soltanto nel nostro piccolo mondo di effimere quanto amate frenesie corsaiole." G. C.

https://www.youtube.com/watch?v=ygd67cDAmDI
Avatar utente
sundance76
Global Moderator
Global Moderator
 
Messaggi: 8437
Iscritto il: 21/05/2006, 23:00
Località: Isola d'Ischia

da Niki » 13/03/2016, 18:39

Non c'era neanche bisogno che lo scrivessi ;)
Immagine
il riportatore seriale di notizie, l'orgoglione (cit.)
Avatar utente
Niki
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 14661
Iscritto il: 03/02/2004, 0:00

da 330tr » 14/10/2016, 22:05

Avatar utente
330tr
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 4262
Iscritto il: 22/02/2010, 18:27
Località: Brescia

da sundance76 » 26/10/2016, 20:28

Dopo il 2° posto del '35, Rosemeyer torna a Pescara e vince. E' la sua terza vittoria stagionale, ne seguiranno altre due con relativo titolo di Campione d'Europa.

Immagine
"Chi cerca di conoscere il passato capirà sempre meglio degli altri il presente e il futuro, e non soltanto nel nostro piccolo mondo di effimere quanto amate frenesie corsaiole." G. C.

https://www.youtube.com/watch?v=ygd67cDAmDI
Avatar utente
sundance76
Global Moderator
Global Moderator
 
Messaggi: 8437
Iscritto il: 21/05/2006, 23:00
Località: Isola d'Ischia

PrecedenteProssimo

Torna a Epoca Pre-Mondiale F1

cron
  • Messaggi recenti
  • Messaggi senza risposta
  • Chi c’è in linea
  • In totale c’è 1 utente connesso :: 0 iscritti, 0 nascosti e 1 ospite (basato sugli utenti attivi negli ultimi 5 minuti)
  • Record di utenti connessi: 142 registrato il 22/08/2019, 13:04
  • Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite