Bernd Rosemeyer

Dagli albori del 1900 fino alla F1 nel 1950

da sgarbo » 29/01/2008, 17:35

70 anni dalla scomparsa di uno dei più grandi piloti della storia. Bernd Rosemeyer. Una pietra miliare per la storia di Auto Union e dell'automobilismo stesso. Facciamo si che questa parte di corse non venga mai dimenticata. Le sue sfide con "Carratsch" faranno parte della storia per sempre.
Ultima modifica di sgarbo il 29/01/2008, 23:27, modificato 1 volta in totale.
1-5-1994:La fine di una storia,l'inizio di una leggenda.
Avatar utente
sgarbo
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 2783
Iscritto il: 24/10/2005, 23:00
Località: varese

da TIGERfree » 29/01/2008, 19:23

[quote="sgarbo"]70 anni dalla scomparsa di uno dei più grandi piloti della storia. Bernd Rosemeyer. Una pietra miliare per la storia di Auto Union e dell'automobilismo stesso. Facciamo si che questa parte di corse non venga mai dimenticata. Le sue sfide con "Carratsch" faranno parte della storia per sempre.[/quote]

sgarbo concordo pienamente con te, su youtube per caso ho trovato un filmato storico del 1937 con brevissimi spezzoni di gara alla COPPA ACERBO e DONINGTON ed una breve intervista lo hai mai visto?
Basta ricercare con google fra i video alla voce COPPA ACERBO.
Ultima modifica di TIGERfree il 11/10/2010, 17:47, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
TIGERfree
Rookie Driver
Rookie Driver
 
Messaggi: 12
Iscritto il: 01/09/2007, 23:00
Località: MONTESILVANO (PE)

da sgarbo » 29/01/2008, 20:02

Si. Sto recentemente analizzando la storia delle corse anni 30 per un lavoro che sto portando avanti perciò ho trovato molto materiale in merito. Parlando di Caracciola l'argomento Rosemeyer era d'obbligo. :wink:
Ultima modifica di sgarbo il 11/10/2010, 17:48, modificato 1 volta in totale.
1-5-1994:La fine di una storia,l'inizio di una leggenda.
Avatar utente
sgarbo
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 2783
Iscritto il: 24/10/2005, 23:00
Località: varese

da sgarbo » 29/01/2008, 20:03

Se solo sapessi il tedesco mi toglierei lo sfizio più grande: andare a Vienna alla libreria del museo della scienza e della tecnica e tradurmi tutti i libri di Neubauer che, in merito, sono FONDAMENTALI ma....in italiano ed inglese c'è ben poco di tradotto....
Ultima modifica di sgarbo il 11/10/2010, 17:48, modificato 1 volta in totale.
1-5-1994:La fine di una storia,l'inizio di una leggenda.
Avatar utente
sgarbo
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 2783
Iscritto il: 24/10/2005, 23:00
Località: varese

da jackyickx » 29/01/2008, 22:02

in anni molto lontani Marcello Sabbatini fece conoscere questi grandi campiioni d'anteguerra con una serie di servizi e poster intitolati i cavalIERi del rischio.
Ultima modifica di jackyickx il 11/10/2010, 17:48, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
jackyickx
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 2070
Iscritto il: 06/10/2006, 23:00
Località: chieti

da sundance76 » 29/01/2008, 22:43

Sì, sì, e io possiedo un Autosprint-Mese del 1974 con un lunghissimo articolo su Rosemeyer scritto dal grande Cesare De Agostini, grande storico dell'automobilismo e biografo di Nuvolari.

Su Wikipedia, la voce "Bernd Rosemeyer" in italiano l'ho scritta io....
Ultima modifica di sundance76 il 11/10/2010, 17:48, modificato 1 volta in totale.
"Chi cerca di conoscere il passato capirà sempre meglio degli altri il presente e il futuro, e non soltanto nel nostro piccolo mondo di effimere quanto amate frenesie corsaiole." G. C.

https://www.youtube.com/watch?v=ygd67cDAmDI
Avatar utente
sundance76
Global Moderator
Global Moderator
 
Messaggi: 8361
Iscritto il: 21/05/2006, 23:00
Località: Isola d'Ischia

da sundance76 » 05/02/2008, 16:03

Se c'è qualcuno interessato (ne dubito, ma non si sa mai) ad approfondire il contesto e le cause del tremendissimo incidente (400 km orari) in cui morì Rosemeyer, sul numero di febbraio di "Auto d'Epoca" c'è un dettagliato e documentato servizio, scritto da colui che probabilmente è il maggior esperto su quell'epoca e su quel pilota eccezionale. In precendenza lo studio fu pubblicato solo in inglese in altri Paesi europei e su alcuni siti web. Per chi conosceva la versione ufficiale che ha "tenuto" per oltre 60 anni, ci sono sorprendenti retroscena.
Ultima modifica di sundance76 il 11/10/2010, 17:49, modificato 1 volta in totale.
"Chi cerca di conoscere il passato capirà sempre meglio degli altri il presente e il futuro, e non soltanto nel nostro piccolo mondo di effimere quanto amate frenesie corsaiole." G. C.

https://www.youtube.com/watch?v=ygd67cDAmDI
Avatar utente
sundance76
Global Moderator
Global Moderator
 
Messaggi: 8361
Iscritto il: 21/05/2006, 23:00
Località: Isola d'Ischia

da sgarbo » 05/02/2008, 20:12

[quote="sundance76"]Se c'è qualcuno interessato (ne dubito, ma non si sa mai) ad approfondire il contesto e le cause del tremendissimo incidente (400 km orari) in cui morì Rosemeyer, sul numero di febbraio di "Auto d'Epoca" c'è un dettagliato e documentato servizio, scritto da colui che probabilmente è il maggior esperto su quell'epoca e su quel pilota eccezionale. In precendenza lo studio fu pubblicato solo in inglese in altri Paesi europei e su alcuni siti web. Per chi conosceva la versione ufficiale che ha "tenuto" per oltre 60 anni, ci sono sorprendenti retroscena.[/quote]
Io ho la versione di Carlo Wiedemann...il cronometrista...è la stessa?
Ultima modifica di sgarbo il 11/10/2010, 17:49, modificato 1 volta in totale.
1-5-1994:La fine di una storia,l'inizio di una leggenda.
Avatar utente
sgarbo
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 2783
Iscritto il: 24/10/2005, 23:00
Località: varese

da sundance76 » 05/02/2008, 21:00

Non penso, perchè all'epoca fu tutto insabbiato, le deposizioni dei testimoni furono "addomesticate". Il tutto perchè si volevano coprire le gravi responsabilità dellAuto Union.
Qui ci sono interessanti documenti in inglese, ma sulla rivista è in italiano

http://www.kolumbus.fi/leif.snellman/rose.htm

http://www.kolumbus.fi/leif.snellman/zana.htm
Ultima modifica di sundance76 il 11/10/2010, 17:49, modificato 1 volta in totale.
"Chi cerca di conoscere il passato capirà sempre meglio degli altri il presente e il futuro, e non soltanto nel nostro piccolo mondo di effimere quanto amate frenesie corsaiole." G. C.

https://www.youtube.com/watch?v=ygd67cDAmDI
Avatar utente
sundance76
Global Moderator
Global Moderator
 
Messaggi: 8361
Iscritto il: 21/05/2006, 23:00
Località: Isola d'Ischia

da sgarbo » 06/02/2008, 18:32

Auto d'epoca....domani vado a prenderlo.....
:wink:
Ultima modifica di sgarbo il 11/10/2010, 17:49, modificato 1 volta in totale.
1-5-1994:La fine di una storia,l'inizio di una leggenda.
Avatar utente
sgarbo
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 2783
Iscritto il: 24/10/2005, 23:00
Località: varese

da Niki » 07/02/2008, 15:48

Appena ho un pò i tempo, spero stasera  :roll: , inserisco la traduzione.
Ultima modifica di Niki il 11/10/2010, 17:50, modificato 1 volta in totale.
Immagine
il riportatore seriale di notizie, l'orgoglione (cit.)
Avatar utente
Niki
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 14661
Iscritto il: 03/02/2004, 0:00

da sundance76 » 13/02/2008, 11:01

Negli anni '30 si correvano due Gran Premi all'anno sul Nurburgring: in primavera il GP dell'Eifel (10 giri, 228 km), e in estate il GP di Germania (22 giri, 502 km). Nel 1936 Rosemeyer le vinse entrambe.

Al Gp dell'Eifel '36, Bernd Rosemeyer si produce in una di quelle imprese che lo hanno reso leggendario. C'è pioggia, molta pioggia, ma il peggio fu quando scese la nebbia. La visibilità è ridottissima, e su un circuito immerso nelle foreste, guidare una Grand Prix diventa una cosa aleatoria.
Caracciola su Mercedes andò in testa, poi Nuvolari su Alfa lo superò spavaldamente. Ma successivamente Rosemeyer sulla sua Auto Union a 16 cilindri attacca: Tazio viene superato, ma per alcuni giri cerca di tenere a vista lo scatenato Rosemeyer.
Quando passano davanti alle tribune, in quella foschia pesante, si sentono 24 cilindri passare all'unisono, li si intravedono per un attimo poi di nuovo vengono ingoiati dalla nebbia.
Nuvolari molla un pò, mentre Rosemeyer continua a tirare. E' inarrestabile, sembra che abbia il radar al posto della testa, giunge a staccare "a memoria" nelle curve. A fine gara vincerà staccando Nuvolari di oltre 2 minuti. Una gara infernale.
Mentre Caracciola si era già guadagnato il titolo di "regenmeister", re della pioggia, Rosemeyer avrà invece quello di "nebelmeister", maestro della nebbia...
"Chi cerca di conoscere il passato capirà sempre meglio degli altri il presente e il futuro, e non soltanto nel nostro piccolo mondo di effimere quanto amate frenesie corsaiole." G. C.

https://www.youtube.com/watch?v=ygd67cDAmDI
Avatar utente
sundance76
Global Moderator
Global Moderator
 
Messaggi: 8361
Iscritto il: 21/05/2006, 23:00
Località: Isola d'Ischia

da Niki » 21/05/2010, 19:46

Ultima modifica di Niki il 11/10/2010, 17:11, modificato 1 volta in totale.
Immagine
il riportatore seriale di notizie, l'orgoglione (cit.)
Avatar utente
Niki
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 14661
Iscritto il: 03/02/2004, 0:00

da Baldi » 12/08/2010, 21:39

nella parte finale del filmato si vede l'auto che ha, nella parte posteriore, una sorta di paratie che quasi toccano terra. Delle minigonne ante litteram!
Ultima modifica di Baldi il 11/10/2010, 17:11, modificato 1 volta in totale.
Immagine
C'è un'unica differenza tra me e un pazzo: io non sono pazzo. (Salvador Dalì)
Avatar utente
Baldi
Administrator
Administrator
 
Messaggi: 10473
Iscritto il: 10/01/2004, 0:00

da sundance76 » 14/10/2010, 9:19

[quote="sundance76"]
Se c'è qualcuno interessato (ne dubito, ma non si sa mai) ad approfondire il contesto e le cause del tremendissimo incidente (400 km orari) in cui morì Rosemeyer, sul numero di febbraio di "Auto d'Epoca" c'è un dettagliato e documentato servizio, scritto da colui che probabilmente è il maggior esperto su quell'epoca e su quel pilota eccezionale. In precendenza lo studio fu pubblicato solo in inglese in altri Paesi europei e su alcuni siti web. Per chi conosceva la versione ufficiale che ha "tenuto" per oltre 60 anni, ci sono sorprendenti retroscena.
[/quote]

Ragazzi, per chi all'epoca non lo acquistò, ecco l'inedita e sorprendente inchiesta di Aldo Zana sull'incidente mortale di Rosemeyer nel gennaio 1938, durante il tentativo di record su strada a oltre 430 orari.

Notevole la mole di particolari che all'epoca vennero insabbiati per costruire una versione ufficiale per coprire le responsabilità, versione che il giornalista è riuscito a smontare. Addirittura in un caso sarebbe bastato guardare le foto, eppure per oltre 70 anni nessuno ci ha fatto caso.

Mi piacerebbe commentarla con voi.

Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Ultima modifica di sundance76 il 14/10/2010, 14:59, modificato 1 volta in totale.
"Chi cerca di conoscere il passato capirà sempre meglio degli altri il presente e il futuro, e non soltanto nel nostro piccolo mondo di effimere quanto amate frenesie corsaiole." G. C.

https://www.youtube.com/watch?v=ygd67cDAmDI
Avatar utente
sundance76
Global Moderator
Global Moderator
 
Messaggi: 8361
Iscritto il: 21/05/2006, 23:00
Località: Isola d'Ischia

Prossimo

Torna a Epoca Pre-Mondiale F1

  • Messaggi recenti
  • Messaggi senza risposta
  • Chi c’è in linea
  • In totale ci sono 2 utenti connessi :: 0 iscritti, 0 nascosti e 2 ospiti (basato sugli utenti attivi negli ultimi 5 minuti)
  • Record di utenti connessi: 107 registrato il 24/10/2018, 16:41
  • Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti