Rudolf CARACCIOLA

Dagli albori del 1900 fino alla F1 nel 1950

da sundance76 » 18/07/2009, 16:01

[quote="CR0N0"]
[quote="sundance76"]
Immagine
[/quote]
Vedo male io o è un controsterzo della madonna???
[/quote]

Hai visto benissimo, Crono. Si tratta del GP di Monaco 1936, corso sotto la pioggia battente: l'Auto Union già sull'asciutto non era certo la macchina ideale per Monaco, poi con la pioggia.... Nella foto si vede Rosemeyer in testacoda verso il Casino, testacoda che fece terminare la sua corsa contro il parapetto di pietra. Nell'urto si staccò un pezzo della balaustra, vagamente somigliante a una coppa.
Rosemeyer lo prese con sè e si fece avvicinare da un cronista della radio: "Oh, ecco Rosemyer che si è dovuto ritirare, ma cos'ha sotto al braccio?" e il pilota rispose: "Oh, questo me lo sono preso in sostituzione del premio intitolato al principe Ranieri. Quando sono andato sparato contro al parapetto oltre al resto mi è venuto addosso questa specie di pietra e me la sono tenuta per consolazione: ha proprio la forma della coppa per la quale abbiamo corso..."  :D

Rosemeyer era mitico: non solo un fenomeno di pilota, ma era anche un personaggio eccezionale...
Ultima modifica di sundance76 il 18/07/2009, 16:10, modificato 1 volta in totale.
"Chi cerca di conoscere il passato capirà sempre meglio degli altri il presente e il futuro, e non soltanto nel nostro piccolo mondo di effimere quanto amate frenesie corsaiole." G. C.

https://www.youtube.com/watch?v=ygd67cDAmDI
Avatar utente
sundance76
Global Moderator
Global Moderator
 
Messaggi: 8484
Iscritto il: 21/05/2006, 23:00
Località: Isola d'Ischia

da sundance76 » 28/09/2009, 11:34

Immagine
Oggi 28 settembre è esattamente il cinquantesimo anniversario della scomparsa di Caracciola, dovuta a una intossicazione al fegato.
Pilota dallo stile pulito, velocissimo, dotato di una costanza di rendimento straordinaria e di un'abilità sul bagnato che gli valse il soprannome di "Regenmeister (o Rainmaster)" cioè di re della pioggia.

Fu il pilota più vittorioso nel ventennio tra le due guerre mondiali, l'epoca che gli storici chiamano l'Era dei Titani, perchè non si era mai visto, e mai si rivedrà in futuro, che i piloti dovessero domare macchine di quasi 700 CV senza alcun tipo di aiuto aerodinamico o elettronico.

Tra Gran Premi, corse Sport, cronoscalate, vinse ben 149 corse, di cui 137 per la Mercedes, squadra di cui fu la bandiera tra per quasi trent'anni, con la parentesi del 1932 all'Alfa Romeo, dove si trovò a convivere con assi come Nuvolari, Campari e Borzacchini.

Ancora oggi è considerato il migliore pilota tedesco di sempre, primato che gli contendono solo Rosemeyer e Schumacher.

Ottenne 25 vittorie nei Gran Premi internazionali, e parliamo di anni in cui la maggior parte di essi si disputavano su distanze di 500 chilometri.

Immagine

Fu 3 volte Campione d'Europa Grand Prix (equivalente al Mondiale F1 di oggi), nel 1935, 1937 e 1938.

Fu anche 3 volte Campione d'Europa delle Cronoscalate (1930-1931-1932).

Fu il primo straniero a vincere la Mille Miglia (1931), e unico insieme a Moss.

Sentiamo Alfred Neubauer, direttore sportivo della Mercedes per tutta la carriera agonistica di Caracciola:

"Guardando indietro, dovrò sempre ricordare Rudof Caracciola come il più grande pilota della sua epoca e probabilmente di ogni tempo. Ha saputo combinare a un livello straordinario la concentrazione, la determinazione, la resistenza fisica e l'intelligenza. Nessun altro pilota che ho conosciuto avrebbe potuto, secondo me, trionfare sulle infermità come ha saputo fare Caracciola. Pensavo allora, e lo penso ancor oggi, che di tutti i grandi piloti che ho conosciuto - Nuvolari, Rosemeyer, Lang, Fangio, Moss - Rudi è stato il più grande di tutti".

George Monkhouse, storico, giornalista, scrittore, che sull'Era dei Titani ci ha lasciato preziose testimonianze fotografiche, letterarie e filmate:

"Caracciola non era un estroverso re della velocità; era calmo, tranquillo, riservato e, per certi versi, era lo stesso anche quando pilotava. Ruote slittanti, code di traverso e gran fumate di gomme non facevano per lui; la sua guida era pulita, precisa e inesorabilmente veloce, anche se non sembrava. Sapeva affrontare una curva in pieno powerslide così perfettamente controllato che difficilmente sembrava in sbandata, ma i tempi sul giro parlavano del suo ritmo formidabile. Era un maestro nel togliersi dai problemi, restava calmo nelle lotte più accese ed era meravigliosamente gentile con la sua macchina. Nelle parole di Neubauer-e chi meglio di lui potrebbe dirlo?-Caracciola era l'artista perfetto".

Enzo Ferrari dedica un ricordo molto positivo (per i suoi standard di giudizio) a Caracciola:
"Un pilota che da molti è considerato uno dei più grandi di tutti i tempi è stato Caracciola. Elegante, signorilmente asciutto nel comportamento, il grande Rudi era pilota attento, preciso, particolarmente efficace sulla pista o strada bagnata. Era dotato di una straordinaria adattabilità a qualsiasi tipo di vettura o di percorso, e poi occorre aggiungere che era uno di quei piloti che offrono, a conti fatti, un rendimento eccezionalmente e costantemente alto".

Nella biografia di Hans Stuck (uno dei grandi avversari di Caracciola), c'è una testimonianza  del 1939:
"[....] Caracciola, per esempio. Io non l'ho ancora mai visto perdere la calma. E va detto che nella vita di Caratsch ci sono state tante situazioni pericolose delle quali solo il cielo sa come abbia fatto a cavarsela. Quest'uomo ha una calma di ferro, accompagnata da un'energia assolutamente incredibile. Caratsch, che da più di una dozzina d'anni si è installato al vertice della comunità dei piloti da corsa, ha patito gravi ferite a Montecarlo, che da allora impediscono alla sua gamba destra di essere perfettamente a posto e che si fanno sempre più sentire ad ogni corsa importante. Abbiamo già visto che Caratsch sa stringere i denti, quando il dolore gli fa vedere le stelle. Eppure chi ha mai sentito un lamento uscire dalla sua bocca?".
Ultima modifica di sundance76 il 04/10/2010, 10:15, modificato 1 volta in totale.
"Chi cerca di conoscere il passato capirà sempre meglio degli altri il presente e il futuro, e non soltanto nel nostro piccolo mondo di effimere quanto amate frenesie corsaiole." G. C.

https://www.youtube.com/watch?v=ygd67cDAmDI
Avatar utente
sundance76
Global Moderator
Global Moderator
 
Messaggi: 8484
Iscritto il: 21/05/2006, 23:00
Località: Isola d'Ischia

da Powerslide » 28/09/2009, 13:42

Leggendo queste pagine viene da chiedersi se molta della disaffezione che gli appassionati mostrano verso la F1 non dipenda anche dai protagonisti attuali.

Ma loro non hanno colpe: sono figli dei tempi che viviamo dove l'apparire conta più dell'essere  :(

RIP Rudolf
Io non accetto che per trovare l’effetto suolo si debba strisciare per terra. Secondo me è assurdo, è immorale da un punto di vista tecnico. (Mauro Forghieri)
Avatar utente
Powerslide
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 6422
Iscritto il: 16/01/2007, 0:00

da Uitko » 28/09/2009, 15:14

[quote="Powerslide"]
Leggendo queste pagine viene da chiedersi se molta della disaffezione che gli appassionati mostrano verso la F1 non dipenda anche dai protagonisti attuali.

Ma loro non hanno colpe: sono figli dei tempi che viviamo dove l'apparire conta più dell'essere  :([/quote]
parole sante, ma lanciate nel vento, non le raccoglieranno...
Immagine
"Quando voglio andare più veloce non c'è bisogno che spinga. Basta che mi concentri un pò." (Jim Clark)
Avatar utente
Uitko
Administrator
Administrator
 
Messaggi: 5050
Iscritto il: 15/12/2003, 0:00
Località: Zena

da Niki » 28/09/2009, 16:51

[quote="sundance76"]
Ancora oggi è considerato il migliore pilota tedesco di sempre, primato che gli contendono solo Rosemeyer e Schucchia.[/quote]

Si! Non ci manca nient'altro :asd:
Immagine
il riportatore seriale di notizie, l'orgoglione (cit.)
Avatar utente
Niki
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 14661
Iscritto il: 03/02/2004, 0:00

da sundance76 » 20/07/2010, 9:15

Ho scoperto che la macchina con cui Caracciola colse i primi successi della sua carriera, la Mercedes SSK o la variante sportiva SSKL, è proprio la stessa macchina usata spesso da Lupin III nel famoso cartone animato  :asd:

Prima o poi Uitko farà sì che questi topic vengano tutti spostati nella sezione "Pre-Mondiale", vero Boss?
"Chi cerca di conoscere il passato capirà sempre meglio degli altri il presente e il futuro, e non soltanto nel nostro piccolo mondo di effimere quanto amate frenesie corsaiole." G. C.

https://www.youtube.com/watch?v=ygd67cDAmDI
Avatar utente
sundance76
Global Moderator
Global Moderator
 
Messaggi: 8484
Iscritto il: 21/05/2006, 23:00
Località: Isola d'Ischia

da sundance76 » 04/10/2010, 10:12

Ecco l'articolo di Aldo Zana pubblicato su "Auto d'Epoca" nel numero di aprile 2001, per i cento anni dalla nascita del campione tedesco. Ci sono inedite chiavi di lettura sulla personalità di Caracciola, e molti riferimenti anche bibliografici.

Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine

Copyright Aldo Zana - Auto d'Epoca
Ultima modifica di sundance76 il 20/08/2013, 12:58, modificato 1 volta in totale.
"Chi cerca di conoscere il passato capirà sempre meglio degli altri il presente e il futuro, e non soltanto nel nostro piccolo mondo di effimere quanto amate frenesie corsaiole." G. C.

https://www.youtube.com/watch?v=ygd67cDAmDI
Avatar utente
sundance76
Global Moderator
Global Moderator
 
Messaggi: 8484
Iscritto il: 21/05/2006, 23:00
Località: Isola d'Ischia

da Niki » 04/10/2010, 13:15

Grande articolo. Più passa il tempo, più mi appassiona questa anticaglia e petrella, come si dice qui. Il periodo immediatamente successivo agli albori dello sport automobilistico.

- auto meravigliose ma bare semoventi

- piloti super

- tracciati con sicurezza pari a zero

Mega fortunato chi ha potuto assistere a quegli eventi storici di persona.
Immagine
il riportatore seriale di notizie, l'orgoglione (cit.)
Avatar utente
Niki
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 14661
Iscritto il: 03/02/2004, 0:00

da sundance76 » 04/10/2010, 20:07

[quote="Niki"]

Mega fortunato chi ha potuto assistere a quegli eventi storici di persona.
[/quote]

Infatti tra gli appassionati inglesi circolava un detto, che in italiano era più o meno così: "Se non hai mai visto una corsa delle grosse macchine degli anni '30, allora non hai mai visto una corsa".  :D
"Chi cerca di conoscere il passato capirà sempre meglio degli altri il presente e il futuro, e non soltanto nel nostro piccolo mondo di effimere quanto amate frenesie corsaiole." G. C.

https://www.youtube.com/watch?v=ygd67cDAmDI
Avatar utente
sundance76
Global Moderator
Global Moderator
 
Messaggi: 8484
Iscritto il: 21/05/2006, 23:00
Località: Isola d'Ischia

da sundance76 » 11/10/2010, 11:12

[quote="sundance76"]
[quote="Niki"]

Mega fortunato chi ha potuto assistere a quegli eventi storici di persona.
[/quote]

Infatti tra gli appassionati inglesi circolava un detto, che in italiano era più o meno così: "Se non hai mai visto una corsa delle grosse macchine degli anni '30, allora semplicemente non hai mai visto una corsa".  :D
[/quote]

Ecco, la frase esatta è questa: "If you haven't seen the big thirties Grand Prix cars racing, then you just haven't seen car-racing".
"Chi cerca di conoscere il passato capirà sempre meglio degli altri il presente e il futuro, e non soltanto nel nostro piccolo mondo di effimere quanto amate frenesie corsaiole." G. C.

https://www.youtube.com/watch?v=ygd67cDAmDI
Avatar utente
sundance76
Global Moderator
Global Moderator
 
Messaggi: 8484
Iscritto il: 21/05/2006, 23:00
Località: Isola d'Ischia

da sundance76 » 11/10/2010, 12:26

L'ultima vittoria di Caracciola è il Gran Premio di Germania 1939, la gara che Rudi vinse per ben sei volte nella sua carriera piena di trionfi. Tuttavia il resto della stagione '39 fu dominato dal suo compagno di squadra, Hermann Lang, mentre Caracciola iniziava a sentire il peso degli anni.

Questo dipinto rende meglio di ogni parola l'atmosfera del 'Ring, dove sole e pioggia potevano alternarsi contemporaneamente sui 23 km del circuito. Caracciola sulla sua W 154 è ritratto davanti alla sorprendente Maserati di Pietsch (è ancora vivo, ha 99 anni) che andò pure in testa per un giro (3° al traguardo), e alle due Auto Union di Hasse (ritirato) e Muller (buon 2°). Peccato che l'immagine debba sempre essere rimpicciolita ai minimi termini. Ci vorrebbe una funzione che adegui automaticamente la foto alle dimensioni del forum:

Immagine


Qui c'è il filmato della corsa:

http://www.youtube.com/watch?v=SH5vtn4SFiQ
"Chi cerca di conoscere il passato capirà sempre meglio degli altri il presente e il futuro, e non soltanto nel nostro piccolo mondo di effimere quanto amate frenesie corsaiole." G. C.

https://www.youtube.com/watch?v=ygd67cDAmDI
Avatar utente
sundance76
Global Moderator
Global Moderator
 
Messaggi: 8484
Iscritto il: 21/05/2006, 23:00
Località: Isola d'Ischia

da Niki » 04/11/2010, 21:08

Immagine
Gran Premio di Francia, Reims-Gueux 3 luglio 1938
Immagine
il riportatore seriale di notizie, l'orgoglione (cit.)
Avatar utente
Niki
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 14661
Iscritto il: 03/02/2004, 0:00

da sundance76 » 05/11/2010, 2:08

Bravo Niki, bellissima foto, scattata dal grande Klemantasky. E' presente anche nel recente libro "Silver Arrows in camera", straordinario dal punto di vista foto-documentario (è soprattutto un libro fotografico, fantastico) ma carente a livello di esattezza in certe didascalie, dove si contano alcuni strafalcioni.

Io non ce l'ho, ma l'ho visto a casa di un amico.

Immagine

Uploaded with ImageShack.us
"Chi cerca di conoscere il passato capirà sempre meglio degli altri il presente e il futuro, e non soltanto nel nostro piccolo mondo di effimere quanto amate frenesie corsaiole." G. C.

https://www.youtube.com/watch?v=ygd67cDAmDI
Avatar utente
sundance76
Global Moderator
Global Moderator
 
Messaggi: 8484
Iscritto il: 21/05/2006, 23:00
Località: Isola d'Ischia

da Niki » 05/11/2010, 19:33

Sun quel libro lo compererò presto, così come le varie biografie in tedesco.
Così ne approfitterò anche per studiarlo :thumbup:
Immagine
il riportatore seriale di notizie, l'orgoglione (cit.)
Avatar utente
Niki
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 14661
Iscritto il: 03/02/2004, 0:00

da sundance76 » 11/02/2011, 10:40

L'amico Elio11 mi ha suggerito uno straordinario documentario in due parti su Caracciola, ma dopo averlo scaricato non riesco a vedere le immagini!!! Rabbia!!! Si sente solo l'audio!!! Contravvengo alle regole se vi posto l'indirizzo qui per scaricarlo?  Magari se qualcuno di voi lo scarica, potrebbe dirmi se riesce a vederlo, in modo da capire se il problema è mio.
Ultima modifica di sundance76 il 11/02/2011, 10:47, modificato 1 volta in totale.
"Chi cerca di conoscere il passato capirà sempre meglio degli altri il presente e il futuro, e non soltanto nel nostro piccolo mondo di effimere quanto amate frenesie corsaiole." G. C.

https://www.youtube.com/watch?v=ygd67cDAmDI
Avatar utente
sundance76
Global Moderator
Global Moderator
 
Messaggi: 8484
Iscritto il: 21/05/2006, 23:00
Località: Isola d'Ischia

PrecedenteProssimo

Torna a Epoca Pre-Mondiale F1

cron
  • Messaggi recenti
  • Messaggi senza risposta
  • Chi c’è in linea
  • In totale ci sono 2 utenti connessi :: 0 iscritti, 0 nascosti e 2 ospiti (basato sugli utenti attivi negli ultimi 5 minuti)
  • Record di utenti connessi: 370 registrato il 06/12/2019, 16:38
  • Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti