07 Gran Premio d'Italia, 13 settembre 1959

Forum dedicato alla rivisitazione della stagione agonistica di 50 anni fa

da Niki » 02/11/2009, 21:36

Si è corso sul circuito di Monza il XXX Gran Premio d'Italia, penultimo appuntamento del campionato. La Ferrari si è presentata con 5 vetture affidate a Brooks, Gurney, Phil Hill, Gendebien ed Allison. La Cooper Climax ha schierato 4 auto condotte da Brabham, Trintignant, McLaren e Scarlatti, mentre Stirling Moss era alla guida di una Cooper della Scuderia di Rob Walker.
Sia le Ferrari che le Cooper hanno abbassato parecchio i tempi dell'anno passato, la prima di 1”6, la seconda addirittura di 7”.
Le monoposto inglesi hanno effettuato grandi progressi e pian piano stanno stabilendo uno standard al quale sembra si dovranno adeguare tutti, primo dei quali il motore montato posteriormente.

Immagine
La Cooper ai box

Altra arma delle auto britanniche è la leggerezza, circa 120 Kg. in meno delle monoposto della casa di Maranello.
Al termine delle qualifiche, Stirling Moss ha realizzato la pole position con un vantaggio di appena 1/10” su Brooks, mentre Brabham ha conquistato la terza posizione completando la prima fila. La seconda fila è stata occupata dalle Ferrari di Gurney e P. Hill.

Immagine
Phil Hill ai box durante le prove con problemi di gomme

Al via c'è stato il primo colpo di scena: Brooks ha commesso un errore facendo slittare la frizione bruciandola, cancellando così la possibilità di lottare ancora per il titolo.
Moss ha preso la testa della gara seguito da Brabham e Gurney, ma al secondo giro Phil Hill è transitato in prima posizione seguito dallo stesso Moss, da Gurney e da Brabham che nel frattempo era sceso in quarta posizione.
Al 6° giro Gurney ha superato Moss agguantando il secondo posto, ma è stato superato di nuovo il giro successivo.

Immagine
Ireland su Lotus precede Phil Hill su Ferrari(© LAT)

Allison ha raggiunto e superato Brabham al 9° giro, mentre Moss è riuscito a superare Phil Hill ma è stato a sua volta superato di nuovo nel giro seguente.
Alla 30a tornata le posizioni erano: 1° P. Hill, 2° Moss, 3° Gurney, 4° Allison, 5° Brabham, con Moss che aveva stabilito il giro più veloce al 26° passaggio.

Immagine
Allison su Ferrari, seguito da Burgess su Cooper Maserati

A circa metà gara le monoposto di Maranello sono state costrette a rientrare ai box per cambiare le gomme. Il primo a fermarsi è stato P. Hill che è ripartito dopo circa 30”, seguito da Gurney che ha cambiato tre ruote perdendo 40”, mentre Allison e Gendebien si sono fermati subito dopo perdendo quasi lo stesso tempo.

Immagine
Shelby su Aston Martin ai box

Moss, che a quel punto non aveva più nessuno davanti, ha aumentato il ritmo stabilendo il giro più veloce al 32° giro e creando il vuoto alle proprie spalle.
Phil Hill ha tentato di rimontare stabilendo a sua volta il giro più veloce ma il vantaggio accumulato da Moss era troppo per riuscire nella rimonta.
Al 38° giro Moss guidava la corsa seguito da P. Hill, Brabham, Gurney, ed Allison: le posizioni sono rimaste immutate fino alla bandiera a scacchi.

Immagine
Stirling Moss conduce solitario(© LAT)

Con Brooks matematicamente escluso dalla corsa al titolo, Moss si è avvicinato ancora a Brabham e il campionato si deciderà all'ultima gara che si terrà a Sebring il prossimo dicembre.

Ordine di arrivo:

1° S. Moss - 2h 04' 05” 4 alla media di 200,177 Km/h
2° P. Hill - 2h 04' 52” 1
3° J. Brabham - 2h 05' 17” 9
4° D. Gurney - 2h 05' 25”
5° C. Allison - 71 giri
6° O. Gendebien - 71 giri
7° H. Schell - 70 giri
8° J. Bonnier - 70 giri
9° M. Trintignant - 70 giri
10° C. Shelby - 70 giri
11° C. Davis - 68 giri
12° G. Scarlatti - 68 giri
13° R. Flockhart - 67 giri
14° I. Burgess - 67 giri
15° G. Cabianca - 64 giri

Giro più veloce:

P. Hill in 1' 40” 4 alla media di 206,175 Km/h

Ritirati:

1° giro:  Brooks - frizione
2° giro: G. Hill - trasmissione
15° giro: Ireland - freni
19° giro: Fairman - motore
23° giro: McLaren - motore
45° giro: Salvadori - tramissione

Classifica del campionato:

31 - Brabham
25,5 - Moss
23 - Brooks
20 - P. Hill
13 - Gurney
12 - Trintignant
10 - Bonnier, Gregory
8,5 - McLaren
5 - Schell
3 - Ireland, Gendebien
2 - Allison, Behra

http://www.youtube.com/watch?v=bmpuWzdeEBw
Ultima modifica di Niki il 02/11/2009, 21:50, modificato 1 volta in totale.
Immagine
il riportatore seriale di notizie, l'orgoglione (cit.)
Avatar utente
Niki
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 14661
Iscritto il: 03/02/2004, 0:00

da sundance76 » 02/11/2009, 21:44

Niki, aspetta un secondo: si possono sommare i 5 migliori risultati, Brooks al momento ne ha solo 3, e se vince l'ultimo GP con Brabham dal quarto posto in giù, Brooks lo raggiungerebbe a quota 31 e vincerebbe il titolo per maggior numero di vittorie. Quindi non è fuori matematicamente...
"Chi cerca di conoscere il passato capirà sempre meglio degli altri il presente e il futuro, e non soltanto nel nostro piccolo mondo di effimere quanto amate frenesie corsaiole." G. C.

https://www.youtube.com/watch?v=ygd67cDAmDI
Avatar utente
sundance76
Global Moderator
Global Moderator
 
Messaggi: 8358
Iscritto il: 21/05/2006, 23:00
Località: Isola d'Ischia

da Niki » 03/11/2009, 8:23

E' vero Sun, colpa mia. Queste fonti non sono troppo precise e io mi sono sbrigato a pubblicare senza controllare a dovere. Pensa che in un numero è anche sbagliato il punteggio di un pilota.
Immagine
il riportatore seriale di notizie, l'orgoglione (cit.)
Avatar utente
Niki
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 14661
Iscritto il: 03/02/2004, 0:00

da sundance76 » 03/11/2009, 11:07

Il capoclassifica Jack Brabham, che ha già accumulato 5 risultati, se va a punti anche nell'ultimo GP dovrà scartare. E al momento il peggior risultato è un 4° posto, quindi per aumentare il bottino dovrà almeno arrivare sul podio...

Brabham è stata l'autentica sorpresa di questo mondiale. Pochi avrebbero scommesso sul 33enne australiano.

Gli inglesi, come ogni anno, aspettavano una vittoria mondiale di Moss, ma Stirling, supportato dal team di Rob Walker, ha forse esagerato nel cambiare continuamente vetture durante la stagione. I tempi stanno cambiando: c'è bisogno di maggiore attenzione nello sviluppo di un singolo modello, e l'attitudine di Moss, che comunque è un campionissimo, non sembra quella giusta, visto che ora le possibilità di vincere il mondiale all'ultimo GP sono piuttosto complicate...
"Chi cerca di conoscere il passato capirà sempre meglio degli altri il presente e il futuro, e non soltanto nel nostro piccolo mondo di effimere quanto amate frenesie corsaiole." G. C.

https://www.youtube.com/watch?v=ygd67cDAmDI
Avatar utente
sundance76
Global Moderator
Global Moderator
 
Messaggi: 8358
Iscritto il: 21/05/2006, 23:00
Località: Isola d'Ischia

da Mclaren7C » 14/10/2010, 10:29

La partenza.
Immagine

Cabianca - Maserati 250F
Immagine

Gurney - Ferrari D246
Immagine

Hill - Lotus 16
Immagine

Moss - Cooper T51 e Brabham - Cooper T51
Immagine

Salvadori - Aston Martin DBR4
Immagine

Shelby - Aston Martin DBR4
Immagine
Immagine
Avatar utente
Mclaren7C
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 2823
Iscritto il: 13/02/2006, 0:00
Località: Livorno


Torna a 1959

  • Messaggi recenti
  • Messaggi senza risposta
  • Chi c’è in linea
  • In totale c’è 1 utente connesso :: 0 iscritti, 0 nascosti e 1 ospite (basato sugli utenti attivi negli ultimi 5 minuti)
  • Record di utenti connessi: 107 registrato il 24/10/2018, 16:41
  • Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite