Senna in Ferrari

Aneddoti, immagini, informazioni inerenti le vecchie stagioni

da 330tr » 17/06/2024, 23:01

Però, Laffite, non possiamo ragionare col "Senna" o col senno di poi.

Il contratto con Senna è del luglio '90. Suzuka '90 non esiste. La Williams non è affatto incombente. Prost non si lamenta affatto di avere una vettura inguidabile.
Faccio l'avvocato del diavolo.
Il "vecchio" Prost può vincere il mondiale e chiudere in bellezza la carriera con 4 mondiali vinti o tornare in pompa magna in McLaren, e la Ferrari, sempre più forte, può affidarsi per il nuovo ciclo vincente testé aperto al giovane e fortissimo Senna, affiancato da una spalla.
Sì, perché avere un secondo pilota è un dovere per una squadra che vuol vincere il mondiale e non è stradominante; Patrese, eccellente e gran collaudatore è l'uomo perfetto, lo si è già visto e lo si vedrà ancor meglio in futuro.

Fiorio sarebbe diventato l'eroe dei due mondi.

È andata male, e oggi si può avere tranquillamente la tesi che sia un fallito sopravvalutato..
Avatar utente
330tr
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 4928
Iscritto il: 22/02/2010, 18:27
Località: Brescia

da groovestar » 18/06/2024, 8:36

A detta di Prost la 641 era una vettura equilibrata, guidabile, ottima in gara, ma con limiti in qualifica.
Lui conosceva altresì i limiti della MP4/5, quindi è lecito credergli quando afferma di avere avuto fra le mani forse la migliore auto.

In quel 1990 è curioso notare come i contatti con Senna arrivino nel massimo momento di forma di Prost che, prima della tappa Tedesca, appare lanciatissimo, prima di una brutale serie di battute a vuoto.
Cioè trattare un nuovo pilota nel momento in cui il tuo nuovo acquisto è in ottima forma, non è una mossa geniale, soprattutto se questi, già impegnato in una lotta interna con un difficile cliente come Mansell, viene a saperlo ed, oltre a diversi impegnare in una battaglia contro Senna, deve anche brigare per mantenere il posto in squadra.
Una follia totale a guardarla in retrospettiva.

Sinceramente, a parte il bullarsi a posteriori con Ayrton morto, sono dell'idea che averlo in squadra, soprattutto nel 1991, avrebbe spostato di poco gli equilibri ed avrebbe garantito gli stessi risultati di Prost.
Le statistiche non mentono ed, a parte le diverse caratteristiche di guida, l'unico vero fattore che avrebbe potuto indurre ad una scelta diversa è quello legato all'età.
Nel 1990 Alain aveva 3 titoli, sembrava vicino al quarto e Senna ne aveva uno.
Direi che fosse il migliore di tutti è una sciocchezza creata a posteriori e che, peraltro, non è nemmeno sostenuta da chi ha lavorato con entrambi i piloti che, all'epoca, erano al medesimo livello.

La narrazione del campione caduto in battaglia vuole un antagonista che deve essere all'opposto del protagonista vessato, che perde solo perché boicottato. Ma questa è la narrazione di Ayrton, che non è stata mai obiettiva, ma che è stata abbracciata dalla stampa nostrana perché, oggettivamente, Prost era di una antipatia unica.

In questa narrazione poi Ayrton dimenticava sempre di citare il rapporto speciale e privilegiato che aveva con Honda: se McLaren offriva auto a pari livello, Honda invece forniva motori diversi e con caratteristiche cucite sullo stile di guida del brasiliano.
Inoltre, nel 1989, la Honda diede materiale migliore a Senna poiché Prost, da luglio, si sarebbe accasato altrove e non volevano che portasse con sé il numero 1.
Sia Mansell che Rosberg confermano come, a fine contratto, i loro motori diventavano improvvisamente meno performanti rispetto a quelli del compagno di squadra, per non parlare inoltre del fatto che avessero particolari preferenze a livello di piloti (Piquet, Nakajima e Senna su tutti).

Ai tempi si diede a Prost del rosicone, ma passati tanti anni, le sue lamentele vennero confermate da più voci ed, oggi, dovrebbero essere considerate diversamente.

A mio avviso Fiorio cercava unicamente di accreditarsi come padre padrone ed artefice di successi, senza la minima remora bello scaricare questo o quell'altro (emblematica la riconoscenza verso Mansell, che per sposare Ferrari sprecò un 1989 per affinare una vettura ancora acerba).

Fu un bene per Ayrton non arrivare in Ferrari e, purtroppo, è una mera illazione pensare che ciò gli avrebbe salvato la vita.
Presto o tardi sarebbe andato in Williams ed al destino non si scappa..m
Avatar utente
groovestar
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 9278
Iscritto il: 09/03/2004, 0:00

da Jackie_83 » 18/06/2024, 9:32

Concordo

C'è anche da constatare un altro fatto... cioè che la Ferrari in quegli anni stava attraversando una grave crisi a livello industriale

Gli sforzi economici della Fiat erano per prima cosa indirizzati a sistemare QUELLA situazione, mentre il reparto corse sostanzialmente si arrangiava con quello che aveva

Teniamo conto che il V12 rimane praticamente lo stesso dal 1989 a metà 1993, stesso discorso per il reparto sospensivo

In una situazione simile dubito che uno come Senna non sarebbe fuggito disperato dopo un paio di stagioni
Avatar utente
Jackie_83
Global Moderator
Global Moderator
 
Messaggi: 7917
Iscritto il: 04/07/2005, 23:00
Località: Terra di mezzo

da 330tr » 18/06/2024, 10:07

Mah, io continuo ad avere dei dubbi su questa lettura "a posteriori".
Voglio essere cauto, e ritrasferirmi nel 1990, che ancora ricordo piuttosto bene.
Prost è un campione indiscusso, fatto sta che il nuovo fortissimo pilota emergente è Senna, che ha finito per far "fuggire" il francese prendendo le redini della squadra più forte.
Prost è consistentissimo passo gara, ma è evidentemente più debole sul giro veloce e tragico in caso pioggia.
Senna non ha apparentemente punti deboli, e guadagna tantissimo durante i doppiaggi. Gli occhi del mondo sono su di lui. Averlo in squadra sarebbe un plus assoluto.
La Ferrari sta emergendo sempre più, finalmente l'antenna inglese dopo anni sta dando i suoi frutti; Mr. Lampadina è andato via, ma la vettura modificata sta raggiungendo la maturità, la Ferrari squadra corse funziona finalmente bene nonostante lo scontento di Mansell non più primadonna.
Fiorio sta facendo un buon lavoro, tutti lodano questa squadra finalmente vincente!
Di pari passo la parte commerciale latita, i modelli non sono entusiasmanti, andrà sicuramente rivisto il parco auto, ma una Ferrari F1 vincente fa vendere anche l'orrida Mondial..
Che anno meraviglioso, Ferrari che vince dopo secoli di legnate, i sogni di Italia '90..un futuro roseo, un tricampione oggi e un futuro sbalorditivo campione domani. Oggi vince Biasion, domani vincerà Kankkunen, ma sempre un'italiana sarà là avanti.
Avere il più forte in squadra darà ancor di più al futuro della rossa di Maranello.
Fiorio farà bene quanto in Lancia, nessuno ha dubbi. È un vincente, trasforma in oro ogni cosa che tocca..

La storia poi la fanno i vincitori.
Fiorio ha perso.
Ha sbagliato tutto, le vittorie Lancia sono casuali, era un pessimo manager, non sapeva gestire, doveva prevedere il fiasco del '91, l'incidente di Suzuka eccetera.
No, io a questa lettura a posteriori non ci voglio stare.
Io sono nel 1990, qui ed ora, e la Ferrari è un sogno meraviglioso.
Il '91 vinceremo con Senna, come quest'anno stiamo arrivando con Prost.
Avatar utente
330tr
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 4928
Iscritto il: 22/02/2010, 18:27
Località: Brescia

da groovestar » 18/06/2024, 11:23

In Formula 1 Fiorio non aveva esperienza e non conosceva le dinamiche folli del circus.

Anche guardando in prospettiva, non comprendo il senso di sostituire un pilota appena arrivato, in un momento di lotta serrata, con il suo avversario diretto.
Se guardiamo a quel momento storico, Prost aveva fatto più punti di Senna nel 1988 ed ottenuto una sola vittoria in meno e lo aveva fregato nel 1989, dopo quasi un anno da separato in casa.
Senna era un demonio in qualifica, ma in gara spesso rimaneva invischiato in incidenti evitabilissimi, come con Schlesser, Nakajima e Mansell con la bandiera nera, senza contare l'attacco fallito di Suzuka e l'incidente in condizioni proibitive ad Adelaide.
Prost era più lento di Piquet, Mansell e Senna in qualifica, ma a fine anno faceva sempre più punti di loro (salvo un 1987 bloccato dal Tag Porsche vetusto).

La prospettiva di un Senna invincibile si venne a creare dopo, perchè in gara era sempre Prost quello che, d'improvviso, spuntava fuori.

Due piloti assolutamente complementari ed al medesimo livello nel 1990, impossibili da gestire in contemporanea.
Entrambi una spanna sopra gli altri.

Sinceramente non mi spiego la mossa, se non nel fatto che Fiorio si sentisse minacciato da Alain (che aveva velleità da team manager) o non vi fosse feeling.
Io propendo per una antipatia personale, anche perchè fu quasi nullo l'appoggio ricevuto nelle ultime gare del mondiale, con lo scempio della partenza ostacolata da Mansell.

Infine sull'aneddoto del 1996, è lo stesso Alain ad averlo svelato qualche mese fa.
Era il periodo in cui si baloccava in test con la McLaren.
Non se ne fece nulla e poi rimase a disposizione di Dennis nella malaugurata ipotesi in cui Hakkinen non fosse pronto a tornare in pista. Ricordo ancora il disappunto di Couthard che, da titolare lungamente corteggiato, dovette attendere la fine delle prove di Prost sulla nuova nata McLaren...
Avatar utente
groovestar
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 9278
Iscritto il: 09/03/2004, 0:00

da 330tr » 18/06/2024, 11:37

Ma Groove, io c'ero e ricordo..
L'invincibilità di Senna non è un mito a posteriori.
Senna era più veloce, aggressivo, "giovane" (anche se gli anni di differenza erano pochi).
Io ero tifoso Ferrari e tifosissimo di Prost, ma mi faceva incaxxare a morte nei sorpassi, nei doppiaggi, Senna andava via e Prost si impiantava.
Tutti sapevano che Senna era più forte, tutti, me tifoso di parte compreso, che consideravo Senna un "fetentone" scorrettissimo.
Era così scorretto che gli avversari si spostavano..o sarebbero finiti fuori entrambi. E si buttavano quadi fuori strada impanicati, vedendo il casco giallo.
L'antesignano del giovane Verstappen..
Ricordo poi nel cd audio che era uscito con Autosprint, alla conclusione di un GP in cui Senna aveva vinto (forse Suzuka '91?) una voce sconsolata in italiano, penso un qualche meccanico Ferrari dire "non c'è niente da fare, niente da fare.."
Mi colpì molto...
Era la voce di un innamorato che sa di essere di fronte a un sogno infranto.
Il grintosissimo Senna in Ferrari lo volevano tutti.
Il sonnacchioso Prost non entusiasmava, pur regalando spunti eccelsi.
Ma noi, in fondo, siamo italiani. Abbiamo bisogno di emozioni.
Avatar utente
330tr
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 4928
Iscritto il: 22/02/2010, 18:27
Località: Brescia

da Jackie_83 » 18/06/2024, 14:19

Tutti tutti mi sa di no...ricordo bene le scritte sbombolettate sui muretti interni della Tosa "No Senna in Ferrari"

Ma é facile che dopo Suzuka '90 molti se la fossero legata al dito

Per quanto riguarda la trattativa del '90, comunque la si guardi era follia pura...poteva andare bene agli occhi dei tifosi e specialmente dei piú piccoli (provate ad immaginare una coppia Senna/Mansell) ma all'atto pratico era un puro delirio di onnipotenza e un assist al diretto avversario

Era come se nel 2021 Hamilton avesse scoperto a metà campionato che Wolff stava trattando Verstappen alle sue spalle...

Curioso notare che in Ferrari siano sempre stati maestri in questi capolavori di gestione inversa
Avatar utente
Jackie_83
Global Moderator
Global Moderator
 
Messaggi: 7917
Iscritto il: 04/07/2005, 23:00
Località: Terra di mezzo

da groovestar » 18/06/2024, 14:40

Poco convinto anche sul valore di Senna, superiore a quello di Prost.

Alla fine i numeri hanno sempre dato ragione al francese, che ha fallito quando non ha avuto il supporto che richiedeva (tanto in Renault, quanto in Ferrari).
In McLaren poi è stato qualcosa di devastante, perdendo un titolo per mezzo punto, uno per il gioco degli scarti ed un'annata per colpa del motore Porsche vetusto.
I numeri ci dicono che ha sempre terminato in classifica davanti al compagno di squadra, salvo appunto nel 1984, ove pagò per l'interruzione del GP di Monaco.

Ovviamente i tifosi potevano adorare lo stile di Senna, ma un team manager avrebbe dovuto apprezzare l'incredibile efficacia di Prost, e non comprendo perchè Fiorio brigò per sbarazzarsene...

Se poi guardiamo al luglio del 1990, oltre ai meri risultati in classifica, notiamo come nella gestione gara Prost fosse il migliore, con 2 incidenti di gara con un avversario nel corso della sua carriera (Olanda 1983 e Giappone 1989).
Di Senna, non parliamone...incidenti con Alboreto, Mansell (due volte, che sarebbero diventate 3), Prost, Nannini, più altri incidenti nel corso di doppiaggi, oltre al famoso incidente di Monaco (che fu abilissimo a trasformare un'asinata in un momento mistico).
La comunicazione ed il mito di Ayrton sono riusciti a distorcere quella che avrebbe dovuto essere una visione distaccata dei fatti.

Fino al 1990, i numeri ci dicono che Prost era il più efficace in circolazione, che aveva battuto praticamente tutti i piloti in griglia ed era il più vincente della storia.

A Prost, tanto all'epoca come oggi, non hanno perdonato, su 202 gare, 4 errori/gare storte:
Monaco 1982
Olanda 1983
Imola 1991
Donnington 1993

Di Senna perdoniamo almeno il triplo delle gare buttate per incidenti o troppa foga, e tendiamo a dimenticare le volte in cui, anche sul bagnato, ha preso la paga da altri avversari (Spagna 1991 su tutte).

Fu davvero un errore enormemente grave da parte della Ferrari e di Fiorio il non seguire Prost fino in fondo e di non offrirgli un adeguato appoggio tecnico.
Inoltre trovo incomprensibile come, sempre Fiorio, fosse disposto ad assumere Patrese, una seconda guida veloce gradita da Ayrton, ma non ad istruire Mansell. Follia...
Avatar utente
groovestar
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 9278
Iscritto il: 09/03/2004, 0:00

da 330tr » 18/06/2024, 14:48

Jackie_83 ha scritto:..
Era come se nel 2021 Hamilton avesse scoperto a metà campionato che Wolff stava trattando Verstappen alle sue spalle...


O come Alonso scoprire che sarebbe stato affiancato da Hamilton :mrgreen:

A parte gli scherzi razionalmente sono d'accordo, quando seppi della trattativa pensai "ma che catz..ma Fiorio era drogato??"
Ma vorrei sostituire quella reazione di pancia con un pensiero differente.
Fiorio era abituato a "prendere il meglio", e chissà cos'altro c'era sotto. Chissà.
Chissà chi gli aveva assicurato i fondi, chissà chi gli aveva promesso copertura, e chissà ancora chi o cosa c'era dietro, perché qui si parla di politiche bizantine Ferrari post-Drake, atte a disarticolare quella gestione fino ai piloti.
Come accade a ogni cambio gestionale.
Fatto sta che quel complicato parto venne troncato, e ci trovammo Alesi-Capelli.
Povero Jean..
Avatar utente
330tr
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 4928
Iscritto il: 22/02/2010, 18:27
Località: Brescia

da 330tr » 18/06/2024, 14:57

groovestar ha scritto:...
Infine sull'aneddoto del 1996, è lo stesso Alain ad averlo svelato qualche mese fa.
Era il periodo in cui si baloccava in test con la McLaren.
Non se ne fece nulla e poi rimase a disposizione di Dennis nella malaugurata ipotesi in cui Hakkinen non fosse pronto a tornare in pista. Ricordo ancora il disappunto di Couthard che, da titolare lungamente corteggiato, dovette attendere la fine delle prove di Prost sulla nuova nata McLaren...


Qua secondo me è Prost che ci racconta la supercaxxola..Ma neanche se lo rivedessi firmato coi sigilli notarili crederei che s'è riofferto alla Ferrari da licenziato, ultraquarantenne con anni di inattività per affiancare il mastino bestiale Schumacher.
Troppo intelligente per una pu...anata del genere.
Avatar utente
330tr
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 4928
Iscritto il: 22/02/2010, 18:27
Località: Brescia

da duvel » 18/06/2024, 17:43

Può darsi che mi sia sfuggito, ma di Prost che si rioffre alla Ferrari non l'avevo mai sentito neppure io :think:
Ricordo invece delle insofferenze di Hakkinen e Coulthard nei confronti di Alain collaudatore
Avatar utente
duvel
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 2383
Iscritto il: 04/11/2007, 0:00
Località: Bergamo

da groovestar » 18/06/2024, 18:59

"Dopo il 1993 (anno del ritiro definitivo, nda) ho avuto l’opportunità di tornare in Formula 1 con la McLaren e anche con la Ferrari. Ho parlato con Jean Todt e Michael era già lì. Ho detto che se avessi firmato, dovevamo essere chiari e che quello che dovevo fare era la seconda guida, aiutando Michael e la Ferrari a diventare campioni del mondo“, questo il Professore al podcast Beyond the Grid. “Non volevo avere alcun tipo di discussione. Michael sarebbe stato il numero uno e io il numero due, sarebbe stata una possibilità di tornare, ma non ha funzionato. Volevo partecipare al successo della Ferrari, questa era la mia sfida in quel momento. Il mio ruolo sarebbe stato quello di aiutare Jean, la squadra e ovviamente Michael, bisognava essere chiari su questo, l’aspetto umano è sempre stato molto importante per me. Non c’era modo di competere con Michael dopo un ritiro di due o tre anni. Quello che potevo fare era aiutare e poteva essere una bella sfida: ho parlato a lungo con Jean, ma non è andata a buon fine. Forse dovreste chiedere a Todt le ragioni, ma magari è stato meglio per me“.

Le trattative penso abbiano avuto luogo nel corso dell'estate del 1995, periodo in cui Alain stava provando per la McLaren, orfana di Mansell e con la Marlboro desiderosa di avere un pilota di livello in squadra.
Ricordo che si parlò molto di un suo ritorno, ma per il 1996 i sedili McLaren erano occupati, ed avrebbe avuto poco senso prendere il posto di Blundell per fare magre figure.

Forse fu proprio la Marlboro a spingere verso questa chiacchiera suggestiva, ma Todt fu lungimirante a scegliere un pilota che avrebbe accettato di buon grado una vettura scadente ed un pilota ingombrante.
Avatar utente
groovestar
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 9278
Iscritto il: 09/03/2004, 0:00

da 330tr » 18/06/2024, 19:43

Grazie Groove, casco letteralmente dalle nuvole e dalla sedia..
Certo che tra Fiorio e Prost a questo punto non so più chi si faceva maggiormente di LSD :lol: :lol: :lol:

Trovato l'originale qui al min 39 circa:
https://youtu.be/PWtXyM7N0tM?si=_d3nF0YfxB17UMZI

Dice che l'idea poteva sembrare folle (poteva, eh?)
Meno male che ci siamo almeno risparmiati una simile pazzia, vedere asfaltato Prost come un Michael Andretti (in F1) qualsiasi non avrebbe fatto bene a nessuno.
Avatar utente
330tr
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 4928
Iscritto il: 22/02/2010, 18:27
Località: Brescia

da sundance76 » 18/06/2024, 20:23

Prost come Joe Tanto... (se non capite il riferimento, non preoccupatevi, anzi, è meglio per voi)
"Chi cerca di conoscere il passato capirà sempre meglio degli altri il presente e il futuro, e non soltanto nel nostro piccolo mondo di effimere quanto amate frenesie corsaiole." G. C.

https://www.youtube.com/watch?v=ygd67cDAmDI
Avatar utente
sundance76
Global Moderator
Global Moderator
 
Messaggi: 9439
Iscritto il: 21/05/2006, 23:00
Località: Isola d'Ischia

da leon_90 » 18/06/2024, 20:46

sundance76 ha scritto:Prost come Joe Tanto... (se non capite il riferimento, non preoccupatevi, anzi, è meglio per voi)


:D :D
Avatar utente
leon_90
Formula 1
Formula 1
 
Messaggi: 1010
Iscritto il: 23/02/2015, 20:21

PrecedenteProssimo

Torna a Formula 1 Storica

  • Messaggi recenti
  • Messaggi senza risposta
  • Chi c’è in linea
  • In totale ci sono 21 utenti connessi :: 0 iscritti, 0 nascosti e 21 ospiti (basato sugli utenti attivi negli ultimi 5 minuti)
  • Record di utenti connessi: 688 registrato il 25/04/2024, 22:26
  • Visitano il forum: Nessuno e 21 ospiti