Senna in Ferrari

Aneddoti, immagini, informazioni inerenti le vecchie stagioni

da Elio11 » 14/03/2010, 21:00

Si, l'ho letto anche io su un Rombo del 1986, tuttavia non ricordo il numero. A reperirlo l'articolo...
Avatar utente
Elio11
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 2034
Iscritto il: 31/01/2006, 0:00

da Pedro59 » 15/03/2010, 12:21

Come tifoso della Ferrari devo dire che Ayrton Senna è stato il mio sogno irrealizzato.
Con lui - credo - la Ferrari avrebbe trovato "il pilota del secolo", l'asso definitivo.
Purtroppo molte concause (non ultima la tragica Imola '94) hanno fatto sì che "il matrimonio non s'avesse da fare".
Il paragone con Prost è - a mio avviso - arido di contenuti.
Potremmo disquisire per anni ed ognuno - giustamente - resterebbe della sua idea.
Per chi ha la mia età assomiglia alla disputa Mazzola-Rivera: tante parole, nessuna possibile conclusione oggettiva.
Resta il mio rimpianto di non aver visto Senna in rosso, magari già dal 1985...
"For if the trumpet give an uncertain sound, who shall
prepare himself to the battle?"  1 Corinthians 14/8
------------
"Che la vuoi una mora ?" - stepv11 /15-11-11
"Dou you like a blackberry ?"
"Machen Sie mögen eine Brombeere ?"
"Est ce que tu veux une mûre ?"
"Hágale quiere una zarzamora ?"
Avatar utente
Pedro59
Formula 1
Formula 1
 
Messaggi: 1464
Iscritto il: 30/08/2008, 14:34
Località: S.Piero a Sieve (FI) - Mugello

da duvel » 15/03/2010, 18:06

[quote="Pedro59"]

Per chi ha la mia età assomiglia alla disputa Mazzola-Rivera: tante parole, nessuna possibile conclusione oggettiva.

[/quote]

Ennò! :asd:

Gianni forever 8)
Avatar utente
duvel
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 2384
Iscritto il: 04/11/2007, 0:00
Località: Bergamo

da Pedro59 » 16/03/2010, 12:11

[quote="duvel"]
[quote="Pedro59"]

Per chi ha la mia età assomiglia alla disputa Mazzola-Rivera: tante parole, nessuna possibile conclusione oggettiva.

[/quote]

Ennò! :asd:

Gianni forever 8)
[/quote]

Anch'io, sinceramente, non avevo dubbi pur non essendo milanista... :thumbup:
"For if the trumpet give an uncertain sound, who shall
prepare himself to the battle?"  1 Corinthians 14/8
------------
"Che la vuoi una mora ?" - stepv11 /15-11-11
"Dou you like a blackberry ?"
"Machen Sie mögen eine Brombeere ?"
"Est ce que tu veux une mûre ?"
"Hágale quiere una zarzamora ?"
Avatar utente
Pedro59
Formula 1
Formula 1
 
Messaggi: 1464
Iscritto il: 30/08/2008, 14:34
Località: S.Piero a Sieve (FI) - Mugello

da sundance76 » 16/03/2010, 12:41

Non ricordo dove e chi lo scrisse, ma lessi che Mazzola era uno che spaccava gli spogliatoi, e che risaltava meglio se il resto della squadra giocava male... Mi pare fosse un numero dell'Europeo, appena lo trovo ne parliamo in off-topic. Vado pazzo per la storia del calcio pre-1990 (guardacaso, prima del calcio a immagine e somiglianza delle... Emittenze).
"Chi cerca di conoscere il passato capirà sempre meglio degli altri il presente e il futuro, e non soltanto nel nostro piccolo mondo di effimere quanto amate frenesie corsaiole." G. C.

https://www.youtube.com/watch?v=ygd67cDAmDI
Avatar utente
sundance76
Global Moderator
Global Moderator
 
Messaggi: 9440
Iscritto il: 21/05/2006, 23:00
Località: Isola d'Ischia

da Baldi » 16/03/2010, 15:02

[quote="sundance76"]
Non ricordo dove e chi lo scrisse, ma lessi che Mazzola era uno che spaccava gli spogliatoi, e che risaltava meglio se il resto della squadra giocava male... Mi pare fosse un numero dell'Europeo, appena lo trovo ne parliamo in off-topic. Vado pazzo per la storia del calcio pre-1990 (guardacaso, prima del calcio a immagine e somiglianza delle... Emittenze).
[/quote]

Forse Mazzola era più "mulo", più corridore... Rivera più "fine".

Ma probabilmente queste etichette non sono del tutto giuste, nè per l'uno nè per l'altro.
Immagine
C'è un'unica differenza tra me e un pazzo: io non sono pazzo. (Salvador Dalì)
Avatar utente
Baldi
Administrator
Administrator
 
Messaggi: 10639
Iscritto il: 10/01/2004, 0:00

da duvel » 16/03/2010, 18:22

[quote="Pedro59"]
[quote="duvel"]
[quote="Pedro59"]

Per chi ha la mia età assomiglia alla disputa Mazzola-Rivera: tante parole, nessuna possibile conclusione oggettiva.

[/quote]

Ennò! :asd:

Gianni forever 8)
[/quote]

Anch'io, sinceramente, non avevo dubbi pur non essendo milanista... :thumbup:
[/quote]

La mia passione per i motori ha sempre superato di gran lunga quella per il calcio che, con l'andar del tempo si è assai affievolita.
Ma sotto sotto conservo sempre un po' di cuore "rossonero": felice nelle vittorie e scornacchiato in occasioni come all'Old Trafford pochi giorni fa...
E aggiungo, quando scorrendo la colonna dei risultati domenicali mi capita di leggere un 5-3 ho ancora un lieve sobbalzo :( il ricordo di una gran brutta giornata (anche per le due ruote....)

fine OT
Avatar utente
duvel
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 2384
Iscritto il: 04/11/2007, 0:00
Località: Bergamo

da Pedro59 » 16/03/2010, 21:32

[quote="duvel"]
[quote="Pedro59"]
[quote="duvel"]
[quote="Pedro59"]

Per chi ha la mia età assomiglia alla disputa Mazzola-Rivera: tante parole, nessuna possibile conclusione oggettiva.

[/quote]

Ennò! :asd:

Gianni forever 8)
[/quote]

Anch'io, sinceramente, non avevo dubbi pur non essendo milanista... :thumbup:
[/quote]

La mia passione per i motori ha sempre superato di gran lunga quella per il calcio che, con l'andar del tempo si è assai affievolita.
Ma sotto sotto conservo sempre un po' di cuore "rossonero": felice nelle vittorie e scornacchiato in occasioni come all'Old Trafford pochi giorni fa...
E aggiungo, quando scorrendo la colonna dei risultati domenicali mi capita di leggere un 5-3 ho ancora un lieve sobbalzo :( il ricordo di una gran brutta giornata (anche per le due ruote....)

fine OT
[/quote]

20 maggio 1973
Verona-Milan 5-3; Roma- Juventus 1-2; Napoli Lazio 1-0 in virtù di questi risultati la Juventus è Campione d'Italia

alla Curva Grande di Monza muoiono Saarinen e "Paso".
Un giorno davvero terribile per lo sport motociclistico.

Fine OT
"For if the trumpet give an uncertain sound, who shall
prepare himself to the battle?"  1 Corinthians 14/8
------------
"Che la vuoi una mora ?" - stepv11 /15-11-11
"Dou you like a blackberry ?"
"Machen Sie mögen eine Brombeere ?"
"Est ce que tu veux une mûre ?"
"Hágale quiere una zarzamora ?"
Avatar utente
Pedro59
Formula 1
Formula 1
 
Messaggi: 1464
Iscritto il: 30/08/2008, 14:34
Località: S.Piero a Sieve (FI) - Mugello

da guny » 22/03/2010, 9:42

Vorrei ricordare che ieri Ayrton Senna avrebbe (ha, per qualcuno) compiuto 50 anni. Non è mai stato un pilota dentro alle mie simpatie ma lo considero uno dei Piu' Grandi di Sempre. Un affettuoso ricordo mi sembra doveroso.

Ciao Ayrton.................
"A parità di macchina, se voglio che uno mi stia dietro, state tranquilli che ci resta."
"Io do il tutto per tutto pur di arrivare primo invece che racimolare punti, non ho nessuna intenzione di vincere il campionato del mondo piazzandomi terzo o quarto tutte le volte."
Gilles Villeneuve
Avatar utente
guny
Formula 1
Formula 1
 
Messaggi: 1272
Iscritto il: 16/03/2007, 0:00
Località: Lago di Garda

da Laffite26 » 14/06/2024, 2:26

L'approdo di Ayrton Senna in Ferrari è certamente uno dei grandi what if della storia di questo sport, tutti ne abbiamo parlato almeno una volta.
Sinceramente, e senza ricostruire tutte le vicende, penso che il titolo non sarebbe arrivato comunque a Maranello pur avendo il brasiliano in squadra anche se è indubbio che sarebbe arrivata qualche vittoria in più nel dopo Prost, ma con molte difficoltà. La vettura del 1991, anno in cui l'operazione Senna sarebbe dovuta andare in porto, destava qualche grattacapo mentre poco a poco stava emergendo la competitività della Williams la quale dominerà i due campionati successivi. E' in virtù di questo che propendo all'insuccesso della corsa al titolo da parte della Ferrari pur affiancando ad Ayrton un pilota come Patrese, mettendogli a suo servizio una seconda guida affidabile (guai farsi sentire in questi termini dal buon Riccardo però) per un tripudio italiano che non si è mai concretizzato.
Recentemente un noto ex manager Ferrari si è spinto oltre dicendo che se si fosse accasato a Maranello Ayrton avrebbe scansato il suo infausto destino. E' una frase secondo me molto irriguardosa verso lo stesso Senna, perchè trovo di cattivo gusto sindacare sulle vicende umane di una persona per il proprio fallimentare tornaconto, di una bassezza morale unica pur di apparire il salvatore di una Patria inesistente, ma tornado a noi, credo che il passaggio in Williams nel 94 per sostituire Prost sarebbe stato inevitabile. Il miglior team doveva rimpiazzare il campione del mondo con il miglior pilota disponibile, ed è per questo che ahimè l'ultima corsa di Imola sarebbe stata ineluttabile per il grande Ayrton Senna.
"A special hello to our dear friend Alain, we all miss you Alain."
Laffite26
Formula 3000
Formula 3000
 
Messaggi: 747
Iscritto il: 04/10/2016, 23:23

da 330tr » 14/06/2024, 7:01

Sono parzialmente d'accordo; tuttavia l'arrivo di Senna avrebbe provocato, credo, una traslazione in Ferrari di parte delle competenze telaistiche (e non solo) McLaren e perché no acquisti ingegneristici che non possiamo immaginare.
L'accoppiata Alesi-Migeot non si sarebbe vista, niente doppio fondo, vettura più convenzionale eccetera, il futuro non sarebbe stato così drammaticamente alla deriva per anni..
Con una guida ad indicare una via precisa (più cavalli, miglioramento delle sospensioni ecc) chissà che ne sarebbe venuto fuori..se già la macchina era buona nel 1994 contando l'intermezzo catastrofico, chissà con Senna e aggiunte tecniche valide già dal '91 dove si sarebbe arrivati..
Rimane un'ucronìa.
(ucronìa per ucronìa SE la Ferrari fosse riuscita a padroneggiare le sospensioni attive velocemente con innesti strategici e una vettura potente e affidabile, giocandosela con Williams magari le attive e altri aiuti elettronici non sarebbero mai stati eliminati! Sarebbe tutta un'altra storia, completamente)
Avatar utente
330tr
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 4928
Iscritto il: 22/02/2010, 18:27
Località: Brescia

da Niki » 14/06/2024, 8:48

Non so delle dichiarazioni riportate da Laffite, ma leggendo quelle parole mi viene da pensare che il personaggio si riferisse al fatto che non guidando la Williams non avrebbe avuto l'incidente.
Certo, con i se ed i ma non si va da nessuna parte. Magari chi fosse stato alla Williams al suo posto, non avrebbe richiesto la modifica al piantone, ecc.
Non credo che la Ferrari con Senna avrebbe fatto molto di più come ha scritto 330.
Se l'auto non c'è, il pilota può fare poco o niente come si è visto sempre.
Immagine
Avatar utente
Niki
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 15897
Iscritto il: 03/02/2004, 0:00

da groovestar » 14/06/2024, 9:27

Senna in Ferrari è sempre stata una suggestione interessante, ma effettivamente poco fattibile.

A guardare al 1985, con Ferrari in vita, la trattativa naufragò in quanto Ayrton voleva in Ferrari, in vista della stagione successiva, Doucarouge, che era stato un ottimo progettista, ma stava discendendo la china. Il francese chiese troppo tempo per pensarci e Ferrari virò su Barnard e su un Berger in rapidissima ascesa (vinse con una Ex Toleman dopo una stagione solidissima, difficile non dargli ragione all'epoca). Visto il declino della Lotus nel 1988, e la stella vecchia Lotus attiva del 1987 (ormai sorpassata da 2 anni) viene da dire che sarebbe stato un matrimonio destinato alla frustrazione.

La questione 1991 è un po' più complessa.
Indubbiamente è vero tutto: Ayrton aveva firmato e richiedeva espressamente la conferma di Nichols e l'arrivo di ingegneri di sua fiducia. Riccardo ha assolutamente confermato il suo accordo a trasferirsi in Ferrari per giocarsela con il brasiliano (del resto se la giocava con Mansell, sarebbe stato davvero un confronto molto costruttivo) e riprendere un discorso interrotto a fine 1978 e non ripreso nel 1980.
A livello tecnico penso che la questione avrebbe potuto funzionare, con due piloti tremendamente sensibili e maestri dello sviluppo e tecnici di fiducia pronti a lavorare. La Williams del 1991 inoltre era ancora passiva, acerba e la McLaren, con il solo Berger e chissà quale altro pilota (Prost di ritorno?!) non sarebbe stata così competitiva, quindi lo spazio per la Ferrari c'era, così come lo spazio per sviluppare la versione aggiornata della vettura 1991 (che de facto era una McLaren rivisitata). Il solo nodo riguardava la competitività del motore.
Ovviamente, senza scelte assurde (o non funzionali in assenza di sospensioni attive) non ci sarebbe stata la necessità della F1-92 e della sua erede non sviluppata F1-93 (e qui si va nelle congetture, magari una vettura convenzionale avrebbe permesso alla Ferrari di sviluppare con meno grattacapi l'elettronica, per poi farsi trovare pronta nel 1993).

In tutto questo però, mettiamoci nei panni della dirigenza Ferrari: prima ingaggi Mansell, il miglior pilota del 1987, poi ingaggi Prost, il campione del mondo del 1989 e nel 1990 cacci entrambi per prendere Senna...come strategia non ha davvero alcun senso, anche se non sappiamo come fossero i rapporti fra Prost e la squadra nel 1990. Cioè ingaggiare un campione del mondo per poi defenestrarlo dopo 6 mesi, e con lui un pilota amato e vincente come Mansell, avrebbe fatto storcere il naso a chiunque, soprattutto se sei in lotta per il titolo e Prost, ai punti, aveva vinto il confronto diretto nel 1988 e 1989.

Non dobbiamo fare l'errore di riguardare con gli occhi di cosa accadde nel 1991, perchè sarebbe troppo facile.
A detta di moltissimi, Alain era il migliore, il più completo ed il più analitico, oltre ad essere un maestro nella politica dello sport.
In Ferrari non andava cambiato il pilota ed ieri, come oggi, andava rafforzata la squadra tecnica e non crogiolarsi su un progetto vecchio di 3 anni (cosa che avvenne, si fidarono di un progetto che ormai era vetusto, quanto sia Leyton House che Tyrrell avevano mostrato chiaramente quale sarebbe stata la strada da seguire a livello tecnico/aerodinamico).
Ovvio che poi, in un vuoto di potere, troviamo il pilota con velleità di direttore sportivo ed una ridda di progettisti bravi sulla carta, ma del tutto poco pratici.

In ultima analisi, era un progetto del tutto infattibile in assenza di pieni poteri gestionali e fu un enorme occasione persa non sfruttare fino in fondo un talento come Prost, dissipando energie in lotte interne e con un pilota si talentuoso come Mansell, ma privo di acume (non a caso non esiste un compagno di squadra che ne parli bene, salvo forse Patrese...)
Avatar utente
groovestar
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 9278
Iscritto il: 09/03/2004, 0:00

da 330tr » 14/06/2024, 10:01

groovestar ha scritto:...come strategia non ha davvero alcun senso, anche se non sappiamo come fossero i rapporti fra Prost e la squadra nel 1990. Cioè ingaggiare un campione del mondo per poi defenestrarlo dopo 6 mesi, e con lui un pilota amato e vincente come Mansell, avrebbe fatto storcere il naso a chiunque..


Quoto, e ci ho riflettuto.
Ma cosa e COME pensava Fiorio?
Forse Fiorio si trascinava dietro l'esperienza Lancia.
In Lancia c'era un dittatore assoluto che procedeva senza remore per il bene della scuderia.
Prost valeva quanto Nakajima, era solo uno strumento utile nelle mani del bene maggiore, la Ferrari.
Senna è più forte?
Bene, via Prost e su Senna, se Prost non accetta di fare il vassallo.
Ogni arma è valida per conquistare il mondiale.
Ma non aveva fatto i conti con la politica interna, affatto nelle sue mani come nell'epoca Lancia.
Avatar utente
330tr
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 4928
Iscritto il: 22/02/2010, 18:27
Località: Brescia

da groovestar » 14/06/2024, 12:10

Certi paradigmi funzionano quando la tua vettura è il riferimento della categoria, ma quando ti trovi ad inseguire, ha più senso concentrarsi sulla continuità e nel cementare la squadra.

Per la Williams ha funzionato, potendosi permettere di rinunciare a Mansell, Prost, Patrese ed Hill, restando vincente (fino a che non hanno smontato un team perfetto).

In Ferrari...
Dal 1989 hanno cacciato Barnard, padre di un concetto innovativo, per imbarcare Nichols, che aveva lavorato su concetti totalmente diversi e poi Migeot (col mono ammortizzatore) salvo poi riprendere Brunner e Barnard...

Il buon Cesare forse non era pronto per un team che si stava solidificando e non ha saputo privilegiare la linea inglese di Barnard che, seppur con i suoi tempi, aveva disegnato la vettura migliore del biennio, la quale aveva dei problemi di natura prettamente aerodinamica e di motore.
Avessero trattenuto Barnard (e Scalabroni) nel 1991 avrebbe debuttato una vettura sulla falsariga della B191 o della F412.

Invece hanno rivoluzionato tutto, vissuto di rendita per il 1990 e perso per una gestione ottusa dei piloti.
Scopriamo poi che nel mezzo della lotta, il direttore sportivo tratta per ingaggiare il diretto avversario in luogo dell'alfiere del momento.
Non una mossa intelligente...

Capisco che la linea autarchica in Lancia aveva pagato, ma non era ripetibile in Ferrari.

Barnard aveva ragione e Ferrari, alla fine, aveva compreso la necessità di avvicinarsi ai grandi team inglesi.
Chi è venuto dopo di lui ha rivoluzionato questa visione e non ha avuto la pazienza di attendere lo sviluppo di una vettura ancora acerba, non ha unito le due anime della squadra ed ha cacciato il suo uomo migliore.

Due anni per creare la 640 per poi lasciare ad altri il suo sviluppo. E soprattutto, per poi riprendersi il tecnico cacciato 3 anni prima...follia totale!
Avatar utente
groovestar
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 9278
Iscritto il: 09/03/2004, 0:00

PrecedenteProssimo

Torna a Formula 1 Storica

  • Messaggi recenti
  • Messaggi senza risposta
  • Chi c’è in linea
  • In totale ci sono 19 utenti connessi :: 0 iscritti, 0 nascosti e 19 ospiti (basato sugli utenti attivi negli ultimi 5 minuti)
  • Record di utenti connessi: 688 registrato il 25/04/2024, 22:26
  • Visitano il forum: Nessuno e 19 ospiti