Benvenuti nella sezione dedicata a Cuore da Corsa

Discussioni ed approfondimenti sull'inserto di Autosprint curato da Mario Donnini

da jeanpierresarti » 14/10/2011, 11:02

uau!!
:o :o :o
Una röda e un panìn (Arturo Merzario)
Avatar utente
jeanpierresarti
Formula 1
Formula 1
 
Messaggi: 1478
Iscritto il: 14/01/2010, 18:06

da Powerslide » 14/10/2011, 11:31

Strana la vita. Se Ferrari non avesse decapitato tutto il suo staff tecnico, la 5300 Strada, carrozzeria a parte, sarebbe stata la GTO di seconda generazione. Bizzarrini inseguiva giustamente la centralizzazione delle masse arretrando il più possibile il motore e nella mente dell'ingegnere la vettura era già impostata quando, senza colpe, fu estromesso insieme ai colleghi.
Il motore della 5300 è completamente all'interno del passo e la vettura ha un comportamento molto più stabile e maneggevole della già ottima (per quegli anni) Ferrari GTO. Ovvio che per Giotto l'arretramento del motore sulla "sua" creatura fu più semplice dovendo adottare un 8 invece di un 12, ma le dimensioni del robusto made in USA non erano poi cosi distanti dal più snello 12 made in Maranello.

Ciò detto la vita resta strana, anche perchè se Ferrari non avesse ecc. ecc. probabilmente Forghieri non sarebbe stato quello che tutti conosciamo e, d'altra parte, forse la GTA non sarebbe mai nata.

Sliding doors  8) :001_rolleyes: :confused1: 
Io non accetto che per trovare l’effetto suolo si debba strisciare per terra. Secondo me è assurdo, è immorale da un punto di vista tecnico. (Mauro Forghieri)
Avatar utente
Powerslide
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 6378
Iscritto il: 16/01/2007, 0:00

da Niki » 14/10/2011, 11:42

La versione '64, che poi era brutta rispetto alla '62 che era una meraviglia.
Da qualche anno le versioni '64 stanno scomparendo perchè vengono trasformate da collezionisti con pochi scrupoli in versioni '62 e '63 per essere rivendute a peso d'oro.
Anzi di platino.
Immagine
il riportatore seriale di notizie, l'orgoglione (cit.)
Avatar utente
Niki
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 14661
Iscritto il: 03/02/2004, 0:00

da stepv11 » 27/10/2011, 17:15

Metti una sera....

Era una sera d'estate del 1982 ed io ero seduto sul muretto davanti al Bar Machiavelli a fumare una sigaretta in santa pace. D'un tratto si ferma una Mercedes a me familiare, con a bordo due volti noti, che chiamerò Marco e Alessio, pilota e navigatore da rally. Eh si perchè anche io in quegli anni correvo quasi tutti i fine settimana ed ero un apprezzato navigatore.
"Icchè tu fai lì tutto solo? Vieni con noi, si va a provare il Montevettolini (n.d.r. prova speciale del Tirrenia Rally nei pressi di Monsummano), così tu ci dai un parere sulle note" Tutt'altro che stupito, guardo l'orologio e faccio due calcoli, sono le undici, massimo all'una siamo a casa. Salgo in macchina e via.
Dopo poco siamo a Monsummano alla partenza della P.S.. La Mercedes del babbo di Marco, impropriamente usata per provare un rally, ha un motore a benzina di 4200 cc. con cambio automatico, una pesante bomba. L'inizio è fatto da tornanti e brevi rettilinei in sequenza. Marco in uscita schiaccia pesante sul pedale del gas ed usciamo di traverso senza grossi problemi. Io dietro con cintura sono tranquillo, fino a prova contraria...
Su un tornante destro, il leggero ritardo indotto dal cambio automatico nel trasmettere i cavalli alle ruote posteriori  ci è fatale e la ruota posteriore sinistra, posta ormai sull'erbolina di bordo strada,  inesorabilmente scivola verso la scarpatina trascinata dal peso della Mercedes. E' un attimo: usciamo di strada e fatti alcuni metri centriamo un ulivo secolare con una certa violenza, rimanendo nella scarpata su un fianco. Di fatto abbiamo iniziato la raccolta delle olive nel pistoiese... Dopo i consueti tutto bene?, iniziano i problemi. I vetri elettrici sono bloccati, così non posso passare dal finestrino e qualcuno mi deve tenere aperto lo sportello, che in caso mi venga addosso mentre esco, mi potrebbe anche ammazzare, visto che pesa come una cinquecento. Si fermano altri rallisti ed alla fine mi tiro fuori. Per prima cosa vedo che l'ulivo è ormai parte integrante della calandra ed il radiatore e relativi supporti, cofano compreso,  sono andati. Ad occhi e croce alcuni milioni di danni... Non sono ancora stati inventati i cellulari, quindi vado a Monsummano con un passaggio e da un bar chiamo il carro attrezzi, che arriva alle ore una e trenta. Nel frattempo chiamo anche un taxi per il mesto ritorno a casa.
Ma dov'è Marco? Chiedo ad Alessio,  che mi dice di non averlo visto da quando è arrivato il carro attrezzi.
Caxxo, stai a vedere che è scappato... Ad un tratto sento come una litania, una sorta di preghiera che proviene dal tornante sottostante, così mi avvicino e vedo uno a sedere in terra con la testa fra le mani che ripete, senza soluzione di continuità "il mi babbo m'ammazza, il mi babbo m'ammazza..." e direi che conoscendo il personaggio non si allontanava troppo dal vero.
Alle ore 3.50 rientro a casa senza altri problemi  ;) e pensare che stavo fumando una sigaretta in pace.
Avatar utente
stepv11
Go-Kart
Go-Kart
 
Messaggi: 85
Iscritto il: 05/10/2011, 23:00

da Pennywise » 27/10/2011, 17:31

[quote="stepv11"]
Metti una sera....

Era una sera d'estate del 1982 ed io ero seduto sul muretto davanti al Bar Machiavelli a fumare una sigaretta in santa pace. D'un tratto si ferma una Mercedes a me familiare, con a bordo due volti noti, che chiamerò Marco e Alessio, pilota e navigatore da rally. Eh si perchè anche io in quegli anni correvo quasi tutti i fine settimana ed ero un apprezzato navigatore.
"Icchè tu fai lì tutto solo? Vieni con noi, si va a provare il Montevettolini (n.d.r. prova speciale del Tirrenia Rally nei pressi di Monsummano), così tu ci dai un parere sulle note" Tutt'altro che stupito, guardo l'orologio e faccio due calcoli, sono le undici, massimo all'una siamo a casa. Salgo in macchina e via.
Dopo poco siamo a Monsummano alla partenza della P.S.. La Mercedes del babbo di Marco, impropriamente usata per provare un rally, ha un motore a benzina di 4200 cc. con cambio automatico, una pesante bomba. L'inizio è fatto da tornanti e brevi rettilinei in sequenza. Marco in uscita schiaccia pesante sul pedale del gas ed usciamo di traverso senza grossi problemi. Io dietro con cintura sono tranquillo, fino a prova contraria...
Su un tornante destro, il leggero ritardo indotto dal cambio automatico nel trasmettere i cavalli alle ruote posteriori  ci è fatale e la ruota posteriore sinistra, posta ormai sull'erbolina di bordo strada,  inesorabilmente scivola verso la scarpatina trascinata dal peso della Mercedes. E' un attimo: usciamo di strada e fatti alcuni metri centriamo un ulivo secolare con una certa violenza, rimanendo nella scarpata su un fianco. Di fatto abbiamo iniziato la raccolta delle olive nel pistoiese... Dopo i consueti tutto bene?, iniziano i problemi. I vetri elettrici sono bloccati, così non posso passare dal finestrino e qualcuno mi deve tenere aperto lo sportello, che in caso mi venga addosso mentre esco, mi potrebbe anche ammazzare, visto che pesa come una cinquecento. Si fermano altri rallisti ed alla fine mi tiro fuori. Per prima cosa vedo che l'ulivo è ormai parte integrante della calandra ed il radiatore e relativi supporti, cofano compreso,  sono andati. Ad occhi e croce alcuni milioni di danni... Non sono ancora stati inventati i cellulari, quindi vado a Monsummano con un passaggio e da un bar chiamo il carro attrezzi, che arriva alle ore una e trenta. Nel frattempo chiamo anche un taxi per il mesto ritorno a casa.
Ma dov'è Marco? Chiedo ad Alessio,  che mi dice di non averlo visto da quando è arrivato il carro attrezzi.
Caxxo, stai a vedere che è scappato... Ad un tratto sento come una litania, una sorta di preghiera che proviene dal tornante sottostante, così mi avvicino e vedo uno a sedere in terra con la testa fra le mani che ripete, senza soluzione di continuità "il mi babbo m'ammazza, il mi babbo m'ammazza..." e direi che conoscendo il personaggio non si allontanava troppo dal vero.
Alle ore 3.50 rientro a casa senza altri problemi  ;) e pensare che stavo fumando una sigaretta in pace.

[/quote]

ho le lacrime per il ridere  :lol: :lol: perchè una litania del genere l'ho già sentita per un motivo analogo ..... !!!  :asd: :asd:

:thumbup: :thumbup:
" Ferrea Mole, Ferreo Cuore "

" Unguibus et rostro "

" Chi osa vince "

" Mai discutere con un idiota (coglione), ti trascina al suo livello e ti batte con l'esperienza. " :clap: :bow-blue: ... 8-)
Avatar utente
Pennywise
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 7055
Iscritto il: 26/07/2010, 16:01
Località: Al Mare

da Uitko » 27/10/2011, 21:51

[quote="stepv11"]
pensare che stavo fumando una sigaretta in pace.

[/quote]
poi dicono che il fumo fa male...non sanno gli ulivi!  :D
Immagine
"Quando voglio andare più veloce non c'è bisogno che spinga. Basta che mi concentri un pò." (Jim Clark)
Avatar utente
Uitko
Administrator
Administrator
 
Messaggi: 5042
Iscritto il: 15/12/2003, 0:00
Località: Zena

da jeanpierresarti » 27/10/2011, 21:58

monsummano (alto) è il paese dove è nato Yves Montand , al secolo Ivo Livi.
cioè Jean-Pierre Sarti
Una röda e un panìn (Arturo Merzario)
Avatar utente
jeanpierresarti
Formula 1
Formula 1
 
Messaggi: 1478
Iscritto il: 14/01/2010, 18:06

da stepv11 » 15/11/2011, 17:52

Che la vuoi una mora?

Erano i primi anni 80 ed io ero uno stimato navigatore cui i neofiti spesso si rivolgevano per avere consigli e chiarimenti sul Regolamento CSAI, che io sapevo praticamente a memoria.
Una sera di fine estate venne da me un ragazzo, che poi sarebbe diventato un ottimo navigatore a livello medio alto, e mi tirò da parte. Era scuro in volto e tradiva una notevole preoccupazione.
"Senti domani un corro, ho troppa paura di stare accanto a Marco, è pazzo furioso..."
Io senza sapere se c'era stato o meno qualche episodio scatenante, feci chiaramente presente che, con una simile fuga il giorno prima della gara, si sarebbe ******* a livelli planetari. Inoltre tutti conoscevano il soggetto in questione e quindi, accettando di fargli da navigatore, avevi già scommesso su una forte probabilità di non arrivare al traguardo, ma non per rottura....Comunque sentiamo.
"Ascolta che fosse così pazzo non lo sapevo, senti cosa è successo ieri sera: eravamo con l'A112 muletto a provare, quando su una destra due (circa 90° n.d.r.) siamo usciti e siamo andati giù nella scarpatina, per fortuna frenati da cespugli e rovi presenti in grande abbondanza.....Quando ci siamo fermati a mezz'aria e mentre dai finestrini aperti entrava di tutto, polvere, erba, insetti etc, Marco si gira verso di me e con aria divertita mi fa: "Che la vuoi una mora, guarda quante ce n'è..." allunga una mano fuori dal finestrino, ne coglie una e me la porge come nulla fosse..."
Attonito anche io, ma soprattutto ridendo come un matto, gli detti una pacca sulla spalla e gli dissi " Corri vai, che dopo questa non ti può succedere null'altro" E infatti, fecero una bella gara.
Avatar utente
stepv11
Go-Kart
Go-Kart
 
Messaggi: 85
Iscritto il: 05/10/2011, 23:00

da Pennywise » 15/11/2011, 18:07

[quote="stepv11"]
Che la vuoi una mora?

Erano i primi anni 80 ed io ero uno stimato navigatore cui i neofiti spesso si rivolgevano per avere consigli e chiarimenti sul Regolamento CSAI, che io sapevo praticamente a memoria.
Una sera di fine estate venne da me un ragazzo, che poi sarebbe diventato un ottimo navigatore a livello medio alto, e mi tirò da parte. Era scuro in volto e tradiva una notevole preoccupazione.
"Senti domani un corro, ho troppa paura di stare accanto a Marco, è pazzo furioso..."
Io senza sapere se c'era stato o meno qualche episodio scatenante, feci chiaramente presente che, con una simile fuga il giorno prima della gara, si sarebbe s*******ato a livelli planetari. Inoltre tutti conoscevano il soggetto in questione e quindi, accettando di fargli da navigatore, avevi già scommesso su una forte probabilità di non arrivare al traguardo, ma non per rottura....Comunque sentiamo.
"Ascolta che fosse così pazzo non lo sapevo, senti cosa è successo ieri sera: eravamo con l'A112 muletto a provare, quando su una destra due (circa 90° n.d.r.) siamo usciti e siamo andati giù nella scarpatina, per fortuna frenati da cespugli e rovi presenti in grande abbondanza.....Quando ci siamo fermati a mezz'aria e mentre dai finestrini aperti entrava di tutto, polvere, erba, insetti etc, Marco si gira verso di me e con aria divertita mi fa: "Che la vuoi una mora, guarda quante ce n'è..." allunga una mano fuori dal finestrino, ne coglie una e me la porge come nulla fosse..."
Attonito anche io, ma soprattutto ridendo come un matto, gli detti una pacca sulla spalla e gli dissi " Corri vai, che dopo questa non ti può succedere null'altro" E infatti, fecero una bella gara.
[/quote]

:lol: :lol: :lol: :lol:

Immagine Immagine Immagine
" Ferrea Mole, Ferreo Cuore "

" Unguibus et rostro "

" Chi osa vince "

" Mai discutere con un idiota (coglione), ti trascina al suo livello e ti batte con l'esperienza. " :clap: :bow-blue: ... 8-)
Avatar utente
Pennywise
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 7055
Iscritto il: 26/07/2010, 16:01
Località: Al Mare

da Baldi » 08/12/2011, 15:41

Io mi son gustato l'articolo su Vic Elford...

ben conscio però che mille parole, seppur sapientemente ricamate da un eccelso artista delle parole quale Donnini, mai potrà renderci appieno l'idea delle corse di quel periodo.

O le hai vissute o ne potrai percepire solo un pallido aroma.

"Perchè il Lardo di Colonnata lo devi mangiare, non lo puoi vedere in una rivista di cucina."

Immagine
Immagine
C'è un'unica differenza tra me e un pazzo: io non sono pazzo. (Salvador Dalì)
Avatar utente
Baldi
Administrator
Administrator
 
Messaggi: 10492
Iscritto il: 10/01/2004, 0:00

da Racer Cek » 08/12/2011, 18:37

correre una "Targa" con i siciliani ***** che ti fanno le corna per un contatto con Galli...non ha prezzo!!!!!!!!!!! :thumbup1: :o
"A Buenos Aires c'era una parabolica che in prova si prendeva col pedale del gas a fondo corsa,in gara forse:dipendeva dal carico di benzina a bordo e da quanto quel giorno ti importasse sopravvivere davvero" (J.Watson)
Avatar utente
Racer Cek
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 1663
Iscritto il: 19/09/2009, 23:37
Località: PC Town

da sundance76 » 09/12/2011, 18:58

A proposito di Elford.  Come detto, sto sfogliando una collezione rilegata di AS che mi è stata inviata in prestito, e nei volumi sul '68 mi sto godendo le cronache in presa diretta di Vic, compreso un articolo-intervista al pilota, in quella sua stagione magica.
"Chi cerca di conoscere il passato capirà sempre meglio degli altri il presente e il futuro, e non soltanto nel nostro piccolo mondo di effimere quanto amate frenesie corsaiole." G. C.

https://www.youtube.com/watch?v=ygd67cDAmDI
Avatar utente
sundance76
Global Moderator
Global Moderator
 
Messaggi: 8407
Iscritto il: 21/05/2006, 23:00
Località: Isola d'Ischia

da sundance76 » 14/02/2012, 15:56

Se volete farvi quattro risate, leggete la rubrica in alto di Mario Donnini, in questo caso sul GP di Malesia 2002:

Immagine

Uploaded with ImageShack.us
"Chi cerca di conoscere il passato capirà sempre meglio degli altri il presente e il futuro, e non soltanto nel nostro piccolo mondo di effimere quanto amate frenesie corsaiole." G. C.

https://www.youtube.com/watch?v=ygd67cDAmDI
Avatar utente
sundance76
Global Moderator
Global Moderator
 
Messaggi: 8407
Iscritto il: 21/05/2006, 23:00
Località: Isola d'Ischia

da jerry64 » 14/02/2012, 16:49

Grazie, articolo molto simpatico.  :asd:

Meriterebbe di stare nel thread delle "Perle" del "Nostro Innominabile" (secondo Donnini).
Immagine
"Se vuoi battere Michael Schumacher, non devi correre con la sua stessa macchina."   (K.Raikkonen, before 2007)
Avatar utente
jerry64
Formula 1
Formula 1
 
Messaggi: 1491
Iscritto il: 26/08/2008, 12:37

da Baldi » 01/03/2012, 15:48

Il C.d.C. inserito nel numero di questa settimana (28/02/2012) è dedicato a Mansell e trovo che sia uno tra i più belli scritti da Donnini...  :thumbup1:
Immagine
C'è un'unica differenza tra me e un pazzo: io non sono pazzo. (Salvador Dalì)
Avatar utente
Baldi
Administrator
Administrator
 
Messaggi: 10492
Iscritto il: 10/01/2004, 0:00

PrecedenteProssimo

Torna a Cuore da Corsa

cron
  • Messaggi recenti
  • Messaggi senza risposta
  • Chi c’è in linea
  • In totale c’è 1 utente connesso :: 0 iscritti, 0 nascosti e 1 ospite (basato sugli utenti attivi negli ultimi 5 minuti)
  • Record di utenti connessi: 107 registrato il 24/10/2018, 16:41
  • Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite