Grazie per le mie memorie

Discussioni di carattere generale sul sito, news, eventi etc.

da groovestar » 17/10/2008, 9:29

in un mondo dove ormai si sa tutto di tutti,non è male che qualche piccolo mistero quotidiano possa ancora esistere...

sinceramente trovo molto "romanzesca" la figura di un Mr X che sa raccontare tante belle storie e svelare tante curiosità!

ogni tanto è bello far volare la fantasia,nonchè leggere(immerso nel lavoro della tesi)la testimonianza di anni che purtroppo nn ho potuto vivere,ma che ugualmente sono riusciti ad appassionarmi.

Per cui mi unisco al coro di saluti e auguri,ringraziando per le innumerevoli chicche regalate a noi appassionati e incorreggibili nostalgici :)
Avatar utente
groovestar
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 8039
Iscritto il: 09/03/2004, 0:00

da Niki » 17/10/2008, 20:05

[quote="Powerslide"]Se poi ci fosse qualche ragazza  :001_rolleyes: Insomma da Furia non ho imparato solo biella e manovella  :thumbup:
[/quote]

Chissà se tua moglie sarebbe d'accordo.
:asd:
Immagine
il riportatore seriale di notizie, l'orgoglione (cit.)
Avatar utente
Niki
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 14661
Iscritto il: 03/02/2004, 0:00

da Uitko » 21/10/2008, 9:53

Come da news in home, fuori la terza parte! :001_tt1:
Immagine
"Quando voglio andare più veloce non c'è bisogno che spinga. Basta che mi concentri un pò." (Jim Clark)
Avatar utente
Uitko
Administrator
Administrator
 
Messaggi: 5051
Iscritto il: 15/12/2003, 0:00
Località: Zena

da Powerslide » 21/10/2008, 23:36

[quote="Uitko"]
Come da news in home, fuori la terza parte! :001_tt1:
[/quote]

Posso solo ringraziare per questi nuovi due regali.

Lo dico veramente con il cuore per l'impegno che ha profuso Mclaren7c: l'emozione provata rivedendo la FIAT 1300 non l'immaginavo neppure e "leggermi" con tanto di foto mi fa sentire importante  :blush:

Qui ho trovato dei veri amici  :001_wub:

L'unico cruccio è che mi accorgo di dedicare alla lettura di tutti i post un tempo superiore a quello che l'impegno di lavoro mi concederebbe.
Ma chi se ne frega: invecchiando si dorme di meno e poi le idee migliori mi son sempre venute di notte  :001_rolleyes:
Io non accetto che per trovare l’effetto suolo si debba strisciare per terra. Secondo me è assurdo, è immorale da un punto di vista tecnico. (Mauro Forghieri)
Avatar utente
Powerslide
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 6516
Iscritto il: 16/01/2007, 0:00

da Uitko » 22/10/2008, 10:14

Se senti Donnini digli che può "rubarti" gli articoli se ci cita su Cuore da corsa :asd:
Immagine
"Quando voglio andare più veloce non c'è bisogno che spinga. Basta che mi concentri un pò." (Jim Clark)
Avatar utente
Uitko
Administrator
Administrator
 
Messaggi: 5051
Iscritto il: 15/12/2003, 0:00
Località: Zena

da madfilt » 10/11/2008, 17:45

Da ultimo arrivato voglio dirvi che le prime cose che ho letto in questo sito sono state proprio le memorie di Powerslide. Quindi grazie a lui e grazie a Mclaren7C, Uitko che le hanno raccolte.
E' proprio il genere di lettura che mi interessa, spero possiate continuare a regalarci queste preziose chicche.

:thumbup:
Vittorio Brambilla forever
Avatar utente
madfilt
Go-Kart
Go-Kart
 
Messaggi: 134
Iscritto il: 07/11/2008, 6:52
Località: provincia di Como

da Powerslide » 10/11/2008, 18:42

[quote="madfilt"]
Da ultimo arrivato voglio dirvi che le prime cose che ho letto in questo sito sono state proprio le memorie di Powerslide. Quindi grazie a lui e grazie a Mclaren7C, Uitko che le hanno raccolte.
E' proprio il genere di lettura che mi interessa, spero possiate continuare a regalarci queste preziose chicche.

:thumbup:
[/quote]

Grazie a te madfilt  :)

Allora ti racconto questa.

Siamo nella prima metà degli anni '60 e come spesso ci accadeva, io e un altro compagno di liceo facevamo un salto a Monza: l'Autodromo, la nostra droga!  :o

E' un pomeriggio di tardo inverno o inizio primavera, fai tu che poco cambia. Non c'è nessuno che sta provando: pazienza, l'importante è respirare quell'aria. Intanto andiamo in Parabolica così, stradale o junior, se qualcuno gira lo becchiamo.

A quel tempo le tribune in Para erano un miraggio. Solo per le gare più importanti ne montavano una: tubi Dalmine e assi di legno. Nei giorni normali, come quello, ci si arrangiava stando sul terrapieno dietro una rete alta un metro e poco più che non avrebbe trattenuto una bici, anzi, era tanto se stava su di per sè  :-\
L'alternativa, bella, era salire su una delle torri di segnalazione in ferro che a quel tempo ancora esistevano: dismesse dal loro primario compito di segnalare i giri ed i piazzamenti al pubblico con appositi cartelli, venivano usate dai fotografi e, incredibile  :D , dalle prime telecamere.
Inutile però fare la fatica di arrampicarcisi, quel giorno, perchè proprio nessuno sembrava voler entrare in pista. Così ci appoggiamo alla rete, adagio sennò crolla, e ci mettiamo a parlare: auto o ragazze, mescolando il tutto che vien più buono.

Eravamo su un argomento o l'altro, chi si ricorda, quando infine si sente qualcosa. Ecco spuntare una macchina dall'Ascari. E' una Mini Cooper verde col tetto bianco sporco e la marmitta deve essere stata ben svuotata perchè fa un rumore infernale. Ci guardiamo e ci sorridiamo: la nostra pazienza è stata premiata  :001_rolleyes:

Al secondo giro chi la guida si tira una bella staccata dopo il cartello dei 100. Io e il mio amico ci guardiamo negli occhi e, senza dir nulla, facciamo sì con la testa. Questo promette bene, pensiamo.

Al terzo giro eccola arrivare ancora più impiccata: tanto lavoro di volante e anche un po' di controsterzo!
Gli prendiamo il tempo: questo va!

Quarto giro: staccata, grande sfollata e macchina che punta dritta verso la sabbia. Quando la raggiunge s'impunta, si alza e fa due capottoni mica da ridere. Perde pure la portiera lato passeggero che si era aperta e infine si ferma a testa in giù.

Io e l'amico ci guardiamo in faccia: siamo gli unici presenti, gli unici che possono dare una mano. Scavalchiamo e cominciamo a correre. Tra la polvere si vede poco e non siamo per nulla tranquilli. Quando arriviamo su ciò che resta del Cooper ci tranquilliziamo: dai rottami una voce continua gridare: "La terza, la gamba!" alternando le due cose con dei bestemmioni rassicuranti  :001_rolleyes:
Insomma, che non fosse entrata la terza l'avevamo capito dalla sfollata, che il ragazzone dentro si fosse fottuto una gamba l'apprendevamo ora.
Mentre ancora stiamo pensando a come tirarlo fuori (io intanto mi ero già offerto di correre ai box per avvertire  8) ) ecco per fortuna che arriva un tizio in moto. Lo guardiamo: è Ernesto Brambilla, il pilota!
"Come sta quel pirla di mio fratello?"
"Bene, bene, potrebbe però essersi rotto una gamba."
"La testa si deve rompere quello lì! E adesso chi lo dice a ..... " e nomina il propietario del rottame.

E già, quello in questione era Vittorio.
Allora nessuno lo conosceva: ma ancora un paio d'anni ..............  :thumbup:
Io non accetto che per trovare l’effetto suolo si debba strisciare per terra. Secondo me è assurdo, è immorale da un punto di vista tecnico. (Mauro Forghieri)
Avatar utente
Powerslide
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 6516
Iscritto il: 16/01/2007, 0:00

da Jackie_83 » 10/11/2008, 19:28

Ke tempi, ke storie, che perle!...Non finiremo mai di ringraziarti Sommo Power!  :o

Una piccola curiosità...hai anche aneddoti che riguardano l'automobilismo recente (diciamo dagli anni '90 ad oggi)? o è veramente così palloso ed asettico come ormai traspare da ogni dove?
Immagine
Avatar utente
Jackie_83
Global Moderator
Global Moderator
 
Messaggi: 7332
Iscritto il: 04/07/2005, 23:00
Località: Terra di mezzo

da Powerslide » 10/11/2008, 19:41

[quote="Jackie_83"]
Ke tempi, ke storie, che perle!...Non finiremo mai di ringraziarti Sommo Power!  :o

Una piccola curiosità...hai anche aneddoti che riguardano l'automobilismo recente (diciamo dagli anni '90 ad oggi)? o è veramente così palloso ed asettico come ormai traspare da ogni dove?
[/quote]

No, basta evitare F1, GP2 e WTCC e si respira ancora aria buona.

In circuito vado sempre più di rado, ma qualche aneddoto l'avrei anche, temo però che mi renderebbe più facilmente riconoscibile (per gli esperti e qui ce ne sono).  8)

Meglio parlare del tempo passato.
Io non accetto che per trovare l’effetto suolo si debba strisciare per terra. Secondo me è assurdo, è immorale da un punto di vista tecnico. (Mauro Forghieri)
Avatar utente
Powerslide
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 6516
Iscritto il: 16/01/2007, 0:00

da Jackie_83 » 10/11/2008, 20:35

Capisco...peccato xò  :(

Allora te ne chiedo un altra su Tino Brambilla, è vero che al Gp d'Italia di F1 del 1969 finse di essersi fatto male cadendo in moto pur di non fare la figura del cioccolataio al volante di quel cassone che era la 312 '69?... o è una balla sparsa ad arte?  :D
Immagine
Avatar utente
Jackie_83
Global Moderator
Global Moderator
 
Messaggi: 7332
Iscritto il: 04/07/2005, 23:00
Località: Terra di mezzo

da Powerslide » 10/11/2008, 23:50

[quote="Jackie_83"]

Allora te ne chiedo un altra su Tino Brambilla, è vero che al Gp d'Italia di F1 del 1969 finse di essersi fatto male cadendo in moto pur di non fare la figura del cioccolataio al volante di quel cassone che era la 312 '69?... o è una balla sparsa ad arte?  :D

[/quote]

Premesso: nel 1969 ero un commissario di percorso, quindi d'indiscrezioni non ne potevo raccogliere.

Ricordo però quel GP e i giorni che lo precedettero.
Tino avrebbe voluto (per quanto ne so, ma conoscendolo un po' ci credo) correre un GP di F1 in Ferrari e a Monza, più di ogni altra cosa.
Il primo giorno di prove realizzò il penultimo tempo prendendo un distacco di circa 5 secondi.
Il secondo giorno un cartello esposto dalle tribune raffigurava un somaro che tirava una Ferrari e sotto la scritta:
"E' questa è la macchina per Ernesto? Ferrari, Vergogna!"
Brambilla però non si presentò e si disse che un paio di giorni prima fosse caduto in moto, proprio girando a Monza e che quindi non era in grado di guidare. Se fosse vero o se fosse una scusa della Ferrari per evitare ulteriori contestazioni non lo so (anche se sono convinto fosse la verità), di certo escludo fosse una balla inventata da lui: con quella macchina aveva tutto da guadagnare e nulla da perdere.
La Ferrari fu affidata a Pedro Rodriguez che la qualificò in 12ma posizione, su 15 partenti, con 3 secondi di distacco, ma si classificò sesto, anche se a due giri dal vincitore, prendendo quindi un punto mondiale, .
Perchè Brambilla avrebbe dovuto rinunciare a marcare un possibile punto nel suo palmares completamente vuoto?

Ricordo anche l'arrivo con quattro macchine in meno di 2 decimi e il disperato tentativo di Rindt di recuperare sul traguardo gli 8 centesimi di distacco da Stewart: quando mancavano una manciata di metri, dette un colpo alla frizione sperando di provocare un "colpo di reni" alla sua Lotus.
Non fu sufficiente, ma è bello ricordare quali folli espedienti s'inventassero i piloti di quegli anni.  :thumbup:
Io non accetto che per trovare l’effetto suolo si debba strisciare per terra. Secondo me è assurdo, è immorale da un punto di vista tecnico. (Mauro Forghieri)
Avatar utente
Powerslide
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 6516
Iscritto il: 16/01/2007, 0:00

da madfilt » 11/11/2008, 8:58

Che dire: grazie grazie grazie grazie. Quando leggo del Vittorio sono un ometto felice.  :)   :001_wub:  :001_tt1:
Quando ti... scappa di raccontare, sappi che io sono qui che leggo, Powerslide.

Dimmi la verità: quando è arrivato il Tino in moto, ha parlato in dialetto? Sarebbe tipicamente " tipico ".

Già che siamo in tema di ricordi, ti racconto questa.
GP Austria 1976, giovedì 12 agosto prima della gara. Al cancello del paddock arrivò una splendida Stratos color aragosta, con targa italiana. Il ragazzo addetto al controllo dell' ingresso ( uno solo! ) chiese all' uomo a bordo della Stratos di mostrare il pass. L' uomo al volante rispose in dialetto brianzolo " dai, tires via de lì, lassum andà a laurà! " sventolanto fuori dal finestrino una manona enorme. Era Vittorio, in camicia bianca abbondantemente sbottonata ed occhiali da sole a specchio...

Un personaggio unico e genuino, dal grande cuore e dal piede pesante. Era e rimane il mio pilota del cuore.

Buona giornata e spero di rileggerti presto.
Ultima modifica di madfilt il 11/11/2008, 9:01, modificato 1 volta in totale.
Vittorio Brambilla forever
Avatar utente
madfilt
Go-Kart
Go-Kart
 
Messaggi: 134
Iscritto il: 07/11/2008, 6:52
Località: provincia di Como

da Pedro59 » 11/11/2008, 9:45

[quote="Jackie_83"]
Capisco...peccato xò  :(

Allora te ne chiedo un altra su Tino Brambilla, è vero che al Gp d'Italia di F1 del 1969 finse di essersi fatto male cadendo in moto pur di non fare la figura del cioccolataio al volante di quel cassone che era la 312 '69?... o è una balla sparsa ad arte?  :D
[/quote]

Io l'ho sempre sentita raccontare così da Vittorio (fra i due non c'era troppo ...feeling, almeno a giudicare dalle dichiarazioni reciproche) anche su "Benzina e cammina" di Delli Carri c'è un richiamo a questa storia che all'epoca suscitò abbastanza clamore, come ha detto Power.
Dei due Brambilla ho un ricordo di bambino quando li ho visti correre in F.3 in una gara organizzata su un circuito improvvisato nel paese dove abitavo ed abito ancora.
Avevano il QG in un'officina di un amico di mio padre, accanto a casa mia. Tino correva con la Birel costruita da loro, Vittorio gli faceva da meccanico e litigavano in continuazione anche se per noi era impossibile capire una parola in quanto, fra di loro, parlavano solo in dialetto e si intuivano solo le bestemmie.
Erano venuti giù da Monza con un furgone e un carrello con sopra due monoposto rosse, nessun altro meccanico. Credo che dormissero in officina, ma non ne sono sicuro. Oltre a Tino che vinse la gara (batteria e finale) c'erano "Geki" Russo, Manfredini, Maglione, Petri, "Tiger" Perdomi e Lella Lombardi.
Mi ricordo che dopo le prove "Geki" e Tino Brambilla erano venuti quasi alle mani e c'era un agonismo terribile nel quale uno come Tino si trovava alla grande.
Ho in mente anche che Vittorio prese parte alle prove, ma non alla gara, ma forse mi sbaglio.
La settimana dopo, a Caserta, uno dei peggiori incidenti dello sport automobilistico italiano, nel quale persero la vita "Geki" e "Tiger" oltre allo svizzero Beat Fehr, che con grande coraggio aveva cercato di avvertire i compagni del pericolo  restando travolto, avrebbe chiuso definitivamente quella stagione di corse dilettantistiche e di piedi pesanti. 
"For if the trumpet give an uncertain sound, who shall
prepare himself to the battle?"  1 Corinthians 14/8
------------
"Che la vuoi una mora ?" - stepv11 /15-11-11
"Dou you like a blackberry ?"
"Machen Sie mögen eine Brombeere ?"
"Est ce que tu veux une mûre ?"
"Hágale quiere una zarzamora ?"
Avatar utente
Pedro59
Formula 1
Formula 1
 
Messaggi: 1463
Iscritto il: 30/08/2008, 14:34
Località: S.Piero a Sieve (FI) - Mugello

da Powerslide » 12/11/2008, 10:27

[quote="Pedro59"]

Dei due Brambilla ho un ricordo di bambino quando li ho visti correre in F.3 in una gara organizzata su un circuito improvvisato nel paese dove abitavo ed abito ancora.
[/quote]

Per caso ti riferisci alla gara di S. Piero a Sieve ?
Io non accetto che per trovare l’effetto suolo si debba strisciare per terra. Secondo me è assurdo, è immorale da un punto di vista tecnico. (Mauro Forghieri)
Avatar utente
Powerslide
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 6516
Iscritto il: 16/01/2007, 0:00

da Pedro59 » 12/11/2008, 23:16

[quote="Powerslide"]
[quote="Pedro59"]

Dei due Brambilla ho un ricordo di bambino quando li ho visti correre in F.3 in una gara organizzata su un circuito improvvisato nel paese dove abitavo ed abito ancora.
[/quote]

Per caso ti riferisci alla gara di S. Piero a Sieve ?
[/quote]

Sì, io abitavo e abito tutt'ora lì...
"For if the trumpet give an uncertain sound, who shall
prepare himself to the battle?"  1 Corinthians 14/8
------------
"Che la vuoi una mora ?" - stepv11 /15-11-11
"Dou you like a blackberry ?"
"Machen Sie mögen eine Brombeere ?"
"Est ce que tu veux une mûre ?"
"Hágale quiere una zarzamora ?"
Avatar utente
Pedro59
Formula 1
Formula 1
 
Messaggi: 1463
Iscritto il: 30/08/2008, 14:34
Località: S.Piero a Sieve (FI) - Mugello

Precedente

Torna a Generale

cron
  • Messaggi recenti
  • Messaggi senza risposta
  • Chi c’è in linea
  • In totale c’è 1 utente connesso :: 0 iscritti, 0 nascosti e 1 ospite (basato sugli utenti attivi negli ultimi 5 minuti)
  • Record di utenti connessi: 589 registrato il 17/01/2020, 0:54
  • Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite