Paragone

Discussioni sulla stagione 2007

da Aviatore » 06/07/2007, 4:51

[quote=""Baldi""][quote=""Niki""][quote=""foxx""]...per non parlare della fatica che fece a passare Capelli a LeCastellet!quando lo vidi che non riuscva a superare la March inizio' a tremarmi il ....[/quote]

Ma quale... A parte che era il Ricard, poi fece un sorpasso da antologia: all'esterno nella curva di Signes. Quel fallito di Capelli ancora ammira la manovra. E Caffi subì lo stesso sorpasso.[/quote]

eheh :D

Le Castellet e Ricard sono lo stesso circuito.... :twisted: :twisted: :twisted:[/quote]

lo dicevo io che da quando non c'e` piu` Scucchia in giro Niki non e` piu` lui :P
Immagine

"Sia anche lodata l'Austria, Patria di Colui che ha distribuito il Verbo e le lezioni di guida" - Niki (quello nostro)
Avatar utente
Aviatore
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 6434
Iscritto il: 23/09/2005, 23:00
Località: Ferrara (residenza) Vicenza (sede lavoro) Estero (trasferte)

da gerhard28 » 06/07/2007, 11:24

Alain Prost? Il Re Sole della F1 ':sunny:' il professore divino?
Chi l'ha detto che non ha estimatori in Italia? Io sono un suo estimatore! [smilie=eusa_clap.gif]
Solo perchè non sfasciava le vetture contro i muri e preferiva arrivare al traguardo piuttosto che farsi buttare fuori da Nakajima o Schlesser? Per questo non era veloce? Perchè suonò ad alti livelli Nigel Mansell (non un pirla qualunque, il Leone), fece il doppio dei suoi punti, per questo non aveva palle? Però Mansell è il leone, lui è l'agnellino..ma ve la ricordate la partenza di Spa, prima di criticare Monsieur? Perchè fece solo 33 pole position, lui che il VENERDI' non aveva le prove libere ma quelle ufficiali, e prima sistemava la macchina, che poi alla fine lo premiava, e tanti a dirgli ke era culo. La sfortuna e la fortuna, nelle corse non esiste, non lo dico io, ma lo diceva Enzo Ferrari. Sfortuna è morire contro un muretto, non rompere un cambio. Non è un caso se CERTI piloti vanno in una scuderia e tutto comincia a funzionare..certo molta gente eiaculava al solo pronunciare MAGIC, perchè è più facile vedere un sorpasso o un giro della morte che lavoro di fino, ma Prost era il professore, perchè quella era una f1 molto diversa dall'attuale, nella quale dovevi gestire benzina, gomme, meccanica..adesso la telemetria ti dice pure la pipì che stai facendo ma allora anche la benzina era un azzardo, e basta vedere quante volte Alain rimase a secco pochi metri dopo il traguardo e quante volte ci rimasero altri PRIMA. Vabbè potrei continuare a lungo. Il 1993 era un anno particolare, al Professore interessava solo vincersi il quarto mondiale, ed a un certo punto non aveva più voglia nemmeno di rischiare la pelle su vetture che definiva troppo pericolose, avendo ancora, drammaticamente, ragione. L'unico essere umano che ricordo, nell'imminenza di un frontale, togliere le mani e portarle contro il petto, la lucidità fatta persona, un cervello superiore. Non a caso se nè andato da numero uno, quale rimane nel mio cuore :cry: :roll:
Non lo vedo proprio il paragone Alonso-Prost, non solo in valore assoluto. Prost era un intellettuale, l'illuminista della f1, Alonso è furbo ed infido. Mi ricorda più Piquet in questo senso "un str.... veloce", per usare una definizione secca. Sanguigno, battagliero e furbo; per quello che ho visto di Piquet, mi pare azzecchi, poi purtroppo il "simpaticone" brasiliano l'ho potuto vedere dal vivo solo nel periodo pippa post imola. Hamilton-Senna ci può stare di più, il caraibico è un fenomeno e fa delle staccate da brividi, ovviamente andrà giudicato nel tempo. Senna per esempio era più funambolico ma con queste macchine non credo possa pagare, forse Hamilton è un tipo che guarda più alla concretezza. Cmq si tratta di impressioni.
Avatar utente
gerhard28
Rookie Driver
Rookie Driver
 
Messaggi: 13
Iscritto il: 03/07/2007, 23:00

da giorgio_deglianto » 06/07/2007, 12:39

Già Alain, il Professore. Beh io ovviamente avevo 5 anni quando vedevo Alain in McLaren e ovviamente un bambino di 5 anni non poteva che giudicarlo male rispetto alle cose che faceva Ayrton. Mi sembra naturale...E poi i francesi hanno sempre questa aria da perfettini...Cmq sono due filosofie di vita quelle di Alain e quelle di Senna. C'è a chi piace e a chi non piace...
giorgio_deglianto
 

da sundance76 » 06/07/2007, 12:57

Concordo con gerhard28 riguardo l'enorme valore di Prost. Uno può anche stravedere per Senna, o anche per Mansell, Gilles, Alesi, ma allo stesso tempo si può benissimo (anzi si dovrebbe, secondo me) ammirare o amare anche Prost o Lauda, che sono fior di fuoriclasse. Sul dualismo Senna-Prost a macchine pari c'è anche questo topic:
http://www.gpx.it/modules.php?name=Foru ... pic&t=1480
"Chi cerca di conoscere il passato capirà sempre meglio degli altri il presente e il futuro, e non soltanto nel nostro piccolo mondo di effimere quanto amate frenesie corsaiole." G. C.

https://www.youtube.com/watch?v=ygd67cDAmDI
Avatar utente
sundance76
Global Moderator
Global Moderator
 
Messaggi: 8671
Iscritto il: 21/05/2006, 23:00
Località: Isola d'Ischia

Precedente

Torna a 2007

  • Messaggi recenti
  • Messaggi senza risposta
  • Chi c’è in linea
  • In totale ci sono 2 utenti connessi :: 0 iscritti, 0 nascosti e 2 ospiti (basato sugli utenti attivi negli ultimi 5 minuti)
  • Record di utenti connessi: 589 registrato il 17/01/2020, 0:54
  • Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti